lunedì 20 giugno 2022

ORCHESTRA SINFOLARIO poi divenuta Lake Como Philarmonic Sinfolario Orchestra

L’Orchestra SINFOLARIO ha debuttato nel 2001 con la produzione dell'opera "Nabucco" di G.Verdi. 
Nel corso degli anni si è esibita in molti teatri di tradizione del Nord- Italia. Ha in repertorio tutte le opere liriche tradizionali, è stata invitata ad eseguire Traviata per i Teatri di Basilea in Svizzera (2001) e Le Tourbie a Montecarlo (2002), un grande concerto lirico -sinfonico a Friburgo in Germania (2001) con la presenza di ben 5 tenori, una tournée in Francia (2005) con un prestigioso concerto a Parigi e l’opera TOSCA a Lucerna (2006).
L’ultima tournée nel 2009 ha visto l’orchestra impegnata con successo nel Festival Italiano che si è svolto in Barhein negli Emirati Arabi .
La grande collaborazione con il Coro Città di Como l’ha vista protagonista anche di molti capolavori della musica sacra, da Vivaldi ( "Gloria", il "Magnificat", il "Credo" )  a Mozart ( “Messa dell'Incoronazione”, “Requiem”, Grande Messa in do minore ), Verdi (Requiem) per orchestra, voci soliste e coro a quattro voci miste e Schubert (Messa in Sol Maggiore).
Nel campo dell'operetta ha invece debuttato nel 2002 in prima nazionale con l'esecuzione della "Vedova Allegra" di F.Lehar ed è ideatrice di un gran gala dell'operetta, unico in Italia con la partecipazione di grande orchestra, coro, 4 voci soliste e balletto.
Quest'ultimo progetto ha avuto notevole successo tanto che l'orchestra è stata invitata a eseguire il gran gala il 4 ottobre 2002 presso il prestigioso Teatro dal Verme di Milano.
Dal 2007 al 2009 l’Orchestra è stata chiamata al Teatro Derby di Milano e al Teatro Ciak (Smeraldo) per accompagnare le opere liriche in cartellone ed è l’unica compagnia orchestrale che dopo il Teatro alla Scala produce opera.
Di incredibile riscontro di pubblico e critica l’organizzazione del Festival “ Bellano Lirica” che dal 2005 fa il tutto esaurito nel mese di agosto portando sul lago una vera stagione lirica che vede oltre 800 spettatori per sera.
Questi grandi successi portano l’orchestra anche ad esibirsi nel mese di luglio (dal 2007) presso il Castello Sforzesco di Milano dove il Comune organizza una stagione d’opera di grandissimo successo. 
Dal Settembre 2008 ha inaugurato la sua prima stagione ufficiale  nella città di Lecco, potendo contare su solisti provenienti da tutto il mondo (Russia, Francia, Grecia, Portogallo, USA). 
Nel 2010 l'orchestra ha partecipato al Film di Luca Lucini "La donna della mia vita", in una scena insieme agli attori Luca Argentero, Alessandro Gassman, Stefania Sandrelli, Valentina Lodovini e registrata al Teatro Coccia di Novara.
Da sottolineare anche la produzione di Opere Liriche negli Stadi italiani ; nel 2012 l'Orchestra ha eseguito “Aida” allo stadio S.Siro di Milano (con Dimitra Theodossiou e Walter Fraccaro ) e “Nabucco” allo Stadio Olimpico di Torino . L’Orchestra è stata sostenuta dalla Fondazione Cariplo, Provincia di Lecco e Regione Lombardia. 
Nel 2015 , l'Orchestra ha debuttato al Teatro Regio di Parma per il Grand Prix dell'Opera.
Nel 2016 si è esibita al Teatro degli Arcimboldi di Milano con il Cantautore Davide Van de Sfroos e sarà impegnata in Traviata e Trovatore allo Stadt Theatre di Berna per un progetto legato all'opera lirica eseguita integralmente.
Dal 2009 la Regione Lombardia e il programma di cooperazione transfrontaliera Italia - Svizzera, ha finanziato l’orchestra per un progetto terminato nel 2011, con l’esecuzione di 48 concerti di musica sacra nella provincia di Lecco, Como e Svizzera.
Direttore Artistico e Musicale, dalla sua Fondazione , è il M° Roberto Gianola, attuale Direttore Ospite del Teatro dell'Opera di Istanbul.



Bellano Lirica riepilogo delle stagioni seguite da #concertodautunnonews

Contatti:
M° Roberto Gianola
Mobile 0039.347.5887367
Email: gianolamobile@gmail.com
Segreteria Organizzativa
Email: segreteriasinfolario@gmail.com 
Non è più raggiungibile il vecchio sito: http://www.sinfolario.com/ ne il www.lcpo.it

lunedì 13 giugno 2022

La Palatine, ensemble

La Palatine, ensemble
Marie Theoleyre, soprano 
Noémie Lenhof, violino e violoncello
Guillaume Haldenwang, clavicembalo
Nicolas Wattinne, liutista
 

Creato nel 2019, il giovane ensemble si esibisce in molti festival come l'Ambronay festival, l'Embaroquement Immédiat, lo York Early Music Festival o anche Mars en Baroque. 
La Palatine è un vincitore del Concorso Internazionale H.IF.Biber (Austria) dove ha ottenuto il Premio F.J. Aumann assegnato per le nuove scoperte nella musica barocca. 
Membro del programma europeo Eeemerging +, quest'ultimo ha rivelato l'ensemble durante il Festival di Ambronay 2021. 
La Palatine è anche sostenuto dal Baroque Music Center di Versailles e dalla Fondazione Royaumont.
La Palatine registrerà il suo primo album nel 2022 per l'etichetta Ambronay Editions.
Coltivare curiosità, poesia, audacia e condivisione: questa è la missione dell'ensemble barocco La Palatine. Questo "quartetto d'archi strumentale e vocale" è collocato sotto la figura frizzante e bizzarra della Principessa Palatina, la truculenta cognata del Re Sole. Specializzato nei repertori francese e italiano del Seicento, si impegna a toccare direttamente il pubblico attraverso i colori e l'espressività delle sue interpretazioni. Appassionato di dialogo tra le arti, La Palatine concepisce i suoi concerti come veri e propri spettacoli pieni di vita e di fantasia.
Tra i loro video disponibili: G. Brassens Il n'y a pas d'amour heureux; D. Mazzocchi Lagrime Amare; C. Monteverdi Lamento d'Arianna


Marie Theoleyre, soprano
Canta regolarmente sotto la direzione di rinomati direttori come Vincent Dumestre, Gabriel Garrido, Geoffroy Jourdain e Alessandro de Marchi. Nel 2021 ha vinto il prestigioso concorso Cesti di Innsbruck. Specializzata nel repertorio barocco, Marie esplora anche altri repertori successivi, inclusi i ruoli di Mozart (Zerlina, Pamina). Dopo aver studiato al Conservatorio di Amsterdam e al Conservatorio regionale di Parigi, è ora membro del Pôle Lyrique d'Excellence de Lyon diretto da Cécile de Boever. La ritroveremo nel 2022 ne L'Amazone Corsara di Pallavicino per la regia di A. de Marchi al Festival di Innsbruck.

Guillaume Haldenwang, clavicembalo
Guillaume Haldenwang è un clavicembalista e coach vocale. Un popolare continuatore, si esibisce con le Arts Florissants, i Talens Lyriques, l'Ensemble Correspondances, l'Ensemble Clément Janequin e l'Ensemble Matheus. Lavora anche come coach/accompagnatore vocale all'Opéra National de Paris. Ha studiato il clavicembalo con Noëlle Spieth e Béatrice Martin e il basso continuo con Frédéric Michel. Due volte vincitore della Fondazione Royaumont, si esibisce in numerosi festival come il Festival du Périgord Noir, Mars en Baroque o il Festival Claviers en Pays d'Auch, dove la critica loda "il suo modo di suonare di assoluta chiarezza" (Resmusica).

Noémie Lenhof, violino e violoncello
Violista e violoncellista, Noémie Lenhof ha studiato con Christophe Coin al CNSM di Parigi, nonché con Philippe Pierlot nell'ambito di uno scambio Erasmus al Koninklijk Conservatorium di Bruxelles. Suona regolarmente con prestigiosi ensemble come i Musiciens du Louvre, il Poème Harmonique, il Corrispondances ensemble e gli Ambassadors. Inoltre, Noémie Lenhof è la vincitrice di numerosi concorsi internazionali (Biber Competition, Lyceum Club de Suisse competition, ecc.) ed è stata semifinalista al concorso Musica Antiqua di Bruges nel 2021. Quest'anno si esibirà come solista al l'Oude Muziek Festival di Utrecht.

Nicolas Wattinne, liuto
Nicolas Wattinne ha iniziato a studiare tiorba al CRR di Versailles, nella classe di Benjamin Perrot, e ha beneficiato dei consigli di Rolf Lislevand, Eric Bellocq, Pascale Boquet, Claire Antonini o Eduardo Egüez nell'ambito delle masterclass. Si esibisce come continuista con vari ensemble come l'Elyma ensemble, il Correspondances ensemble, l'Epics, le Folies Françoise, il Cris de Paris, i Pages e i Chantres del Centre de Musique Baroque de Versailles, l'ensemble Voz Latina, Il Buranello... Lo si può vedere anche in varie produzioni teatrali, all'interno dello Studio theatre della Comédie Française, della Compagnie Ah!, La Fabrique à Théâtre, o la compagnia A Demi-Mot.


Flavio Marzio Ceriotti, contrabbasso, basso

Flavio Marzio Ceriotti inizia a quattordici anni da autodidatta lo studio del basso elettrico, per poi avvicinarsi  al contrabbasso con il jazzista Marco Mistrangelo. 
Si è diplomato in contrabbasso classico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, sotto la guida del maestro Piermario Murelli. 
Ha integrato il suo percorso di studi con esperienze all’estero con borsa di studio a Varsavia presso l’Accademia “F. Chopin” e nel Dipartimento di Musica Orientale presso la Jerusalem Academy of Music and Dance.
In seguito ha studiato musica araba presso il dipartimento di musica orientale dell’Accademia di Gerusalemme con i maestri Hagai Bilitzky, Sami Kheshaiboun e Naseem Dakwar. 

(Nella foto di @Concertodautunno è con l'attrice Anna Gualdo 2022)
Aram (feat. Marco Pisi, Flavio Ceriotti, Yasmine Zekri) ascolto su Youtube
https://youtu.be/9Ni6eWcAzVI
Intro di contrabbasso con l'arco.

giovedì 2 giugno 2022

Il Fabbro armonioso, ensemble

Cristina Monti, spinetta traversa italiana


L'Ensemble “Il Fabbro armonioso" nasce dal proponimento di valorizzare e diffondere la letteratura cameristica con strumenti a fiato del XVIII secolo eseguita su strumenti originali. 
Il suo repertorio privilegia sonate di Autori italiani e tedeschi e l'organico di base, che già offre accattivanti e poco frequentate sonorità, può ulteriormente arricchirsi grazie alla collaborazione con altri strumenti solisti (il violino e il flauto dolce), del continuo (la tiorba e il fagotto) e alla presenza della voce. 
I componenti dell'ensemble, formatisi in Italia e all'Estero con  musicisti quali B. Kuijken, F. Theuns, M. Hantai, A. Bernardini, P. Dombrecht, R. Gini, L. Ghielmi e A. Alessandrini, svolgono da anni attività concertistica e singolarmente collaborano con alcuni tra i più importanti gruppi e orchestre barocche. 
L'ensemble, attivo dal 1992, ha tenuto concerti in tutta Italia per importanti Associazioni quali l'Agimus, la Gioventù Musicale, l'Ass. Musicale Milanese, Piemonte in Musica, l'Ass. Filarmonica Pisana, l'Ass. Ars Antiqua, il Circolo della Musica di Bologna, Classica in Villa, l'Ass. Corelli, Ceresio Estate e molte altre, suonando in suggestive sedi come la Chiesa di S. Maria della Pietà a Venezia, la Chiesa di S.Maria  Maggiore  ad  Assisi,  l'Oratorio  di  S.  Paolo  all'Orto  a  Pisa,  Palazzo  Butera  a  Bagheria,  la  Chiesa  di  S.  Pelagia  e  la  Cappella dei Mercanti a Torino, il Teatrino di Villa Reale a Monza, il Castello di Rovereto, la Chiesa di S.Maria a Portonovo, Villa Aldrovandi Mazzacorati a Bologna, la Basilica dei Fieschi a Lavagna. 
Il  duo, che ha raggiunto nel 2019 i 30 anni di attività, ha tenuto oltre 700 concerti  in Italia e all’Estero.. 
Il duo ha effettuato registrazioni per la RAI Radio 3, la Radio Vaticana e per la Radio Nazionale Spagnola 2. È stato recensito nel 2014 da Radio  3 nella trasmissione “Primo Movimento” e da Radio Classica il CD “Un soffio  di Romanticismo”, registrato con la collaborazione del cornista Alfredo Pedretti  e dedicato a musiche di Mendelsshon e Reinecke (incisioni discografiche per le case Stradivarius, Bongiovanni, Ricordi, Tactus, Nuova Era, Agorà e altre).

Angela Ignacchiti, pianoforte

Nata a Napoli  ha compiuto gli studi pianistici con H.Aisember, J.A Lepore e P. Spagnolo diplomandosi presso il Conservatorio di Musica di Salerno. Successivamente ha conseguito il diploma di Clavicembalo con Marina Mauriello presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano dove ha anche seguito il Corso di Didattica della Musica.
Ha frequentato importanti corsi di perfezionamento pianistico con B.Canino, D.Rivera, A.delle Vigne e con il duo Moreno-Capelli.
Ha tenuto numerosi concerti di pianoforte come solista ed in formazioni cameristiche in tutta Italia, Belgio, Francia,  Romania, Principato di Monaco, Messico e al Festival Internazionale di Musica a  Zumaya in Spagna. Attualmente svolge un’intensa attività concertistica in qualità  di pianista accompagnatrice e come clavicembalista che l’ha portata ad esibirsi  con successo in importanti sale da concerto come il Teatro Alfieri di Torino, alla  “Sommerakademie di Lilienfeld e la Musikakademie di Altenburg in Austria, poi  ancora alla Palazzina Liberty, il Teatro Angelicum, il Teatro alle Erbe per la “Società dei Concerti” e “le Serate Musicali” di Milano, il Teatro Anteo, il “Circolo  della Stampa” e la “Società del Giardino” di Milano, la Chiesa di Vivaldi a Venezia, nelle principali città italiane e a Le Baux e Parigi in Francia. 
Ha collaborato  con diverse formazioni cameristiche e orchestrali come “L’Archicembalo”, il Trio  “Zephiro Barocco”, il “Coro Bach” di Milano, l’orchestra “Mozart e Milano”,  l’Orchestra Sinfonica di Lecco, l’Orchestra Dedalo di Novara. Con l’ “Art Gallery  Ensemble” ha eseguito numerosi concerti per importanti Enti e Associazioni Musicali in tutta Italia e all’Estero riscuotendo sempre ampi consensi di pubblico e di  critica. 
Con lo stesso Ensemble ha inciso il CD “Opera...e non solo! 
Promotrice  di Eventi è Direttore Artistico della Stagione Concertistica “ Note d’Arcadia”,  della Rassegna “Musica in Villa Scheibler” di Milano e della Rassegna “Antiche  Note in Concerto “ di Praia a Mare(CS). 
È docente titolare di Pianoforte presso  I.C. Arcadia di Milano.

Alessandro Mauriello, violoncello

Alessandro Mauriello, nato a Milano nel 2003 ha iniziato lo studio del Violoncello all’età di 5 anni con Melisa Volpi presso la Scuola di Musica Dedalo di No vara. Dal 2013 studia presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano, attualmente  nella classe di Matteo Ronchini. Si perfeziona presso l’Accademia Internazionale  di Imola con Enrico Bronzi, Luca Magariello e Julia Hagen. Ha seguito Master 
class di Violoncello con Fausto Castiglioni, Stefano Cerrato, Roberto Trainini. Vincitore di diversi Concorsi, si è distinto ottenendo il primo premio ai seguen ti concorsi: 2012 Concorso Internazionale “Mozart” per Giovani Musicisti di  Quinto Vicentino (VC), 2015 Concorso Internazionale del Festival del Lago di  Como di Bellagio, 2016 Concorso Internazionale Valsesia Musica Juniores Premio “Kaway-Monterosa” a Varallo Sesia (VL). Nel 2017 è risultato vincitore del  1° premio assoluto 100/100 al XXIII Concorso Nazionale di musica da Camera  “Giulio Rospigliosi” a Lamporecchio (PT), nel 2018 ha ottenuto il primo premio  al Concorso “Città di Giussano” con borsa di studio, nel 2019 ha ottenuto il  primo premio assoluto 100/100 al Concorso Nazionale “C. Abbado” di Milano  in duo e il primo premio al Concorso Kawai Monterosa con borsa di studio. Nel 2021 il terzo premio di musica da camera del Conservatorio di Milano con  borsa di studio. Sempre in Trio ha preso parte alla Finale del Concorso Internazionale della Società Umanitaria come unica formazione da camera italiana. Nel  2016 e 2017 è stato selezionato ed ha partecipato a progetti promossi dall’Orche stra Filarmonica del Teatro La Scala di Milano, dove si è esibito in veste di solista  accompagnato da Luisa Prandina, prima Arpa del Teatro La Scala di Milano. La compositrice milanese Sandra Conte ha scritto e dedicato ad Alessandro un  brano per violoncello solo “Wildes Stuke”. Ha inoltre svolto un Tour di Concerti  in Messico nel Novembre 2017 dove si è esibito da solista con orchestra presso  l’Auditorium del Conservatorio di Stato di Città del Messico ed ha tenuto un  recital presso la Sala della Fondazione Eutherpe di Leon in Spagna. Nel 2020 ha  superato e vinto una selezione per rappresentare il Conservatorio di Milano nel  Festival Internazionale di Kyoto in Giappone. È violoncello spalla dell’orchestra  sinfonica OSCOM del Conservatorio di Milano. Recentemente ha eseguito il  Concerto Triplo di Beethoven nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano con  grande successo. Si esibisce regolarmente in rassegne concertistiche come solista e  in duo violoncello e pianoforte in Italia e all’estero. 

ARCHÈ PIANO DUO

Fabrizio Prestipino, pianoforte


Walter Mammarella Giordano, pianoforte


Fabrizio Prestipino - Walter Mammarella Giordano pianoforte a quattro mani  

Walter Mammarella Giordano, pianoforte

Si è diplomato in pianoforte, musica corale e direzione di coro, direzione d’orchestra, composizione e clavicembalo presso il Conservatorio di Torino. Ha seguito i corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena, dell’Accademia San Bernard di Bayonne e della Florence Symphonietta a Firenze.
Con il quintetto Continuum di Torino ha ottenuto il 1° premio assoluto alla XVII edizione del Concorso Internazionale di Stresa e con l’ensemble Festa Rustica di Milano ha effettuato oltre venti registrazioni, alcune delle quali divenute inserto editoriale per prestigiose riviste musicali come Orfeo, CD Classics e Amadeus. 
Di recente ha pubblicato un CD per l’etichetta Rai Trade – Rai Videoradio, nel quale interpreta al pianoforte e al clavicembalo con il Neverland Classic Ensemble  anche composizioni proprie. 
Con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della  Rai ha collaborato tra gli altri con Michael Bolton, Randy Crawford, Andrea  Bocelli, Neville Marriner e Christopher Hogwood
Ha collaborato con l'Orchestra Filarmonica di Torino. 

  .

Fabrizio Prestipino, pianoforte

Fabrizio Prestipino, brillantemente diplomato in pianoforte e composizione  al Conservatorio di Torino, ha proseguito i propri studi diplomandosi anche in  didattica della musica. Si è perfezionato presso l’Accademia Superiore di Biella  e ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali esibendosi in numerose città italiane e riscuotendo risultati di rilievo  sia di pubblico che di critica. Da anni svolge intensa attività concertistica come  solista, in formazioni da camera e con l’orchestra tra le quali citiamo La Sinfonia  del Quebéc (Canada), l’Orchestra Filarmonica di Milano, l’Orchestra Sinfonica  di Ivrea e l’Orchestra Filarmonica di Torino. Ha interpretato al pianoforte numerosi spettacoli di musica e poesia collaborando al fianco di Arnoldo Foà, Nando Gazzolo e Giancarlo Dettori. Recentemente ha inciso un CD per l’etichetta  londinese London & Amsterdam.  [2022]

DUO PAUL HINDEMITH

DUO PAUL HINDEMITH
Gian Marco Solarolo, oboe
Cristina Monti, pianoforte
Il duo nasce dal proponimento di diffondere e valorizzare la letteratura cameristica dedicata all'oboe e al corno inglese, strumenti che, grazie ai compositori del nostro secolo, sono protagonisti di una rinnovata fortuna. La ricerca musicale del duo si orienta prevalentemente verso il panorama artistico del '900 storico e contemporaneo, anche se non trascura quanto di più significativo emerge dalla produzione delle epoche precedenti. Il duo si è perfezionato con illustri Maestri quali Hans Elhorst, Pietro Borgonovo, Bruno Canino, Michael Holtzel in occasione di importanti corsi di musica da camera. Singolarmente i suoi componenti si sono perfezionati all’Estero (Reale Conservatorio Superiore di musica di Bruxelles, Schola Contorum Basiliensis di Basilea, Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano) e collaborano con formazioni cameristiche e orchestrali. Il duo, formatosi nel 1989, ha tenuto oltre 700 concerti in Italia e all'Estero (Svizzera, Germania, Spagna) in importanti e caratteristiche sedi come l'Auditorium National di Musica di Madrid, l'Iglesia di San Miguel a Cuenca, l'Aula Magna dell'Università per Stranieri di Perugia, la Chiesa del Vivaldi e il Palazzo delle Prigioni Vecchie a Venezia, la Sala Tallone a San Giulio d'Orta, Palazzo Armeni a Padova, Borgo Castello a Gorizia, il Teatro della Società di Lecco, la Chiesa di Dante a Firenze, la Basilica di S.Giorgio a Ferrara, il Teatro Rossini a Lugo di Ravenna, il Chiostro di S. Agostino a Paola, la chiesa di Santa Maria dei Servi a San Marino. Il duo ha effettuato registrazioni per la RAI Radio 3, la Radio Vaticana e per la Radio Nazionale Spagnola 2. È stato recensito da Radio 3 nella trasmissione “Primo Movimento” e da Radio Classica il CD “Un soffio di Romanticismo” registrato con la collaborazione del cornista Alfredo Pedretti e dedicato a musiche di Mendelsshon e Reinecke.

Claudio Piastra, chitarra

Claudio Piastra “in assoluto una delle più interessanti registrazioni dedicate a  Schubert, un cd da non perdere”... questa la motivazione del prestigioso "Globe" dell’ American Records Guide per uno dei suoi CD. Dopo la prima registrazione integrale in sovraincisione dei 24 Preludi e Fughe per 2 chitarre di  Castelnuovo Tedesco ha pubblicato una ventina di CD, spesso segnalati dalla  critica in maniera entusiasta per: Fonit Cetra, Europa Musica, Koch International, Mondo Musica, Warner Fonit, Tempus, Le Chant de Linos, Halidon.  Attivo anche nel campo editoriale con 45 volumi di cui è stato revisore e curatore per Carish, Mnemes, Suvini Zerboni, Berbén, Dantone. Nato a Parma,  Claudio ha tenuto più di 1000 concerti in Festivals e rassegne internazionali in  tutto il mondo sia come solista che collaborando con orchestre e direttori fra cui:  Grande Orchestra di Stato di San Pietroburgo, Filarmonica di Bruch, Mettensis  Simphony Orchestra, I Solisti del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica A. Toscanini, Orchestra del Teatro Regio di Parma, National Academic  Great Opera Theatre della Bielorussia, Orchestra Filarmonica della Calabria,  Orchestra Sinfonica di Bari, MAV Orchestra di Budapest, Orchestra Filarmonica della Calabria, Mitteleuropa Orchestra, Filarmonica di Batumi, J. M. Rodilla,  C. Scimone, G. Neuhold, P. Csaba, A. Smirnov, P. Borgonovo, M. Santorsola,  P. Guarino, A. Galanov A. Smirnov, A.Campori, L. Zechner, H. Soudant, C.F.  Farncombe, David Mukeria. Vanta inoltre importanti collaborazioni nella musica da camera: Ilya Grubert, Georges Kiss, Alirio Diaz, St. Petersburg Quartet,  Candida Thompson, Vincenzo Balzani, Quartetto Viotti, Dima Ferschmann,  David Watkins, Vladimir Mikulka, Gregor Horsh, Franco Mezzena, New Guitar Trio e Maxence Larieau, G. Nova, Alexander Hulshoff. Numerose sono le  sue partecipazioni a programmi televisivi e altrettanto frequente è la sua presenza  in trasmissioni radiofoniche che spesso gli hanno dedicato programmi monografici. Titolare di cattedra presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille  Peri” di Reggio Emilia, tiene regolarmente Master di perfezionamento in Italia  e all’estero. Dal 2010 è direttore artistico-musicale dell’ Accademia di Belle Arti  Tadini di Lovere (Bergamo), del Festival Onde Musicali sul Lago d’Iseo e della  Rassegna “A Tu per Tu” presso la Rocca di Sala Baganza (Parma). 

Joaquín Palomares, violino

Joaquín Palomares è considerato dalla critica il più grande esponente della sua  generazione e uno dei violinisti spagnoli più internazionali di oggi. Durante la  sua formazione è stato vincitore del primo premio in tutti i più importanti con corsi nazionali internazionali. Conseguito il Diploma Superiore con il massimo  dei voti in Violino e Musica da Camera nei Conservatori di Valencia e Royal di  Bruxelles, perfeziona i suoi studi con professori della statura di León Ara, Aaron  Rosand, D. Szigmondi, V. Klimov. Tiene concerti in tutta Europa e Giappone e  suona come solista con le migliori orchestre spagnole e diverse estere. Musicista  poliedrico, pedagogo, solista, camerista o regista, effettua registrazioni in USA,  UK e Spagna. Nel 1984 occupa la Cattedra del Conservatorio di Barcellona;  successivamente, nel 1985, ha ottenuto il punteggio più alto nella storia dei  Conservatori spagnoli per l’accesso alla cattedra nella specialità del violino, svolgendo da allora il suo lavoro pedagogico presso il Conservatorio Superiore di  Musica di Murcia. Attualmente è Direttore Artistico della Camerata “Virtuosi”,  membro fondatore del “Beethoven Klavier Quartett”, del “Beaux-Arts String  Trio” e del “Art Tango Ensemble”. Si esibisce nei suoi concerti con un magnifico  violino Nicolaus Gagliano (Napoli 1761) e R. Regazzi (Bologna-2003). La sua  carriera di solista classico si è arricchita negli ultimi anni da una particolare attrazione per diversi generi musicali. 

Giordano Muolo, clarinetto

Giordano Muolo ha studiato Clarinetto con il M° Cornelio Martina presso il  Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce. Ha effettuato una Master Class  col M° Alessandro Travaglini e, a Roma, il corso annuale di perfezionamento col  M° Valeria Serangeli (I Clarinetto del Teatro Carlo Felice di Genova) con la quale ha curato la revisione del Pot Pourrì de “La Traviata” scritto dal compositore  ottocentesco Giuseppe Cappelli per clarinetto piccolo e pianoforte. La revisione  è stata pubblicata da AIC (Accademia Italiana Clarinetto) e presentata, sul Cd  Italian Souvenir, in occasione del CLARINET FEST 2013 svoltosi ad Assisi. Ha  fatto parte di diversi ensemble da camera ed ha collaborato con l’Orchestra Internazionale della Magna Grecia di Taranto, Orchestra Festival Paisiello Taranto. Ha vinto numerosi concorsi Nazionali ed Internazionali. Ha tenuto, presso  l’Accademia Musicale di Tirana, una Master Class per i docenti e gli allievi delle  classi di Clarinetto. Svolge intensa attività didattica e concertistica da solista e  in diverse formazioni da camera. È stato docente di Clarinetto presso il Liceo  Musicale “Archita” di Taranto e attualmente è titolare della cattedra di clarinetto  presso l’Istituto Comprensivo “F.G. Pignatelli” di Grottaglie (TA). Suona strumenti italiani F.lli Patricola e, dal gennaio 2017, è endorser Zac Ligature.

Palma di Gaetano, flauto

Palma di Gaetano si è diplomata in Flauto col massimo dei voti sotto la guida  del M° Luigi Bisanti presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Ceglie Messapica  (BR). Si è perfezionata coi maestri M. Larrieu, M. Mercelli, A. Persichilli, D. Di vittorio, B. Cavallo, A. Amenduni, P.I. Artaud, M. Gatti (per flauto barocco). Ha  vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali da solista e in formazioni da  camera. Ha collaborato con l’Orchestra della Provincia di Lecce, Orchestra della  Magna Grecia, Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile di Lanciano (CH),  Orchestra dell’Istituto Paisiello di Taranto, Orchestra Festival Paisiello Taranto.  Spesso membro di giuria in commissioni di Concorsi Nazionali e Internazionali.  Ha registrato per varie emittenti locali e per RAI UNO. Ha preso parte all’in 

cisione discografica dell’opera “Studi sull’intonazione del mare” di S. Sciarrino  eseguita in prima assoluta al XXXIII Festival delle Nazioni 2000 Città di Castello  (PG). Ha conseguito: il diploma di I livello in Musicoterapia con la Prof.ssa G.  Mutti, il diploma di direttore di coro per le scuole di ogni ordine e grado, presso  la scuola biennale della Feniarco e i Diplomi di Laurea di II Livello in Discipline  Musicali, indirizzo interpretativo Flauto e Musica da Camera presso l’ Istituto Superiore di Studi Musicali “Giovanni Paisiello” di Taranto, con la votazione di 110  e lode e 110. Svolge intensa attività concertistica da solista e in formazioni da  camera e intensa attività didattica attraverso “Progetti di Propedeutica Musicale”  effettuati nella scuola dell’infanzia e primaria. È titolare della cattedra di flauto  presso l’Istituto Comprensivo “F.G. Pignatelli” di Grottaglie (TA).


mercoledì 1 giugno 2022

AVVERTIMENTO

Associazione  CONCERTODAUTUNNO
Una scelta che non costa nulla ma un prezioso contributo per la promozione della cultura.
se volete potete sostenere il nostro lavoro con una donazione:
Donate un sostegno alle attività di CONCERTODAUTUNNO

Cari lettori, Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

martedì 24 maggio 2022

Luis Baragiola, pianoforte ( - 2022)

 Luis Baragiola, pianista e concertatore è scomparso a Buenos Aires il 22 maggio 2022.

Venerdì 5 marzo 2010
Teatro Rosetum Milano
Vincenzo Bellini
La sonnambula
La direzione musicale è di Luis Baragiola.



Sabato 18 aprile 2009
Amici della Musica Turbigo
Auditorium Comunale Via Trieste - Turbigo
Umberto Giordano
Andrea Chenier
concertatore e direttore al pianoforte
LUIS BARAGIOLA




Venerdì 26 settembre 2008
Centro Francescano Culturale Artistico Rosetum
Giacomo Puccini
La Bohème
Luis Baragiola , accompagnamento al pianoforte


Venerdì 30 gennaio 2008
Centro Francescano Culturale Artistico Rosetum
Giuseppe Verdi
Falstaff
Direzione musicale di Luis Baragiola



Sabato 19 gennaio 2008
Centro Francescano Culturale Artistico Rosetum
Concerto di gala
"Voci nuove per il Rosetum"
iscritti saranno accompagnati al pianoforte dal M° LUIS BARAGIOLA



Venerdì 14 dicembre 2007
Teatro Rosetum Milano
G.Verdi 
Otello
Luis Baragiola (accompagnamento al pianoforte)



Milano, 20 gennaio 2007 
X Edizione
CONCORSO VOCI LIRICHE
" ROSETUM "
"Scarampi Crivelli" offerto da Eredi Morosini



mercoledì 18 maggio 2022

2022_06_22 PIETRO SPAGNOLI curerà la preparazione di uno dei titoli che gli hanno valso fama mondiale: L’elisir d’amore

Il celebre baritono PIETRO SPAGNOLI curerà la preparazione di uno dei titoli che gli hanno valso fama mondiale: L’elisir d’amore. 


Dal 22 al 25 Giugno si svolgerà lo studio vocale, musicale e la realizzazione semiscenica del titolo donizettiano per eccellenza, mentre il 26 Giugno presso la sede degli Amici del loggione del Teatro alla Scala nel pieno centro di Milano si terrà il concerto finale con al pianoforte il maestro concertatore Gioele Muglialdo, anche direttore dell'Accademia.
Segnati le date ed assicurati il tuo posto scrivendo a: info@cantoalato.it entro il 6 Giugno.
Tutte le informazioni: 

giovedì 12 maggio 2022

Simone Rubino, percussioni

Nella foto di Concertodautnno, Simone Rubino, percussioni
Nato a Torino nel 1993, ha iniziato i suoi studi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi prima di continuare il suo lavoro con Peter Sadlo a Monaco. Ha vinto numerosi concorsi, tra cui il concorso Universal Marimba (Belgio), l'ARD International Music Competition, il Credit Suisse Young Artist Award e il Luigi Nono International Music Competition (Italia). È ospite in festival prestigiosi, tra cui il Rheingau Music Festival, il Festival di Schwetzingen, il Musicus Olympus (Russia), il Schwarzwald Music Festival, il Bremen Music Festival e il Young Euro Classic Festival. Seguendo le orme di Peter Sadlo e Martin Grubinger, segna una nuova era di percussionisti che si sono affermati nel panorama della musica classica. Ha suonato con la Bavarian Radio Symphony Orchestra, la Frankfurt Radio Symphony, la Deutsches Symphonie-Orchester e la Radio RAI di Torino. Ha fatto il suo debutto negli Stati Uniti con la Lexington Philharmonic Orchestra nel 2016. La musica da camera è un aspetto importante della sua attività musicale, come dimostrato dai suoi concerti con il Out of Time Percussion Quartet e il ESEGESI Percussion Quartet. Simone Rubino ha registrato il suo primo album da solista nell'autunno 2016 con il programma "Immortal Bach" (opere di Bach, Nystedt, Xenakis e altri compositori) presentato dal vivo in diversi concerti. Oltre a Firenze con l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con Zubin Mehta e il  Festival di Pentecoste a Baden-Baden. Suona per la prima volta con direttori come Gustavo Gimeno con la Filarmonica di Monaco, Manfred Honeck con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Tugan Sokhiev con la Filarmonica di
Vienna al Festival di Lucerna. La stagione 2016/2017 con un punto culminante della sua giovane carriera: ha fatto il suo debutto con la Vienna Philharmonic Orchestra durante il Lucerne Festival, alla fine del quale ha ricevuto il Credit Suisse Young Artist Award. Ha debuttato alla Carnegie Hall di New York
nell'ottobre 2016. Altri impegni importanti le apparizioni con la Filarmonica di Monaco e l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma e la prima mondiale del concerto di percussioni di Adriano Gaglianello al Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Verdi” a Torino nella primavera del 2017.

Alcune delle sue presenze nel nostro nord-Italia degli ultimi anni.

Venerdì 11 Febbraio 20221 ore 20.00
Domenica 13 Febbraio 2022 ore 16.00
Orchestra Sinfonica "Giuseppe Verdi" di Milano
Auditorium di Milano
CONCERTO PER PERCUSSIONI
K. Järvi
Aurora per orchestra
R. Panfili
Concerto per percussioni e orchestra
P. I. Cajkovskij
Sinfonia n. 5 in Mi minore op. 64
Simone Rubino Percussioni
Kristjan Järvi Direttore

Venerdì 7 febbraio 2020, ore 20.00
Domenica 9 febbraio 2020_02_09, ore 16.00
Auditorium di Milano, largo Mahler
Stagione Sinfonica 2019/20
Eternal Rhythm
Liszt, Dorman e Wagner
con Simone Rubino e John Axelrod
Franz Liszt Orpheus
Avner Dorman Eternal Rhythm
Richard Wagner Tristano e Isotta, versione sinfonica
Percussioni Simone Rubino
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore John Axelrod

Lunedì 09 Dicembre 2019 ore 20,00
Teatro Fraschini di Pavia
Stagione 2019-2020
I SOLISTI DI PAVIA
I Solisti di Pavia guidati da Enrico Dindo, insieme al percussionista Simone Rubino, omaggiano Tan Dun, compositore cinese vincitore di un Premio Oscar e del Leone d’oro alla carriera. Tra i suoi lavori più celebri, la colonna sonora del film La tigre e il dragone.

Martedì 22 Gennaio 2019
Società del Quartetto di Milano
CONCERTI IN CONSERVATORIO
SIMONE RUBINO percussioni
Alexey Gerassimez - Asventuras
Roberto Bocca - Esegesi
John Psathas - One Study on Summary
Iannis Xenakis - Rebonds B
Piazzolla - Verano Porteno - Oblivion - Libertango
Wolfgang Reifeneder - Cross Over
Maki Ishii - Thirden drums

Giovedì 21 dicembre 2017 ore 21.00
Teatro Fraschini - Pavia
LA STAGIONE DI MUSICA AL FRASCHINI
FESTA DI COMPLEANNO
ORCHESTRA I SOLISTI DI PAVIA
a partire dalle ore 19.30
Simone Rubino, percussionista
Enrico Dindo, violoncello e direttore
Programma:
Johann Sebastian Bach
Suite in do maggiore n. 3 (versione cello e marimba)
Iannis Xenakis Rebonds B
VEDI FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

Mercoledì 21 Settembre 2016 ore 17
MITO SettembreMusica 2016
Teatro Litta  Milano
C’E’ SUITE E SUITE
Musiche di Johann Sebastian Bach / Tom Jobim / Gary Burton / Casey Cangelosi / Knut Nystedt / Iannis Xenakis / Elliott Carter
Con: Simone Rubino, percussioni
Posto unico numerato € 5

Lunedì 4 giugno 2012 ore 21
Conservatorio “G. Verdi” - Torino  Via Mazzini, 11
Carmen e Carmina
Coro dell’Accademia Stefano Tempia di Torino
Coro Eufoné
Dario Tabbia, Alessandro Ruo Rui, maestri dei cori
Piccoli Cantori di Torino
Carlo Pavese, maestro del coro di voci bianche
Francesca Lanza, soprano
Angelo Galeano, controtenore
Marco Filippo Romano, baritono
Massimiliano Genot, Massimo Viazzo, pianoforti
Riccardo Balbinutti, timpani
Ensemble di percussioni Out of Time
Giulio Arfinengo, Gabriele Bullita, Simone Rubino, Andrea Toselli
Raffaele Mascolo direttore
In programmma:
Minoru Miki - Marimba Spiritual
Maurice Ravel - Boléro per 2 pianoforti e percussioni (revisione della parte delle percussioni a cura di R. Balbinutti)
Francesco Cilluffo - Carmen Artemisiae per coro misto, 2 pianoforti e percussioni. Prima esecuzione assoluta. Commissione dell’Accademia Corale Stefano Tempia di Torino.
Carl Orff - Carmina Burana canzone profana per soli, coro, 2 pianoforti e percussioni


Piergiorgio Ratti, compositore

Nato nel 1991, con un catalogo di 40 brani, dallo strumento solista all'orchestra e un'opera lirica moderna, Piergiorgio Ratti, classe 1991, è un compositore presente in molte produzioni concertitstiche.
Si diploma in oboe al Conservatorio di Como con il maestro Adriano Mondini. Inizia a comporre da autodidatta nel 2007, poi si perfeziona con il maestro Antonio Eros Negri e segue un master class con il maestro Andrea Portera.
Nel 2011 fonda l'Orchestra Antonio Vivaldi con il direttore Lorenzo Passerini: diventa direttore artistico e compositore in residenza.
Foto Concertodautunno da sinistra P.Ratti con L.Passerini

Tra le tante sale da concerto che lo hanno ospitato ricordiamo: la sala Verdi del Conservatorio di Milano (Stagione “Serate Musicali”), il Teatro Sociale di Como, il Teatro Filarmonico di Verona (Stagione dell'Accademia Filarmonica di Verona), la Sala Carnegie a New York e il Solitär a Salisburgo.
Lo hanno eseguito: Giampaolo Pretto, Francesco Manara, Giuliano Sommerhalder, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, l'Orchestra CamerataVienna, l'Orchestra di Stato Messicana, l'Orchestra Sinfonica di Bari e i cameristi dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.
Nel 2017/2018 è stato assistente musicale di Michael Nyman.
Si è laureato in Fisica a pieni voti presso l'Università degli Studi di Milano.


Mercoledì 13 aprile 2022 ore 21.00
TEATRO LIRICO di Magenta 
Associazione Totem La Tribù delle Arti
MILLE E UNA NOTTE
Marcello Miramonti, primo violino
Orchestre in Residenza:
Orchestra Antonio Vivaldi
Orchestra "Città di Magenta"
Lorenzo Passerini, direttore
Piergiorgio Ratti
Red Fireworks (prima esecuzione assoluta in questa formazione)

Mercoledì 23 gennaio 2013_01_23 alle ore 21.00
presso la chiesa di San Fedele - Milano
ORCHESTRA GIOVANILE ANTONIO VIVALDI
LORENZO PASSERINI, direttore d'orchestra
Piergiorgio Ratti
Entrada per due corni, due tromboni, timpani e campane

Lunedì 10 settembre 2012 alle ore 21.00
Teatro dell'Arte - Triennale Via Alemagna 6 - Milano
Concerto in ricordo di Riccardo Sarfatti "muore veramente solo chi è dimenticato"
Piergiorgio Ratti
Il gioco delle perle di vetro (prima esecuzione assoluta)
Orchestra Giovanile Antonio Vivaldi
diretta dal M° Antonio Eros Negri

martedì 3 maggio 2022

ORCHESTRA FILARMONICA dei NAVIGLI

Il nome di ORCHESTRA FILARMONICA dei NAVIGLI scaturisce dall'intenzione di avere voluto mettere insieme i tre elementi che la caratterizzano:
ORCHESTRA perché si tratta di un gruppo composto da archi, fiati e percussioni, elementi questi che configurano appunto un ensemble di tipo orchestrale.
FILARMONICA la parola significa "associazione di amanti della musica", e la definizione è quanto mai appropriata per gli intendimenti e le finalità dei suoi componenti.
Dei NAVIGLI l'orchestra si riunisce e prova in località San Pietro Cusico nel comune di Zibido San Giacomo. Tale località si trova giusto nel mezzo fra il Naviglio Grande ed il Naviglio Pavese, alle porte di Milano, all'interno del Parco Sud e nel bel mezzo della campagna della bassa padana. 

L'Orchestra è nata nel 2015. Si è posta all'attenzione dell'ambiente musicale milanese per la prerogativa di riunire musicisti, legati soprattutto all'ambito della didattica, che offrono le proprie professionalità ed esperienze al fine di far crescere un ensemble musicale eclettico nella preparazione di repertori cameristici, sinfonici ed operistici.
L'attività profusa dai suoi 45 componenti nelle prove settimanali si inserisce in un progetto artistico che trova nella condivisione di tempo e talento un elemento di forza.
Dal 2017 l'Orchestra, con la direzione del M° Maurizio Tambara, affianca l'attività del Festival Ultrapadum , con il quale sono state prodotti il concerto di inaugurazione in San Pietro in Ciel d'Oro (giugno 2018) con il Coro di Anchorage (Alaska), La Traviata (agosto 2018) , sotto la direzione del M° Julius Kalmar, il Gran Galà lirico (maggio 2019) alle porte di Milano con la direzione del M° Leonardo Quadrini e il Concerto denominato Festival della Filantropia (maggio 2019) nel Duomo di Pavia con la direzione del M° Carlo Antonio De Lucia.
Molte sedi prestigiose come la Villa Reale di Monza, Villa Bagatti Valsecchi di Varedo, Teatro San Domenico di Crema, Castello Visconteo di Abbiategrasso, Duomo di Pavia, per citarne solo alcune, hanno fatto da cornice alle esecuzioni della Filarmonica, suscitando sempre un caloroso interesse partecipativo del pubblico e degli organizzatori.
L'Orchestra Filarmonica dei navigli, grazie alla sua natura eterogenea, è in grado di eseguire i repertori musicali più diversi, spaziando dal '600 agli autori contemporanei. L'orchestra non esegue solo il repertorio classico, ma anche jazz, pop e rock, cimentandosi nei diversi generi musicali del '900 e del secondo millennio. L'Orchestra è anche in grado di affrontare il grande repertorio operistico così come un repertorio vastissimo. Ogni partitura, per essere affrontata con coerenza, necessita di un proprio schema interpretativo che richiede, di conseguenza, un organico variabile.
L'Orchestra Filarmonica dei navigli è in grado di modulare la propria composizione orchestrale a seconda dell'organico richiesto dal brano interpretato. Pertanto, pur restando di base la composizione orchestrale di 40/45 musicisti, l'Orchestra è in grado di proporre organici dal semplice duetto alla grande orchestra sinfonica, dall'accompagnamento del cantante solista, all'accompagnamento di cori lirici o di altra natura, all'esecuzione di intere opere liriche.

Organico Orchestra filarmonica dei Navigli
Violino * Andrea Pace
Violino - Eleonora Beltrami
Violino - Gabriele Bertagnolli
Violino - Gianluigi Moro
Violino - Letizia Oddi
Violino - Lorena Granado Guillen
Violino - Simonetta Sargenti

Violino * Cristina Chiesa
Violino - Santa Caponio
Violino - Massimo Carota
Violino - Pietro Marini
Violino - Stefano Bonvini
Violino - Giacomo Bonessa
Violino - Maria Napoli
Violino - Rossella Serino

Viola * Luca Antepolla
Viola * Davide Sensales
Viola - Adelio Ponzoni
Viola - Antonio Panto’
Viola - Giuliana Fumagalli
Viola - stefania Grillo
Viola - Valentina Ghilardi

Violoncello * Marco Di Fonte
Violoncello * Guido Sedioli
Violoncello - Maria Bocconi
Violoncello - Sieglinde Holder
Violoncello - Klaudio Tuci
Violoncello * Lucio Corrente
Violoncello * Manlio Contu
Violoncello  Ermanno Gallini

Contrabbasso - * Luca Gabbiani
Contrabbasso - Gabriele Negri
Contrabbasso - Giovanni Scomparin
Contrabbasso - Stefano Buratti
Contrabbasso - Sergio Fiacconi

Flauti * Mariella Balzani, Luisa Miccoli
Ottavino Guido Gusmaroli

Oboi * Martina Frisenna, Marta Noè, Ruggero Tacchi, Mariella Digioia,

Clarinetti *Rebecca Comotti, Miriam Marcone, Stefania Belotti, Anna Pizzetti, Emanuele Cereda
Fagotti * Fausto Polloni, Rocco Frasca, *Chiara Dissegna, Salvatore Longo
Trombe  * Antonio Scarpignato, Angelo Antoniani, Giovanni Bazzini
Corni * Paolo Caristo, Simona Schena, Tommy Perotti
Tromboni * Enrico Crippa, Enrico Fornasari, Marco Grignani
Timpani * Andrea Iacovone
Percussioni Riccardo Marabolim Roberto Manclossi

(*) Spalla prime parti

ORCHESTRA FILARMONICA dei navigli
Presidenza e Direzione Generale gianluigi.moro@live.it
informazioni:
Segreteria Tel. +39.333.7535029 - Tel. 02.713676
e-mail: csmz@hotmail.it
Sede
Civica scuola di musica
San Pietro Cusico in Via Dante n. 19 Zibido San Giacomo (Milano)