lunedì 1 gennaio 2018

AVVERTIMENTO

Associazione  CONCERTODAUTUNNO
Una scelta che non costa nulla ma un prezioso contributo per la promozione della cultura.
se volete potete sostenere il nostro lavoro con una donazione:
Donate un sostegno alle attività di CONCERTODAUTUNNO

Cari lettori, Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

martedì 21 novembre 2017

2018_09_02 Gianandrea Noseda e Barbara Frittoli insegnanti dell'Accademia di belcanto 2018


Eroi ed eroine del Belcanto:
l'Accademia dal 2 al 7 settembre 2018



Gianandrea Noseda e Barbara Frittoli sceglieranno i partecipanti alle selezioni presso il Teatro Regio di Torino
Aperta a giovani cantanti che non abbiano superato i 30 anni al 2 settembre 2018, l'Accademia ha per oggetto l'approfondimento dello stile belcantistico sotto la guida del soprano Barbara Frittoli.
Al termine dell'Accademia, gli allievi prenderanno parte all'esecuzione con pianoforte delle arie selezionate in un concerto all’interno della 57a edizione di Stresa Festival il giorno 8 settembre 2018 a Stresa.
VEDI IL BANDO
Maggiori informazioni:
www.stresafestival.eu
info@stresafestival.eu
0323.31095 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13

lunedì 20 novembre 2017

2017_12_15 Concorso Internazionale "Città di Alessandria"

15-16-17 Dicembre 2017
Solero (AL) Castello Faà di Bruno - via Faà di Bruno n°27
Concorso Internazionale "Città di Alessandria"
Con il patrocinio del Comune di Solero   
L’Accademia Operamelodica di Alessandria, con il patrocinio del Comune di Solero, indice la terza edizione del Concorso Internazionale per Pianoforte, Formazioni Cameristiche e canto lirico.
Il concorso è organizzato in collaborazione con associazione Mozart Italia sede di Finale Ligure (SV). Il Concorso si articolerà nelle seguenti sezioni:
Sez. 1- PIANOFORTE
Sez. 2- MUSICA DA CAMERA
Sez. 3- SOLISTI
Sez. 4- CANTO LIRICO è a categoria unica: dai 18 ai 35 anni
                                                             
Ulteriori informazioni possono richiedersi telefonando ai seguenti recapiti telefonici
- STEFANO VELLUTI, Presidente Accademia Operamelodica, Presidente Associazione Mozart Italia, sede di Finale Ligure e organizzatore.
Tel +39 329 0347456; Mail: velluti.stefano@libero.it

-GIORGIO VERCILLO, Presidente di giuria sez. pianoforte
Tel +39 340 5047040; Mail: ylenia.vercillo@hotmail.it

- MASSIMO COCO, Presidente di giuria sez. musica da camera e solisti.
Tel +39 338 2415896; Mail: cocomax@alice.it
-SILVANO SANTAGATA, Presidente di giuria sez. canto lirico
Tel +39 392 3887951; Mail: silvano.santagata@libero.it.
Inoltre il concorso sara’ visibile anche su:
www.promart.it
Si ringrazia il Comune di Solero per la disponibilità offertaci presso il Castello Faa Di Bruno

Kirill Vishnyakov, viola, direttore d'orchestra

Direttore d'orchestra di nazionalità russa, da 22 anni vive a Milano. E’ violista stabile dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, di cui fa parte dal 1994 e che ha diretto in diverse occasioni.
Nell’ambito di “Crescendo in musica”, ha diretto Histoire du soldat di I. Stravinsky   (2008) in collaborazione con la compagnia teatrale ilSaleinZucca; il balletto Lo schiaccianoci di P. Tchaikovsky (2009), in collaborazione con FNASD di Milano; la suite sinfonica Gli Uccelli di O. Respighi e Lo scoiattolo in gamba di Nino Rota (2011).
Con l’Orchestra Cantelli, nel 2008 ha diretto Stabat Mater di G. B. Pergolesi in occasione del concerto pasquale organizzato dal Comune di Milano; nel 2011 Motetto Esultate Jubilate e la messa d’Incoronazione di W. A. Mozart nella basilica Corpus Domini a Milano.
Dal 2005 collabora con l’Orchestra Filarmonica Europea di Gallarate, dirigendo Mozart (Sinfonia concertante per i 4 fiati, Concerto per flauto e arpa, Sinfonia n. 9, Sinfonia K75, Sinfonia K 96, Sinfonia “Linz”, Sinfonia n. 40), Haydn (Missa brevis), Vivaldi, Mercadante, Haendel, J.S. Bach, Chopin, F. Liszt (Concerto n. 2 per pianforte e orchestra), Verdi (Overture dal Nabucco, la forza del destino, La battaglia di Legnano).    
Con ll’Orchestra “laVerdi per tutti” ha diretto la Sinfonia n. 9 Dal Nuovo Mondo di Dvorak; Adagio di Barber e Suite n. 2 da L’Arlesienne di Bizet  all’Auditorium di Milano.
Il suo percorso formativo non ordinario è caratterizzato dalla notevole influenza della scuola russa di direzione d’orchestra, con studi nelle prestigiose scuole di St. Pietroburgo (è allievo di Damian Iorio) e Mosca, dove ha studiato con e anche assistito il Maestro Fedoseev, direttore principale della Grande Orchestra Sinfonica Tchaikovsky di Mosca.

sabato 18 novembre 2017

Roberto Prosseda, pianoforte

Nato a Latina nel 1975, Roberto Prosseda ha intrapreso gli studi di pianoforte con Anna Maria Martinelli e Sergio Cafaro. Alla sua formazione hanno contribuito Dmitri Bashkirov, Leon Fleisher, Alexander Lonquich, William Naboré, Boris Petrushansky, Franco Scala, Charles Rosen, Karl Ulrich Schnabel, Fou Ts'ong, docenti con cui ha studiato presso l'Accademia Pianistica di Imola, l'International Piano Foundation e ai corsi di Sermoneta. Si è affermato in vari concorsi internazionali ("Micheli" di Milano, "Casagrande" di Terni, "Schubert" di Dortmund, "Mozart" di Salisburgo).

Roberto Prosseda ha recentemente guadagnato notorietà internazionale in seguito alle incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Felix Mendelssohn-Bartholdy. E' vincitore di numerosi premi discografici, tra cui lo CHOC di Le Monde de la Musique-Classica, il Diapason d'Or, il Best of the Month di Classic FM.
Dal 2005 Roberto Prosseda suona regolarmente con alcune delle più importanti orchestre del mondo, tra cui London Philharmonic, New Japan Philharmonic, Moscow State Philharmonic, Bruxelles Philharmonic, Calgary Philharmonic e Gewandhaus Orchester. Con quest'ultima, diretta da Riccardo Chailly, ha inciso il Concerto inedito in mi minore di Mendelssohn, pubblicato dalla Decca nel settembre 2009. In Italia è ospite regolare di Serate Musicali di Milano e dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma ed è frequentemente invitato dai maggiori Enti concertistici, tra cui il Teatro alla Scala, l'Unione Musicale di Torino, l'Accademia Filarmonica Romana, il Teatro la Fenice.
Oltre a Mendelssohn, di cui è oggi considerato il più autorevole interprete pianistico, Prosseda è particolarmente apprezzato nelle interpretazioni di Mozart, Schubert, Schumann e Chopin, autori a cui si è anche dedicato nelle sue più recenti incisioni Decca.
Attivo anche nella promozione della musica d'oggi, Prosseda ha in repertorio l'integrale della produzione pianistica di Petrassi, Dallapiccola e Aldo Clementi e numerose composizioni di compositori italiani contemporanei, tra cui Berio, Castaldi, Dall'Ongaro, Fedele, Solbiati. La critica e il pubblico riconoscono alle sue interpretazioni un particolare coinvolgimento emotivo e una introspezione capace di commuovere l'ascoltatore grazie ad un particolare uso del "rubato" e ad una grandissima varietà timbrica, specie nel pianissimo. Nel 2010 la Deutsche Grammophon ha selezionato dodici incisioni di Prosseda per inserirle nel cofanetto "Classic Gold", pubblicato nel maggio 2010. Nell’ottobre 2012 ha inciso un cd con quattro brani per piano-pédalier e orchestra di Gounod in prima assoluta, con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana diretta da Howard Shelley (Hyperion).
Roberto Prosseda si occupa anche di ricerca e divulgazione musicale. È co-autore di tre documentari, dedicati a Mendelssohn, Chopin e Liszt, con la regia di Angelo Bozzolini, prodotti da RAI Educational e distribuiti da Euroarts. Ha curato numerosi cicli radiofonici per Radio Vaticana e Radiotre (tra cui quello su Aldo Clementi) ed è autore del volume “Guida all’ascolto della musica pianistica” (Curci, 2013).
Ha recentemente guadagnato notorietà internazionale in seguito alle registrazioni per Decca dedicate alla musica pianistica di Felix Mendelssohn, che ha inciso integralmente in 10 cd (2005 - 2014), pubblicate in un unico cofanetto nel 2017 ("Mendelssohn Complete Piano Works"). È vincitore di numerosi premi discografici, tra cui lo CHOC di Le Monde de la Musique-Classica, il Diapason d'Or, il Best of the Month di Classic FM, il “Best of the 2012” del Leipziger Volkszeitung, il “Supersonic” della rivista Pizzicato (1/2013), la nomination ICMA International Classical Music Awards.
Robero Prosseda è presidente dell’Associazione Mendelssohn Italia, consulente artistico di Cremona Musica International Exhibitions  e  co-ideatore e coordinatore artistico della rete di musicisti "Donatori di Musica", presidente dell'Associazione Mendelssohn Italia e consulente artistico del Festival Pontino. 
"I recommend Roberto Prosseda for his deep musicianship, his excellent technical mastery of the piano and his markedly lyrical style. I have always been impressed by his originality and his ability to rethink pieces of music familiar to all of us. His playing is always profoundly serious, and yet it gives musicians great pleasure both for its sensuous qualities and its conviction. I know of no young pianist I could recommend with greater enthusiasm".  
Charles Rosen.

mercoledì 15 novembre 2017

2017_12_11 Audizioni di VoceAllOpera 2017


Quando: da lunedì 11 dicembre a giovedì 14 dicembre 2017
Dove: Amici del Loggione – via Silvio Pellico 6 20121, Milano (fermata Metro Duomo)
Audizioni di VoceAllOpera 2017
Iscrizione: 35 euro
Scadenza: 5 dicembre 2017
Bando e informazioni: www.voceallopera.com/audizioni
Per il sesto anno di fila l’Associazione VoceAllOpera indice AUDIZIONI rivolte a cantanti lirici di ogni  nazionalità, per i ruoli principali e comprimari delle opere scelte per la Stagione Lirica 2018 di VoceAllOpera presso il Teatro Spazio89 di Milano e la Palazzina Liberty di Piazza Marinai d’Italia sempre a Milano. Le opere già in cartellone sono:
- “La Cenerentola” di G. Rossini
– “Gianni Schicchi” di G. Puccini
– “La Traviata” di G. Verdi

Le Audizioni sono rese possibili grazie alla collaborazione con Milano Classica, SPAZIO TEATRO 89 di Milano e Mare Culturale Urbano. La giuria d’eccezione di VoceAllOpera, presieduta dal M° Angelo Lo Forese, vedrà al suo interno illustri interpreti lirici, docenti di canto, direttori artistici, registi, critici musicali e agenti del panorama lirico nazionale e internazionale.
Nelle passate edizioni delle Audizioni di VoceAllOpera hanno avuto modo di mettersi in luce talenti come i soprani Chiara Isotton, Maria Mudryak, Barbara Massaro, il mezzosoprano Elena Caccamo, il basso Nicolò Donini, il giovanissimo direttore d’orchestra Michele Spotti.
A Gianmaria Aliverta, direttore artistico dell’intera Stagione e regista degli spettacoli, sono già stati affidati gli allestimenti de “L’incoronazione di Poppea” di C. Monteverdi nell’ambito del 41° Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, del Dittico Poulenc-Janáček per la Stagione 2015 e “Mirandolina” di Martinů per la Stagione 2016 del Gran Teatro La Fenice di Venezia, “Hansel e Gretel” di Humperdinck nell’ambito dell’Opera di Firenze e “L’elisir d’amore” di Donizetti a Kobe, Giappone. Il 24 novembre inaugurerà la nuova Stagione lirica del Gran Teatro La Fenice di Venezia con “Un ballo in maschera” di Verdi.

Per scaricare il bando, candidarsi, ricevere informazioni e aggiornamenti consultare il sito www.voceallopera.com/audizioni.
  

martedì 14 novembre 2017

Marco Angius, direttore d'orchestra


Si è messo in luce con la prima mondiale di Studi per l'intonazione del mare di Salvatore Sciarrino, per cento flauti, cento sax e solisti (Stradivarius, 2000 e Kairos 2010).
E' stato invitato dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, Muziekgebouw/Bimhuis di Amsterdam (Gaudeamus Music Week), Luxembourg Philarmonie e deSingel di Anversa (con l'Hermes Ensemble di cui è principale direttore ospite), Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, Orchestre de Chambre de Lausanne, Biennale Musica di Venezia, I Pomeriggi Musicali, Warsaw Autumn Festival, Orchestra Sinfonica di Lecce, Ars Musica di Bruxelles, Teatro La Filature di Mulhouse, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Lirico Belli di Spoleto (Obra maestra di Giovanni Mancuso, Premio Orpheus 2007), Suono Italiano per l'Europa e Accademia Filarmonica Romana (Le marteau sans maitre di Boulez), Traiettorie di Parma, Istituzione Universitaria dei Concerti.
E' fondatore e direttore musicale dell'ensemble Algoritmo, col quale ha ottenuto il Premio del Disco Amadeus 2007 per la migliore incisione dell'anno (Mixtim di Ivan Fedele, Stradivarius, in co-produzione con Rai/Radio3); ha inciso Rot di Domenico Guaccero (Die Schachtel) e Rotativa di Giacinto Scelsi (Stradivarius). Con Algoritmo ha realizzato Laborintus II e Canticum Novissimi Testamenti di Berio (Parco della Musica di Roma), Concerti Euroradio (Rai-Radio3), Quaderno di strada di Sciarrino (Warsaw Autumn Festival e NYYD di Tallinn), Globe Theatre di Giorgio Battistelli (Teatro Comunale di Modena e Dissonanzen di Napoli).
Marco Angius è autore di una monografia sull'opera di Salvatore Sciarrino (Come avvicinare il silenzio, Rai Eri, 2007) e di numerosi scritti sulla musica contemporanea tradotti in varie lingue (Salzburger Festspiele 2008, Electa, Musica/Realtà). Un altro volume sull'opera di Ivan Fedele è in corso di stampa per le edizioni Suvini Zerboni. Nella ricca discografia in uscita si segnalano Mosaique di Ivan Fedele per Stradivarius (con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai), e Capt-actions, sempre di Fedele, per Neos; Le stagioni artificiali di Sciarrino (per Kairos di Vienna), Omaggio a Sei Shonagon di Luca Mosca (Vdm records), Manhattan bridge di Martino Traversa ancora per Neos. Dal 2008 dirige i concerti finali dei corsi di composizione presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, istituzione con la quale collabora, dal 2010, per i corsi di alto perfezionamento. Tra gli impegni, un nuovo allestimento di Luci mie traditrici di Sciarrino, un ritratto monografico di Hugues Dufourt per Milano Musica, la rassegna Contemporary di Torino con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.
Tra le produzioni più recenti ricordiamo: Jakob Lenzdi Rihm (Teatro Comunale di Bologna), La volpe astuta di Janácek (Accademia Nazionale di Santa Cecilia), L'Italia del destino di Luca Mosca al Maggio Musicale Fiorentino e l'intensa attività concertistica con l'Ensemble dell'Accademia Teatro alla Scala, giovane formazione di cui è anche coordinatore artistico.
Da settembre 2015 è il nuovo direttore artistico e musicale dell'Orchestra di Padova e del Veneto.

giovedì 9 novembre 2017

ORCHESTRA DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE «Luigi COSTA»

L'ORCHESTRA DEL CIVICO ISTITUTO MUSICALE «L. COSTA»: è nata nel 1968 per iniziativa di docenti e allievi dell'Istituto con la collaborazione di alcuni strumentisti vigevanesi non professionisti ma di buoni studi musicali.
Nel corso di quegli anni, ha progressivamente esteso sia il suo repertorio che la sua attività eseguendo concerti in tante città e paesi della Lombardia e Piemonte, collaborando con numerosi solisti ed avendo come direttori vari maestri.
Nel gennaio 1988 è stata invitata dall'Assessorato alla Cultura per il comprensorio di Trento a tenere quattro concerti in Trentino Alto Adige e nel novembre 1989 ha tenuto il concerto inaugurale della stagione concertistica del Museo del Teatro alla Scala di Milano presso il ridotto di questo Teatro.
Esegue a Vigevano ormai da anni oltre che il Concerto di Natale anche il Concerto per la Settimana Santa e il Concerto di fine anno scolastico.

PIERANGELO PELUCCHI, pianoforte, direzione d'orchestra

PIERANGELO PELUCCHI: nato a Bergamo nel 1961, si è diplomato in Pianoforte, Musica Corale e Dirczione di Coro, Composizione, Canto ed in Direzione d'Orchestra presso i Conservatori di Verona e di Bologna.
Dal 1976 ha intrapreso l'attività concertistica ed ha tenuto concerti come pianista, accompagnatore di cantanti, cembalista e nelle più varie formazioni cameristiche, dal 1982 tale attività si è prevalentemente indirizzata alla direzione.
Ha studiato Direzione d'Orchestra presso il Mozarteum di Salisburgo.
Nel 1988 e 1989 ha frequentato i regolari corsi accademici per la Direzione d'Orchestra presso la Musikhochschule di Vienna, sotto la guida del M° Karl Osterreicher.
Dal 1990 è stato più volte nominato membro di giurie internazionali in rappresentanza dell'Italia in Concorsi tenutisi in Italia, Francia.
Dal 1991 tiene seminari e conferenze - soprattutto in Italia e Germania - sulla musica e la figura di Johann Simon Mayr (1763-1845), del quale è oggi considerato uno fra i massimi esperti in campo internazionale. In considerazione degli studi e del lavoro svolto in campo musicale, è stato insignito del Cavalierato dell'Ordine de iS.S. Maurizio e Lazzaro.

ALBERTO TEDOLDI, tenore

ALBERTO TEDOLDI: nato a Milano nel 1968, presso la cui Università Statale, compiuti gli studi classici, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza, ha frequentato per tre anni il Conservatorio «G. Verdi». Prosegue ora lo studio del canto con la Maestra Iolanda Torriani sempre a Milano. Ha già avuto modo, quale solista, di prendere parte a numerosi concerti, tra i quali, in particolare, si ricordano: il "Requiem" di Mozart nel Duomo di Milano, alla presenza del Cardinale C.M. Martini, nel maggio del '91; l'operetta buffa di Mozart "L'oca del Cairo" al Teatro alle Erbe di Milano; la "Messa per l'Incoronazione" sempre di Mozart; l'oratorio "Jephte" di Giacomo Carissimi; brani sacri e profani in prima esecuzione assoluta di Simon Mayr a Bergamo, presso la Sala Piatti del Conservatorio, nonché nelle Basiliche di S. Alessandro e di S. Maria Maggiore; lo "Stabat Mater" di Boccherini all'Ambrosianeum, in via Delle Ore a Milano, dove annualmente partecipa a concerti di musica da camera.

PETRA MALAKOVA, mezzosoprano

PETRA MALAKOVA: è nata in Bulgaria dove ha compiuto la sua preparazione e i suoi studi prima al Liceo Musicale e dopo all'Accademia Nazionale di Musica e Arte scenica a Sofia.
Dopo il debutto al Teatro Nazionale di Opera e Balletto nella stessa città, ha intrapreso la carriera di libera professionista.

ALESSANDRA GAVAZZENI, soprano

ALESSANDRA GAVAZZENI: nata a Bergamo, dopo i corsi universitari di Giurisprudenza, ha intrapreso quello del canto. È stata seguita dalla Prof.ssa Jolanda Torriani.
Collabora con complessi da Camera con i quali ha tenuto numerosi concerti in Italia, in Vaticano ed all'estero. Nel 1991 ha costituito un duo cameristico con il pianista Giuseppe Olivini, specializzandosi nella musica francese, tedesca e russa dell'800 e del '900.
Ha al suo attivo anche molte esecuzioni solistiche nell'ambito di organici con coro e orchestra.
Distintasi in alcuni concorsi lirici nazionali, ha debuttato nella Stagione Lirica 1990 nei teatri di Bergamo, Brescia e Cremona con "Suor Angelica" di G. Puccini; ha frequentato le "Sommerakademie" del Mozarteum di Salisburgo sotto la guida di Elizabeth Schwarzkopf e Iris Adami Corradetti, e, nell'agosto 1992, ha cantato nella Wienersaal dello stesso Mozarteum.
Ha interpretato un ruolo protagonista nel grandioso Oratorio "Sisara" di J.S. Mayr in occasione della prima esecuzione mondiale moderna nel luglio 1993.

ANTONIO SCAIOLI, pianoforte

ANTONIO SCAIOLI: è nato a Lecco nel 1966, si è diplomato in pianoforte col M° Ugo Amadei ed in Musica corale e Direzione di Coro col M° Franco Monego presso il Conservatorio «G. Verdi» di Milano, dove attualmente frequenta il corso di Direzione d'Orchestra.
Ha seguito corsi di perfezionamento in direzione di coro, tra questi, uno tenuto dal M° Jurgen Jurgens, direttore del Coro Monteverdi di Amburgo.

ROBERTO POLITI, violoncello, direttore dìorchestra

Ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio «G. Verdi» di Milano con Antonio Pocaterra perfezionandosi con Paul Szabo a Locamo.
In seguito ha frequentato i corsi di Città di Castello, Fiesole, Ravello e Vicenza.
Per cinque anni ha fatto parte del Quintetto Jupiter, con il quale ha vinto alcuni concorsi internazionali e registrato per la RAI TV. Ha suonato nelle più importanti stagioni concertistiche in numerose città italiane e in Svizzera, Belgio, Turchia, Jugoslavia e Malta. Attualmente suona con il Rondò Klarinet Trio e con l'Orchestra da camera di Bergamo. È stato docente di musica da camera al Conservatorio di Novara, e insegnante di violoncello presso il Civico Istituto Musicale «L. Costa» di Vigevano, anche dirigendo l'Orchestra dell'Istituto.

mercoledì 8 novembre 2017

Luigi Dellatorre,artista visivo

Luigi Dellatorre è noto a Cassolnovo (PV), il 16 novembre
1953. Vive ed  opera  in via  Tommaso  Grossi   17,  27029
Vigevano (PV), tei. (0381) 79170.
Ha iniziato la propria attività artistica nel 1977.





PRINCIPALI ESPOSIZIONI PERSONALI:
1992 - "Prima", Via Del Popolo 11, Vigevano (PV).
1993 - "Bianco prevalente", Biblioteca Centrale, Corsica (MI).
- "Bianco e primari". Chiesa della Misericordia, Casale Monferrato (RL).
- "Non tutti san perché... la Peppina fa il caffè". Palazzo Roncalli, Vigevano (PV)
1994 - "Austero... ma non troppo", Studio d'Arte l'Ariete, Milano.
- "fìntologia del possibile". Saletta Rlbertina, Novara
- "Back from New York", Citibank, Milano
PRINCIPALI ESPOSIZIONI COLLETTIVE:
1993 - "Percorsi d'artista", Castello di Sartirana, Sartirana (PV).
1994 - "Collettiva d'arte contemporanea", Associazione Culturale Orizzonti, Milano.
- "Proposta giovani '94", Citifin, Milano
- "Proposta giovani '94", Citifin, Roma
- "fhototherapflrt", Clinica Dermatologica Universitaria - Policlinico S. Matteo, Pavia
- "Buon compleanno TV", Studio D'ARS, Milano.
- "Buon compleanno TV", Nec €nte, Treviso.
All'opera   di   Luigi   Dellatorre   hanno   dedicato   testi   critici:   R.Barletta, C. Pranza e G. Franzoso.
Recensioni    sono    state    pubblicate    dalle    seguenti    testate:
Rrtecultura, L'Azione di Novara, Il corriere di Novara, L'Informatore
Vigevanese,   Il  Monferrato,   Il  Nord,   La  Provincia  Pavese  e  La Stampa.

lunedì 6 novembre 2017

Trey Lee, violoncello

Definito “Miracolo” da “Gramophone”, Trey Lee incanta il Pubblico con il suo virtuosismo combinato con sofisticatezza, profondità emotiva e sensibilità. Il suo concerto di debutto alla Carnegie Hall si è concluso con una standing ovations. Trey collabora con i più importanti direttori d’orchestra, compositori e orchestre di tutto il mondo.
Lorin Maazel lo ha elogiato come “un incredibile protagonista… un violoncellista superbo” dopo averlo diretto al fianco della Philharmonia Orchestra di Londra. Altri musicisti con cui Trey ha collaborato sono: Vassily Sinaisky, Juanjo Mena, Yuri Bashmet, Hannu Lintu, Bright Sheng, Tan Dun; le orchestre con cui ha lavorato sono: i Moscow Soloists, la BBC Philharmonic, la Netherlands Philharmonic, la Tapiola Sinfonietta, la London, Munich e la Romanian Radio Chamber Orchestras. Trey è spesso invitato come artista ospite per I maggiori eventi mondialicome il lancio del The IMAGINE Project con Yoko Ono, Hugh Jackman e Bjorn Ulvaeus degli ABBA per celebrare il 25° anniversario della dichiarazione dei diritti dei bambini delle Nazioni Unite all’assemblea delle Nazioni Unite a New York; un concerto organizzato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban-Ki Moon con il Maestro Lu Jia, il compositore Tan Dun e la soprano Sumi Jo; Il concerto trasmesso in diretta per Phoenix Television con la China Symphony Orchestra al Beijing National Center for Performing Arts; L’inaugurazione del tour cinese della Beethoven Orchestra di Bonn. Trey ha fondato ben due festival musicali in Asia: il Musicus Fest e l’Hong Kong International Chamber Music Festival. Trey appare come ospite in molti festival: Kuhmo, Banff, Marlboro, Seoul Spring e l’Australian Festival of Chamber Music. Ha diviso il palco con I più grandi artisti: Bruno Canino, Ivry Gitlis, Julia Fischer, Vilde Frang, Pekka Kuusisto, Vladimir Mendelssohn, Alexander Sitkovetsky e il Borodin Quartet. Trey è direttore della Musicus Society, che mira a promuovere la cultura cinese a livello internazionale e ha vinto molti premi internazionali: il Primo premio all’International Antonio Janigro Cello Competition, al Naumburg di New York e alla Paulo International Competitions di Helsinki. Trey ha pubblicato molti album con EMI che sono entrati in classifica; Trey ha suonato nella colonna sonora di The Drummer, film che è stato in gara al Sundance Film Festival. Altri suoi album sono: Bright Sheng's The Blazing Mirage e The Dream of Red Chamber Suite con la National Chinese Orchestra di Taiwan. Nel 2009, il “Corriere della sera” ha inserito Trey fra i quattro Golden Boys & Girls cinesi della musica classica, insieme a Lang Lang, Yujia Wang e Yundi Li. Nato a Hong Kong, Trey ha studiato alla Pre-College Division della Julliard School, all’Università di Harvard (dove si è laureate in economia), al conservatorio del New England Conservatory, alla Escuela Superior de Música Reina Sofia di Madrid, alla Cologne Musikhochschule; ha studiato con Frans Helmerson, Laurence Lesser, Bernard Greenhouse, e Ardyth Alton. In onore alla carriera di Trey due borse di studio sono state istituite alla Hong Kong Academy for Performing Arts, una delle più importanti istituzioni didattiche in Asia. Dal 2012, Trey è ambasciatore dell’UNICEF di Hong Kong. Trey suona un violoncello Comte de Gabriac del 1703, costruito da Matteo Goffriller, e vive a Berlino.

Michele Fabbrica, clarinetto

Diciotto anni, ha iniziato lo studio del clarinetto con il Prof. Giorgio Ragazzini. Frequenta il secondo anno del triennio dei corsi accademici presso il Conservatorio "B. Maderna" di Cesena nella classe del M° Piero Vincenti.
Ha partecipato nel 2012 al master di clarinetto con Piero Vincenti presso il festival di Bertinoro (FC), al termine del quale è stato selezionato per il Concerto Finale; nel 2014 alla master presso il Conservatorio di Oviedo, al cui termine è stato scelto per suonare insieme agli altri allievi di diversi strumenti che erano stati selezionati; nel 2015 selezionato alla master durante l’Italian Clarinet Summer University di Camerino dal M. Florent Heau e recentemente si è esibito a seguito della master del M° Alessandro Carbonare al Conservatorio “B. Maderna”.
Presso l’Accademia Italiana del Clarinetto ha frequentato masterclass con maestri di fama internazionale quali: Riccardo Morales, Florent Heau, Nuno Pinto, Bobo Yotzov, Nicholas Cox, Calogero Palermo, Alessandro Carbonare, Stefano Novelli, Giuseppe Balbi e Piero Vincenti.
Si è esibito per la rassegna “I giovani talenti del clarinetto” dell’Accademia Italiana del Clarinetto, all’European Clarinet Festival di Camerino, come solista con l’International Wind Ensamble di Cesena e, durante una masterclass con il M. Vincenti, alla Escuela Internacional de Musica a Oviedo ha avuto l’onore di esibirsi davanti alla Regina di Spagna.
Ha vinto numerosi premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali: 1^ premio Concorso nazionale "Città di Riccione"; 1^ premio Concorso nazionale "Città di Pescara"; 2^ premio Concorso Internazionale “Omaggio a Ciro Scarponi” Todi (2014); 1^ premio Concorso Internazionale "Città di Carlino"; 2^ premio Concorso nazionale “I nuovi talenti del clarinetto” Camerino (2016); 3^ premio Concorso Internazionale "Marco Fiorindo", 2^ premio Concorso Internazionale "G. Mensi" (2015), 1^ premio Concorso Internazionale "Young Virtuosos" di Sofia (2017), 1^ premio Concorso Internazionale "Saverio Mercadante" (2017).
Nel 2017 è stato selezionato per il Rome Chumber Music Festival, dove si è esibito nel "Carnevale degli animali" di Saint Saens, con regia di Enrico Stinchelli, autore e conduttore della "Barcaccia", e a fianco di artisti di fama internazionale quali: Robert McDuffie, Elena Matteucci e Massimo Ceccarelli.
Il 21 Giugno 2017 è stato selezionato per partecipare alla Celebrazione della "Giornata della Musica" alla Camera dei Deputati, in quanto studente di un conservatorio italiano distintosi in competizioni internazionali, dove è stato premiato dal Presidente della Camera Laura Boldrini.
Fa parte dell’Italian Clarinet Consort, dove ricopre il ruolo di 1^ clarinetto e con il quale ha suonato con solista il M° Corrado Giuffredi, tra le altre occasioni, al ClarinetFest di Madrid (2015) e alla Società Filarmonica di Trento (2016).

Refreshink (Giovanni Magnoli, 1971)

Refreshink (Giovanni Magnoli, 1971). Diplomato alla Scuola di Grafica, lavora inizialmente come serigrafo, specializzandosi nel settore. Nei primi anni ’90 si avvicina al writing e inizia a eseguire graffiti. Da subito tra i soggetti maggiormente ricorrenti si individua This! Is a Fresh daisy, una sontuosa margherita stilizzata. Negli anni Refreshink ha maturato un peculiare stile, sfidando e oltrepassando gli stilemi classici del graffito (lettere, personaggi, puppet) alla ricerca di linguaggi iconografici più complessi e stratificati.
L’esperienza vissuta lavorando in luoghi abbandonati lo porta a dipingere - reinterpretandoli - soggetti che traggono ispirazione dal mondo naturale. Al 2009 risale il suo primo “gallo”, ormai riconoscibile insieme agli altri suggestivi animali dipinti a colori sgargianti, colature, materia densa, ai quali l’artista giustappone elementi formali, quali figure geometriche e scritte.
Refreshink, con le sue opere - su muro, tela o altri supporti -  coglie e ritrae l’energia primaria della natura: le esplosioni di materia e le linee aperte si contrappongono alle geometrie e alle forme chiuse creando dunque, all’interno della superficie dipinta un invitante e dinamico gioco dialettico.

sabato 4 novembre 2017

COMPAGNIA FENICE DEI RIFIUTI

La compagnia Fenice dei Rifiuti nasce dall’Associazione Culturale C.T.A.S. attiva in ambito teatrale dal 2004. Fondatori della nuova compagnia sono Michela Giudici e Alessandro Veronese con Francesca Gaiazzi. Fenice dei Rifiuti ha continuato il percorso di teatro civile iniziato dell’associazione. Spicca, tra gli altri, il progetto Teatri d’Indagine nel quale si analizzano recenti casi della storia italiana:
Un ritaglio di cielo vigilato coi mitra, dedicato ad Adriano Sofri. L’esecuzione - Atto d’accusa verso gli assassini di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, che nel 2008 ha partecipato al Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi, con riprese televisive per il programma di RAITRE “Primo Piano”. In polvere - Marco Pantani: ascesa e distruzione di un dio, portato in molte città italiane seguendo le tappe del Giro d’Italia dal 2008 al 2013. Si ricorda la replica al Teatro Comunale di Cesenatico del 2008 per la quale fu eseguita una diretta televisiva per la televisione di Stato di San Marino e trasmessa in differita su Rai Sat 2000. Se un pomeriggio d’autunno una caldaia… - Lirica rock per piazza Fontana dove, come ormai tutti sanno, Non è successo niente, che ha debuttato nel 2009 presso il Teatro Ringhiera di Milano (con riprese nella stagione successiva). Dopo la partecipazione al Festival Santarcangelo dei Teatri nel 2009, la distribuzione si è concentrata negli istituti superiori di tutta Milano. Più dei santi, meno dei morti - La notte in cui Pasolini, finalista della Rassegna Scintille013 del Festival AstiTeatro 2013, portato in stagione a Teatro Libero di Milano nel 2015.
Il linguaggio prediletto in questi spettacoli è quello della narrazione alla quale si affiancano momenti di teatro-danza e di musica originale eseguita dal vivo.
Parallelamente è proseguita la rivisitazione dei classici (come Baccanti meccaniche da Euripide e Kubrick, o Misura per misura - Il bordello del potere da Shakespeare) e il confronto con il teatro contemporaneo anglosassone e mitteleuropeo (Pinter, Kane, Brecht, Müller).
La novità nel lavoro di Fenice dei Rifiuti è rappresentata dalle scritture collettive:
Una parte importante della produzione della compagnia sono i corti teatrali con i quali sono stati vinti diversi premi e festival dedicati. Nel 2015 sono stati racchiusi in un unico spettacolo dal titolo Miniature. Artisticamente, tutti i lavori sono accomunati da una commistione di generi e arti e da una predilezione per il teatro civile in tutte le sue possibili declinazioni.
Dal 2014 Fenice dei Rifiuti fa parte del consorzio TLLT che ha in gestione il Teatro Libero di Milano.
Compagnia in residenza TLLT

giovedì 2 novembre 2017

Cristina Melis, mezzosoprano

Cristina Melis, mezzosoprano di origine sarda e “figlia d'arte”, si diploma a pieni voti in Flauto traverso presso il Conservatorio di Sassari e nel 2004 in Canto presso il Conservatorio Parma.
Dopo i primi anni di studio a Cagliari con il padre Gustavo e il Soprano Maria Casula, si perfeziona a Roma con il Soprano Adriana Giunta oltre ad aver frequentato diversi corsi di perfezionamento con docenti quali Virginia Zeani, Giusy Devinu, Giorgio Zancanaro, Michele Pertusi, Bernadette Manca di Nissa e Franco Federici.
Nel 2001/02 ha frequentato il Corso Superiore per Cantanti Lirici, presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, sotto la guida del Soprano Lucetta Bizzi e il Baritono Romano Franceschetto. Nel 2003 si è Diplomata all’Accademia per Giovani Cantanti Lirici tenuta dalla Fondazione “A. Toscanini”(Busseto - PR), sotto la guida dei M° Alain Billard, Beppe De Tomasi, Mario Migliara.
Ha frequentato il Master con il Soprano B. Bianco per la moderna messa in scena dell’ Ifigenia in Aulide di Cherubini, organizzata dalla “Fondazione A. Toscanini” di Parma.
Nel 2004 vince il Concorso Internazionale per voci Liriche “Giacomo Lauri Volpi”e nel 2005 il 42° Concorso Internazionale “Giuseppe Verdi” di Parma vincendo il debutto di "Azucena" nel Trovatore a Parma. Finalista al Concorso Internazionale “Ottavio Ziino” a Roma e al Concorso G.B. Velluti di Dolo.
Vedi info aggiornate sul sito ufficiale.