martedì 26 aprile 2016

ORCHESTRA SINFONICA DI LECCO

L’Orchestra Sinfonica di  Lecco è nata nel 1986, ed ha assunto una fisionomia che le consente di affrontare tutto il grande repertorio lirico/sinfonico e cameristico, testimoniato dal successo ottenuto con le “Stagioni Lirico/Sinfoniche”dall’anno 2000, promosse e sostenute dalla Fondazione Cariplo, dalla Fondazione della Provincia di Lecco, dalla Regione Lombardia e dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecco e dal Comune di Lecco. L’obiettivo principale del complesso orchestrale è quello di promuovere l’organizzazione di concerti pubblici e di scambi culturali in Italia e all’estero; parallelamente, l’attività mira ad una costante formazione di giovani musicisti, sia come orchestrali sia come solisti  e direttori in una esperienza musicale  troppo spesso assente verso le nuove generazioni.
Accanto alle attività sopraccitate riveste particolare rilievo, in ambito giovanile, il progetto “Sentieri Musicali” che, dall’anno 2000, con il contributo della Fondazione Cariplo, si è occupato con successo della educazione e formazione musicale dei futuri cittadini.  Si tratta di una iniziativa rivolta alle scuole dell’obbligo e superiori attraverso la realizzazione di “spettacoli dal vivo”, laboratori musicali riguardanti la conoscenza degli strumenti, il rapporto musica/fiaba, la musica d’insieme, il musical e che vede protagonisti soprattutto gli studenti, sia per la parte riguardante la recitazione, sia per l’allestimento scenico e “solistico/corale” della musica. 
Tra le iniziative proposte vanno ricordate le Stagioni Lirico Sinfoniche e le Rassegne Cameristiche rivolte soprattutto alla valorizzazione dei siti architettonici dell’arte romanica nella Provincia di Lecco , Alto Lago ed altri Comuni lombardi. Tra queste è di notevole rilievo “Musica e Territorio”, rassegna itinerante di concerti nelle Chiese, Pievi e Abbazie Romaniche, giunta ormai alla sua tredicesima edizione con grande successo di pubblico e critica.Nel 2008 l’orchestra è stata invitata dalla RAI a partecipare in “diretta” alla trasmissione televisiva SCALO 76, in onda su Rete 2 il Sabato pomeriggio riscuotendo calorosissimi consensi.
Da varie “Stagioni”, la nostra Associazione ha favorito la partecipazione di giovani direttori  promuovendo così , un’esperienza interessante generalmente poco incoraggiata nel panorama musicale italiano. Ricordiamo il grosso successo del 2010 con il “Corso Internazionale per  Giovani Direttori d’Orchestra” rivolto agli aspiranti di questo affascinante “mestiere”, tenuto dal M° Riccardo Frizza, uno dei talenti  italiani di grande spessore artistico  che  opera  nei maggiori teatri del mondo, organizzato per la prima volta nella storia della nostra città.
L’organico stabile di circa quaranta musicisti ed una attività continuativa considerevole sia sul piano della quantità dei concerti (oltre 500 e 4 tournée in Francia, Belgio, Spagna e Svizzera),sia  sulla qualità dei programmi, qualifica oggi l’orchestra come valore culturale della Regione.

Marcello Corti, direttore d'orchestra

Nato nel 1986, Marcello Corti, direttore d'orchestra
Si diploma in direzione con Franco Cesarini presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Perfeziona la sua formazione direttoriale con numerosi altri Maestri tra cui Maurizio Dones, Michelangelo Galeati, Deyan Pavlov, Pierangelo Gelmini, Andrè Waignein, Enzo Fiorini, Romolo Gessi e Lior Shambadal. Nel 2012 viene selezionato tra 70 direttori provenienti da tutto il mondo per studiare direzione d’orchestra presso la prestigiosa Accademia Chigiana di Siena con il Maestro Gianluigi Gelmetti e nel 2015 di nuovo con Michel Tabachnik.
E’ direttore stabile della Banda Sociale Meratese, del Corpo Musicale Lorenzo Perosi di Caslino d’Erba, della formazione giovanile del Premiato Corpo Musicale Galbiatese e della Banda Giovanile Rappresentativa dell'ANBIMA LOMBARDIA. Nel 2015 ha fondato e dirige l'Orchestra Maria Teresa Agnesi. Ha collaborato con alcuni grandi solisti di fama internazionale tra cui il trombettista Marco Pierobon (www.marcopierobon.com), il pianista e direttore d’orchestra Marino Formenti (www.marinoformenti.com), e Franco Cesarini con la Civica Filarmonica di Lugano, di cui è stato collaboratore in maniera continuativa per sette anni in qualità di prima tromba. Il suo repertorio è ampio ed eterogeneo: spazia dai grandi capolavori operistici, alla musica contemporanea, dai capolavori della musica originale per banda all'opera barocca.
I programmi che affronta brillano per originalità: grazie a contrasti coraggiosi ogni concerto è un'esperienza emozionale unica. Pärt e Pergolesi, Holst ed Adler, Huber e Bach, Hanson e  Whitacre sono solo alcuni degli arditi accostamenti sperimentati negli ultimi anni. Dal 2015 si dedica alla divulgazione della musica contemporanea coinvolgendo giovanissimi musicisti in progetti unici: per MerateFest trascrive musica di Kurt Weill per ensemble di fiati, per MilanoMusica dirige una formazione giovanile nell’esecuzione di Fresco, di Luca Francesconi, esegue musiche di Xenakis con un'orchestra giovanile, idea il Festival LecContemporanea: un laboratorio di composizione con ensemble in residence con performance destinate ad un pubblico di under14.
Con l'Orchestra i Venti ha affrontato il repertorio classico e tardo-barocco con un approccio non filologico ricercando nelle musiche di Mozart, Pergolesi e Vivaldi un suono pieno, moderno ed estremamente espressivo. Con gli Esecutori di Metallo su Carta si dedica ad una rilettura popolare di Histoire du Soldat di Igor Stravinsky collaborando con artisti provenienti da ambiti musicali più diversi, dal rock al contemporaneo. Affronta con la Banda Sociale Meratese un repertorio esclusivo: ha recuperato autori di musica originale per banda tardo romantici eseguendo prime esecuzioni nazionali con Dies Natalis di Howard Hanson, Percussion Concerto di Robert Jager, la Suite for Band n.6 di Alfred Reed. Sempre con la Banda Sociale Meratese ha curato la prima esecuzione assoluta di Cadeau per Sax Alto e Banda di Angelo Bruzzese, ha affrontato pagine di Mercadante, Gershwin, Addinsell, Bukvich, Shostakovich ed ha eseguito la quasi totalità del catalogo di Franco Cesarini.
Ha curato l'allestimento di prime esecuzioni di opere di giovanissimi compositori: nel 2009 allestisce Le Sconfitte melodramma in due atti i Claudio Gay portando la produzione in teatri di prestigio come il Teatro Lirico di Magenta, il Teatro Guanella di Milano ed il Cenacolo Francescano di Lecco. Nel corso della sua attività direttoriale ha diretto l’Orchestra I pomeriggi Musicali di Milano, la Sofia Festival Orchestra, l’Orchestra Bulgaria Classica, l’Orchestra I Venti, l’Orchestra da Camera della Val Pellice, l’Orchestra Filarmonica Veneta, l’Orchestra Giovanile Romana, l'Orchestra del Conservatorio Cherubini di Firenze, l’Ensemble Contemporaneo del Conservatorio della Svizzera Italiana, la Christmas Wind Band, l’Orchestra del Conservatorio della Svizzera Italiana, l’Orchestra Nova Cameristica Milanese, l'Orchestra del Conservatorio di Milano, il Coro lirico Mafalda Favero di CalolzioCorte, e l’orchestra ContrArco. E' regolarmente invitato come giurato ai concorsi musicali nazionali.
Ha collaborato con numerose scuole primarie e secondarie facendo amare la musica a bambini e ragazzi di ogni età. La sua attività è arricchita inoltre dalla produzione di testi teatrali di cui cura la scrittura, la regia e la colonna sonora. “La guerra dei polli”, “Ahr Ahr Buon Natale”, “Quando il re va in vacanza” sono un mix straordinario di stili diversi che, ora strizzando l’occhio a Strehler, ora a Greenaway, a Rodari o a Dahl, e senza perdere di semplicità e freschezza, portano non solo lo spettatore, ma anche il più giovane attore, in un mondo di incantevole fantasia. Insegna presso la Civica Scuola di Musica di Lecco. Ha studiato composizione con Angelo Bruzzese a Roma e con Pieralberto Cattaneo a Bergamo. Scrive ed arrangia brani per ensemble di fiati, banda, orchestra, coro. E' laureato in Economia e Gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo presso l'Università Cattolica di Milano. E' diplomato in tromba presso il Conservatorio di Como.

Paolo Grazia, oboe

Primo premio al 4th International Oboe Competition of Tokyo, Secondo premio (primo non assegnato) al 42th Internationaler Musikwettbewerb di Monaco di Baviera con il “Quintetto Bibiena”, col quale ha conseguito nel 2003 il premio “Abbiati” della critica. Attraverso questi prestigiosi riconoscimenti, Paolo Grazia ha contribuito a valorizzare la forte tradizione musicale degli strumenti a fiato italiani. 
Diplomatosi al Conservatorio G.B. Martini di Bologna nel 1985, si è successivamente perfezionato con Ingo Goritzky presso la Hochschule fur musik di Stoccarda e, successivamente, ha seguito i corsi di Hansjorg Schellenberger presso l'Accademia Chigiana di Siena. 
E' vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali; significativi sono stati anche i successi nell'ambito della musica da camera in competizioni quali: Ancona, Martigny, Palmi, Atkinson's di Milano. 
Ha al suo attivo numerose tournée come solista, in quintetto e in importanti formazioni cameristiche in Europa, Canada, Stati Uniti, Sud America. Dal 2001 è regolarmente invitato in Giappone a tenere concerti e masterclass nelle locali università e allo “Hamamatsu Wind Festival”, sempre in Giappone. 
Primo oboe dell'Orchestra Giovanile Italiana dall'1984 al 1986, diviene docente preparatore nel 1988; nello stesso anno vince il concorso di Primo Oboe Solista presso l'Orchestra del’ Accademia Nazionale di S. Cecilia e, l'anno successivo, lo stesso concorso presso l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, ruolo che tuttora ricopre. 
E' stato diretto in veste di solista da prestigiosi direttori quali: Kakhidze, Inbal e Daniele Gatti. Diverse anche le collaborazioni come primo oboe con Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, Royal Philarmonic Orchestra, City of Birminghan Simphony Orchestra, Chamber Orchestra of Europe, con quest'ultima anche in veste di solista. 
Attualmente docente presso la Scuola di Musica di Fiesole, tiene regolarmente masterclass in Italia ed in Europa. 
Ha effettuato registrazioni per Rai, Raisatshow, Bayerischer Rundfunk, Radio di Baden Baden. Per la casa discografica Agorà ha inciso il Concerto in Do magg K314 di W.A. Mozart e un cd di Fantasie su opere di G. Donizetti; per Tactus ha inciso con l’Ensemble Respighi l'integrale dei concerti per oboe di Vivaldi e tre concerti inediti di F. Margola. 
Suona un oboe Yamaha mod Yob 831 GR. 

Patrick Fournillier, direttore d'orchestra

Un brillante percorso artistico scandito da importanti riconoscimenti internazionali lo ha visto ospite delle principali istituzioni musicali francesi ed estere, impegnato a dirigere opere del repertorio lirico e sinfonico.
È stato direttore musicale dell’Esplanade-Opéra di Saint-Etienne e direttore musicale del Festival Massenet di Saint-Etienne, dove ha diretto e registrato opere di rara esecuzione come Amadis e Grisélidis, aggiudicandosi per due volte il premio Orphée d'Or.
Tra i numerosi titoli di Massenet proposti in questi anni ricordiamo Esclarmonde, Cléopâtre, Roma, Hérodiade, il balletto La cigale e l’oratorio La Vierge.
All’Opéra di Saint-Etienne ha diretto opere del grande repertorio italiano e francese come Un ballo in maschera, Otello, Rigoletto, La Traviata, Il barbiere di Siviglia, Norma, Carmen, Les dialogues des carmélites. In Italia ha debuttato al Ravenna Festival con La Muette de Portici di Auber per poi essere invitato alla Fenice di Venezia per Tosca, al Festival di Martina Franca per Medea, all’Opera di Roma per La Sonnambula e La Bohème. Al Teatro alla Scala ha diretto una nuova produzione di Faust e Undine di Henze. Nelle ultime stagioni si è esibito con successo al Teatro Regio di Torino (Don Quichotte), all’Opéra des Flandres (Werther), alla Deutsche Oper di Berlino (Lucia di Lammermoor, Semiramide), al Ravenna Festival (Faust), a Oslo (Les dialogues des carmélites, Carmen), a Seattle (Pagliacci, Cavalleria rusticana). Nel corso del 2006 ha diretto Il Trovatore ad Ancona, Carmen a Torino, Aida ad Amsterdam e Mannheim, La Sonnambula al Teatro Filarmonico di Verona. Nel 2007 si distinguono Cyrano di Alfano a Valencia, La Sonnambula a Trieste, Manon alla Staatsoper di Berlino, Faust all’Opernhaus di Zurigo, Carmen alla Deutsche Oper di Berlino. Ha ripreso poi Cyrano di Alfano al Teatro alla Scala di Milano, Manon all’Opera de Nice, Werther alla Bayerische Staatsoper di Monaco.
Collabora abitualmente con l’Orchestre de la Suisse Romande, l’Orchestre de Chambre d'Europe, la Filarmonica Ceca, l’Orchestra del Gran Teatre de Liceu di Barcellona, l’Orchestre Philharmonique da Radio-France, l'Orchestre National de Bordeaux-Aquitaine, la Filarmonica di Varsavia, l'Orchestre National de l'Opéra de Paris e quella dell’Opéra de Lyon, l'Orchestre Symphonique de Montecarlo, l'Orchestra Sinfonica di Praga, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l'Orchestra Filarmonica della Scala, la BBC Symphony Orchestra e l’Orchestra della Welsh National Opera. Dopo esser stato Direttore Musicale e Direttore d’Orchestra stabile della Sinfonietta de Picardie, è stato nominato Direttore Artistico e Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini di Parma, prendendo parte nel 2001 a molte manifestazioni musicali legate alle Celebrazioni Verdiane sia in ambito operistico che sinfonico, compreso un concerto di musiche sacre verdiane inedite.
Più recentemente ha diretto: La Traviata al Ravenna Festival e a Parma con la Fondazione Arturo Toscanini; Werther alla Bayerische Staatsoper; Don Giovanni, La Damnation de Faust e Carmen alla Semperoper di Dresda; Iphigénie en Tauride, Turandot al Palau de les Arts di Valencia; Pagliacci al Teatro del Maggio Musicale di Firenze; Cyrano di Alfano al Théâtre du Châtelet a Parigi; Hamlet e Louise all’Opera du Rhin a Strasburgo; Le nozze di Figaro alla Washington Opera; Lucia di Lammermoor, Carmen, La Traviata a Stoccarda; Rigoletto e La Traviata al Teatro Regio di Torino; Carmen  in Oman, alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi; Thaïs a Valencia; Manon Lescaut e un concerto di Gala a Varsavia; Don Pasquale ad Oslo; ancora Carmen a Dresda e Zurigo. 
Ha debuttato con grande successo di pubblico e critica al Metropolitan di New York dirigendo Les Contes d’Hoffmann e alla San Francisco Opera con Cyrano de Bergerac di Alfano.
Tra i progetti futuri ricordiamo: Aida a Varsavia; Giselle al Teatro alla Scala di Milano; Manon a Bilbao e una serie di concerti a Varsavia e a Milano.
Tra le sue incisioni segnaliamo Sapho di Massenet, Lakmé di Delibes, Manon Lescaut di Auber, lavori mozartiani con l’English Chamber Orchestra e una raccolta di arie operistiche francesi con Natalie Dessay e l’Orchestra Filarmonica di Montecarlo, cd con cui si è aggiudicato un Grand Prix du Disque. Per BMG ha inciso una antologia di arie belcantistiche con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. 

Domenica 10 settembre 2017, ore 20.00
Milano - Teatro alla Scala
Concerto straordinario
in collaborazione con Teatro alla Scala
G.Bizet - L’Arlésienne, Suite 
M.Ravel - Concerto per pianoforte e orchestra in Sol maggiore
A.Dvořák - Sinfonia n. 9 in Mi minore op. 95 Dal Nuovo Mondo
Pianoforte Alexandre Tharaud 
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Biglietti da 85.00 a 14.00 euro; per informazioni e prenotazioni: 02.83389401/2/3 www.laverdi.org - www.vivaticket.it 

Pier Gallesi, pianista, fisarmonicista, violoncellista, organista

Pier Gallesi, pianista, fisarmonicista, violoncellista, organista. Studi musicali: Conservatorio Alessandria, Conservatorio Milano. Studi teatrali: Centro Teatro Attivo (Milano) con Narcisa Bonati e Nicoletta Ramorino. Accompagnatore, direttore ed arrangiatore di cori: coro “Gabriella Finzi” in codirezione dal M° Delfo Menicucci (docente canto solista Conservatorio G. Verdi Milano), coro “Ai di di di dai” della Sinagoga ebraico Reform Lev Chadash. Tiene da cinque anni un’attività di formazione: “Il coro come team building” con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), con l’ensemble corale risultato degli incontri dell’ottobre 2011 ha inaugurato il “Festival della Scienza 150° e oltre”- Palazzo Ducale Genova. E' anche didatta dell'organo, collabora con l'associazione “I gaudenziani” proponendo iniziative come “Alla scoperta dell'organo monumentale Mascioni” presso la Basilica di San Gaudenzio. Laboratori corali per ragazzi e adulti non professionisti con spettacolo finale (“I colori del mondo” Sala della Cavallerizza Vigevano). Partecipazioni televisive come musicista ed attore. Pianista intrattenitore e accompagnatore per Costa Crociere e Moby Line. Seminari sulla Commedia dell’arte con Giorgio Strehler. Collaborazioni con Dario Fo e Franca Rame. Fonda con la Bauci il duo Stellerranti che debutta alla Sala Puccini del Conservatorio di Milano e si esibisce in spazi prestigiosi come la Chiesa di S. Maurizio di Milano, il Palazzo dei Congressi e lo Spazio Ciani di Lugano, il Teatro Paisiello di Lecce, Palacio Foz Lisbona, Chiesa Evangelica Ascona (Svizzera). E’ del 2011 la performance “La via del Cuore” a commento della mostra di Silvio Wolf al Padiglione d’arte contemporanea di Milano (PAC) definita dalla critica: “Arte che accarezza l'anima”.

lunedì 18 aprile 2016

James Macmillan, direttore d'orchestra

Sir James MacMillan è uno dei maggiori compositori di successo di oggi ed è internazionalmente attivo e riconosciuto come Direttore d’orchestra. Nel suo linguaggio compositivo confluiscono influssi dalla tradizione scozzese dalla sua fede cattolica e dalla sua coscienza sociale, in connessione con influenze provenienti dalla musica folkloristica celtica orientale, scandinava e dell’est Europa. MacMillan è diventato famoso a livello internazionale dopo lo straordinario successo di The Confession of Isobel Gowdie alla BBC Proms nel 1990. Da lì le sue opere sono state eseguiti e trasmessi in tutto il mondo. 

Tra i suoi lavori più importanti vi sono: il concerto per percussioni Veni, Veni, Emmanuel, che è stato eseguito più di quattrocento, un concerto per violoncello scritto per Mstislav Rostropovich e tre sinfonia. I lavori più importanti del recente periodo includono la sua St John Passion co-commissionata dalla London Symphony Orchestra, Royal Concertgebouw Orchestra, Boston Symphony Orchestra e dalla Berlin Radio Choir, I suoi concerti per violino e viola, la St Luke Passion e il suo Concerto per percussioni n. 2 per Colin Currie, co-commissionato dalla Philharmonia Orchestra, Edinburgh International Festival, Netherlands Radio Philharmonic Orchestra, Orchestre National du Capitole de Toulouse, Baltimore Symphony Orchestra, São Paulo Symphony Orchestra e Cabrillo Festival of Contemporary Music.  MacMillan vanta inoltre un’importante carrier come Direttore d’orchestra, sia dirigendo le sue composizioni, sia altra musica contemporanea. È stato Direttore ospite principale della Netherlands Radio Kamer Filharmonie dal 2013 e Compositore/Direttore della BBC Philharmonic dal 2000 al 2009; ha diretto orchestra come: Baltimore Symphony, Rotterdam Philharmonic, Munich Philharmonic, Vienna Radio Symphony, Danish Radio Symphony, Gothenburg Symphony, Bergen Philharmonic, Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, City of Birmingham Symphony Orchestra, BBC Scottish Symphony, Toronto Symphony, Los Angeles Philharmonic, New Zealand Symphony Orchestra and NHK Symphony Orchestra among others. MacMillan è stato compositore in residence al 2012 Grafenegg Festival e presso la London Symphony Orchestra Portrait Artist per la stagione 2009/10. Gli impegni più importanti per la stagione 2015/16 includono: la prima mondiale della sua Sinfonia n. 4 con la BBC Scottish Symphony; le prime scozzesi e americane del Concerto per percussioni n. 2 e la messa in scena dei suoi nuovi lavori Little Mass e The Death of Oscar, così come l’esecuzione del suo Concerto per pianoforte n. 3 con la Concertgebouw Orchestra. Elsewhere. In questa stagione MacMillan ha diretto la Frankfurt Radio Symphony Orchestra, la National Symphony Orchestra Washington, la Munich Chamber Orchestra, la Netherlands Chamber Orchestra & Choir, I Pomeriggi Musicali e la Toronto Soundstreams. Nel 2014 MacMillan ha fondato il suo festival musicale, The Cumnock Tryst, che si svolge ogni anno in Ayrshire, dove è nato. MacMillan è stato nominato Sir nel 2015. I suoi lavori sono pubblicati da Boosey & Hawkes.

Enrico Dindo, direttore e violoncello

Enrico Dindo nasce da una famiglia di musicisti e inizia a sei anni lo studio del violoncello diplomandosi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 1997 conquista il Primo Premio al Concorso Rostropovič di Parigi, da quel momento inizia un’attività da solista che lo porta ad esibirsi in moltissimi paesi, con orchestre prestigiose come la BBC Philharmonic Orchestra, la Rotterdam Philharmonic Orchestra, l’Orchestre Nationale de France, l’Orchestre du Capitole de Toulouse, la Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra Sinfonica di Stato di Sao Paulo, la Tokyo Symphony Orchestra, la Toronto Symphony Orchestra e la Chicago Symphony Orchestra ed al fianco di importanti direttori tra i quali Riccardo Chailly, Gianandrea Noseda, Myung-Whun Chung, Paavo Järvj, Valery Gergev, Riccardo Muti e lo stesso Mstislav Rostropovič. Ospite regolare dell’Orchestra del’Accademia di Santa Cecilia, nel 2010 e nel 2013 è stato in tournée con la Leipziger Gewandhaus Orchester, diretta da Riccardo Chailly, con concerti a Lipsia, Parigi, Londra e Vienna, ottenendo un notevole successo personale. Tra gli autori che hanno composto musiche a lui dedicate: Giulio Castagnoli, Carlo Boccadoro, Carlo Galante e Roberto Molinelli. Direttore stabile dell’Orchestra da camera I Solisti di Pavia, ensemble da lui creato, Dindo insegna altresì presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, presso la Pavia Cello Academy ed ai corsi estivi dell’Accademia T. Varga di Sion. Nel 2012 è stato nominato Accademico di Santa Cecilia. Nel 2014 è stato nominato Direttore musicale e principale dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Zagabria. Enrico Dindo incide per DECCA, per la quale è uscita, nel 2011, l’integrale delle Suites di Bach che hanno riscosso un notevole successo di critica. Nel 2012, la Chandos ha pubblicato i Concerti di Shostakovich incisi con la Danish National Orchestra diretta da Gianandrea Noseda, riscuotendo, anche in questo caso, un immediato consenso della critica internazionale. Enrico Dindo suona un violoncello Pietro Giacomo Rogeri (ex Piatti) del 1717, affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.

domenica 17 aprile 2016

Davide Viada, tuba

Nato ad Alzano Lombardo (BG) il 2 Agosto 1983, si è diplomato al conservatorio "E. dall'Abaco" di Verona sotto la guida del Maestro Giovanni Gatti.
Presso la scuola di musica di Fiesole ha preso parte all'Orchestra Giovanile Italiana nel   2005/2006 e si è esibito in diverse produzioni in Italia, suonando con importanti direttori come Claudio Desideri, Eliahu Inbal, Yniv Dinur, Gabriele Ferro.
Dal 2007 al 2009 è stato membro effettivo della "Gustav Mahler Jugendorchester" con la quale ha partecipato a tournée in Europa e Sud America lavorando con direttori come Miung-Wung Chung, Philippe Jordan, Herbert Blomstedt, Sir Colin Davis, Ingo Matzmacher, Jonathan Nott e Franz Welser-Möst. Si è esibito in importanti teatri e festival quali Musikverein (Vienna), Royal Concertgebow (Amsterdam), BBC Proms (Londra), Lucerna Festival e il Teatro alla Scala.
Ha collaborato con diverse orchestre tra cui Orchestra del Teatro alla Scala, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Regio di Parma, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia e Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.
Nel dicembre 2006 è giunto in finale al concorso per l'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, classificandosi al terzo posto. 
Semifinalista nel 2008 al Concorso internazionale per ottoni "Città di Porcia".
Collabora con il quintetto d'ottoni Gomalan Brass Quintet.
Ha frequentato i corsi speciali di perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole con il Maestro Roger Bobo e successivamente con Robert Tucci, David LeClair e Dankwart Schmidt.
Ha partecipato a master class con i maestri Rex Martin, Jens Bjorn Larsen, David LeClair, Oystein Baadsvick e Gene Pokorny.
Dal gennaio 2015 collabora stabilmente con l'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

Michelangelo Mazza, direttore

Ha ricoperto per 14 anni il ruolo di primo violino presso il Teatro Regio di Parma maturando una grande esperienza nel repertorio operistico italiano grazie anche alla collaborazione con i più illustri direttori del nostro tempo, tra i quali Riccardo Muti, Yuri Temirkanov e Lorin Maazel.
Forte di questa esperienza decennale, nel 2014 ha intrapreso la carriera direttoriale debuttando con enorme successo il Falstaff di Verdi presso il Theatro Municipal di Sao Paulo in Brasile, dove è stato subito rinviato nel 2015 per dirigere le produzioni di Manon Lescaut e Così fan tutte. Nel 2014 è stato inoltre invitato dal Teatro Lirico di Cagliari per una serie di concerti sinfonici.
In maggio 2015 ha diretto I Pagliacci al National Theatre di Tirana e in ottobre 2015 ha debuttato con grande successo sul podio del Teatro Massimo Bellini di Catania dirigendo Rigoletto. Nella carriera di violinista ha collaborato come primo violino con diverse prestigiose orchestre italiane e straniere, fra le quali si segnalano l’Orchestra della Svizzera Italiana OSI di Lugano (Switzerland), l’Orchestra of Teatro Nacional de São Carlos di Lisbona e l’Orquestra Simfònica del Vallès (OSV) di Barcelona.
Con la sua orchestra di Parma e con i Solisti dell'Opera Italiana si è esibito nelle più importanti sale del mondo, anche in veste di solista e maestro concertatore, fra le quali la Carnegie Hall di New York, la sala Tchaikowski di Mosca, la Kioi Hall a Tokyo e la sala della Filarmonica di S. Pietroburgo.
Con l'Orchestra del Teatro Regio di Parma ha preso parte al grandissimo progetto dell'incisione di tutte le opere di Verdi dal vivo in alta definizione per la Unitel Classic contenute nella raccolta “Tutto Verdi”, ricevendo premi e apprezzamenti dalla critica internazionale.

apr-mag 16   La boheme Direttore Teatro Lirico di Cagliari
ott 15   Rigoletto Direttore Teatro Massimo Bellini, Catania
ago-set 15   Manon Lescaut Direttore Theatro Municipal de São Paulo
mag-giu 15   Pagliacci Direttore National Theatre of Opera and Ballet, Tirana
apr 14   Falstaff Direttore Theatro Municipal de São Paulo

giovedì 14 aprile 2016

2016_06_13 Prima Masterclass Verdiana a Cremona

Da lunedì 13 giugno a giovedì 23 giugno 2016_06_23
Auditorium della Camera di Commercio a Cremona
Prima Masterclass Verdiana a Cremona
Le Iscrizioni termineranno lunedì 30 maggio 2016.
Sono aperte le iscrizioni fino a lunedì 30 maggio per l’iscrizione alla prima Masterclass Verdiana che si terrà a Cremona da lunedì 13 giugno a giovedì 23 giugno 2016 organizzata dal baritono Valentino Salvini con il patrocinio della Camera di Commercio di Cremona e la collaborazione dell’associazione Pontesound. 
La masterclass si struttura in 10 lezioni che partono da  LUNEDÌ 13 GIUGNO alle ore 10.00 e termineranno con un concerto verdiano GIOVEDÌ 23 GIUGNO alle ore 21.00 presso l'auditorium della Camera di Commercio a Cremona. 
Le lezioni saranno individuali e prevedono l’approfondimento delle arie delle opere di Giuseppe Verdi per le voci di soprano, mezzosoprano, tenore, baritono e basso. 
Inoltre si prevede una giornata nei luoghi verdiani di Roncole Verdi, Busseto e Villa S. Agata (Villanova D’arda).
Possono iscriversi al massimo 15 partecipanti inviando il curriculum via email all’Associazione Pontesound. La masterclass avrà luogo solo se si raggiungerà il numero di 12 partecipanti. Per ulteriori informazioni su costi e modalità di partecipazione è possibile inviare una richiesta a info@pontesound.it
Sese: Auditorium della Camera di Commercio, v. Baldesio, 10, a Cremona


2016_06_12 III° Concorso per Ensemble "Tiziano Epis"

III° Concorso per Ensemble "Tiziano Epis"
- Domenica 12 giugno 2016 - ore 14,30
- Auditorium Nassirija, Alzano Lombardo (BG) -
Il Corpo Musicale Elia Astori organizza il III Concorso "Tiziano Epis" per ensemble di strumenti a fiato e a percussione.
Ogni ensemble potrà eseguire un programma musicale libero della durata massima di 15 minuti.
L'esecuzione sarà valutata da tre giurati esperti del settore bandistico e didattico; la giuria è presieduta dal M° Stefano Morlotti direttore artistico del Corpo Musicale Elia Astori di Nese (BG).
A tutti i gruppi partecipanti sarà consegnato il Diploma di Partecipazione riportante il punteggio ottenuto.
 I primi tre ensemble classificati riceveranno un Buono per l’acquisto di materiale musicale.
Per modulistica e maggiori informazioni visitate il sito www.bandanese.it

2016_10_16 CONCORSO NAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE “FRANCESCO CILEA”

CONCORSO NAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE
“FRANCESCO CILEA”
Per Flauto e Musica d’insieme
XL EDIZIONE
Casa della Cultura “Leonida Repaci” - Palmi  12 – 15 ottobre  2016
Patrocinato dal COMUNE DI PALMI
Le schede di iscrizione vanno inviate, allegando il proprio curriculum e una propria foto, entro il 10 ottobre 2016 al seguente indirizzo:
CONCORSO NAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE 'FRANCESCO CILEA'
c/o Casa della Cultura 'Leonida Repaci'
Via Felice Battaglia
89015 PALMI (RC)
Fax: 0966 22599

PREMI:

Flauto
Musica d’insieme
            1° PREMIO
€. 2.000
€. 3.000
           2° PREMIO
€. 1.000
€. 2.000
ai vincitori verranno inoltre offerti :
Proposta di contratto di un anno, rinnovabile, con l’Agenzia NORMAN MUSIC Via Aurelia 346, 00165 Roma
Quattro concerti offerti da A.M.A. Calabria  
Cinque concerti organizzati dall’Agenzia NORMAN MUSIC
Un concerto presso la Sagrestia del Borromini nella Chiesa di Sant’Agnese in Agone – Piazza Navona – Roma
Realizzazione di un disco - con consegna di n. 400 copie gratuite  - del concerto di Roma
Agli ammessi alla prova di semifinale per il flauto e di finale per la musica d’insieme verrà assegnata una borsa di studio di €. 100 a persona

Note:
FLAUTO
Sono ammessi a partecipare i concorrenti nati dopo il 12 ottobre 1984.

MUSICA D’INSIEME
Sono ammessi a partecipare i complessi con età media non superiore a 32 anni

Info: tel. 096646600 – cell. 335.6204966 – modulistica vedi allegato
Sul sito sotto indicato si trovano le schede di iscrizione, il regolamento
ed altre notizie utili.


Sito Ass. N. A. Manfroce:
http://www.amicimusicapalmi.it/

giovedì 7 aprile 2016

Gabriella Maria Bralla, soprano lirico leggero

Nata nel 1950 a Cameri (NO), si è trasferita Vigevano nel 1956 dove ha frequentato le scuole fino all'ordine secondario.
Appassionata di musica e canto ha frequentato il corso di teoria e solfeggio al Civico Istituto L. Costa Vigevano.
Successivamente,  alla formazione del coro di istituto nel 1999, rimane come allieva del M° C. Ramella per altri due anni. Nel frattempo ha continuato la frequentazione del “Gruppo Giovanile Immacolata” cantando e recitando nei teatri della Lomellina.
Nel 2001 entra a far parte del coro “San Gaudenzio” di Gambolò, diretto dal M° Giovanni Maestrone, valente solista e corista della 
Scala, dedicandosi al repertorio sacro partecipando alle esecuzioni di Petit Messe Solenelle (Rossini), Requiem (Faurè), Vesperae Solenne de Confessore (Mozart), ecc.
Contemporaneamente ha collaborato  con l'Amadeus Kammer Chor  (Trecate) diretto dal M°G.Cavallaro dedicandosi al repertorio dell'opera lirica. 
Nel 2003 approfondisce lo studio del canto, nel corso di due anni, sotto la guida del soprano lirico di coloratura Joshie Kawai, facendo con lei concerti di beneficenza per ospedali e associazioni della provincia di Pavia.
Nel 2005 entra a far parte della “Schola Cantorum San Gregorio Magno” (Trecate) diretta dal M° M.Trombetta, allora direttore  dell'Opera di Roma. Con questa formazione canta numerosi pezzi sacri e lirici, Requiem (Mozart - Verdi), e opere quali Traviata, Elisir d'amore, Tosca, Nabucco. Opere rappresentate al Teatro Lirico di Magenta, al Quadriportico di Galliate, Teatro Coccia di Novara, Teatro Mastroianni di San Martino Siccomario (PV).
Sempre nel 2005 debutta a Milano al Teatro Edi per l'apertura del XV° Festival sui Navigli con “O mio babbino caro” di G.Puccini.
Nel 2007 affronta il repertorio di Mozart e con l'aria di Zerlina partecipando all'Università di Milano alla “Notte bianca” presentata da Enrico Stinchelli, famoso conduttore della trasmissione radiofonica la Barcaccia, a fianco sia di debuttanti che di cantanti professionisti.
Per circa un anno ha poi partecipato alle lezioni di Don Paolo Lobiati, direttore della Cappella del Duomo di Vigevano, esibendosi nel repertorio sacro.
Fa parte del “Coro 9 Aprile” formazione organizzata appositamente per le parti corali al Teatro Cagnoni di Vigevano, con altri elementi provenienti anche da Trecate, Magenta e Milano.
Attualmente, oltre a cantare con il coro di Gambolò, fa parte della
formazione “I Maestri Cantori” di Vigevano, diretti dal M° Andrea Guarino, insegnante di pezzi lirici e sacri, con la quale canta come corista e solista.

martedì 5 aprile 2016

MM CONTEMPORARY DANCE COMPANY

La MM Contemporary Dance Company è una compagnia di danza contemporanea diretta dal coreografo Michele Merola e sostenuta dall’Associazione Progetto Danza di Reggio Emilia. Formata attualmente da dieci danzatori solisti, è nata stabilmente nel 1999 come centro di produzione di eventi e spettacoli e come promotrice di rassegne e workshop con l’obiettivo di favorire scambi e alleanze fra artisti italiani ed internazionali, testimoni e portavoce della cultura contemporanea. Il repertorio della compagnia, che ha sede a Reggio Emilia, è ricco e variegato, grazie ai lavori di Michele Merola e alle creazioni firmate da coreografi europei ed italiani come Mats Ek, Karl Alfred Schreiner, Emanuele Soavi, Enrico Morelli. Nel 2010 MM Contemporary Dance Company ha vinto il prestigioso Premio Danza&Danza come migliore compagnia emergente e oggi, è, a tutti gli effetti, una realtà di eccellenza della danza italiana, con una consolidata attività di spettacoli su tutto il territorio nazionale.

Enrico Morelli, danzatore e coreografo

Consegue il diploma dell’Accademia Nazionale di Danza dove in seguito frequenta il corso di perfezionamento per insegnanti. Il suo talento creativo lo porta a partecipare ai principali concorsi coreografici classificandosi al primo posto al Concorso Michele Abbate di Caltanissetta, al Concorso Città di Perugia, al Festival internazionale di danza di Rieti e al Danza Estate di Firenze. Nel 2001 riceve in qualità di danzatore, la medaglia d’argento del Presidente della Repubblica. Crea coreografie per l'Astra Roma Ballet, per la scuola del Teatro dell'Opera di Roma, per la Dominic Walsh Dance Theatre, per il Maggio Musicale fiorentino, per la compagnia KAOS di Firenze, per Palermo InDanza, per la MM Contemporary Dance Company e per Agora Coaching Project. Nel 2015 viene invitato come maitre de ballet presso il Teatro Massimo di Palermo dove crea anche le coreografie di “Cavalleria Rusticana” e “Les Toreador” e del balletto in un atto unico “Carmen”.  Nel 2015 crea “Moderato cantabile”, per la compagnia ungherese Szegedi Kortàrs Ballet. Dal 2004 è danzatore presso la MM Contemporary Dance Company. Nel 2010 fonda, insieme a Michele Merola, Agora Coaching Project, corso di perfezionamento professionale per danzatori, sempre con sede a Reggio Emilia.

Michele Merola,coreografo

Si diploma presso l’Associazione Balletto Classico diretta da Liliana Cosi e Marinel Stefanescu a Reggio Emilia; in seguito lavora come danzatore presso le compagnie Fabulasaltica di Rovigo, Toulon Opera House, Aterballetto, Arena di Verona. Oggi Michele Merola è direttore artistico e coreografo principale di MM Contemporary Dance Company, compagnia di danza contemporanea fondata nel 1999. Con essa ha portato sulla scena, sia in Italia che all’estero, molte coreografie, fra le quali Mattanza (vincitrice del 17° Concorso Internazionale di Coreografia di Hannover, Germany 2003), La Capinera (premio miglior coreografia, Serbia 2007), La metà dell’ombra (vincitrice del premio Anita Bucchi, Italia 2010) e Con le labbra dipinte (prima rappresentazione presso il Seul International Dance Festival Sidance 2010, Corea). Nel 2008 ha vinto il Premio Positano Leonide Massine per l’Arte della Danza e nel 2010 la sua MM Contemporary Dance Company vince il premio Danza&Danza quale migliore compagnia emergente italiana. Michele Merola ha realizzato coreografie anche per diverse altre compagnie, fra le quali Aterballetto (2001, Reggio Emilia), Teatro S. Carlo (2003, Napoli), Dominic Walsh Dance Theatre (2007, U.S.A.), Teatro Massimo (2008, Palermo), Balletto di Toscana (2009, Firenze), Teatro Terazijama (2007-2010, Serbia). Dal 2010 Michele Merola è, con Enrico Morelli, direttore artistico di Agorà Coaching Project, corso di perfezionamento professionale per danzatori che ha sede a Reggio Emilia.

sabato 2 aprile 2016

Danilo Rossi, viola

Diplomatosi col massimo dei voti e la lode nel 1985, perfezionatosi con Dino Asciolla, Piero Farulli e Yuri Baschmet, a soli vent’anni viene scelto da Riccardo Muti a ricoprire il ruolo che ancora oggi ricopre, di Prima Viola Solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala, divenendo la più giovane prima viola nella storia del prestigioso Teatro milanese.
Carlo Boccadoro gli ha dedicato "Aschrei", per Viola e Percussioni Campionate e il Concerto per viola “I racconti della Neve” proposto durante una tournée italiana con l’Orchestra d’Archi Italiana e l’Ensemble di percussioni Nacquara diretti da Mario Brunello.
Stefano Nanni ha composto per lui un concerto per viola e pianoforte ed archi intitolato "Pesaggi dell'anima". Roberto Molinelli ha composto per lui il Concerto per viola, pianoforte, batteria e orchestra d'archi "Once upon a Memory".
Svolge attività di docente nei corsi di perfezionamento dell’Accademia Musicale di Pavia, Portogruaro, alla Scuola di Musica di Fiesole, all’Accademia di perfezionamento della Scala, "Annuale di perfezionamento" presso l'Accademia di Pinerolo e corsi estivi a Bertinoro (Forlì) e Città di Castello (Perugia, Conservatorio della Svizzera Italiana.
Danilo Rossi suona la magnifica Viola Maggini del 1600 appartenuta al grande violista Dino Asciolla, per volere di Valeria Mariconda Asciolla.

Hyun Kyu Ra, baritono ( Stefano Ra )

Ra Hyun Kyu, nato nel 1981 in Corea del Sud, si è laureato all’università nazionale di Changwon e ha frequentato il corso biennale di specializzazione all’università nazionale di Pusan. Si è diplomato in canto al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con lode con Menzione Speciale.
Ha studiato con Gianni Maffeo, Gianni Mastino, Vittorio Terranova, Adelisa Tabiadon, Stara Carmela, Demetrio Colaci, Vincenzo Taramelli, Luca Gorla.
Ha al suo attivo il debutto di Giorgio Germont ne La Traviata di G. Verdi, Marcello ne La Bohème e Sharpless in Madama Butterfly di G. Puccini, Belcore ne L’Elisir d’Amore di G. Donizetti, Alfio in Cavalleria Rusticana di P. Mascagni.
In ambito sinfonico – corale ha cantato: Requiem di G. Verdi, Requiem in re minore di G. Fauré, Requiem RV 626 di W. A. Mozart, Messiah di G. F. Haendel, Stabat Mater di F. J. Haydn, Messa di Gloria di G. Puccini, Messa di Gloria di P. Mascagni, Sinfonia n. 9 di L. van Beethoven, Messa in sol maggiore D 167 di F. Schubert, Oratorio de Noel di C. Saint-Saens.

È vincitore di numerosi concorsi internazionali:

1° Premio – XXI Concorso Internazionale per Cantanti Lirici “Giulietta Simionato” (2015)
1° Premio – XXX Concorso Internazionale di Canto Lirico “Ismaele Voltolini” (2014)
2° Premio – I Concorso Internazionale di Canto Lirico “Salvatore Fisichella” (2014)
1° Premio – V Concorso Lirico Internazionale “Giannino Zecca” (2013)
3° Premio – II Concorso Internazionale di Canto Lirico “Maria Malibran” (2013)
3° Premio – III Concorso Lirico Internazionale Salicedoro (2012)
2° Premio – XVII Concorso Internazionale per Cantanti Lirici “Spazio Musica” (2012)
Finalista – XXIX Concorso Lirico Riccardo Zandonai (2012)
1° Premio – XVIII Concorso Internazionale di Canto Lirico “Ferruccio Tagliavini” (2012)
1° Premio – I Concorso Lirico Internazionale “Città di Magenta”
Premio speciale “Per Elisa” (2012)

2° Premio – VI Concorso Internazionale di Musica “Piero Cappuccilli” (2011)
Finalista – XIII Concorso Internazionale di Canto Lirico “Mario Lanza” (2011)
1° Premio – II Concorso Lirico Internazionale “Città di Deiva Marina” (2011)
Finalista – XVII Concorso Internazionale di Canto Lirico “Ferruccio Tagliavini” (2011)
Premio Speciale Miglior Baritono – VIII Concorso Internazionale di Canto Lirico “Anselmo Colzani” (2010).
Nel luglio 2015 ha interpretato il Barone Douphol ne La Traviata a Savona sotto la direzione di A. Sisillo, con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova per una produzione dell’Opera Giocosa di Savona. Nel novembre 2015 ha interpretato Giorgio Germont ne La Traviata presso il Teatro Goldoni di Livorno, direttore C. M. Volpini; ha cantato Alfio in Cavalleria Rusticana nell’ambito del Festival Marenco.