lunedì 26 dicembre 2011

Patrick De Ritis, fagotto

Inizia a suonare il pianoforte all'età di 14 anni e continua il suo interesse per la musica con gli studi di fagotto presso il Conservatorio di S. Cecilia in Roma con Marco Costantini. Allo stesso tempo ha studiato con Milan Turkovic laureandosi al Mozarteum di Salisburgo e con Klaus Thunemann. Poco tempo dopo divenne il primo fagotto dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese, nel 1984, ha vinto il concorso di primo fagotto nell'Orchestra Regionale Toscana. Un anno dopo vince il concorso di 1° fagotto nell'orchestra della Rai di Napoli (A. Scarlatti). Tre anni dopo vince il concorso come primo fagotto al Teatro dell'Opera di Roma e due anni dopo viene invitato a collaborare come 1° fagotto con l'Orchestra della RAI di Roma, con la quale ha avuto numerose esibizioni da solista. Nel 1990 ha vinto l'International Chamber Music Competition a Martigny (Svizzera) e realizzato una serie di registrazioni per la Radio Svizzera. Nello stesso anno vince il concorso per 1° fagotto solista nei Wiener Symphoniker (Vienna). Insieme con questi ultimi ha suonato come solista in tutta Europa, Stati Uniti, Sud America, Cina, Giappone. Ha suonato come solista per la prima austriaca del Concerto per fagotto e orchestra di Peter Maxwell Davies, sotto la direzione del compositore stesso nel Musikverein di Vienna.

Patrick De Ritis ha insegnato presso vari conservatori in Italia e oggi è docente di musica da camera di strumenti a fiato presso il Conservatorio L. D'Annunzio di Pescara. Ha collaborato per due anni come docente di fagotto al "Liceu" di Barcellona, e tutt'ora collabora come coordinatore dei fiati con l'orchestra della catalugna. Per la casa editrice Bon Giovannini ha inciso due dischi con il quintetto Briccialdi, ed ha ricevuto dalla rivista "Classic CD" il premio "Best Recording of the Month". Ha inciso per la "SloArts" di Bratislava i concerti per fagotto, inoltre ha inciso anche per la "Symphonia" di Vienna. Le sue attività di solista si alternano con le sue apparizioni da conduttore.
Ha diretto numerose orchestre - L'Orchestra di Pesaro, L'Orchestra Sinfonica di Bari, L'Orchestra da Camera di Fiesole, l'Orchestra Razumovsky di Bratislava e l'Orchestra Matav di Budapest che lo ha premiato al concorso di direzione d'orchestra come miglior direttore. Patrick De Ritis è anche fondatore e direttore artistico del gruppo di fiati "European Wind Soloists". Dal 2000 collabora come direttore e solista con l'Orchestra Wiener Konzert Verain (Orchestra da camera dei Wiener Symphoniker) con la quale si esibisce in tutto il mondo. E' fondatore e direttore artistico dell'Orchestra da camera ”CONCERTINO WIEN” composta dalle prime parti dei Wiener Symphoniker.

domenica 25 dicembre 2011

Julien Quentin, pianoforte

Nato a Parigi nel 1974, Julien Quentin ha iniziato lo studio del pianoforte al Conservatorio di Ginevra sotto la guida di Alexis Golovine. Nel 2002 ha conseguito l’Artist Diploma nella classe di Emile Naoumoff all'Indiana University, dove è stato assistente per un anno meritando il Presser Award. Nel 2003 si è diplomato alla Juilliard School con György Sándor. Ha inoltre collaborato con Paul Badura-Skoda, Nikita Magaloff, György Sebök e Earl Wild.
Ospite regolare di numerosi festival internazionali (Verbier, Lucerna, Gstaad, Zermatt, Braunschweig, Schwetzingen, Ludwigsburg, Mecklenburg-Vorpommern, Beethovenfest Bonn, Radio France Montpellier, Saint Denis, Harrogate, Virginia Arts Festival, Ventura, Shandelee), Julien Quentin è uno straordinario musicista da camera e collabora con musicisti di primo piano quali Emanuel Ax, Nicola Benedetti, Measha Brueggergosman, Corey Cerovsek, Michael Collins, Sol Gabetta, David Garrett, Nelson Goerner, Ilya Gringolts, Marie-Elisabeth Hecker, Angelika Kirchschlager, Johannes Moser, Lawrence Power, Dmitry Sitkovetsky, Kirill Troussov, Sayaka Shoji, Tatjana Vassiljeva e Alisa Weilerstein.
In recital è stato protagonista di tournée in America (Bargemusic di New York), Australia, Giappone e Medio Oriente, ma anche in Europa dove si è esibito alla Wigmore Hall di Londra, al Louvre e alla Salle Cortot di Parigi e nella Sala Grande del Conservatorio di Ginevra. Al clavicembalo si è esibito con Sarah Chang e l'Orchestra da Camera del Festival di Verbier. In qualità di solista ha collaborato con l'Orchestra Filarmonica di Córdoba e l’Indiana University Concert Orchestra con direttori del calibro di Tommaso Placidi, Eduardo Alonso-Crespo, Paul Biss e Jens Troester.
Julien Quentin si cimenta inoltre in altri generi musicali con progetti che spaziano dall’improvvisazione alla musica elettronica in collaborazione con il compositore Justin Messina, i pianisti Francesco Schlimé e Rami Khalifé, e il produttore Martin Wheeler.
La sua prima registrazione per EMI Classics è dedicata al repertorio per clarinetto e pianoforte interpretato con Julian Bliss.

Ray Chen, violino

Nato a Taiwan e cresciuto in Australia, a quindici anni è entrato al Curtis Institute of Music di Philadelphia dove ha studiato con Aaron Rosand.
Vincitore del Concorso Queen Elisabeth (2009) e del Concorso Yehudi Menuhin (2008), Ray Chen è uno dei giovani violinisti più avvincenti in campo internazionale.
I suoi recenti debutti in recital al Kennedy Center di Washington e alla Merkin Hall di New York hanno conquistato pubblico e critica. La sua interpretazione del Doppio Concerto per violino di Bach è stato l’evento più discusso del Festival di Aspen 2009.
Maxim Vengerov, che ha incontrato Ray Chen in occasione del Concorso Menuhin di Cardiff, lo ha immediatamente invitato a San Pietroburgo per un concerto con l’Orchestra del Teatro Mariinsky e al concerto di apertura del Concorso Menuhin 2010 a Oslo.
Nel 2010 è stato protagonista di un concerto con la Sinfonica di Taipei all’Esposizione Mondiale di Shanghai. È stato inoltre ospite del Festival Rostropovich di Mosca dove tornerà nel 2012. Nel 2011 si è esibito in recital a Tokyo, Amburgo, Berlino, Monaco, Zurigo e Dresda.
Tra i prossimi impegni la partecipazione ai festival Verbier, Schleswig-Holstein e Ravinia, oltre al debutto con la Filarmonica della Scala, Münchner Philharmoniker, Swedish Radio Orchestra, Hong Kong Philharmonic e l’Orchestra Nazionale Spagnola.
Nel gennaio 2011 è uscito il suo primo CD “Virtuoso” per Sony Classical segnalato dalle riviste The Strad e Gramophone. Attualmente sta lavorando al suo secondo CD con Daniel Harding e la Swedish Radio Orchestra.
Ray Chen suona lo Stradivari “Huggins” su concessione della Nippon Music Foundation e lo Stradivari “The Macmillan” del 1721, come parte del premio per la vittoria delle Young Concert Artists International Auditions di New York (edizione 2008-09).

Evgeni Bozhanov, pianoforte

Evgeni Bozhanov, nato nel 1984 a Rousse in Bulgaria, ha iniziato lo studio del pianoforte a sei anni.
Ha poi proseguito gli studi in Germania e tra il 1996 e il 2010 è stato premiato in numerosi concorsi internazionali quali Sviatoslav Richter a Mosca, Queen Elisabeth a Bruxelles e Van Cliburn negli Stati Uniti.
Nonostante fosse tra i favoriti del pubblico, la giuria del Concorso Chopin 2010 di Varsavia non gli ha assegnato il primo premio scatenando accesi dibattiti sulla stampa che hanno portato a numerosi e spontanei inviti da parte delle maggiori istituzioni musicali polacche.
Tra gli impegni recenti un recital a Bruxelles, una tournée in Giappone con il Terzo Concerto di Beethoven e il Primo di Chopin e un concerto per Abu Dhabi Classics con l’Orchestra Nazionale della RAI. Ha inoltre appena inaugurato con un recital solistico il Sofia Festival 2011. Per l’estate ha in programma concerti al Lille Piano Festival, al Festival La Roque d´Anthéron e al Bad Kissingen Summer Festival.
Nella stagione 2011/2012 debutterà alla Philharmonie di Berlino, al Musikverein di Vienna, alla Royal Festival Hall di Londra e alla Suntory Hall di Tokyo oltre che a Stoccolma, Monaco di Baviera, Friburgo, Düsseldorf e Lahti. Sarà inoltre protagonista di una tournée europea con l’Orchestra Nazionale della RAI diretta da Juraj Valcuha e in Giappone con la Deutsche Sinfonie Orchester Berlin e Yutaka Sado.
Il suo CD “Frédéric Chopin” ha meritato il “Preis der Deutschen Schallplatten Kritik”. Attualmente studia a Düsseldorf con Georg Friedrich Schenck.

sabato 24 dicembre 2011

Balletto Nazionale della Georgia - Sukhishvili

Il Balletto Nazionale della Georgia è stato fondato a Tbilisi nel 1945 da Nina Ramishvili e Iliko Sukhishvili, portando alla ribalta le antiche danze popolari georgiane unite a nuove coreografie originali. Sono state fonte di ispirazione per grandi coreografi, come Marius Petipa e Jurij Grigorovic. 
Questo repertorio coreutico ha tre aspetti dominanti e imprescindibili, rinnovati e vivificati di generazione in generazione. Il primo riguarda  la componente guerresca, declinata attraverso l’utilizzo di spade e pugnali. Il secondo è quello il gioco di eleganza e levità delle dame. Il terzo, più popolare e dinamico, quello acrobatico. In sintesi, il virtuosismo e il vigore delle danze maschili, unito alla sacralità regale di quelle femminili.
La musica dello spettacolo è eseguita dall’Orchestra del Balletto. 
Nella prima parte il programma prevede la più autentica danza della tradizione qartuli espressione di cavalleria degli uomini nei confronti delle donne.
Segue la danza di guerra Khorumi che risale al periodo delle guerre eroiche contro gli eserciti degli invasori ottomani, persiani e mongoli suddivisa in avvistamento del nemico, battaglia, vittoria.
Karachokheli (giubbe nere) è una antica danza cittadina di Tbilisi di coloro che svolgevano lavori uomini ed onesti. La danza esprime anche il rispetto e l’ammirazione nei confronti della donna.
Davluri (passo lento da cerimonia) Sadarbazo è una coreografia di gruppo, lenta eseguita da coppie.
Era la danza dell’aristocrazia georgiana del XVII e XVIII secolo.
Kintouri è la danza comica degli artigiani di Tbilisi.
Khevsuruli è la danza dei guerrieri con le spade, interrotta dall’arrivo di danzatrici che agitano un fazzoletto bianco.
Samara è eseguita da tre danzatrici per celebrare le nozze.
Simdi è ima danza nuziale, con un contrasto visivo tra danzatori in costume nero e copricapo colorati e le danzatrici vestite di bianco.
Shejibri i danzatori sono sulle punte creando un effetto di grande virtuosismo frutto di un lungo allenamento. 
La seconda parte inizia con Svanuri, danza della regione montuosa della Svanetia, seguita da
Lazuli una danza di festa della regione costiera del Mar Nero.
Khanjluri danza rituale dei pastori del monte Kazbek, eseguita con pugnali.
Zekari danza in stile moderno che rappresenta simbolicamente il passaggio dal passato al futuro.
Ilouri danza in ricordo dei fondatori del Balletto.
Juta è la danza dei montanari del Caucaso. Juta è il nome di un piccolo villaggio del confine

lunedì 19 dicembre 2011

COME INVIARE LE SEGNALAZIONI

Segnalo che sempre è possibile inviare comunicati stampa di eventi e manifestazioni riguardanti il mondo della musica classica, lirica e sinfonica (NO MUSICA ROCK o LEGGERA) e teatrale, che saranno pubblicati gratuitamente su http://concertodautunno.blogspot.com/ e collegati alla pagina facebook http://www.facebook.com/concertodautunno

Se gli artisti vogliono mandare un loro curriculum sarà inserito, sempre gratuitamente su http://concertodautunno-cur.blogspot.com/.
Non saranno publicate notizie che pervengano in modo IMMAGINE, mandare un file di testo (testo semplice nel corpo email o formato word) ed eventuale foto all'indirizzo info@concertodautunno.it oppure mariomainino@gmail.com.
Importante
gli articoli sono soggetti a moderazione e pubblicati nel limite delle nostre modeste risorse di tempo disponibile.
Ci scusiamo in anticipo per eventuali ritardi o mancate pubblicazioni.

Grazie della attenzione!  

Ecco un esempio di formattazione della notizia ed aspettiamo le vostre segnalazioni. (Non dimenticate la modalità di ingresso, il borsellino conta molto oggi come oggi!)

Organizzatore_evento
Data ed ora evento Domenica 18 Dicembre 2011_12_18 ore 21
Località_Provincia
TITOLO_EVENTO
Eventuale_sottotitolo
Cast_solisti_coro_formazione
Orchestra_ensemble
Direzione
Modalità ingresso es. Ingresso a offerta  oppure Ingresso 12Euro ecc.

Eventuale programma nel dettaglio
Info per il pubblico: per potere contattare organizzatori o biglietteria
tel: 999-0000000
Mail: xxxx@xxx.xxx
Altre info a piacere:

Emanuele Servidio, tenore

Nativo di Voghera (PV), compiuti gli studi presso il Conservatorio G.Verdi di Milano con la M° Rita Orlandi Malaspina, segue vari Masterclass di perfezionamento con il contralto Bernadette Manca di Nissa, con i tenori Rockwell Blake e Carlo Bergonzi, e col soprano Denia Mazzola Gavazzeni. Tuttora studia e si perfeziona con il soprano M° Gianfranca Ostini (Milano). 
Vince nel 2007 il concorso lirico internazionale “Terre dei Fieschi” Grondona (AL), il premio speciale “Francesco Siciliani” per giovani promesse della lirica nel concorso internazionale "R. Leoncavallo" di Montalto Uffugo (CS) - città nella quale è ambientato il capolavoro Pagliacci. 
E' stato inoltre finalista nel 2008 dei prestigiosi concorsi lirici di Spoleto e Pescara. In seguito ha intrapreso una intensa attività concertistica in tutta Italia ed anche in Europa. Debutta nel 2007 per "Piemonte in Musica" il ruolo di Cavaradossi nella Tosca poi ripreso più volte, a cui seguiranno quello di Turiddu in Cavalleria Rusticana, Don Alvaro ne La Forza del Destino a Milano e Mantova, il Duca di Mantova in Rigoletto a Modena, Pinkerton in Madama Butterfly a Forlì, Don Josè in Carmen nel prestigioso "Festival Filippeschi" in Toscana. 
Ha spesso eseguito selezioni di questi titoli con la direzione artistica di Daniele Rubboli in varie città italiane e a Nizza. Si è esibito in concerti lirici anche al fianco del baritono Leo Nucci a Pavia ed è stato diretto tra gli altri dai Maestri Seghedoni, Albertini, Tazzieri.
Cosa dicono la stampa e le recensioni sul Web: 

Milano - Teatro Rosetum - Venerdì 13 novembre 2009 ore 20.30 - Giuseppe Verdi LA FORZA DEL DESTINO 
“Il tenore Emanuele Servidio, per la prima volta impegnato in un ruolo operistico così complesso, si è preoccupato soprattutto della tenuta e resa vocale facendo ricordare, con la bellezza della sua voce e la sicurezza raggiunta nello squillo degli acuti, i suoi migliori predecessori.” 

Domenica 28 febbraio 2010 - TRIONFALE DEBUTTO - Giacomo Puccini Tosca “Al suo fianco festeggiatissimo il tenore pavese Emanuele Servidio dallo squillo infallibile e dalla esuberante vocalità.” 

Al Teatro della Rocca di Novellara - RIGOLETTO SBANCA IL BOTTEGHINO 
“Il tenore Emanuele Servidio, che debuttava il ruolo del Duca di Mantova, ha sfoggiato una maturità artistica che gli fa onore, dando al suo personaggio la giusta baldanza e arroganza, ed uno squillo luminoso che ha affascinato il pubblico. Anche questo giovanissimo artista di Pavia è sulla strada giusta per emergere dalla Padania e conquistare un ruolo nei grandi teatri europei, senza passare attraverso stupidi e manipolati programmi televisivi.” Emanuele Servidio protagonista nel Concorso Lirico Internazionale "Leoncavallo" Il livello tecnico dei partecipanti, come sottolineato più volte dallo stesso presidente Ivo Vinco, era molto alto, ma, sia per la non comune voce che per l'entusiasmo di pubblico e giuria,la vera sorpresa è stata l'esibizione del giovane Emanuele Servidio, tenore dalle straordinarie doti vocali. Ed il suo talento ha pagato: Servidio ha ricevuto ben due premi, vincendo ex aequo il Premio speciale Leoncavallo, per la migliore esecuzione di un brano a scelta dal repertorio dell’artista celebrato, ed aggiudicandosi il Premio speciale “Francesco Siciliani” per le giovani promesse della lirica.........Una nuova stella dunque è nata nel firmamento della lirica italiana: di Emanuele Servidio – di questo siamo certi – ne sentiremo ancora parlare.” “La provincia Cosentina” agosto 2007

sabato 17 dicembre 2011

Accademia del suono auguri e appuntamenti per il prossimo anno


Accademia del suono chiusura Natalizia
Dal 23 Dicembre all'8 Gennaio 2012
Le vacanze di Natale prevedono l'interruzione dell'attività didattica dal 23 Dicembre all'8 Gennaio; le lezioni riprenderanno regolarmente Lunedì 9 gennaio.
L'Accademia augura buone feste a tutti!
Per info contattare la segreteria oppure consultare i calendari on line 

27 Febbraio 2012_02_27 - Jerry Bergonzi feat. The JazzMasters
Master Class di Musica d'insieme
Prevista per il 27 Febbraio la Master Class con Jerry Bergonzi, accompagnato dai Jazz Masters al completo.
Jerry Bergonzi ha inciso per etichette leader nel settore del jazz e le sue recenti composizioni sono disponibili in libri e nella collana Play-Along pubblicata da Jamey Aebersold. Oltre a ciò, cinque dei suoi brani sono disponibili in "All-Jazz Real Books" di Chuck Sher. E' docente al New England Conservatory e tiene seminari in tutto il mondo.
"This guy is the real tower of power.....His bold penetrating tone and furiously paced streams of notes make for a commanding voice indeed. His passionate improvisations are marked by a consistency of strength in every register and a penchant for harmonic development."
Bill Milkowski, "Downbeat Review"

La Master Class si terrà presso lo Studio A dell'Accademia ed è aperta a tutti gli strumentisti. Gli iscritti potranno partecipare a momenti di musica d'insieme.

Per info e costi contattare la segreteria - 02/2593869.

10 Marzo 2012_03_10 - Bobby Watson Quartet

Master Class con Bobby Watson - alto sax, Xavier Davis - piano, Curtis Lundy - bass,
Victor Lewis - drums

Prevista per il 10 Marzo la Master Class con il quartetto di Bobby Watson, uno dei più illustri musicisti della sua generazione. Compositore e sassofonista contralto, Bobby Watson ha alle spalle una notevole quantità di successi fin dai primi anni '80, che hanno testimoniato la sua innegabile individualità di artista. Combinando ragguardevole destrezza ed energia con una qualità interiore che viene direttamente dall'anima, la produzione musicale di Watson ricopre una vasta gamma di espressioni e di ambientazioni; dall'assolo di sax al gruppo completo, senza dimenticare i coraggiosi progetti col suo gruppo Horizon (un quintetto diretto insieme al percussionista Victor Lewis negli anni '90) e con i 29th Street Saxophone Quartet. Nel 2001 gli è stata conferita una cattedra presso l'Università del Missouri, al Conservatory of Music di Kansas City.

La Master Class si terrà presso lo Studio A dell'Accademia ed è aperta a tutti gli strumentisti. Gli iscritti potranno partecipare a momenti di musica d'insieme.

Per info e costi contattare la segreteria - 02/2593869.

Note Legali
In arrivo i seminari dedicati ai musicisti e professionisti del settore

Tornano, come ogni anno, gli appuntamenti con Note Legali, associazione bolognese che opera in tutta Italia. Nata del 2006, in soli cinque anni è diventata un punto di riferimento per oltre 1600 musicisti ed operatori del settore musicale e giuridico."La storia di Note Legali è la storia di un'idea di successo portata avanti con grande dedizione,determinazione e amore per la musica. E' una storia intrisa di valori: legalità, giustizia sociale, tutela dei diritti." (Andrea Marco Ricci, fondatore e presidente).
Primo appuntamento: 6 Febbraio 2012_02_06.
Ricordiamo che gli incontri sono aperti, previa iscrizione all'associazione, anche agli esterni.

Per info e costi contattare la segreteria - 02/2593869.

venerdì 16 dicembre 2011

TrioLogìa, trio violino, violoncello e pianoforte

Il trio  TRIOLOGÌA è composto da:
Fabio Paggioro, violino
Luca De Muro, violoncello
Massimiliano Ferrati, pianoforte

Fabio Paggioro, violino
http://concertodautunno-cur.blogspot.com/2011/12/fabio-paggioro-violino.html

Luca De Muro, violoncello
http://concertodautunno-cur.blogspot.com/2011/12/luca-de-muro-violoncello.html

Massimiliano Ferrati, pianoforte
http://concertodautunno-cur.blogspot.com/2011/12/massimiliano-ferrati-pianoforte.html
Il TrioLogìa nasce, come formazione stabile, nel 2005, da un’idea di tre musicisti, Fabio Paggioro, Luca De Muro e Massimiliano Ferrati, già avviati ad una intensa attività artistica internazionale personale e fortemente incoraggiati, proprio per questa iniziativa, da Mario Brunello con il quale hanno tutti e tre collaborato in più occasioni. Fin dai primi concerti (Ravenna, Brescia e Roma) il nuovo gruppo si fa notare dal pubblico e dalla critica per la forza comunicativa ed il forte impatto emotivo che rapisce l’ascoltatore. Una sorta di energia condivisa che va oltre le altissime abilità tecnico-strumentali dei singoli componenti e trova un mezzo espressivo sempre convincente, fondendosi come per magia nell’impasto sonoro dei tre strumenti. Il TrioLogìa ha già avuto pareri positivi ed unanimi dai più importanti esponenti in campo internazionale tra cui Mario Brunello, Dario de Rosa, Sergio Perticaroli, Konstantin Bogino e Christoph Poppen. Il loro repertorio spazia vastissimo in tutte le epoche ed in tutti gli stili con una sensibile attenzione per la musica contemporanea. La formazione è inoltre sempre aperta a qualsiasi tipo di collaborazione con altri artisti consentendo quindi di aggiungere al repertorio per trio quello per formazioni allargate al quartetto e quintetto con pianoforte, per esempio, o addirittura di fondere più discipline artistiche che si possano sposare con la musica (poesia, danza, pittura, ecc.). Nel 2007 hanno realizzato il loro primo CD con musiche di Mozart, Schumann e Shostakovich.
Opinioni artistiche
Sono informato che è nato un nuovo Trio per pianoforte, violino e violoncello composto da MASSIMILIANO FERRATI (che conosco bene ed ho ammirato in numerose occasioni di Concorsi Internazionali dove spesso è stato protagonista), da FABIO PAGGIORO e da LUCA DE MURO.
Ritengo che formare un complesso di musica dinsieme sia difficile come formare una famiglia, e forse di più, ma conoscendo il valore degli elementi chiamati a dar vita al nuovo Trio penso che, superati i tempi necessari per la crescita e la coesistenza, con Ferrati, Paggioro e De Muro avremo un complesso che arricchirà il patrimonio strumentale cameristico italiano.
Duino, 14 gennaio 2006  M° Dario De Rosa

Il trio TrioLogìa è di nuova formazione e considerando la validità artistica e strumentale dei partecipanti (Massimiliano Ferrati, Fabio Paggioro e Luca De Muro) sono sicuro che questo incontro artistico si realizzerà in un nuovo ed importante complesso cameristico italiano.
Conoscendo la serietà ed il valore dei singoli componenti (Massimiliano Ferrati è uno dei miei migliori allievi con un prestigioso curriculum), certamente nascerà qualcosa di nuovo e di eccezionale.
Roma, 17 gennaio 2006 Sergio Perticaroli
Fonte: info ufficio stampa
Aggiornamento :
16/12/2011 http://www.concertodautunno.it/cur/triologia.html

Massimiliano Ferrati, pianoforte

Considerato uno dei più significativi ed interessanti musicisti italiani della sua generazione. Nato ad Adria (RO) nel 1970 ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 5 anni ed ha poi proseguito gli studi musicali presso il Conservatorio "A. Buzzolla", dove si è diplomato con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito sotto la guida di Mila Zamparo. Nel percorso della sua formazione artistica si è affidato successivamente ai Maestri Konstantin Bogino, Paul Badura-Skoda (presso l’Accademia Chigiana di Siena) e Sergio Perticaroli (presso il Mozarteum di Salisburgo e l’Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma dove ha conseguito il diploma del corso di perfezionamento di pianoforte con il massimo dei voti e la lode). 
Si è imposto in prestigiosi concorsi pianistici internazionali, come: il “Rubinstein” di Tel Aviv, il “Busoni” di Bolzano, il “Casagrande” di Terni, l’"Esther Honens" di Calgary, il "Guardian International Piano Competition" di Dublino, il “Rina Sala Gallo” di Monza. Si è esibito in prestigiose sale da concerto, fra le quali: Milano alla Sala "G. Verdi" del Conservatorio, Torino all’Auditorium della RAI e nell’Aula Magna “G. Agnelli” del Politecnico, Venezia al Gran Teatro "La Fenice", Mestre al Teatro Toniolo, Trieste al Teatro Comunale “G. Verdi”, Treviso al Teatro Comunale e al Teatro delle Voci, Verona al Teatro Nuovo, Varsavia alla Philharmonia di Stato, Amburgo alla Musik-Halle, Napoli al Teatro delle Palme, Salisburgo alla Wiener-Saal, Calgary alla Jack Singer Concert Hall, Dublino alla National Concert Hall, Londra alla Purcell Room, Padova all’Auditorium Pollini e alla Sala dei Giganti del Liviano, Roma all’Auditorio di via della Conciliazione dell’Accademia “S. Cecilia” ed al Teatro Nazionale, New York al Mannes College of Music, Parigi alla Salle Cortot, Tel Aviv al Mann Auditorium, suonando per importanti Associazioni Musicali quali: Amici della Musica di Mestre, Amici della Musica di Padova, Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, Associazione Veneta Amici della Musica, Ente Autonomo Gran Teatro La Fenice, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, Fondazione Teatro Lirico "G. Verdi" di Trieste, Serate Musicali di Milano, Società dei Concerti di Milano, Teatri S.p.A. - Fondazione Cassamarca di Treviso, Unione Musicale di Torino, ecc. Solista con prestigiose orchestre, Calgary Philharmonic Orchestra, Ensamble Gli Archi della Scala, Israel Philharmonic Orchestra, Moscow Symphony Orchestra, National Symphony Orchestra of Ireland, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra “Haydn” di Bolzano e Trento, Orchestra di Roma e del Lazio, Roma Sinfonietta, Camerata Strumentale Italiana, Orchestra da Camera Slesiana, ecc, ha collaborto con direttori d’orchestra, tra cui, Mario Brunello, Mendi Rodan, Anton Nanut, Robert Houlihan, Christoph Eberle, Alexei Kornienko, Alessandro Buccarella, Nino Lepore, Fabrizio Ficiur, Jan Wincenty Hawel, ecc. ed ha suonato in formazioni da camera con il St. Lawrence String Quartet, l’Aviv String Quartet, il Trio Rachmaninoff, i Solisti dell’Orchestra d’Archi Italiana ed il violinista David Garrett. 
Ha tenuto, in occasione dell’Assemblea Generale della Federazione Internazionale dei Concorsi di Musica con sede a Ginevra, tenuta a Terni nel maggio 2007, un recital con musiche di Alessandro Casagrande e realizzato un CD registrato presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma. Ha registrato per la TVP (Telewizja Polska S. A.), per la CBC Radio & Television Canada, per la RTÉ (Radio Telefís Éireann), per la Bayerischer Rundfunk München, per la Israel Radio Voice of Music, per la BBC Radio, per la RAI Radio Televisione Italiana, Radio Ljubljana, ecc. Tiene regolarmente Master Class in Italia ed è docente presso l’Accademia Triennale di Interpretazione Pianistica Mikrokosmos di Ravenna. "There is no doubt that Ferrati is a superior pianist who has the spark of an artist."Hanoch Ron. "Yediot Acharonot" (Israel), 04.04.2001

Luca De Muro, violoncello

Nato a Cagliari nel 1977, Luca De Muro inizia lo studio del violoncello a undici anni. A quattordici è invitato da Mischa Maisky a frequentare il corso di alto perfezionamento, da lui tenuto, all’Accademia Chigiana di Siena, dove vince la sua prima Borsa di studio, ritornandovi nelle successive due stagioni. A 17 anni per la Società Umanitaria di Milano, si aggiudica il Primo Premio nazionale con concerto finale e pubblicazione di CD. Si diploma con il Maestro Rocco Filippini al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Ha partecipato a masterclass con Lonquich, Flaskmann ed altri: ha frequentato corsi di perfezionamento all’Accademia Stauffar di Cremona e all’Accademia Romanini di Brescia col Maestro Mario Brunello con cui analizza e perfeziona filologicamente stili e repertori barocco, classico, romantico. Premio speciale Antares all’Elba Festival International 2004, creato appositamente per lui da Yuri Bashmet. Esegue, in anteprima mondiale, il Konzertstuk per violoncello solo di Riccardo Malipiero. Ha preso parte, con il citato brano, alla realizzazione di un CD “Omaggio a Riccardo Malipiero”, in collaborazione con Milano Musica e la Casa Editrice Suvini-Zerboni. E’ cofondatore di TrioLogìa col pianista Massimiliano Ferrati e il violinista Fabio Paggioro, trio di recente costituzione che ha già ricevuto il plauso della critica. Suona da solista e in varie formazioni cameristiche. Ha collaborato con orchestre, artisti e direttori di chiara fama internazionale. Ha registrato per la Radio Svizzera tedesca e per la Rai Radio Tre.

Fabio Paggioro, violino

Nato ad Adria nel 1972, Fabio Paggioro inizia lo studio del violino presso il Conservatorio Statale di Musica “A.Buzzolla” della sua città, dove si diploma nel 1994 con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del prof. Andrea Vio. Dal 1990 al 1996 segue i corsi di perfezionamento presso l’Accademia di Portogruaro e la scuola di musica di Fiesole con i maestri Z. Gilels, P. Vernikov e I. Grubert, dove è premiato più volte con borse di studio. Dal 1997 al 2001 continua a specializzarsi in Germania presso l’Hochschule “Hans Eisler” di Berlino sotto la guida dei Maestri Christoph Poppen e Ulf Vallin. Si è imposto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui: 1° premio “città di Genova” per strumenti ad arco, 2° premio “città di Acqui Terme” per musica da camera, 2° premio “ Rovere d’Oro di Imperia” per violinisti, 1° premio “città di Stresa” per musica da camera, 1°premio “città di Viterbo” per violinisti, 1° premio al concorso “città di Vittorio Veneto” per violinisti studenti, 1° premio SIAE di Roma per assegnazione di borsa di studio. Tra il 1994 e il 1996 svolge un’intensa attività cameristica che lo vede collaborare con numerosi artisti del calibro di P. Vernikov, W. Mendelshonn, A. Specchi, G. Sollima, P. Toso, M. Brunello, D. Bogdanovich , S. Cappelllini, D. Rossi e A. Rudin. Tra il 1995 e il 2002 collabora saltuariamente come spalla dei primi violini e spalla dei secondi nell’orchestra da camera di Padova e del Veneto. Dal 1999 al 2003 è stabile come spalla dei primi violini nell’orchestra Filarmonia Veneta “G.F.Malipiero” di Treviso. Nel 2003 svolge una collaborazione come spalla dei primi violini con l’orchestra del teatro Verdi di Trieste e nel 2005 come spalla dei primi violini con l’Orchestra dell’Accademia Santa Cecilia di Roma. Dal 1998 è spalla dei primi violini e solista nell’Orchestra d’Archi Italiana dove collabora con insigni personalità quali il M° Mario Brunello, direttore artistico e principale dell’orchestra, A. Lonquich, M. Rizzi, G. Carmignola, M. Stockausen, P. Mayer, A. Lucchesini e D. Rossi. Con l’orchestra d’archi Italiana ha inciso inoltre numerosi CD per l’etichetta giapponese JVC tra cui Nostalghia di Toru Takemitsu per violino e archi come solista, e ha collaborato a fianco del M° K. Harada con la Tokio sinfonietta. Di recente ha inciso in quartetto d’archi con il M° Marco Rizzi, il M° Danilo Rossi e il M° Mario Brunello musiche di Beethoven per il film “Lezione 121” di Alessandro Baricco, produzione Fandango. Il 25 Aprile 2007 è stato invitato dall’Orchestra “gli Archi della Scala” come solista per il doppio concerto di Mendelshonn insieme al pianista Massimiliano Ferrati.

mercoledì 14 dicembre 2011

2012_0201 Scade il termine per iscriversi al Concorso Città di Treviso

4° Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale
Giovani Musicisti Città di Treviso
organizzato dall'Associazione Musicale "Studio Musica"
con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Treviso e del Comune di Treviso

La domanda, corredata di attestazione di pagamento della quota di iscrizione (come da Art. 7), va inviata con Raccomandata o consegnata alla Segreteria del Concorso entro e non oltre l'1 marzo 2012.  

Regolamento 
Il 4° Concorso Internazionale "Giovani Musicisti - Città di Treviso" è organizzato dall'Associazione Musicale "Studio Musica" 
di Treviso col Patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Treviso e della Città di Treviso, allo scopo di valorizzare i giovani 
musicisti e di evidenziare il loro talento, arte e ispirazione, stimolando scambi culturali internazionali e promovendo culturalmente e 
turisticamente il territorio. 
Art.1- Bando di Concorso 
Il concorso è aperto a giovani musicisti, singoli o gruppi, di ambo i sessi di nazionalità italiana e straniera.
Art.2 – Sezioni, Categorie e Prove 
Sezione I: Solisti (Pianoforte - Archi - Fiati - Chitarra - Percussioni - Arpa) 
Sezione II: Musica da Camera (dal duo al decimino) 
Sezione III: Musica Orchestrale (dal decimino in poi) 
Sezione IV: Cantanti lirici (Solisti) solo Categorie D, E, F e G 
Categoria A: fino a 8 anni - Programma a scelta della durata massima di 8 minuti
Categoria B: fino a 11 anni  - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria C: fino a 14 anni - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria D: fino a 17 anni  - Programma a scelta della durata massima di 15 minuti 
Categoria E: fino a 20 anni  - Programma a scelta della durata massima di 15 minuti 
Categoria F: fino a 24 anni - Eliminatoria e Finale 
Categoria G: fino a 30 anni - Eliminatoria e Finale 
Solo per le Categorie F e G
Eliminatoria 
Programma a libera scelta della durata massima di 10 minuti. 
Sono ammessi alla prova Finale solo coloro che avranno ottenuto un punteggio non inferiore a 85 punti.
Finale 
Programma a libera scelta della durata massima di 15 minuti. 
Non si possono ripetere brani già eseguiti nella prova precedente. 
Per la Sezione IV, il programma deve prevedere almeno un'Aria d'Opera con recitativo obbligato. 
Sezione V: Musica Contemporanea (Solista o qualsiasi formazione) 
Categoria A: fino a 17 anni
Categoria B: fino a 24 anni
La sezione è riservata a solisti o formazioni di qualsiasi organico che presentano opere, anche inedite, composte dal 1950 ad oggi 
della durata massima di 15 minuti.
Sezione VI: Musica Jazz (Solista o qualsiasi formazione) 
Categoria A:  fino a 17 anni  - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria B:  fino a 20 anni  - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria C:  fino a 24 anni  - Programma a scelta della durata massima di 15 minuti 
Categoria D:  fino a 30 anni  -  Programma a scelta della durata massima di 15 minuti 
Sezione VII: Musica Moderna (Canto solista) 
Sezione VIII: Musica Moderna (Ensemble con o senza voce) 
Categoria A: fino a 14 anni  - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria B: fino a 17 anni  - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti 
Categoria C: fino a 20 anni  - Programma a scelta della durata massima di 12 minuti 
Categoria D: fino a 24 anni - Programma a scelta della durata massima di 12 minuti 
Sezione IX: Coro di Voci Bianche - Programma a scelta della durata massima di 10 minuti

Associazione Musicale "Studio Musica"
Via Terraglio, 81 - 31100 Treviso (Italy)
Tel. (+39) 0422.274980 - Cell. (+39) 338.2207558 - Fax (+39) 0422.574997 

lunedì 5 dicembre 2011

MAGIC FLUTE, ensemle

Daniela Bertozzi , Mezzo soprano
Simona Agostini, flauto
Giovanna Salvatori, flauto e ottavino
Gabriele Betti, flauto e flauto in sol
Vanni Montanari, flauto basso
Maria Pia Antoniacci pianoforte

L’ensemble “MAGIC FLUTE” nasce da una lunga esperienza di alcuni musicisti concertisti , cameristi e solisti nonché docenti di Conservatorio. La formazione dell’organico varia dal quartetto alla piccola orchestra, la peculiarità del gruppo è di utilizzare la famiglia dei flauti (ottavino, flauto in do, in sol e basso) creando così una grande varietà timbrica e dinamica da formare una vera orchestra cameristica .L’organico consente di spaziare da un repertorio classico-sinfonico adeguatamente trascritto o solistico con accompagnamento orchestrale, fino a composizioni moderne e jazzistiche appositamente scritte.L’ensemble ha svolto attività concertistica riscuotendo consensi di pubblico e di critica per capacità interpretative e comunicative.

Enzo Consogno, maestro del coro

Si è perfezionato con i maestri Harald Vogel e Ton Koopmann, ed è stato scelto da quest’ultimo a partecipare a un concerto tenutosi sul grande organo meccanico della chiesa di San Marco a Rovereto (TN).
È stato invitato a Pavia per tenere un concerto nell’ambito dei festeggiamenti per i 400 anni della cattedrale di questa città. Nel 1996 ha partecipato a una importante master class tenuta dal compositore ungherese György Ligeti. Ha seguito corsi di analisi e composizione tenuti dal M° Carlo Mosso a Varallo Sesia (NO) e dal M° Riccardo Piacentini a Vasto (CH).
Dal 1989 sostituisce il M° Giannino Zecca alla direzione del’Associazione Musicale Coro Giuseppe Verdi di Pavia con la quale svolge intensa attività concertistica. Con questo coro ha allestito le opere Traviata e Rigoletto di Giuseppe Verdi, Madama Butterfly di Giacomo Puccini e la Messa di Gloria in fa maggiore di Pietro Mascagni con l’orchestra “Città di Pavia”.
Nell’Ottobre del 1999 é stato chiamato a dirigere, in prima mondiale, la parte corale della Cantata O Roma Nobilis del compositore piacentino Giuseppe Zanaboni nella Cattedrale di Piacenza, con l’Orchestra Filarmonica Italiana diretta dal M° Walter Proost.
Per l’Agimus di Tortona ha allestito le opere Traviata di Giuseppe Verdi e Bohème di Giacomo Puccini. All’attività artistica affianca anche quella didattica.

CORO GIUSEPPE VERDI di PAVIA

Nato inizialmente solo come corale maschile è stata fondata a Pavia nell’ottobre 1924. Primo direttore fu il Maestro Achille Pietra che seppe plasmare il nucleo iniziale dei cantori in un coro omogeneo ed artisticamente ben impostato.
Nell’anno 1943, alla sua morte, venne chiamato a succedergli il Maestro Primo Casale che manterrà tale incarico per 5 anni fino a che, impegni successivi, lo porteranno all’estero.
In sua vece venne scelto un giovane musicista pavese, Giannino Zecca, il quale sosterrà l’impegno della direzione corale per ben quarant’anni, dandole l’impronta definitiva sia per l’interpretazione lirica che per quella sacra.
Nel 1989 eredita la direzione artistica il Maestro Enzo Consogno di Tortona, e sotto la sua guida, la vocalità del coro acquisisce una sempre maggiore duttilità, incisività e forza interpretativa.
Associazione Musicale Coro Giuseppe Verdi Pavia
Via Riviera, 39 | 27100 Pavia
Tel. 0382.575355 | 338.6554656
email: ilcoro@coraleverdi.com

http://concertodautunno-cur.blogspot.com/2011/12/enzo-consogno-maestro-del-coro.html

2012_01_06 Maestri internazionali, una esperienza unica, non il solito stage

LIVORNO 6-7-8 gennaio 2012_01_06
A Livorno si comincerà l'anno nuovo con il "piede giusto".
Saluteremo il 2012 con uno stage internazionale di danza classica e contermporanea
Stage Internazionale di Capodanno 

TECNICA CLASSICA CON: NICOLA BIASUTTI
Docente della John Cranko Schule Stuttgart (Accademia di Stoccarda)

TECNICA CONTEMPORANEA CON: STEPHAN BRINKMANN
docente della Folkwang Hochschule di Essen e danzatore della Compagnia Pina Bausch

info: A.E.D. Tel.0586-410825 
Fax 04586-343111 e-mail: aed@dancenews.it
Ulteriori dettagli sul sito www.dancenews.it

Narek Hakhnazaryan, violoncello

Vincitore della Medaglia d’Oro al Premio Čajkovskij 2011 nella sezione violoncello, Narek Hakhnazaryan è nato nel 1988 a Yerevan, Armenia. Ha ricevuto diverse borse di studio dalla Mstislav Rostropovich Foundation e si è esibito in Russia, Germania, Austria, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Turchia e Canada.
In seguito alla vittoria del primo premio alle “Young Concert Artists International Auditions” del 2008, Narek Hakhnazaryan ha esordito alla Zankel Hall della Carnegie Hall di New York ed al Terrace Theater del Kennedy Center di Washington D.C.
Dopo di allora, è apparso allo Young Concert Artists Festival di Tokyo ed è stato protagonista di una lunga tournée negli Stati Uniti, con tappe come solista alla Symphony Hall di Boston con i Boston Pops.
Si è inoltre esibito all’Isabella Gardner Museum di Boston, alla Chamber Music Society di Buffalo e alle “Rising Stars Series” del Ravinia Festival.
Narek Hakhnazaryan suona un violoncello David Tecchler del 1698, su gentile concessione di Valentine Saarmaa, nipote del celebre liutaio Jacques Francais.

domenica 4 dicembre 2011

Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice Milano

Il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice nasce a Milano nel 1988 per iniziativa del maestro Fabio Macchioni che tuttora lo dirige.
Si propone di avvicinare i bambini alla musica e al canto in maniera divertente e gioiosa, insegnando e sviluppando nei piccoli le capacità idonee al “cantare insieme”.
È attualmente formato da circa 50 cantori, di età compresa fra i 3 e 14 anni, ed il suo repertorio deriva quasi interamente da quello del Piccolo Coro "Mariele Ventre" dell'Antoniano di Bologna, a cui direttamente si ispira.
Il Direttore del Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice era legato da profonda amicizia e stima a Mariele Ventre: da lei ha imparato ad insegnare canto ai bambini, grazie ai frequenti incontri durante le prove all’Antoniano di Bologna. Tutt’ora vengono mantenuti i rapporti di amicizia con l’attuale direttrice, Sabrina Simoni, anche grazie agli annuali corsi di aggiornamento che l’Antoniano propone.
Il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice ha al suo attivo 5 CD di canzoni e parecchie centinaia di concerti a Milano e in varie parti d’Italia ed ha inoltre partecipato ad alcuni programmi televisivi trasmessi su RAI 1. I componenti del Piccolo Coro, provenienti da diverse parti di Milano e dell’hinterland, si riuniscono con cadenza settimanale per seguire il corso di canto e per le prove. L’avvicinamento dei bambini più piccoli avviene attraverso il corso propedeutico a loro dedicato.
Il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice è stato uno dei cori “fondatori” della “Galassia di Chicco e Doretta”, la prima associazione italiana d’aggregazione per decine di piccoli cori che hanno come punto di riferimento importante le attività e i valori dell'Antoniano di Bologna, lo Zecchino d'Oro e gli insegnamenti di Mariele Ventre. Tra le iniziative della Galassia, la promozione di incontri, scambi, raduni e concerti comuni tra i cori di bambini di tutt’Italia.
Quest’anno il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice festeggia i suoi 20 anni di vita.
Per questa ricorrenza ha inciso un doppio CD dal titolo “e20 di Musica” che raccoglie 29 bellissime canzoni, alcune delle quali scritte apposta per il coro.
Da dicembre 2008 a dicembre 2009 il Piccolo Coro Santa Maria Ausiliatrice è impegnato nell’omonimo tour “e20 di Musica” che prevede una serie di concerti e performance a Milano e nell’hinterland.

Saint Spirit Gospel Choir


Il Saint Spirit Gospel Choir si è formato e si è sviluppato a Pavia dove ha avuto sede dal 2002.
Il repertorio va dal gospel tradizionale al contemporaneo, con aperture fino al blues.
I brani sono quasi tutti arrangiati dalla direttrice Monica Aguzzi.  
Il Saint Spirit Gospel Choir dall'autunno del 2007 ha sede presso la chiesa giubilare di San Luca, in corso Garibaldi. 
San Luca venne costruita alla fine del Cinquecento secondo le regole del concilio di Trento: è un oratorio ad un'unica navata, separato dalle case circostanti da due stretti vicoli. La facciata è intronacata e preceduta ad un piccolo sagrato. San Luca ha una pianta rettangolare con un'ampia abside, che individuavano nell'ambiente a una sola navata lo spazio migliore per garantire la massima visibilità all'altare e favorire il senso di unità tra i fedeli durante il culto. La navata è, perciò, ampia e luminosa ed è coperta da una volta a botte. La chiesa è impreziosita da una fitta decorazione scandita dalle paraste binate, che sorreggono una trabeazione con metope e triglifi in stucco bianco su fondo rosato. 
La chiesa versava in pessime condizioni ed è stata chiusa al culto fino al 2000, quando è stata interamente restaurata e restituita alla città. Oggi - oltre a essere sede del Saint Spirit Gospel Choir, San Luca ospita gruppi di preghiera, mostre artistiche, incontri culturali e concerti. 
Per conoscere meglio la chiesa di San Luca e le attività ad essa collegate visita il sito www.sanlucapavia.it 

Coristi: 
Ambra Abate, Daniela Barale, Anna Cinquini, Laura Taraborrelli, Rossana Marastoni, Monica Zamboni, Katia Fontana, Annalisa Tarenzi, Francesca Bisson, Carla Malinverni, Laura Pozzi, Betti Verri, Mario Bobba, Simone Giampaolo, Mauro Pischedda, Giuseppe Fontana, Maurizio Maroni, Giuseppe Scotti, Paolo Bobba, Lucia Rogledi, Marica Barbieri, Mariella Dapiaggi, Sergio Magnanelli. 
www.saintspiritgospelchoir.it

venerdì 2 dicembre 2011

Daniele Agiman, direttore d’orchestra

Milanese, ha completato i suoi studi musicali diplomandosi in Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro, Pianoforte, Direzione d’Orchestra e Direzione d’Orchestra per Avviamento al Teatro Lirico.
Ha frequentato il corso triennale di Alto Perfezionamento in Direzione d’Orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese sotto la guida del M° Donato Renzetti, diplomandosi con il massimo dei voti. Ha frequentato vari corsi di perfezionamento, tra i quali quello svoltosi a Mainz nel dicembre 1990, tenuto dal M° Sergiu Celibidache.
Vincitore di premi e borse di studio (Bari 1988, Roma 1989, ecc.), ha inoltre preso parte alla prova finale del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra tenutosi a Besançon nel settembre 1991. Al primo Concorso “M. Gusella” (Pescara, dicembre 1991) è risultato 1° classificato assoluto.
Ha collaborato con varie orchestre italiane - Orchestra Regionale Toscana, Pomeriggi Musicali, Orchestra Sinfonica di Bari, Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra Filarmonica di Torino e Udine, Orchestra Sinfonica di Lecce, Istituzione Abruzzese, ecc. - in programmi di musica sinfonica e operistica.
Ha inoltre diretto varie orchestre europee: Orchestra Nazionale Polacca, Orchestra Sinfonica M. A. V. di Budapest, Orchestra della Radio-Televisione di Mosca. Nel dicembre 1992 ha debuttato al Konzerthaus di Vienna e al Brucknerhaus di Linz, invitato dalla Wiener Kammerorchester.
Dal 1995 svolge intensa attività quale Direttore d’Opera: invitato nel 1995 ad inaugurare la Stagione d’Opera del Teatro Comunale di Belluno con Lucia di Lammermoor, ha quindi diretto nello stesso anno La Bohème per la stagione estiva della Regione Lazio.
Dal 1995 è Direttore Musicale della stagione lirica autunnale del Palazzo dei Congressi di Lugano, ove ha diretto Il barbiere di Siviglia, La Traviata, Rigoletto, La Bohème.
Nell’estate 1998 ha diretto Tosca e Madama Butterfly nell’ambito della stagione lirica estiva di Como (Festival Lario Lirica). Sue esecuzioni di musica operistica e di autori contemporanei sono state trasmesse dalla RAI e dall’ORF (Radio-Televisione Austriaca).

TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI DANZA MILANO NDACO

TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI DANZA
MILANO NDACO
Scadenza iscrizioni  20 Dicembre 2011
Informazioni e Regolamento sul sito:
Gailene Stock  Direttore The Royal Ballet School Londra   
Azari Plisetsky  Rudra Bejart  Losanna   
Marina Leonova  Rettore Bolshoi Ballet Academy Mosca   
Alicia Graf Alvin Ailey New York  
Iurii Gorscov Direttore Accademia Nazionale Coreografica Chisinau
Irina Syrova Bolshoi Ballet Academy Mosca  
Maguette Camara Alvin Ailey New York 
Ludmilla Cerececea Accademia Nazionale Coreografica Chisinau

Ultima settimana per prenotare la tua lezione di prova gratuita!!!

Se vuoi quindi conoscere meglio te stesso e finalmente dare respiro alla tua passione, se provare a recitare è sempre stato il tuo sogno nel cassetto, se vuoi imparare a parlare correttamente ed essere più convincente nella tua professione oltre che sulla scena, se vuoi un corso per rilassarti e per conoscere nuovi amici, per divertirti senza perdere di vista la possibilità di una crescita personale, beh, è finalmente arriva la tua occasione!!!
ancora per una settimana Teatri Possibili offrirà la possibilità di provare gratuitamente una lezione di teatro.
Guarda subito il nostro nuovo piano didattico ONLINE!
Guarda un video promo della scuola:
http://www.youtube.com/user/TeatriPossibili#p/u/10/w9Z5RG1ImTY
Potrai scegliere così tra i nuovi corsi di recitazione, dizione e voce,teatrodanza, clowneria,  nella famosa sede di Teatri Possibili Milano.
I nostri migliori insegnanti, vi accompagnano per mano per una stagione intera, in un percorso di formazione e di crescita pieno di meravigliose scoperte.
Accanto al percorso di recitazione che vi accompagnerà passo dopo passo nell'apprendimento delle tecniche attoriali e accanto ai corsi tecnici (dizioneteatrodanza,canto, organizzazione teatrale) che vi permetteranno di approfondire il percorso formativo, potrete seguire un poetico e accattivante corso di clowneria  per per addentrarsi in quest'Arte antica e riscoprire il sapore del sogno, del gioco e della fantasia, guidati dall'esperta mano del Maestro William Medini.
E per concludere non perdetevi i nostri seminari e laboratori che soddisferanno tutti i vostri desideri e le vostre curiosità.

Per avere tutte le informazioni CLICCA QUI! 
Chiamaci allo 02.8323182, scrivici a milano@teatripossibili.org o passa a trovarci nella sede di Via Savona 10, Milano e fissa una colloquio con la nostra direttrice didattica per intraprendere un corretto percorso formativo vicino alle tue esigenze e ai tuoi desideri! 

I posti rimasti sono limitati per cui contattaci subito!!!

E inoltre ....
-  Tessera Associativa per tutti! 
La tessera che ti permette di usufruire di sconti e riduzioni nei teatri e nei pub e ristoranti milanesi convenzionati con noi.

-  Maglietta TP in regalo per tutti i nuovi iscritti!

Tp Milano
Teatri Possibili via Savona, 10 20144 MILANO
tel. 02.8323182
 
milano@teatripossibili.org

Alessandro Maggi, regista

Regista, collabora da anni con i più importanti Teatri Stabili italiani. Spazia dalla prosa a ogni settore relativo a messinscene finalizzate a spettacoli pubblici, con una particolare cura alla recitazione degli attori e alla gestione dei movimenti e dello spazio scenico. Comincia la sua attività come attore con Luigi Squarzina, Egisto Marcucci e Benno Besson. Diretto da quest’ultimo recita in “Amore delle tre melarance” di C.Gozzi e ne “Il cerchio di gesso del Caucaso” di B.Brecht. Nel 2006, dopo la regia di  Casanova e l’episodio di M.M., viene chiamato da Lluis Pasqual per  La famiglia dell'antiquario, di C.Goldoni, per la Biennale di Venezia. Nel 2008 dirige  33 volte 
Michelangelo, per la Fondazione FMR Art’è. Nello stesso anno è regista di Processo alla Madonna, ovvero della inquietudine delle icone, per l’Università IUAV di Venezia. Recentemente ha diretto Andromaca, di Euripide, per il 62° Ciclo di spettacoli classici al Teatro Olimpico di Vicenza.

Paolo Valerio, attore

Diplomato alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano. Nel 2010 cura la regia de “Il Bugiardo” di Goldoni con Marcello Bartoli e Dario Cantarelli. Nel 2009 passata stagione ha diretto La Bisbetica Domata di W. Shakespeare, con Natalino Balasso e Stefania Felicioli. Nel 2008 produce e cura la regia di  Enrico IV, di Luigi Pirandello e, per il Festival Shakespeariano dell’Estate Teatrale Veronese,  Pericle, Principe di Tiro. Nel 2007 cura la regia de “L’amante Militare”.  Nel 2006 è regista di Sette Piani, riduzione teatrale del racconto di  Buzzati, con Ugo Pagliai.

Elena Giusti, attrice

Diplomata alla Scuola Civica di Arte Drammatica “Paolo Grassi”, studia con Mamadou Dioume, master Actor’s Academy di Milano”. A Teatro con:  Il Cavaliere Bizzarro, Quando gli uomini combinavano guai,  La Tigre del Gusto per la regia di Cesare Gallarini.  “Le tre sorelle” regia di Gabriele Vacis. Sospetto d’autunno   regia di Giovanni Covini.  Romeo e Giulietta,  Amleto,  La Gerusalemme liberata,  Histoire du Soldat, Il principe felice per la regia di Paolo Valerio. Al Cinema con: Una vita in gioco e Il Viaggiatore Cerimonioso  regia di Giuseppe Bertolucci, Così è la vita  e Chiedimi se sono felice di Aldo, Giovanni e Giacomo.