venerdì 5 luglio 2013

Gli Incogniti

Amandine Beyer, violino
Domitille Gilon, violino
Baldomero Barciela, viola da gamba
Francesco Romano, tiorba
Anna Fontana,cembalo/organo
Dopo le eccellenti critiche ottenute con la prima registrazione dedicata ai concerti per violino di J. S. Bach (Choc du Monde de la musique, 10 de Répertoire, “CD der Monat” dalla rivista tedesca Toccata), Gli Incogniti hanno suonato nelle più prestigiose sale da concerto e nei festival di musica antica come l’Opera di Monte Carlo, il Thèâtre de la Ville (Parigi), Via Stellae (Spagna), Tage Alter Musik Regensburg (Germania) o il Festival de Sablé (Francia). Il loro secondo CD, dedicato alle Quattro Stagioni di Vivaldi e ad altri concerti di violino precedentemente non registrati (Choc du Monde de la Musique de l’année, 10 de Répertoire), pubblicato nel 2008, è stato definito dai critici come un “rinnovamento” della discografia vivaldiana, e per molte settimane è stato ai primi posti nella classifica delle vendite di musica classica in Francia. 
Le loro ultime due registrazioni sono state dedicate a compositori meno noti come Nicola Matteis (2009) e Johann Rosenmuller (2010), dove l’ensemble esplora diversi lavori non pubblicati e sconosciuti dei due compositori. La critica specializzata ha accolto molto bene entrambe le registrazioni.

Nessun commento:

Posta un commento