giovedì 8 ottobre 2015

Sofio Janelidze, mezzosoprano

Modestina in Viaggio a Reims
Di nazionalità georgiana ha terminato gli studi al conservatorio della capitale Tbilisi. All'età di 24 anni è entrata a far parte della State Opera Theater dove ha lavorato per tre anni interpretando ruoli primari in opere di Mozart, Verdi, Tchaikovsky e Paliashvili. 
Nel 2006, si è trasferita in Italia su invito dell'ambasciata italiana in Geòrgia, e terminati gli studi al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con massimi voti, si è perfezionata con artisti di chiara fama, tra i quali Gianfranca Ostini, Jenny Anvet, Katia Ricciarelli, Jaume Aragall, oltre al Maggio Fiorentino Formazione. Premiata ai concorsi "Martini", "G.Simionato", "G.Zecca", "E.Lisca", "La città sonora", e "Assami". Nel 2009 è stata finalista ai prestigiosi concorsi di Placido Domingo Operalia e Hans Gabor Belvedere. Ha riscosso successi di pubblico e critica nel Rigoletto al Teatro alla Scala, in Suzuki al Teatro Pirandello di Agrigento. È stata Santuzza al Cagnoni di Vigevano, Maddalena al Teatro Vanemuine in Estonia e successivamente al Teatro Petruzzelli di Bari. Al Teatro Massimo di Palermo ha interpretato Resina e Isabella. Ha cantato nei teatri Verdi di Pisa, Goldoni di Livorno, Giglio di Lucca, Coccia di Novara, Greco di Siracusa e Antico di Taormina. Recentemente ha debuttato il ruolo di Amneris nell'Aida di Giuseppe Verdi allo Split Summer Festival di Spalato e la Requiem di Verdi.

Nessun commento:

Posta un commento