giovedì 27 febbraio 2014

Gabriele Nani, baritono

Nato a Bergamo nel 1979, ha studiato pianoforte prima di dedicarsi al canto compiendo la sua formazione artistica con il soprano Mara Zampieri. La sua carriera l’ha portato al Teatro Regio di Torino, Bellini di Catania, Lirico di Cagliari, Regio di Parma, Ponchielli di Cremona, Sociale di Como, Grande di Brescia, Municipale di Piacenza, Alighieri di Ravenna, Comunale di Ferrara, Verdi di Padova, Sociale di Rovigo, Giglio di Lucca, Goldoni di Livorno e al Festival Puccini di Torre del Lago.
All’estero ha cantato Il viaggio a Reims (Don Alvaro) al Théâtre de la Monnaie di Bruxelles, Don Giovanni (Don Giovanni) all’Opéra de Massy, Un giorno di regno (Il conte Belfiore) all’Opernfestival-Engadin di Saint-Moritz e Basilea, Il barbiere di Siviglia (Figaro) al Musikfestspiele di Potsdam. Lavora con direttori quali Zoltán Peskó, Carlo Boccadoro, Donato Renzetti, Paolo Arrivabeni, Alfred Eschwé, Kirill Petrenko, Juraj Valčuha e registi quali Hugo De Ana, Giancarlo del Monaco, Ivan Stefanutti, Marco Gandini, Micha van Hoecke, Luca Ronconi. I ruoli del suo repertorio che maggiormente predilige sono: Figaro (Il barbiere di Siviglia), Malatesta (Don Pasquale), Enrico (Lucia di Lammermoor), Marcello (La bohème). Ha cantato inoltre: Figaro (Le nozze di Figaro), Don Alfonso (Così fan tutte), Belcore (L’elisir d’amore), Germont (La traviata), Sharpless (Madama Butterfly). Tra il repertorio contemporaneo: Il prigioniero e Job di Dallapiccola e le prime rappresentazioni mondiali di Le piccole storie di Lorenzo Ferrero e Arcibaldo Sonivari di Mario Pagotto al Teatro Pavarotti di Modena. Recentemente ha cantato ne La finta semplice (Simone) per il Circuito Lirico Lombardo.
http://www.concertodautunno.it/150614-barbiere/150614_barbiere-1.htm

Nessun commento:

Posta un commento