mercoledì 30 gennaio 2019

Daniele Rustioni, direttore d'orchestra

Nato a Milano nel 1983.Daniele Rustioni ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano dove si è diplomato in organo, composizione organistica, pianoforte, direzione d’orchestra. Si è perfezionato con Gilberto Serembe in direzione all’Accademia Superiore Musicale Pescarese, all’Accademia Musicale Chigiana di Siena con Gianluigi Gelmetti (dove gli è stato conferito il prestigioso Diploma d'Onore) e alla Royal Academy of Music di Londra con Cohn Metters.
Ha frequentato masterclass con Sir Cohn Davis, Leif Segerstam, Gianandrea Noseda, Kurt Masur ed è stato uno dei pochi selezionati per seguire il seminario d'opera italiana tenuto da Riccardo Muti alla New Mediterranean Music Academy di Malta. 
Ha collaborato come maestro accompagnatore con l'Orchestra sinfonica G. Verdi, il Teatro alla Scala e l'Accademia del Teatro alla Scala a Milano, il Teatro dell'Opera di Roma, la Royal Academy of Music Vocal Faculty, National Opera Studio, Jette Parker Young Artist Programme e la Royal Opera House a Londra.
Con un emozionante debutto nella “Cavalleria rusticana” di Mascagni nell’allestimento di Liliana Cavani al Teatro Mikhailovskij di San Pietroburgo, Daniele Rustioni ha fatto a soli 24 anni il suo ingresso nella scena musicale internazionale. Acclamato dalla critica come una rivelazione, il giovane direttore è stato immediatamente nominato Principale Direttore Ospite del teatro.
Ha diretto numerose orchestra fra cui: UBS Verbier Festival Orchestra, Russian National Philharmonic Orchestra di Mosca, le Orchestre Filarmoniche di San Pietroburgo, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra dell'Arena di Verona, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra dell'Accademia del Teatro alla Scala, Orchestra del Festival Nazionale di Sofia a Siena, Orchestra Accademica del Festival Settimane Musicali di Stresa, Orchestra Sinfonica di San Remo, B1T20 Ensamble-Norway, Southbank Sinfonia Orchestra, Welsh National Opera Orchestra.
Nel 2007 ha debuttato con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino in un concerto dedicato a musiche di Mozart  e vi è tornato nel Luglio 2008 per il debutto operistico in Italia con La bohème di Puccini nell’ambito del Festival estivo del Castello di Racconigi.. 
Nel 2008 ha vinto il secondo premio al IX International Cadaques Conducting Competition, dove ha diretto in concerto l'Orchestra di Cadaques all'Auditorium di Barcellona. 
Dopo il suo debutto sotto invito di Yuri Temirkanov alla Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo con il Requiem di Verdi, ha collaborato costantemente con la Filarmonica pietroburghese, dirigendo anche nel prestigioso International Arts Square Festival insieme a Mariss Jansons, Valery Gergiev, Mikhail Pletnev.
È molto attivo in campo operistico: dal 2008 è direttore ospite principale del Teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo, dove ha diretto nuove produzioni di Pagliacci, Cavalleria Rusticana, L'elisir d'amore e recite di Rigoletto, La traviata, Tasca. Con i complessi artistici del Mikhailovsky è stato in tournée ai Teatri Bolshoi e Stanislavsky di Mosca ha diretto nuove produzioni di Elisir d’amore – presentata in tournée al Teatro Bolshoj di Mosca - e Pagliacci (per la regia di Liliana Cavani) e riprese di Rigoletto e La traviata oltre a concerti lirico-sinfonici e alla Messa di Requiem di Verdi, che ha diretto in seguito alla Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo. .
Nel corso della stagione 2008/09 è stato assistente di Antonio Pappano alla Royal Opera House, Covent Garden nell’ambito del progetto “Jette Parker Young Artists Programme”.
È stato nominato Associate Conductor alla Royal Opera HouseCovent Garden di Londra fino al 2010. Ha diretto La bohème al Teatro Regio di Torino e numerosi gala operistici in prestigiose sale quali la Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo, la Tchaikovsky Halt di Mosca, l'Opera Nordfjordeid in Norvegia, il Teatro alla Scala di Milano e la Royal Opera House-Covent Garden.
Nella stagione 2009/10 ha diretto Norma nella stagione ASLICO, debuttato alla Fenice di Venezia con Il barbiere di Siviglia e al Teatro Comunale di Bologna con L’elisir d’amore.
Nella stagione 2010/11 al Teatro alla Scala di Milano (L'occasione fa il ladro, Progetto Accademia, Bohème nel 2012 con la ripresa della storica regia di Franco Zeffirelli), al Teatro Comunale di Bologna (L'elisir d'amore), al Teatro La Fenice di Venezia (Il barbiere di Siviglia), al Covent Garden di Londra (Simon Boccanegra), all'Opera Nazionale di Lituania di Vilnius (Otello di Giuseppe Verdiin una nuova produzione di EdmuntasNekrosius), Messa di Requiem con la Filarmonica di Helsinki, alla Welsh National Opera con una nuova produzione di Così fan tutte.
Al Teatro alla Scala di Milano Bohème nel 2012 con la ripresa della storica regia di Franco Zeffirelli.


"Daniele Rustioni assume la direzione di Ulster Orchestra
Il 35enne italiano sostituisce Rafael Payare all'inizio della prossima stagione
L'Ulster Orchestra ha annunciato che Daniele Rustioni diventerà il suo nuovo Chief Conductor a settembre. Il giovane italiano, attualmente direttore principale dell'Orchestra della Toscana, vanta già un curriculum globale impressionante, comprendente sia gli ambiti sinfonici che quelli operistici. Nel mese di gennaio ha debuttato con la Indianapolis Symphony Orchestra e ha suonato in diversi dei teatri più prestigiosi del mondo, compresa la sua interpretazione - acclamata dalla critica -di Aida di Verdi al Metropolitan Opera nell'aprile 2017. 
"Ho sentito una connessione speciale con l'Ulster Orchestra da quando ho messo piede sul podio all'Ulster Hall come direttore ospite un paio di anni fa", ha detto Rustioni. "Sono lieto e profondamente grato di prendere la posizione di Chief Conductor con questa favolosa orchestra e non vedo l'ora di iniziare, condividere musica stimolante e collaborare con tutti i progetti eccitanti che stanno già prendendo forma. Sarà un'avventura elettrizzante per tutti noi. "
Mentre Rustioni ha solo una manciata di registrazioni, 
Gramophone ha valutato favorevolmente la sua registrazione per Deutsche Grammophon dei concerti di Paganini e Wolf-Ferrari con la violinista Francesca Dego, sua moglie."
articolo di Thomas Pinsker Gramophone lun 28 gennaio 2019 

Fotoservizio di "CONCERTODAUTUNNO" http://www.concertodautunno.it/130206-fraschini/130206-fraschini.htm

Nessun commento:

Posta un commento