martedì 27 settembre 2016

Elisa Maffi, soprano

Si diploma a pieni voti presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, conseguendo contemporaneamente anche la laurea specialistica in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università degli Studi della stessa città con il massimo di voti e la lode. Segue e partecipa a diversi laboratori lirici e masterclass: con Renata Scotto, Giacomo Aragall, Thomas Steinhòfel, Venceslao Hruba-Freiberger, Mamadu Dioume, Mauro Trombetta, Alessandro D'Agostini, Claudio Desderi, Roberto Scandiuzzi, Thomas Christoff.
Approfondisce in particolare il repertorio con Elisa De Luigi, con cui si dedica intensamente anche alla musica da camera, e si perfeziona sotto la guida del soprano Gianfranca Ostini.

Ha cantato in teatro: La Serva Padrona di Pergolesi (Serpina); II flauto Magico (Papagena) e Don Giovanni (Zerlina) di Mozart; Elisir d'amore (Adina), Rita e Don Pasquale (Norina) di Donizetti; Bohème di Puccini (Musetta); Elektra di R. Strauss (diretta da Gustav Kuhn); La Vedova allegra di Lehar; Cavalleria Rusticana di Mascagni (Lola); Rigoletto di Verdi (Gilda); II diavolo in giardino di F. Mannino (Nicole).

Ha all'attivo numerosi recital, concerti liederistici e di musica sacra in tutta Italia presso teatri, prestigiose istituzioni musicali e circoli lirici. Da segnalare inoltre la prima esecuzione mondiale a Milano (Conservatorio G. Verdi) dei Lieder per soprano della compositrice austriaca J. Doderer e l'esecuzione di brani inediti di G. Gavazzeni (Gala della lirica, Teatro Donizetti di Bergamo). Finalista in numerosi concorsi (ultimo dei quali il Concorso internazionale Voci nuove per la lirica 2011 di Pavia) è risultata vincitrice della prestigiosa borsa di studio per giovani musicisti conferitale della Richard WagnerStipendienstiftung.
Nel 2014 è in scena al Bergamo Music Festival come protagonista in "Betly" di Gaetano Donizetti.
Si è esibita in duo con la pianista Isabella Inzaghi nel programma Musica per Expo presso la sede Expo nel mese di maggio 2015 e a giugno 2015 presso la sede Amici del Loggione del Teatro la Scala.

Nessun commento:

Posta un commento