domenica 31 ottobre 2010

Nicholas Angelich, pianoforte

Nato negli Stati Uniti nel 1970, a 7 anni si è esibito per la prima volta in pubblico, e a 13 anni è entrato al Conservatoire National Supérieur di Parigi, dove ha studiato con Aldo Ciccolini, Yvonne Loriod e Michel Beroff. In seguito ha lavorato anche con Marie-Françoise Bucquet e frequentato i corsi di perfezionamento di Leon Fleisher, Dmitri Bashkirov e Maria Joao Pires. Si è aggiudicato il 2° Premio al Concorso Internazionale Casadesus di Cleveland nel 1989 e il 1° Premio al Concorso Gina Bachauer nel 1994. Sotto il patronato di Leon Fleisher, ha ricevuto in Germania il premio per giovani talenti del Klavierfestival Ruhr.
Grande interprete del repertorio classico e romantico,  ha suonato molte volte l'integrale di Les Années de Pèlerinage di Liszt nel corso di un'unica serata. Ama profondamente anche la musica del XX secolo: Messiaen, Stockhausen, Boulez, Eric Tanguy e Pierre Henry, di cui ha eseguito per la prima volta il Concerto per pianoforte senza orchestra.
A maggio 2003 ha debuttato con la New York Philharmonic diretta da Kurt Masur al Lincoln Center (in programma il Concerto n. 5 di Beethoven). Sempre sotto la sua direzione, ma con l'Orchestre National de France, nel 2004 tournée in Giappone (Concerto n. 2 di Brahms), dove è tornato nel 2005. (Nel 2003 ha partecipato ai festeggiamenti per il decimo anniversario del Festival di Verbier. Estate 2005: Festival Martha Argerich a Lugano.) Nell'ottobre 2007 Vladimir Jurowski lo ha invitato ad inaugurare la stagione con l'Orchestra Nazionale Russa.
Nicholas Angelich ha suonato con la New York Philarmonic , la Philadelphia Orchestra, le orchestre di Atlanta, di Indianapolis, di Saint-Louis, di Cincinnati, l' Orchestre Métropolitain de Montréal, l' Orchestre Symphonique de Montréal, Toronto Symphony, in Francia con le Orchestres de Bordeaux, Lyon, Lille, Strasbourg, Toulouse, Montpellier, Monte-Carlo , Orchestre National de France, la Philarmonique de Radio France, la Frankfurter, l' Orchestre della Radio di Stoccarda, SWR Baden-Baden, Royal Philarmonic Orchestra, London Philarmonic, Royal Scottish National Orchestra, Scottish Chamber Orchestra, Seoul Philarmonic, Japan Philarmonic, Orchestra Nazionale di Spagna, la Rotterdam Philarmonic, sotto la direzione di: Charles Dutoit, Vladimir Dutoit, Vladimir Jurowski, Yannick Nézet-Seguin, Tugan Sokhiev,Jaap van Zweden, Loouis Langrée, Stéphane Denève, Christian Zacharias, David Robertson,Michael Gielen, Marc Minowski, Paavo e Kristina Järvi, Kurt Masur, Jerzy Semikov, Hugh Wolff, Josep Pons, Myung-Whun Chung.
Suona in recital a Parigi, Lione, Bordeaux, La Roque d' Antheron, Piano aux Jacobins a Toulouse, Nantes, Genève,Bruxelles, Munich, Luxembourg, Brescia, Cremona, Roma, Milano, Firenze, Lisbona, Bilbao, Madrid, Tokyo, Londra, Amsterdam, verbier, Festival Martha Argerich di Lugano, Mostly Mozart di New York.
Appassionato cultore di musica da camera, collabora con famosi partner, tra cui Joshua Bell, Maxim Vengerov,Akiko Suwanai, Renaud e Gautier Capuçon, Daniel Müller-Schott, Leonidas Kavakos, Julian Rachlin, Gérard Caussé, Antoine Tamestit e i Quartetti Ysaye, Ebéne e Prazak.
Ha inciso per Harmonia Mundi un recital Rachmaninov e per Lyrinx un recital Ravel, che ha ricevuto i massimi elogi della critica specializzata; per Mirare Les Années de Pèlerinage di Liszt  (Choc 2004/Monde de la Musique) e Beethoven (Choc 2005/Monde de la Musique); per Virgin Classics, a cui è legato da un contratto in esclusiva,  il ciclo Brahms: i Trii con Renaud e Gautier Capuçon (Preis der Deutschen Schallplattenkritik), Sonate per violino e pianoforte con Renaud Capuçon (Diapason d'or, Choc/Monde de la Musique, Editor's Choice/Gramophone, Scherzo/Excepcional), un recital Brahms a febbraio 2006 (Choc/Monde de la Musique) e un altro recital Brahms a gennaio 2007 (Choc/Monde de la Musique, BBC Music Choice). Ultima pubblicazione: il Concerto n. 1 di Brahms con l'Orchestra della Radio di Francoforte diretta da Paavo Järvi.

Attualmente è docente presso il Conservatoire national supérieur de musique et de danse di Parigi.

Nessun commento:

Posta un commento