sabato 23 gennaio 2016

Corpo Musicale Cassolese

La Banda Musicale di Cassolnovo nacque nell'ormai lontano anno 1908.
Composta da trentun musicanti alla fondazione, è andata via via ingrandendosi.
Alla vigilia del Primo Conflitto Mondiale si dovette disperdere.
Si ricostruì alla fine della guerra e le sue esecuzioni furono apprezzate in tutta la Lomellina.
Sempre a causa di una guerra, la Seconda Mondiale, dovette di nuovo sciogliersi.
Si ricostituì immediatamente alla fine del conflitto e tornò a far sentire la propria voce e a rallegrare il paese con le sue sfilate.
Da allora fino al nostri giorni la banda denominata Corpo Musicale Cassolese ha continuato ad esistere soprattutto grazie al grande impegno volto alla formazione musicale di giovani appassionati di musica che desiderano conoscerla un po' più da vicino, consentendo così un "ricambio fisiologico" degli elementi della "rosa".
Attualmente il gruppo è formato da oltre venticinque elementi ed il suo repertorio spazia dal classico al moderno consentendo cosi al gruppo di partecipare a diversi generi di manifestazioni.
Dopo aver attraversato un periodo molto difficile alla morte dello storico Maestro Renato Bardotti di Vigevano, il gruppo è riuscito a "riconquistare" un buon livello musicale modernizzando il proprio repertorio e ridisegnando il concetto classico che gli era sempre appartenuto.
Ciò che contraddistingue questa compagine è la grinta del nuovo Maestro Roberto Ramaioli, impreziosita dalla verve testarda ma genuina di tutti i musicisti, il tutto patrocinato e ben incanalato dall'ottimo lavoro del giovane ma esperto Presidente.

2016_06_30 CONCORSO INTERNAZIONALE per giovani e promettenti violinisti

CONCORSO INTERNAZIONALE 
“Il Piccolo Violino Magico” 
che si svolgerà a San Vito al Tagliamento (PN) 
30 giugno — 3 luglio, 2016
San Vito al Tagliamento Italia
La preselezione si svolgerà in Italia dopo il 31 marzo 2016
MONTEPREMI
1° classificato: borsa di studio di € 5.000,00
2° classificato: borsa di studio di € 3.000,00
3° classificato: borsa di studio di € 2.000,00
per l’iscrizione  entro e non oltre il 31 marzo 2016
Tale concorso è destinato a giovani e promettenti violinisti di età compresa  fra i 9 e 13 anni.
I premi a disposizione saranno  cospicui, la giuria composta da violinisti e didatti di fama internazionale sarà presieduta da P. Vernikov e i concorrenti durante tutte le prove saranno accompagnati dall’orchestra.
Direzione Artistica: Pavel Vernikov
Direzione Organizzativa: Domenico Mason
Per ulteriori informazioni: info.accademiadarchiarrigoni@gmail.com

venerdì 22 gennaio 2016

Sergio Alapont, direttore d’orchestra

Nato a Benicassím (Spagna), ha studiato a Valencia, Madrid e Monaco. Successivamente ha seguito corsi di perfezionamento di direzione d’orchestra con Jorma Panula (Sibelius-Akademie di Helsinki), Helmuth Rilling (Bachakademie di Stoccarda) e Masaaki Suzuki (Bach Collegium Japan), nonché alla Scuola Superiore di Musica di Pescara con Donato Renzetti.
Vincitore del Concorso Internazionale per direttori d’orchestra di Granada, Sergio Alapont è Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orchestra Manuel de Falla, Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orquestra de Castellón, e Direttore Musicale del Benicassím Opera Festival. In campo operistico ha diretto La traviata in Poznan (Poland), Rigoletto al Teatro Principal de Alicante, Madama Butterfly in Granada, L’elisir d'amore all’Opera Benicàssim, Una cosa rara al Palau de Les Arts in Valencia e al Teatro Calderón di Valladolid, Il barbiere di Siviglia e Norma a Sassari (Italy), Don Pasquale a Treviso, e Il cappello di paglia di Firenze al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. È stato assistente di Marco Armiliato in numerose produzioni del Metropolitan, fra le quali Madame Butterfly, La bohème e Sly. Nel 2012 collaborarà con Semyon Bychkov. 
Ha collaborato con varie importanti orchestre, fra le quali: Orquesta de la Comunidad Valenciana (Palau de Les Arts), Orquesta Ciudad de Granada, Orquesta Sinfónica de Galicia, Orquestra Simfònica de Balears "Ciutat de Palma", Orquestra Simfònica de Barcelona i Nacional de Catalunya, Orquesta Sinfónica de Bilbao, Orquesta Sinfónica de la Región de Murcia, Orquesta de Valencia, Orquesta Sinfónica de Navarra, Orquesta Sinfónica del Principado de Asturias, Orquestra de Cambra de Granollers, Orquesta del Festival Opera Benicàssim, Orquesta Clásica de Vigo, Orquesta Internacional de Madrid, Joven Orquesta de la Comunidad de Madrid, Orquesta de Cámara del Cantábrico, Musikene Orkestra Sinfonikoa, Orchestra Clássica de Espinho, Orchestra Sinfonica di Pescara, Orchestra Filarmonica Italiana, Virsky National Orchestra, Lviv Opera Theater, Donestk Opera, Silesian Philarmonich, Kiev Philharmonic Orchestra, Radio Kiev Orchestra, Poznan Opera, Gächinger Kantorei, Bach Collegium-Stuttgart, Monterrey Symphony Orchestra, Orquesta de Cámara de Bellas Artes - Mexico, Danish National Symphony Orchestra, Orchestra dell'Ente Concerti Marialisa De Carolis, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra del Teatro di San Carlo of Naples, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino o The Orchestra of Scottish Opera. 
Ha preso parte a numerosi festivals, fra i quali Quincena Musical Donostiarra di San Sebastián, Euro Music Festival di Lispia, e Varna Summer Festival. In settembre 2008 ha debuttato al Musikverein di Vienna con la Jove Orquestra Simfònica de Castelló. 
Durante la stagione 2011/12 ha diretto con grande successo Norma al Teatro Verdi di Sassari, Don Pasquale al Teatro Comunale di Ferrara e a Treviso, Pulcinella di Stravinskij al Teatro della Fortuna di Fano. Ha tenuto inoltre concerti con l’Orchestra della Toscana e con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino. Sul versante operistico sarà impegno nelle direzioni de Le nozze di Figaro al Teatro Massimo di Catania, Rigoletto a Valladolid e Il barbiere di Siviglia al Teatro Comunale di Treviso e alla Den Norske Opera di Oslo. 
Fra i suoi impegni sinfonici si segnalano inoltre numerosi concerti con l’Orquesta de Córdoba, la Spanish National Radio and Television Orchestra (ORTVE), l’Orquesta Sinfónica de Castilla y León, l’Orquestra Clássica de Espinho, l’Orchestra do Algarve, I Pomeriggi Musicali al Teatro Dal Verme di Milano e l’Orchestre National d'Île de France. Ha inciso la Sinfonia in Re minore di Franck, la I e la V Sinfonia di Mahler, l’Uccello di fuoco Stravinskij e la V Sinfonia di Čajkovskij per le etichette EGT e VERSO. 
Ha registrato anche per la radio televisione italiana (RAI) e spagnola. 
Per aggiornamenti controllare sul sito ufficiale http://sergioalapont.com/

FOTOSERVIZIO DI CONCERTODAUTUNNO
http://www.concertodautunno.it/160121-pomeriggi/160121_pomeriggi.htm

mercoledì 20 gennaio 2016

Vittorio Zago, compositore

Dopo la laurea in Giurisprudenza e il diploma in Pianoforte, si è concentrato soprattutto sulla composizione studiando con docenti quali B. Bettinelli e A. Corghi e diplomandosi al conservatorio di Milano con il massimo dei voti; in seguito si è perfezionato al "Mozarteum" di Salisburgo con M. Kagel.
Si è affermato in diversi concorsi internazionali fra cui il premio “G. Petrassi” 1994 a Parma, “T. Takemitsu Award” 2000 e 2003 a Tokyo, “Camillo Togni” 2002 a Brescia, “V. Bucchi” 1997 e 2000 a Roma, “E. Hurlimann” 1994 a Ginevra, “Brandenburger Symphony Prize” 2006, “Romantico Bach” 2015 presso La Verdi a Milano.
Composizioni per orchestra sinfonica sono state commissionate da enti e festival quali il Teatro di Brandenburg, la Biennale di Venezia e l’ORT per il Festival Play IT a Firenze; mentre il Festival Milano Musica 2012 gli ha commissionato un quartetto d'archi con elettronica, eseguita dalla formazione RepertorioZero (Leone d'Argento alla Biennale di Venezia 2011).
Attualmente compositore in residence, per il secondo anno consecutivo, presso il Teatro di Brandenburg in Germania, la sua residence si concluderà con la prima esecuzione assoluta, nel giugno 2016, di Tropfen per orchestra. Recentemente la sua composizione Erosive raindrops per chitarra elettrica è stata incisa da A. Novaga nel CD La chambre de jeux sonores, mentre il brano “IV a 2” per violino e pianoforte è stato inciso dal duo F. Luciani – M. Motterle.
Sue musiche, presenti presso alcune prestigiose società concertistiche (Società del Quartetto di Milano, Teatro Regio di Parma, Maggio Musicale Fiorentino, Bachzaal di Amsterdam, Fondation P.Hindemith di Blonay (CH), Festival “Pianissimo 2000” di Sofia, Time of Music Festival di Viitasaari (FIN), Lippes Concert Hall di Buffalo (New York), Tokyo Opera City, Kumho Art Hall di Seul, Singapore Airlines Theatre), sono state trasmesse dalle Radio Nazionali Olandese, Spagnola, Bulgara, Giapponese, dalla Radio della Suisse Romande e dal Terzo canale della RAI, e pubblicate dalle case editrici Ricordi e Rugginenti di Milano e Bèrben di Ancona.
Nel 2004 la casa editrice "O barra O" di Milano ha pubblicato il libro "Le giornate di un compositore" in cui il compositore si concentra sul rapporto tra l'essenza del discorso musicale e l'esistenza da cui scaturisce, narrando e approfondendo la personale evoluzione del pensare la musica.
È docente di Composizione presso il Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Como, di cui è anche vice Direttore.

2016_04_16 Concorso ELISA TURLA’ per CANTO LIRICO E CANTO MODERNO

16 Aprile 2016, Teatro Politeama – Prato
CONCORSO INTERNAZIONALE DI CANTO
PREMIO ELISA TURLA’
CATEGORIE CANTO LIRICO E CANTO MODERNO
presidente della Giuria Dott. Franco Fussi
Centro Studi Estill Italia Corsi Ufficiali Estill International
http://www.vocaltraining.it
L'elenco dei concorrenti ammessi alla semifinale sarà pubblicato sul sito ufficiale della manifestazione entro il giorno 1 Marzo 2016. Iscrizioni entro il giorno 30 Gennaio 2016
Elisa Turlà, diplomata in canto nel 1994. CCI with Testing Privileges and Service Distinctions (precedentemente Vanguard) del metodo Estill EVT (VoiceCraft). Attraverso l’applicazione del Metodo ha maturato una profonda conoscenza nell’addestramento vocale funzionale per tutti i professionisti della voce.
Ha svolto un’intensa attività concertistica come solista.
Dal 2000 ha fatto parte della compagnia di teatro-danza MDA di Aure
Dal 2003 al 2010 ha insegnato Canto presso l’Accademia Arte in scena del Teatro Politeama Pratese diretta da Franco Miseria e Simona Marchini.
Dal 2006 è stata docente presso l’Università di Bologna per i corsi di Vocologia Artistica diretti da Franco Fussi.
Nel 2009 ha assunto la carica di Direttore Artistico dello spazio teatrale Cava Pietra Franco.
Si è dedica con successo all’attività didattica, sia come insegnante di canto lirico che come insegnante di canto pop. Tra i suoi allievi Giovanni Caccamo, vincitore Festival di San Remo 2015 – sezione Nuove Proposte. E’ stata Fondatrice e Presidente dell’Associazione Centro Studi Estill fino al Giugno 2015  quando purtroppo ci ha  dovuto lasciare.

sabato 16 gennaio 2016

Michele Spotti, direttore

Michele Spotti ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano dove si è diplomato a pieni voti in violino direzione d’orchestra e ha compiuto studi di pianoforte e composizione.
Nato a Cesano Maderno, (di cui è Cittadino Benemerito per meriti artistici dal dicembre 2014) l’1 maggio 1993 da piccolo incomincia a studiare il violino presso la Civica Accademia Sperimentale di Musica della città di Cesano con il maestro Luigi Azzolini e Claudio Pavolini. E’ stato seguito dal maestro Armando Burattin, del Teatro alla  Scala di Milano. Ha studiato contemporaneamente pianoforte con il maestro Kayoko Shuto. Oltre gli studi liceali dove si è maturato con 100 e la lode, ha intrapreso gli studi di Composizione coi Maestri Pippo Molino e Stefano Lazzoni. Ha partecipato a corsi internazionali di perfezionamento ed a varie masterclass con gruppi cameristici importanti come il quartetto della Scala, e il quartetto di  Shangai. Ha svolto numerose produzioni, anche in qualità di spalla presso l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio G. Verdi di Milano sotto la direzione di grandi artisti come i Maestri  D. Gatti, E. Dindo , A. Ceccato, D. Renzetti, R. Muti (in occasione della “Lectio Magistralis” a seguito della Laurea Honoris Causa conferitagli dalla IULM), B. Casoni.
A soli 18 anni intraprende lo studio della Direzione d’orchestra col M° Daniele Agiman frequentando la facoltà di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio G. Verdi di Milano e diplomandosi col massimo dei voti nel settembre 2014. Collabora con una delle più importanti orchestra milanesi: i "Pomeriggi Musicali", con cui si è esibito a settembre presso il Conservatorio G. Verdi di Milano.  In Italia frequenta in qualità di allievo effettivo da due anni i Corsi all’Accademia Chigiana. Ha frequentato masterclass con Romolo Gessi, Lior Shambadaal, Vittorio Parisi e Pietro Mianiti. Il 31 agosto 2013 ha debuttato al Teatro Mancinelli di Orvieto dirigendo “Le nozze di Figaro” con la regia del M° Gabriella Ravazzi. Gli è stata affidata inoltre la Direzione del concerto in Conservatorio a Milano per il 22° Festival “Milano Musica” in onore di Morton Feldman (trasmesso su RadioRai). Nel maggio 2014 ha debuttato presso il Teatro Rosetum di Milano l’“Elisir D’amore” di G. Donizetti inserita nella stagione lirica di Voce all’Opera ottenendo un grande successo di pubblico e di critica. E’ stato direttore dell’orchestra giovanile Totem di Magenta. E’ il vincitore del  concorso indetto per accedere al master di Direzione d'orchestra all'Haute École de musique de Genève dove attualmente studia direzione d’orchestra sotto la guida di Laurent Gay e direzione di coro con Antunes Celso. Ha un’intensa attività concertistica in Italia in particolare con la Milano Chamber Orchestra, di cui è Direttore Principale. Nel marzo 2015 è stato selezionato dalla fondazione CRT di Torino come giovane musicista emergente per dirigere la Figlia del Reggimento di Donizetti e dall’Associazione “Voce All’opera”, dove ha diretto la prima opera in cartellone presso il Teatro dei Filodrammatici di Milano. È stato scelto come allievo effettivo alla prestigiosa Accademia per Direttori d’orchestra del Festival  Yehudi Menhuin a Gstaad (Svizzera) con Nëme Jarvi, Leonid Grin e Gennady Rozhdestvensky.
Aggiornamenti su http://michelespotti.com/

Teatro Lirico di Magenta
Sabato 16 gennaio 2016 – ore 21,00
Magenta Cultura 2016
trio Casa Bernardini composto da 
Marcello Miramonti (violino), 
Enrico Graziani (violoncello).
Alberto Chines (pianoforte)
ORCHESTRA CITTA' DI MAGENTA
Direttore Michele Spotti



giovedì 14 gennaio 2016

Mischa Maisky, violoncello

Nato a Riga in Lettonia, dopo un breve periodo di studio nella sua città natale è stato ammesso al Conservatorio di Leningrado. Nel 1966 ha vinto un premio al Concorso internazionale Čajkovskij di Mosca, dopodiché ha proseguito gli studi al Conservatorio di Mosca nella classe di Mstislav Rostropovich.
Per Maisky ha avuto inizio così un periodo di intensa attività concertistica nell'Unione Sovietica. Nel 1972 è emigrato in Israele; dopo aver vinto nel 1973 il concorso Gaspar Cassado di Firenze ha debuttato con la Pittsburg Symphony Orchestra diretta da William Steinberg. Da un ammiratore ha ricevuto in dono un violoncello Montagnana del XVIII secolo, con cui da allora esegue i suoi concerti. Da oltre trent'anni tiene un'intensa attività concertistica in tutto il mondo.
Nel 1974 è divenuto allievo di Gregor Piatigorsky; è l'unico violoncellista che abbia avuto occasione di studiare sia con quest'ultimo che con Rostropovich. Da oltre trent'anni è considerato da critici, colleghi e pubblico uno dei maggiori violoncellisti attuali, stimato per la sua impeccabile musicalità, versatilità stilistica e padronanza tecnica.
Ha inciso numerosi dischi, spesso in formazioni da camera, assieme alla pianista Martha Argerich, il violinista Gidon Kremer e il violista Yuri Bashmet.
È padre della pianista Lily Maisky (nata nel 1987), con la quale suona spesso in duo.

David Greilsammer, direttore e pianoforte

Israeliano di Gerusalemme, classe 1977,   diplomato alla Juilliard School e consacrato «Rivelazione» alle Victoires de la Musique in Francia, è considerato uno degli artisti più audaci e visionari della sua generazione. Direttore d’orchestra, pianista e musicista da camera, nutre un interesse particolare per i progetti innovativi, per la musica contemporanea e per le connessioni fra le diverse arti.
Il New York Times ha selezionato il suo album  «Mozart In-between», come una delle migliori incisioni dell'anno 2013. Pari segnalazione aveva già ottenuto nel 2012 il suo disco «Baroque Conversations» e anche il suo recital newyorkese  era stato scelto dal quotidiano americano come uno dei maggiori avvenimenti musicali dell'anno.
Nel 2008, aveva fatto scalpore la sua giornata «maratona» con l'integrale delle Sonate per pianoforte di Mozart, mentre durante la stagione 2012/13, ha diretto dal pianoforte i 27 Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart in nove  eccezionali esibizioni a Ginevra. Nel 2011 ha firmato un contratto di esclusivista con Sony Classical e ha registrato «Baroque Conversations» e «Mozart In-between», due dischi che hanno ricevuto parecchi riconoscimenti internazionali. Greilsammer aveva registrato in precedenza quattro cd con la Casa Naïve, tra i quali «Fantaisie-Fantasme», composto di un programma intrigante a forma di specchio. Il suo ultimo album per Sony, pubblicato nel 2014, propone un inedito incontro fra le Sonate di Domenico Scarlatti e di John Cage  ed è stato accolto molto calorosamente dalla stampa europea e americana.
Dal 2013 è il direttore musicale e artistico della Geneva Camerata. Con questa orchestra ha presentato una stagione eclettica che va dal barocco alla musica contemporanea, passando per il jazz, la musica elettronica, l’improvvisazione,e con numerose collaborazioni con la danza , il teatro e le arti visive, in più di 30 concerti a Ginevra, ma anche a Parigi, Londra e Berlino. Greilsammer ha suonato recentemente con la San Francisco Symphony, la Philharmonique de Radio-France, la Tokyo Metropolitan Symphony, l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, la Sinfonica di Amburgo, la Filarmonica di Torino, l’Orchestre National du Mexique, la Filarmonica Slovena e la Taipei Philharmonic. Ha suonato inoltre al Mostly Mozart Festival e al Lincoln Center di New York, al Ravinia Festival di Chicago, al Verbier Festival, alla Tonhalle di Zurigo, alla Wigmore Hall di Londra, alla Suntory Hall di Tokyo, alla Salle Pleyel di Parigi e al Teatro della Città Proibita di Pechino.
Dalla stagione 2013/14  è «artista in residence» del Teatro dell'Opéra di Saint-Etienne e del Meitar Ensemble a Tel Aviv e nel 2014 ha debuttato a Roma, a Washington, e al Montreux Jazz Festival.
Nell'ottobre 2015 ha ottenuto grandissimo successo alla Biennale di Venezia con il suo recital dedicato a Scarlatti e Cage.

mercoledì 13 gennaio 2016

Alfonso Antoniozzi, baritono

Nato Viterbo, dopo il conseguimento degli studi classici, Alfonso Antoniozzi ha studiato canto con Sesto Bruscantini. Nel corso della sua carriera ha calcato i palcoscenici dei maggiori teatro al mondo, fra i quali: Teatro alla Scala, Covent Garden, Metropolitan, Wiener Staatsoper, Berliner Staatsoper, Opéra di Parigi, Lyric Opera di Chicago, Concertgebouw di Amsterdam, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, San Francisco Opera. Il suo vasto repertorio comprende tutti i grandi titoli d’opera buffa rossiniana e donizettiana, insieme a capisaldi del genere come Falstaff di Giuseppe Verdi e Gianni Schicchi di Giacomo Puccini e alla trilogia Mozart/Da Ponte. In tempi recenti l'artista, che il “Corriere della Sera” considera «il miglior baritono buffo italiano», ha affiancato al suo repertorio alcune felicissime incursioni nell’opera moderna, come Candide di Leonard Bernstein a Santa Cecilia con Jeffrey Tate, Death in Venice di Benjamin Britten a Genova e Firenze con Bruno Bartoletti, Il cappello di paglia di Firenze alla Scala e a Torino con Bruno Campanella. Tra le sue molteplici interpretazioni ricordiamo: Il turco in Italia (Don Geronio), Il barbiere di Siviglia (Don Bartolo) al Teatro alla Scala di Milano con il M° Riccardo Chailly, La forza del destino (Frà Melitone) all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Valerij Gergiev e alla Scala con Riccardo Muti, Matilde di Shabran al Covent Garden di Londra, Il barbiere di Siviglia al Metropolitan di New York con Bruno Campanella ed all’Arena di Verona con Claudio Scimone, Il viaggio a Reims (Don Profondo) a Genova con la regia di Dario Fo, nonché l’inaugurazione del Macerata Opera Festival al Teatro Lauro Rossi con una nuova produzione di Les mamelles de Tirésias di Poulenc firmata da Pierluigi Pizzi e i quattro ruoli di “vilain” ne Les Contes d’Hoffmann a Palermo e Roma. Della sua ricca discografia si segnalano La bohème (EMI), Il signor Bruschino e Mare nostro (Ricordi/Fonit Cetra), I tre amanti e Don Procopio (Bongiovanni), Il matrimonio segreto, Nina, o sia la pazza per amore e Linda di Chamounix (Arts Records), Le nozze di Figaro (Telarc), La romanzesca e l’uomo nero di Donizetti (Opera Rara). Ha preso parte a diverse produzioni del Teatro alla Scala teletrasmesse in televisione (Il turco in Italia, Il barbiere di Siviglia e Il cappello di paglia di Firenze). Fra le edizioni in dvd si segnalano Il barbiere di Siviglia dal Teatro Regio di Parma e La Cenerentola dal Teatro Carlo Felice di Genova. 
La scorsa stagione 2014 ha interpretato Il signor Bruschino (ruolo del titolo) al Teatro Verdi di Sassari, Il campanello dello speziale di Donizetti al Teatro San Carlo di Napoli, Il barbiere di Siviglia (Don Bartolo) a Treviso e Ferrara, Il marito disperato (Marchese) a Hong Kong e la prima rappresentazione italiana di Divorzio all’italiana di Battistelli al Teatro Comunale di Bologna. Ha curato inoltre la regia di una nuova produzione de Le nozze di Figaro per il Teatro Colon de Buenos Aires. Ha inaugurato questa stagione interpretando con grande successo il ruolo del titolo in Don Pasquale alla Scottish Opera di Glasgow, seguito dall’interpretazione del ruolo di Bartolo ne Il barbiere di Siviglia al Teatro Carlo Felice di Genova. 
Nel 2008 ha debuttato come regista presso il Tuscia Opera Festival in una nuova produzione de Il barbiere di Siviglia.
A maggio 2009 ha curato la regia di una nuova produzione di Don Pasquale al Teatro Comunale di Bologna. Nella stagione 2010/11 ha raccolto unanimi consensi di pubblico e critica con due nuove produzioni: La traviata al Teatro Comunale di Bologna e il dittico Il tribuno Der Diktator al Festival della Valle dell’Itria di Martina Franca. 
Nel 2013 la sua fortuna produzione de La Traviata è stata ripresa dalla Otzu Nikikai Opera Foundation in Giappone.

Alexander Lonquich, pianoforte

Alexander Lonquich è nato a Trier in Germania. Nel 1977 ha vinto il Primo Premio al Concorso Casagrande dedicato a Schubert; da allora ha tenuto concerti in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei. La sua attività lo vede impegnato con direttori d’orchestra quali: Claudio Abbado, Kurt Sanderling, Ton Koopman, Emmanuel Krivine, Heinz Holliger, Marc Minkowski. Particolare, in tal senso, è stato il rapporto mantenuto con Sandor Vègh e la Camerata Salzburg, di cui è tuttora regolare ospite nella veste di direttore-solista. Un importante ruolo svolge, inoltre, con la sua attività nell’ambito della musica da camera. Alexander Lonquich, infatti, nel corso degli ultimi anni ha avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Christian Tetzlaff, Joshua Bell, Heinrich Schiff, Steven Isserlis, Isabelle Faust, Jörg Widmann, Boris Pergamenschikov, Heinz Holliger e Frank Peter Zimmermann e ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale quali il "Diapason d’Or" nel 1992, il "Premio Abbiati" nel 1993 e il "Premio Edison" in Olanda nel 1994. Nel 2003 Alexander Lonquich ha formato, con la moglie Cristina Barbuti, un duo pianistico che si esibisce in Italia, Austria, Svizzera, Germania e Norvegia. Inoltre nei suoi concerti appare spesso nella doppia veste di pianista e fortepianista, spaziando da Bach a Schumann e Chopin. 
Nel ruolo di direttore-solista, Alexander Lonquich collabora stabilmente con l’Orchestra da Camera di Mantova - con cui in particolare ha svolto un lavoro di ricerca e approfondimento tra il 2004 e 2007 sull’integrale dei Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart – e, tra le altre, con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic Orchestra, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Camerata Salzburg, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre des Champs Elysées e la Filarmonica della Scala di Milano e dalla stagione 2013/2014 con L'Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Inoltre, si esibisce regolarmente per l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con la quale dalla stagione 2011/2012 collabora anche come direttore-solista. Negli ultimi anni, Alexander Lonquich è apparso in tutte le più importanti sale da concerto italiane: il Teatro Carlo Felice di Genova, il Conservatorio e il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Regio di Parma, il Conservatorio di Torino, il Parco della Musica di Roma e molti altri. Dopo aver effettuato incisioni per EMI dedicate a Mozart, Schumann e Schubert, ha iniziato una collaborazione con la ECM registrando musiche del compositore israeliano Gideon Lewensohn e un CD di musica pianistica francese dell’inizio del XX secolo con gli Improptus di Fauré, Gaspard de la nuit di Ravel e i Préludes di Messiaen. 
Recentemente ha inciso, sempre per ECM, la Kreisleriana e la Partita di Holliger. Ai numerosi impegni concertistici, Alexander Lonquich ha affiancato negli anni un intenso lavoro in campo didattico, tenendo masterclass in Europa, Stati Uniti e Australia. Ha collaborato inoltre in forma stabile con l’Accademia Pianistica di Imola e la Hochschule für Musik di Colonia. Alexander Lonquich, convinto che il sistema educativo in campo musicale sia da integrare, e in parte da ripensare, si è impegnato intensamente nella conduzione di laboratori teatrali/musicali avvalendosi della collaborazione di artisti afferenti a linguaggi artistici diversi; tra le altre, particolarmente cara gli è stata l’esperienza del laboratorio Kinderszenen dedicato all’infanzia.
Concerto a Milano Teatro dal Verme 14-01-2016

2016_01_23 BORSA DI STUDIO YAMAHA MUSIC FOUNDATION OF EUROPE 2016

 27ma edizione del concorso 
Yamaha Music Foundation of Europe 2016 
rivolto a studenti di musica.
Si tratta di una borsa di studio del valore complessivo di 2.000 euro, destinata agli studenti iscritti ai corsi di Strumenti ad Arco.
Partecipare al concorso è molto semplice: è sufficiente compilare la scheda di iscrizione, registrare su CD audio l'esecuzione di due brani della durata massima complessiva di 20 minuti e spedire il tutto a Yamaha Music Europe - Branch Italy entro e non oltre il 23 gennaio 2016 (farà fede la data del timbro postale).
A seguito della valutazione, i candidati giudicati migliori verranno invitati a partecipare ad un'audizione dal vivo, che si terrà in data da definirsi, al termine della quale verrà proclamato il vincitore.
Vi suggeriamo di consultare il regolamento e scaricare la scheda di iscrizione visitando il sito: http://it.yamaha.com/it/music_education/ymfe.
Yamaha Music Europe - Branch Italy

lunedì 11 gennaio 2016

Gianluca Petrucci, pianoforte

Pianista free – lance, si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica "Lucio Campiani" di Mantova, ed in seguito segue i corsi di perfezionamento pianistico presso l'Accademia "Franz Liszt" di Budapest con il pianista Balasz Szokolay e in Italia con Paul-Badura-Skoda, Mario Delli Ponti e Mario Gattoni.
Ha svolto attività concertistica come pianista (solista ed in formazioni da camera) in Italia e in Europa, ed in seguito si è dedicato all’accompagnamento pianistico del repertorio lirico e di balletto, intrattenendo sempre nuove collaborazioni a fianco di grandi personalità del panorama artistico nazionale ed internazionale presso alcuni tra i più importanti teatri, Fondazioni Lirico Sinfoniche, Conservatori di musica, Accademie e Compagnie di danza, in Italia e all’estero, tra cui: “Associazione Lirica Concertistica Italiana A.S.L.I.C.O ed i teatri del Circuito lirico Lombardo, Società dei Concerti di Cremona, Accademia "F.Liszt" di Budapest (H), New York City Center (Ny), Imperial Society Teachers of Dancing (Uk), International Vocal Arts (NY), Fondazione Arena di Verona, Teatro Arcimboldi Milano, Royal Academy of Dance of London, Ajkun Ballet Theater NY City, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Balletto Classico Cosi - Stefanescu, Accademia del teatro alla Scala di Milano, The Egg Albany (NY), Teatro Grande di Brescia, Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto, Teatro Opera di Firenze, Teatro dell'Opera di Roma”.
In qualità di didatta e docente di pianoforte, vanta numerose collaborazioni presso Conservatori, Accademie, Scuole, Associazioni musicali liriche e di balletto.
Oggi, collabora prevalentemente presso il Teatro dell’Opera di Roma Capitale e la Fondazione Arena di Verona.

sabato 9 gennaio 2016

Vanni Moretto, direttore d’orchestra, compositore e violoncellista, violonista

Credits: Arianna Moretto
Vanni Moretto, Direttore d’orchestra, compositore e violonista.
È Direttore stabile dell'Orchestra Classica Atalanta Fugiens, direttore Editoriale della collana “Archivio della Sinfonia Milanese”, pubblicata da Casa Ricordi, nonché direttore artistico e musicale della omonima serie discografica pubblicata da Sony.
Collabora con I Pomeriggi Musicali, con I Solisti Aquilani, con l’Orchestra Barocca di Siviglia, con Milano Classica, con l’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori. Tra le passate collaborazioni si annovera quella con il Giardino Armonico, con La Cappella Teatina, con l’Orchestra Litta, con i musici di Santa Pelagia, con Gli Archi del Cherubino, con l’orchestra dell’Angelicum e con Musica Rara.
Ha realizzato incisioni discografiche per Sony, Amadeus, Dynamic e per la rivista Le Stelle.
Nel 2005 ha fondato l’Orchestra Classica Atalanta Fugiens con cui sta portando avanti il progetto “Archivio della Sinfonia Milanese” per la registrazione e la pubblicazione del repertorio sinfonico milanese del secolo XVIII. I dischi del progetto “Archivio della Sinfonia Milanese” sono pubblicati da Sony e sono attualmente arrivati al volume VII. La partiture, revisionate a cura di un comitato scientifico dell’Università Statale di Milano di cui Vanni Moretto fa parte, sono pubblicate da Casa Ricordi.
Le sue composizioni, edite da Ricordi, Sonzogno e Bèrben, si sono qualificate in numerosi concorsi nazionali e internazionali (V. Bucchi, “Petrassi”, “Rocco Rodio”, “Fiumara d’Arte” ecc...) e sono state eseguite da importanti istituzioni, come l’Orchestra della RAI di Milano, L’Orchestra Sinfonica della Fenice di Venezia, l’Orchestra dell’Accademia Chigiana l’Ensemble Sonar Parlante di Vittorio Ghielmi. l’Orchestra Musica Rara e l’Orchestra Milano Classica. Specializzatosi in composizione per l’infanzia ha vinto per due volte consecutive il 1° premio al Concorso di Composizione "Il bambino e il suo strumento" di Grugliasco (edizioni 1994 e 1995) e il secondo premio nel Concorso di Composizione per l’Infanzia di Sàrmede (1994) e nel concorso “J. Brahms” (1994).
Si è recentemente dedicato allo studio delle problematiche relative alle accordature storiche e alla prassi strumentale settecentesca italiana e tiene lezioni e conferenze presso diverse importanti istituzioni, tra cui l’Università di Milano e il Collegio Ghislieri di Pavia.
A quella di direttore affianca l'attività di violonista, che lo ha portato nelle più importanti sale di tutti i continenti (tra cui Carnegie Hall NY, Suntori Hall Tokyo, Opera House di Sydney, Philharmonie Berlin, Scala di Milano, Opéra di Parigi, Colòn di Buenos Aires, Santa Cecilia di Roma, ecc...) registrando per le più importanti case discografiche (tra cui Teldec, Decca e Amadeus).

Per eventuali aggiornamenti a quanto pubblicato vedere il sito: http://vannimoretto.jimdo.com/

2016_01_20 Scadono le iscrizioni per Padova, Teatro Barbarigo

AUDIZIONI INTERNAZIONALI PER CANTANTI LIRICI

30 Gennaio, 6-13-20 Febbraio 2016
Padova, Teatro Barbarigo
Scadenza iscrizioni: 20 gennaio 2016
Audizioni Internazionali per Cantanti Lirici 2016  Padova, Teatro Barbarigo. 30 Gennaio. 6,13, 20 Febbraio
L’Associazione Cantiere all’Opera indice Audizioni Internazionali per cantanti lirici finalizzate a:
-Opportunità di audizione in presenza di Agenti, Registi, Direttori Artistici e Casting.
- IV° Stagione Concertistica 2016,  scelta dei solisti per i concerti in programma.
- IV° Stagione Operistica 2016,  assegnazione dei ruoli dalle Opere:
  Giuseppe Verdi Il Trovatore: Manrico, Leonora, Conte di Luna, Azucena.
  Giuseppe Verdi Rigoletto: Rigoletto, Gilda, Duca di Mantova.
  Gaetano Donizetti L’elisir d’amore: Nemorino, Adina, Dulcamara, Belcore.

Luogo e data delle audizioni
Le audizioni si svolgeranno a Padova presso il Teatro Barbarigo, Via del Seminario 5A,  nei giorni di:
-Sabato 30 Gennaio - Sabato 6 Febbraio - Sabato 13 Febbraio - Sabato 20 Febbraio
Il candidato dovrà scegliere una data, che verrà successivamente confermata, secondo disponibilità.

Commissione Associazione Cantiere all'Opera:
Mara Zampieri (Presidente e Direttore Artistico Cantiere all'Opera)
Beatrice Greggio (Vicepresidente, soprano)
Alessandro Cammarano (Critico musicale)
Commissione ospite:
Alessandro Bertolotti
(Regista)
Federico Faggion (Direttore Artistico Teatro Verdi Padova)
Mauro Gabrieli (Segretario Artistico Teatro Comunale Bologna)
Giovanna Gatta (Agente lirico, membro A.R.I.A.C.S.)
Marco Impallomeni (Agente lirico, Agenzia Music Center Domani)
Cristiano Sandri (Segretario Artistico e Casting Manager Opera di Firenze, Maggio Musicale Fiorentino)
N:B: La Commissione potrebbe subire variazioni senza preavviso.

Le audizioni sono aperte ai cantanti lirici di tutte le nazionalità, età e registro vocale.
Scadenza delle iscrizioni: Mercoledì 20 Gennaio
Modalità di iscrizione
Per iscriversi alle audizioni Inviare una mail all'indirizzo cantiereallopera2013@gmail.com con i seguenti dati:
-Scheda di iscrizione compilata (o mail con i medesimi dati)
-Curriculum Vitae (Massimo un foglio A4)
-Una foto
-Ricevuta della Quota di iscrizione
Quota di iscrizione
La quota di iscrizione Audizioni è  di Euro 40,00. (non rimborsabile in caso di mancata partecipazione) da effettuarsi entro Mercoledi 20 Gennaio tramite
➢ Bonifico bancario al seguente indirizzo:
Associazione Culturale Cantiere all’Opera Padova
Via Galileo Galilei 63 35123 Padova
IBAN: IT 45 W 01030 12159 000003584766
BIC: PASCITMMXXX
Causale: Quota Associativa Audizioni 2016.

La cifra comprende la quota Associativa, le spese di organizzazione e del pianista a disposizione dei Candidati.
N.B. Non è in alcun modo possibile versare la quota nel giorno di presentazione.
 È possibile presentarsi con il proprio pianista, in tal caso la quota di iscrizione rimane invariata.
Alla ricezione del materiale completo il candidato riceverà una mail con la conferma di iscrizione.

Programma di Audizione
Il Candidato può scegliere di presentarsi:
-Per la Stagione Concertistica: indicando 2 arie a sua scelta dal repertorio Operistico (escluso Il Trovatore, Rigoletto, L’elisir d’amore) da eseguire a memoria presentando una copia dello spartito per il pianista accompagnatore.
-Per la Stagione Operistica:  indicando il/i ruolo/i dalle Opere Il Trovatore, Rigoletto, L’elisir d’amore ed eseguendo a memoria i brani previsti del/i ruolo/i.
-Per entrambe le Stagioni: indicando 2 arie a sua scelta dal repertorio Operistico più il/i ruolo/i dalle Opere Il Trovatore, Rigoletto, L’elisir d’amore.
Per informazioni:
Tel: +39 331 16 11 301
E-mail: cantiereallopera2013@gmail.com
Sito web: www.cantiereallopera.com
Facebook: https://it-it.facebook.com/cantiereallopera