giovedì 26 settembre 2013

2013_10_03 PICCOLI ATTORI CRESCONO alla SCUOLA TEATRI POSSIBILI

Scuola Teatri Possibili
Via Savona, 10 - 20144 Milano
tel. 02.8323182

SCUOLA TEATRI POSSIBILI
PICCOLI ATTORI CRESCONO!
corsi di teatro per bambini e ragazzi.

Creatività,espressione, gioco, conoscenza di sé e capacità di stare con gli altri...
i corsi di Teatri Possibili pensati per bambini e ragazzi!


Prenota le tue lezioni di prova gratuita...
sono in partenza tutti i nostri corsi pensati appositamente per bambini, preadolescenti e adolescenti!!!

Il teatro è uno strumento meraviglioso non solo per avvicinarsi all'arte e alla creatività, ma anche per sviluppare la socievolezza, l'espressività, la conoscenza di sé e la capacità do stare con gli altri! Su questa consapevolezza sono nati i corsi della Scuola Teatri Possibili, dove grande attenzione viene data al teatro-ragazzi: corsi per bambini, preadolescenti e adolescenti, differenziati per età e per livello.

Per tutti questi corsi è possibile partecipare a 2 lezioni di prova gratuita!!!


Giovedì 3 ottobre partirà il CORSO BAMBINI:
Dai 7 anni, i piccoli attori del corso bambini si cimenteranno in esercizi a carattere ludico con l'attore e insegnante Tino Danesi: si spazierà dal movimento del corpo nell'ambiente circostante all'uso corretto dell'emissione vocale. Lo scopo è quello di sensibilizzare i giovanissimi ad una maggiore attenzione verso la propria sensorialità (quello che vedo, sento o tocco), cercando di percepire sempre quello che sta accadendo, alimentando lo spirito di iniziativa come fonte di aiuto per uscire da situazioni impreviste. Molta importanza verrà data alla creatività di ognuno, che avrà la possibilità di proporre situazioni o personaggi con i quali improvvisare delle 'scene'.
Alla fine del percorso è prevista la messa in atto di un piccolo spettacolo, con una drammaturgia collettiva creata dal gruppo e costruita col procedere degli incontri dagli stessi allievi.
Clicca QUI per saperne di più!

Martedì 8 ottobre partirà il CORSO PREADOLESCENTI:
Dagli undici anni, il lavoro prosegue con il corso preadolescenti condotto da William Medini, insegnante con una solida esperienza nel campo della formazione teatrale e proveniente dalla famosa famiglia circense dei Medini. Considerando che lo svolgimento dei corsi teatrali è strettamente collegato alla maturazione e la crescita dei ragazzi, si sfrutteranno le potenzialità del teatro per sviluppare l'autocontrollo, la disciplina, la percezione di sé e degli altri, la capacità di ascolto, la pazienza, l'autocritica, il 'gusto del bello'. In particolare il corso è caratterizzato da un lavoro corale, che permette agli allievi di creare 'un gruppo', dove ciascuno è parte di un tutto: si abbattono le distinzioni tra 'protagonisti' e 'comprimari'. Ognuno lavora allo stesso livello e con la stessa importanza degli altri. Il saggio finale è l'obiettivo a cui gli allievi devono puntare e questo scopo chiaro da loro un maggior senso di responsabilità.
Clicca QUI per saperne di più!

Giovedì 3 ottobre e martedì 8 ottobre partiranno i nostri CORSI ADOLESCENTI:
Il corso adolescenti, a cui si accede dai 14 anni di età, tiene in considerazione che il periodo della crescita è delicato e pieno di dubbi incertezze. E' in questa fase dello sviluppo che si consolida l'identità e che viene alla luce l'adulto che quel ragazzo diventerà. Il teatro può essere così uno strumento unico per superare le proprie paure e timidezze e, perché no, un modo per scoprire una passione che ancora non sappiamo dove potrà portare.
Questo percorso può strutturarsi sotto un doppio livello:
corso base condotto da Vanessa Korn per chi comincia
corso avanzato che accoglie i ragazzi che hanno già esperienza teatrale e che intendono approfondire il percorso didattico condotto da Marisa Miritello.
Clicca QUI per saperne di più!

Prenota subito le tue lezioni di prova gratuita!!!

domenica 22 settembre 2013

Nadio Marenco, fisarmonica

Nato a Savona nel 1975 si avvicina sin dalla tenera età di sei anni alla musica, iniziando a conoscere la fisarmonica con il professore Roger Spinetta. La sua formazione musicale si é poi arricchita più avanti negli anni con l'incontro della professoressa Eugenia Marini e il professore Sergio Scappini (insegnante di fisarmonica del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e Fisarmonicista dell¹Orchestra del Teatro alla Scala di Milano).
Nel 1994 inizia una carriera che per qualche anno sarà dedicata ai più svariati generi musicali: dal jazz alla musica folk, dalla musica classica all'amore per il tango argentino di Astor Piazzolla.
Dal 2001 collabora stabilmente con il cantautore torinese Gipo Farassino con il quale partecipa alla Tourné teatrale Sangon Blues che toccherà le principali città dell'Argentina e del Brasile come Buenos Aires, Cordoba, Mendoza, Mar del Plata, Sao Paolo, Rosario.
Contemporaneamente si contano anche le partecipazioni con varie Radio e reti TV (RadioRai, Canale5, Rete4...) e le collaborazioni con: il Teatro Stabile di Torino, Bruno Gambarotta, i cantanti Iva Zanicchi e Claudio Rossi, la Fisorchestra C.Pattaccini in qualità di primo fisarmonicista, il soprano islandese Halla Margrait Harnadottir, il percussionista Agostino Marangolo...
Forma un duo stabile con il chitarrista Alessio Nebiolo su un repertorio orientato alla musica del 900, con particolare riferimento ad Astor Piazzolla. Tale Duo svolge un¹intensa attività concertistica in Italia e all¹estero. Sono stati applauditi in numerose sale da concerto in Italia (Venezia, Milano, Modena, Asti, Camerino, Novara, Chioggia...), invitati da importanti Festival ed enti promotori quali il Festival Galuppi di Venezia e molte altre associazioni musicali, sedi A.GI.MUS ed amministrazioni regionali e provinciali. All'estero si sono esibiti nelle principali città della Svizzera (Ginevra, Berna, Thun, Nyon, Gland, Lancy...), della Francia (Parigi, Annecy in occasione del Festival Internazionale del Cinema...) e Svezia (Stoccolma, in collaborazione con l'Ufficio di cultura Italiano). Hanno inciso per l'etichetta Arpeggio.
Ora sta collaborando con l'Orchestra dell'Associazione Lirica e Concertistica Italiana nel Progetto Tournèe Opera Domani nella produzione: L'Amore delle tre Melarance opera di Sergej Prokof'ev con la direzione di Dmitri Jurowski. Tournèe (Teatro dell'Arte Milano, Teatro Comunale Bologna, Teatro Sociale Como, Teatro Sociale Lecco, Teatro Cagnoni Vigevano, Teatro Ariosto Reggio Emilia, Teatro Alighieri Ravenna, Teatro Ponchielli Cremona, Auditorium Santa Chiara Trento, Teatro Santa Giulia Brescia, Teatro Valdocco Torino, Bormio, Bergamo, Teatro Fraschini Pavia, Teatro Apollonio Varese...)
Vanta la collaborazione con il Coro Torino Vocal Ensemble col quale si è esibito a Torino, Pescara, Campobasso, Sulmona... in un progetto dedicato alla musica contemporanea. In qualità di fisarmonicista solista si ricordano le recenti perfomance al Festival Internazionale della fisarmonica di Erbezzo Verona e al Festival Internazionale Armonjkaer di Aarhus in Danimarca.
E' docente all'Istituto Musicale Luigi Costa di Vigevano e collabora con le Scuole Medie Robecchi di Vigevano in un Corso Sperimentale di Fisarmonica.

sabato 21 settembre 2013

Luigi Gerosa, pianoforte

Luigi Gerosa, monzese, svolge attività concertistica in Italia e all’estero sia in qualità di solista, con un repertorio che spazia da Bach ai più importanti autori romantici, sia dedicandosi alla musica da camera, ambito nel quale ha approfondito lo studio della letteratura liederistica con speciale attenzione all’interpretazione delle composizioni di Sergej Rachmaninov, Franz Schubert e Robert Schumann.
Ospite di importanti rassegne concertistiche, è  stato più volte invitato a tenere concerti in prestigiose sale: Milano, Sala Grande del Conservatorio, con l’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”; Lugano, Musikfestwochen.
Ha al suo attivo la registrazione di due CD in prima mondiale a cura della casa discografica Dynamic. Il primo, del 2009, dedicato all’integrale delle Sonate per pianoforte di Johann Samuel Schröter, musicista del secondo settecento apprezzato da Mozart; il più recente, pubblicato nel 2013, dedicato alle Sonate per pianoforte op. 1 di Friedrich Wilhelm Kalkbrenner, importante compositore del primo ottocento.
E’ docente titolare di pianoforte presso il Conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso.

Roberta Gottardi, clarinetto

Gli interessi di Roberta Gottardi spaziano dalla musica del tardo barocco, eseguita con strumenti storici e rispetto della prassi esecutiva del tempo, a quella di oggi, alla quale si dedica sia come solista che in ensemble.
È stata interprete di riferimento per lo spettacolo di teatro musicale Harlekin, di Karlheinz Stockhausen, concepito per un unico clarinettista-danzatore-mimo, vincitrice del primo premio al concorso promosso dalla Fondazione Stockhausen e collaboratrice anche di altri autori dei quali ha eseguito brani in prima assoluta o a lei dedicati: fra gli altri Mauricio Kagel, Salvatore Sciarrino, Giorgio Battistelli, Ivan Fedele, Fabio Cifariello Ciardi.
Come solista e in varie formazioni si è esibita in alcune delle stagioni musicali e festival più importanti d'Europa, dal Maggio Musicale Fiorentino alla Münchener Biennale, dal South Bank Centre di Londra al Bologna Festival e alla Biennale di Venezia, dal Gaudeamus Muziekweek di Amsterdam al Warsaw Autumn e alla MusikTriennale di Colonia. Docente di clarinetto al Conservatorio di Bolzano, è membro di Algoritmo e dell'Ensemble Prometeo.

Hae-Sun Kang, violino

Hae-Sun Kang inizia a suonare il violino all'età di tre anni nel suo paese natale, la Corea del Sud. A quindici anni si trasferisce in Francia per proseguire gli studi al Conservatorio di Parigi, dove attualmente insegna. Incontra figure fondamentali per la sua evoluzione musicale, in particolare il suo maestro Christian Ferras, ed è premiata in diversi concorsi violinistici internazionali tra cui Rodolfo Lipizer, ARD Music Competition, Carl Flesch e Yehudi Menuhin. Nominata primo violino dell'Orchestre de Paris nel 1993 e notata da Pierre Boulez, l'anno successivo entra a far parte dell'Ensemble Intercontemporain come solista.
Hae-Sun Kang ha eseguito numerose prime assolute di opere scritte per il suo strumento, tra cui i concerti per violino di Dusapin, Fedele, Jarrell e Manoury, con importanti orchestre. Nel suo repertorio figurano anche i concerti per violino di Chin, Pintscher, Furrer, Ligeti. Nel 1997 ha eseguito in prima assoluta Anthèmes 2 per violino ed elettronica di Pierre Boulez, che ha registrato e portato nelle principali sale da concerto e nei festival di tutto il mondo. Nei suoi recital esegue spesso brani per violino solo, o per violino ed elettronica, scritti appositamente per lei, tra cui recentemente opere di Stroppa, Furrer, Chin, Aperghis, Fujikura, Morciano.
Sia nei concerti con orchestra che nei recital solistici presenta sempre nuove opere. Tra le più recenti, la prima tedesca del secondo concerto per violino di Pintscher (Mar'eh) e prime assolute di Manoury (Partita II, per violino ed elettronica), Traversa (Red, per violino solo) e Hurel (Trait d'union, per violino e violoncello).

Garth Knox, viola

Garth Knox è uno dei più rinomati musicisti contemporanei della sua generazione. Nato in Irlanda e cresciuto in Scozia, studia al Royal College of Music di Londra, dove vince numerosi premi per viola e musica da camera. In seguito suona con molti dei principali gruppi londinesi un repertorio assai vario, che spazia dal barocco al contemporaneo. Nel 1983 è invitato da Pierre Boulez a diventare membro dell'Ensemble Intercontemporain a Parigi, dove ha la possibilità di suonare molto come solista e come musicista da camera, viaggiando in tutto il mondo e partecipando a festival internazionali. Nel 1990 entra a far parte dell'Arditti Quartet, con cui suona nelle principali sale da concerto del mondo e si esibisce in svariate prime esecuzioni collaborando strettamente con i principali compositori contemporanei tra cui Ligeti, Kurtág, Berio, Xenakis, Lachenmann, Cage, Feldman e Stockhausen.
Nel 1998 lascia il quartetto per dedicarsi interamente alla sua carriera solista, anch'essa fitta di prime esecuzioni di opere di compositori quali Henze, Ligeti, Schnittke, Ferneyhough, Dillon, Benjamin e tanti altri. Partecipa regolarmente a progetti di teatro e danza e ha creato uno spettacolo per bambini. Recentemente è diventato un pioniere della viola d'amore, esplorandone le possibilità nell'ambito della Nuova Musica, con e senza elettronica, e sta creando un nuovo repertorio per questo strumento.
Attualmente vive a Parigi, dedito a tempo pieno alla sua carriera solista, dando recital, concerti e suonando musica da camera in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Giappone.Il suo primo CD solista Works for Solo Viola ha vinto l'ambito Deutsche Schallplattenpreis; il secondo, Spectral Viola, ha riscosso grande successo; il suo CD dedicato alla viola d'amore, D'Amore, è stato scelto dal "New York Times" come uno dei dischi dell'anno; l'ultimo, Saltarello, è stato nominato disco del mese da "Gramophone".
Garth Knox è International Viola Tutor al Royal Northern College of Music di Manchester e Visiting Professor alla Royal Academy of Music di Londra.

Rohan de Saram, violoncello

Nato nel Regno Unito, originario dello Sri Lanka in cui trascorre l'infanzia, Rohan de Saram studia violoncello in Italia dall'età di 11 anni con Gaspar Cassadó a Firenze e all'Accademia Chigiana di Siena. A 16 anni vince il premio Suggia, che gli permette di studiare a Londra con John Barbirolli e a Porto Rico con Pablo Casals. Quest'ultimo ha detto di lui: "Pochi della sua generazione hanno un simile talento".
Come solista ha suonato con le più importanti orchestre in Europa, Asia, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Stati Uniti e nell'ex Unione Sovietica, nonché con i principali direttori d'orchestra del mondo tra cui John Barbirolli, Adrian Boult, Colin Davis, Zubin Mehta, Seiji Ozawa e Malcolm Sargent. 
Per molti anni è violoncellista dell'Arditti Quartet, con il quale vince il premio Siemens per la carriera musicale e un premio Grammy per la loro registrazione di opere di Elliott Carter, tra cui la Sonata per violoncello e pianoforte e Figment per violoncello solo.
Dopo aver lasciato l'Arditti Quartet nel novembre 2005, Rohan de Saram collabora con numerosi artisti, compositori e amici in tutto il mondo, congiungendo diversi tipi di musica: orientale e occidentale, classica e contemporanea, composta e improvvisata. A seguito della prima britannica dell'opera di Berio Il ritorno degli Snovidenia per violoncello e orchestra, il compositore gli scrive: "il tuo suono, la tua intonazione perfetta, il tuo fraseggio e arte dell'arco fanno di ogni tua esecuzione un capolavoro". Più tardi, Berio compone per lui la Sequenza XIV, che incorpora in modo inedito i ritmi del tamburo di Kandy, strumento tradizionale dello Sri Lanka che il violoncellista suona sin dall'infanzia. Di recente pubblicazione sono le Conversations tra Rohan de Saram e Joachim Steinheuer: il libro, descritto come "la scoperta di un tesoro di gioielli musicali", è edito da Wolke Verlag (wolke@wolke-verlag.de) e disponibile anche su Amazon.

giovedì 19 settembre 2013

Lucia Aliberti, Soprano lirico-drammatico di agilità

Si è diplomata giovanissima al Conservatorio con il massimo dei voti. Ha studiato con Luigi Ricci a Roma, con Herbert von Karajan, a Berlino e a Salisburgo, ed Alfredo Kraus. E’ considerata una delle artiste più completi della sua generazione. Musicista e compositrice, contemporaneamente al canto si è dedicata anche allo studio del pianoforte e di altri strumenti musicali (chitarra, fisarmonica, violino, mandolino). Ha composto molti brani per pianoforte, clarinetto, flauto e voce. 
Dopo aver vinto il concorso di Spoleto ed ENAL, ha iniziato la sua carriera artistica con "La Sonnambula" di Bellini, al Festival dei Due Mondi a Spoleto, sotto la direzione di Giancarlo Menotti. Ha cantato nei maggiori teatri d’opera del mondo così come nelle più importanti sale da concerto. 
E’ stata Guest Star nei Gala-Concert internazionali dell'UNESCO e dell'UNICEF; ha cantato per Papa Giovanni Paolo II in Vaticano, in occasione del Giubileo mondiale per le famiglie, per la regina Sirikit di Thailandia a Bangkok, per il principe Carlo d'Inghilterra a Parigi al Teatro delle Nazioni, per il presidente tedesco Horst Köhler a Berlino, per il principe Alberto di Monaco allo Sporting Club a Montecarlo, per il cancelliere Helmut Kohl a Bonn, per il Presidente Edmund Stoiber, per  il principe Hiro del Giappone in Tokyo. Nel  giugno 2012 è stata Guest Star della “Fete Impériale Opernball” a Vienna . 
Il suo talento naturale vocale è arricchito da una tecnica che le consente di sostenere anche le parti più difficili del repertorio belcantistico. La critica internazionale, oltre che la tecnica vocale, ha  anche sottolineato la sua particolare presenza in palcoscenico e le sue capacità drammatiche. 
È considerata una specialista nel repertorio di Bellini (Norma, La Sonnambula, Il Pirata, I Puritani, I Capuleti e i Montecchi di Bellini, Beatrice di Tenda, La Straniera). 
Ha dedicato anche intensi studi ad alcuni dei manoscritti di Bellini. Gli altri più importanti compositori nel suo repertorio sono Donizetti (Lucia di Lammermoor, Anna Bolena, Lucrezia Borgia, Elisir L 'd'amore, Don Pasquale, Linda di Chamounix, Maria Stuarda, Roberto Devereux, Poliuto), Rossini (Semiramide , Tancredi, Stabat Mater) e Verdi (La Traviata, Rigoletto, Luisa Miller, I Due Foscari, Attila, Simone Boccanegra, Un giorno di regno, Alzira, I Masnadieri, Aroldo, Stifelio, I Lombardi, Giovanna D'Arco, Il Trovatore).

sabato 14 settembre 2013

Simone Anichini, pianoforte, composizione

Simone nasce il 5 ottobre 1977 a Viareggio. Si è diplomato in pianoforte e composizione presso il Conservatorio Puccini di La Spezia dove ha frequentato anche il corso di specializzazione jazz.
E’ solo per non lasciare che il pianoforte di famiglia si riempia di polvere che a 8 anni decide di farlo diventare la propria voce.
Adolescente inquieto lotta contro ogni autorità, ma la musica non lo abbandona mai. Si diploma al Conservatorio di La Spezia. Lavora a fianco di deejay e artisti di fama internazionale. Intanto compone.
A 25 anni e con il mare dentro si trasferisce a Milano dove si spezza la schiena nella più classica gavetta per realizzare il sogno di un disco suo.
Incontra gente, si introduce, si presenta, chiama, suona, lavora, richiama e ancora suona su quel suo pianoforte quella sua musica straordinaria. Qualcuno ha ascoltato e ha pensato che il resto del mondo non dovesse privarsi del talento di questo ragazzo con il mare dentro.

https://soundcloud.com/simone-anichini

Note: Con "12 passi" Simone Anichini, compositore e un interprete di rara bravura, ci accompagna in un viaggio musicale alla scoperta di una musica in grado davvero di emozionare. Un grande disco di pianoforte! (vedi)
I brani del CD: [codice EAN 8028980384424]
1 Esperanza Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'16"
2 Unione Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 4'01"
3 Risveglio Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'39"
4 Dedicato A Lei Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'10"
5 Piccolo Sogno Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 5'19"
6 Anima Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'08"
7 Il NoccioloAnichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'23"
8 Desiderio Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'56"
9 Con Leggerezza Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'46"
10 Sospeso Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'09"
11 Anna Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'20"
12 Ultimo Passo Anichini S. (Anichini S.,Papetti M.,Bellocco M.) 3'28"

Maurizio Carnelli, pianoforte

Ha studiato pianoforte, clavicembalo, direzione d’orchestra e composizione e parallelamente si è laureato in filosofia con una tesi sul simbolo nell’arte.
Musicista dai vasti interessi, si è particolarmente dedicato all’accompagnamento dei cantanti collaborando tra gli altri con Alfredo Kraus, Giuseppe Di Stefano, Nicola Martinucci, Pietro Ballo, Luciana Serra, Nigel Rogers, Svetla Vassileva, Stefania Bonfadelli, Anna Rita Taliento, Janet Perry, Fausto Tenzi, Adelina Scarabelli. Di particolare rilievo il suo sodalizio con Lucia Valentini Terrani , con cui, nel 1996, ha inciso una antologia di arie da camera e cantate di Haydn e Rossini che gli ha valso il premio “cd classica”. Altrettanto significativa la sua esperienza con Giorgio Gaslini, con cui ha studiato l’accompagnamento del “song” americano e del quale ha inciso, in prima mondiale, I Canti della terra.
Molto attratto dal lied e dalla romanza da camera, è da 15 anni titolare di un corso di specializzazione in musica vocale da camera presso l’ Accademia Internazionale della Musica di Milano, e tiene corsi di perfezionamento a Tokio, Seoul, e al Val Tidone Summer Camp.
Ha inciso ed esegue abitualmente i principali cicli liederistici, e si è esibito in importanti teatri quali La Scala, il Lirico, il Conservatorio di Milano, il Ponchielli di Cremona, il Fraschini di Pavia, il Pollini di Padova, il Regio di Torino, l’Olimpico di Roma, la Pietà dei Turchini di Napoli, la Sala Nervi del Vaticano, le sale da congressi di Luzern e Lugano, la sala del Parlamento di Budapest, Toshi Center Hall di Tokio, Hill State Centre di Seoul.
Ha collaborato con celebri  direttori (Romano Gandolfi, Alberto Zedda, Massimiliano Caldi), attori e registi (Ottavia Piccolo, Fanny Ardent, Giorgio Albertazzi, Antonello Madau Diaz) ed è stato ospite di importanti festivals quali Musica nel nostro tempo, Aterforum, Rossini Opera Festival, Festival  Giordano, Festival Donizetti.
Negli ultimi anni si è soprattutto dedicato all’approfondimento del repertorio classico, da Mozart a Schubert, realizzando alcune integrali ( Sonate di Mozart per flauto e cembalo con Sergio Zampetti, Sonate di Mozart-Grieg per 2 pianoforti con Carlo Balzaretti) ed ampie antologie di sonate di Beethoven per pianoforte solo.
Ha curato numerose pubblicazioni per i tipi di Casa Ricordi quali la riduzione per canto e piano della cantata La morte di Didone di Rossini, la riduzione per violino e pianoforte delle Quattro stagioni di Vivaldi e le recenti antologie Liriche del Novecento italiano, Arie per tenore e Arie per soprano del novecento
Ha realizzato e condotto circa trecentocinquanta trasmissioni radiofoniche ed è stato a lungo ospite di una fortunata trasmissione televisiva in onda su Rai Due. 
Recentemente ha cominciato a scrivere testi per il teatro: il suo Emigranti è stato rappresentato con successo in alcuni teatri italiani. Di prossima uscita un doppio cd allegato al volume “il canto dei Poeti”, inciso con il tenore Fausto Tenzi .
Molto attivo nella divulgazione musicale, è direttore artistico di “musica giovane” e socio fondatore di “laccordata”
NEWS 2013
Su Amazon sono disponibili, in vendita da 5 a 10 euro, sei CD a cui ha collaborato: tra di essi la nuova edizione delle Sonate e Fantasie di Mozart-Grieg con Carlo Balzaretti edito da MAP e You Raise me up, canzoni americane e coreane edito da Kicco.
Sul portale di Classica Viva inoltre si possono trovare Dichterliebe di Robert Schumann che ha registrato con Alessandro Codeluppi. Di queste musiche ed altro sono disponibili anteprime nel riquadro "ascolti" del sito, www.mauriziocarnelli.it , che entro la fine di settembre subirà migliorie e modifiche. Nel riquadro "eventi" del sito ci sono poi  dettagli sul viaggio in Korea, e nel riquadro "iniziative" a giorni saranno visibili i dettagli delle stagioni musicali che sta organizzano: "A porte aperte" a Milano, Auditorium di Via San Vittore 49, e Segrate Musica Giovane, nel Centro Civico di Milano 2 Segrate.
Da segnalare due programmi nuovi: Nostalgie dal Nord, musiche di Grieg per pianoforte a due e quattro mani, con Carlo Balzaretti, e Ritratti e Schizzi, fogli d'album per pianoforte solo, che debutterà al Naviglio Piccolo di Milano il prossimo anno.

giovedì 12 settembre 2013

Giulio Prandi, direttore d'orchestra, maestro del coro

Nato nel 1977, GIULIO PRANDI si è diplomato in direzione d’orchestra sotto la guida di Donato Renzetti. Diplomato in Canto e laureato in Matematica col massimo dei voti presso l'Università di Pavia, ha inoltre studiato composizione con Bruno Zanolini e direzione di coro con Domenico Zingaro presso il Conservatorio di Milano.
È Direttore musicale del Collegio Ghislieri di Pavia; ha fondato e dirige il complesso barocco Ghislieri Choir & Consort.
Ha collaborato con importanti istituzioni quali Accademia Chigiana di Siena, Teatro Carlo Felice di Genova, As.Li.Co., Stresa Festival, Festival MiTo. È Direttore del Circuito Lombardo di Musica Antica. Si dedica con continuità alla riscoperta di opere rare o inedite del repertorio sacro del Settecento italiano. 
In ambito contemporaneo si segnala la sua collaborazione con gli Strumentisti del Teatro alla Scala e con il compositore Fabio Vacchi.
Dal 2010 incide per Sony - Deutsche Harmonia Mundi.
I prossimi impegni con Ghislieri Choir & Consort lo vedranno presente in prestigiosi festival europei, con concerti in Italia, Francia, Paesi Baltici, Belgio e Romania.

GHISLIERI CHOIR & CONSORT

GHISLIERI CHOIR & CONSORT (vedi anche Coro del Collegio Ghislieri)
Fondato nel 2003 da Giulio Prandi, è uno dei più affermati ensemble barocchi italiani della sua generazione. Gruppo residente del Collegio Ghislieri di Pavia, partecipa ai più importanti festival italiani ed europei: Festival MiTo, Accademia Chigiana di Siena, Settimane Musicali di Stresa, Festival d’Ambronay, Trigonale Festival, Festival de La Chaise-Dieu, Fondation Royaumont, Festival George Enescu di Bucarest, Oude Muziek Utrecht, Festival Baroque de Pontoise, National Philharmonic Society di Vilnius.
Oltre a frequentare gli autori consacrati del repertorio tardo barocco e classico, con una speciale predilezione per la produzione sacra mozartiana, il gruppo si dedica alla riscoperta del repertorio sacro del Settecento italiano, riproponendo regolarmente in concerto opere rare o inedite reperite attraverso un costante lavoro di ricerca. A questo repertorio è dedicata l’attività discografica di Ghislieri Choir & Consort. Dopo l’esordio per «Amadeus» con un cd dedicato a Giacomo Antonio Perti, nel 2010 è iniziato un importante progetto con Sony – Deutsche Harmonia Mundi, che ha portato nel 2011 alla pubblicazione di un disco dedicato all’opera sacra di Galuppi e nel 2013 di un nuovo volume dedicato a Niccolò Jommelli. Al Mattutino de’ Morti di Davide Perez sarà dedicato il terzo volume della serie, che, registrato nel mese di settembre 2013, verrà pubblicato nel corso del 2014, nell’ambito di un progetto in partenariato con la Fondation Royaumont. Ghislieri Choir & Consort e Giulio Prandi sono attualmente impegnati in tournée nei più importanti Festival di musica antica d'Europa con lo stesso Mattutino de’ Morti.

VIOLINI: Marco Bianchi, Alberto Stevanin, Federico Guglielmo, Barbara Altobello
Diego Castelli, Aiako Matsunaga, Mauro Massa, Santiago Medina, Laura Mirri
Liana Mosca, Marco Piantoni, Renata Spotti, Lathika Vithanage, Chiara Zanisi
VIOLE: Gianni Maraldi, Emanuele Marcante, Krishna Nagaraja
VIOLONCELLI: Jorge Alberto Guerrero, Marcello Scandelli, Claudia Poz
CONTRABBASSI: Nicola Barbieri, José Andrès Reyes Alonso, Giorgio Sanvito
TRAVERSIERI: Marcello Gatti, Francesca Torri
OBOE: Aviad Gershoni
FAGOTTI: Valentino Zucchiatti, Anna Maria Barbaglia
CORNI: Gabriele Rocchetti, Francesco Meucci
TROMBE: Luca Marzana, Jonathan Pia
TROMBONI: Elina Veronese, Susanna Defendi, Valerio Mazzucconi
TIMPANI: Riccardo Balbinutti
TIORBA: Michele Pasotti
ORGANO E CEMBALO: Maria Cecilia Farina
CEMBALO: Francesco Baroni

SOPRANI: Valentina Argentieri, Francesca Boncompagni, Caterina Iora
Emma Popolani, Marta Redaelli, Karin Selva, Sonia Tedla
ALTI: Silvia Bertoluzza, Maria Chiara Gallo, Ilaria Pasotti
Ester Piazza, Marta Fumagalli, Claudia Soffiantini
TENORI: Gianfranco Cerreto, Luca Cervoni, Michele Concato, Francisco Fernández-Rueda
Massimo Lombardi, Nicolò Pasello, Victor Sordo, Paolo Tormene
BASSI: Guglielmo Buonsanti, Marco Bussi, Renato Cadel, José Antonio Hoyos Silva
Sergio Ladu, Antonio Masotti, Alessandro Nuccio, Filippo Tuccimei

MAESTRI COLLABORATORI DEL CORO: Paolo Spadaro, Paola Barbieri


DIRETTORE: Giulio Prandi

2013_10_05 ACCADEMIA SPERIMENTALE DI REGIA TEATRALE

TEATRO DELL’ALEPH
presenta 
ACCADEMIA SPERIMENTALE DI REGIA TEATRALE
Sessione autunnale 2013
 
METODOLOGIE DEL MONTAGGIO scenico –musicale
due giorni di lavoro sulle tecniche del montaggio teatrale

Tecniche di messa in scena dello spettacolo teatral-musicale

REQUIEM di Mozart
produzione del Teatro dell’Aleph 

5-6 ottobre 2013  -  dalle ore 10.00 alle ore 18.00
presso il Teatro dell’Aleph
via E. De Amicis 6 Bellusco MB (Italy)

Iscrizioni entro 27 settembre p.v.
Posti disponibili 12
Costo euro 120 - inviare CV a parità di requisiti farà fede la data di spedizione del CV
per maggiori informazioni non esitate a chiamare:
Teatro dell’Aleph Tel.+ 39  0396020270  oppure lucia.teatroaleph@teatroaleph.it

mercoledì 11 settembre 2013

2013_09_14 Teatri Possibili ultimi giorni per le agevolazione ai corsi

SCUOLA TEATRI POSSIBILI
E' TEMPO DI SCUOLA DI TEATRO
REALIZZA IL TUO SOGNO NEL CASSETTO:
SCEGLI IL CORSO E L'ORARIO CHE FA PER TE

E se ti iscrivi entro il 14 settembre 2013: sconto del 10% 
Un nuovo anno di teatro è alle porte pieno di scoperte, di gioie, di nuovi amici e di crescita.
La Scuola Teatri Possibili  ha riaperto con tante novità: dai uno sguardo QUI e scegli il corso che fa per te!
Oltre ai corsi di recitazione che ti permettono di sviluppare e apprendere gradualmente il lavoro teatrale dagli insegnamenti di base fino al lavoro sul personaggio e sul testo, troverai i corsi tecnici  pensati per approfondire la tua preparazione su materie specifiche quali dizione, voce, lettura interpretata, canto, teatrodanza, clowneria.
La scuola offre inoltre corsi di teatro per tutte le fascie di età: bambini (7/10 anni), preadolescenti (10/13), adolescenti (14/18)
Accanto al percorso triennale potrai affrontare laboratori tematici e percorsi individuali.
E tante sono le novità in programma...
Continua a seguirci sul nostro sito www.teatripossibili.it: a  breve on-line troverai anche i nuovi TPlab per gli allievi avanzati, i seminari week end, le sessioni di training...
Non dimenticare lo sconti del 10% fino al 14 settembre su tutte le iscrizioni ai nuovi corsi anche per le soluzioni in rate!
E se ti avvicini al teatro per la prima volta, affrettati a prenotare le tue lezioni di prova gratuite: le classi si riempiono velocemente!
Ti ricordiamo infine che dal 26 al 29 settembre potrai partecipare al nostro nuovo Seminario Residenziale condotto da Marisa Miritello alla Corte Ospitale di Rubiera su un testo tra i più divertenti che si possano affrontare: Rumori fuori scena di M. Frayn!
Clicca QUI per costi e dettagli!

Chiamaci allo 028323182 oppure scrivici a milano@teatripossibili.org per avere informazioni o fissare un colloquio con la direzione o passa a trovarci in via Savona 10 a Milano.

Vi aspettiamo!  Scuola Teatri Possibili - Via Savona, 10 - 20144 Milano - tel. 02.8323182

domenica 8 settembre 2013

Maurizio Leoni, baritono

Baritono, si è diplomato con lode nella classe cantanti all’Accademia Filarmonica Bolognese e al Conservatorio G. B. Martini della stessa città.
Finalista al Concorso As.Li.Co. e Menzione Speciale alla finale del Concorso Internazionale di Adria, vincitore della VI edizione del Concorso A. Lazzari di Genova e primo premio assoluto alla rassegna di musica da camera D. Caravita.
Ha debuttato in varie opere fra le quali Il campanello di G. Donizetti alla Fondazione Walton di Ischia, Il Turco in Italia e Matilde di Shabran di G. Rossini al Rossini Festival di Wildbad (Germania), La Bohème di G. Puccini al Teatro Civico di Taegu in Corea del Sud, Carmen al Teatro Verdi di Pisa.
Artista eclettico ha al suo attivo anche esperienze nell’operetta (La vedova allegra, Il paese del sorriso),di musica contemporanea (prima assoluta de La Victoire de Notre Dame di F.Angius, dell’Aterforum di Ferrara, prima italiana di Gesualdo considered as a murder di L. Francesconi, 8 songs for a mad King di Peter Maxwell Davis al T. Regio di Torino ed al Festival del Cervantino - Messico,  Messer Lievesogno e la porta chiusa di C. Galante) e di prosa (L’impresario delle Smirne per il Teatro Stabile di Torino) e regia (Don Giovanni di V. Righini al Belcanto Festival di Dordrecht)
E’ componente stabile del Divertimento Ensemble di Milano, del Notschibikitschi Ensemble -originale formazione da camera composta da tre voci e tre clarinetti- e del Gruppo Erlebnis col quale tra l’altro ha eseguito Das Lied von der Erde di G. Mahler ed ha inciso per la Radio Svizzera Italiana Serenade op.24 di A. Schönberg.
Vari Artisti hanno contribuito alla sua formazione operistica e cameristica: Ulla Casalini, Dorothy Dorow , Claudio Desderi , William Matteuzzi.
Nelle ultime stagioni  lo abbiamo visto a Torino in Die Teufel von Loudon di K.Penderecki e in Wozzeck di Manfred Gurlitt, ed al Teatro Comunale di Bologna in Salomé di R. Strauss con la direzione di Daniele Gatti, ne La scala di seta di Rossini con la direzione di Claudio Desderi all’Opéra Comique a Parigi e al Teatro Valli di Reggio Emilia, al Teatro dell’Opera di Roma in Romanza, Leporello nel Don Giovanni con la direzione di J.C. Malgoire
Tra gli  impegni più recenti L’equivoco stravagante di Rossigni al Festival di Strasburgo diretto da A. Zedda e Figaro ne Il Barbiere di Siviglia con la direzione di G. Carella, Boheme a Catania e Tokyo diretto da D. Renzetti e sempre a Catania Il Prigioniero di Dallapiccola col M° Zoltan Pesko.

Aldo Caputo, tenore

Aldo Caputo ha studiato canto al Conservatorio di Bari sotto la guida di Evgenia Dundekova e a Milano con Vittorio Terranova. Ha seguito corsi di perfezionamento con Katia Ricciarelli e con Luigi De Corato. Ha partecipato a diversi concorsi internazionali, vincendo il ConcorsoFerruccio Tagliavini di Deutschlandsberg e il Tito Schipa di Lecce. Ha inoltre svolto studi musicologici alla facoltà  di Conservazione dei Beni Musicali dell'Università  di Lecce. 
Aldo Caputo ha iniziato la sua attività  nel 1998, debuttando al Politeama di Lecce nel ruolo di Felipe in Una partita e in quello del Conte d'Almaviva nel Barbiere di Siviglia. In seguito ha cantato La Cenerentola (Don Ramiro) alla Fenice di Venezia; Il viaggio a Reims (Libenskof) e Il turco in Italia al Politeama di Lecce; Don Pasquale (Ernesto) in Austria; Il barbiere di Siviglia (Conte d' Almaviva) alla Scala di Milano; nei teatri del Circuito Lirico Lombardo e al Teatro Alighieri di Ravenna; La fille du régiment all'Opera di Roma; La sonnambula al Teatro Coccia di Novara; Falstaff (Fenton) con la Cleveland Symphony Orchestra al Festival di Lucerna sotto la guida di Welser-Möst, ruolo interpretato anche al Teatro Verdi di Pisa; La cambiale di matrimonio al Festival Mozart di La Coruña; Gianni Schicchi (Rinuccio) a Bari e al Teatro Massimo di Palermo dove ha cantato anche Le petite messe solennelle; Il matrimonio segreto (Paolino) a Liegi; La donna del lago al fianco di Anna Caterina Antonacci e Juan Diego Florez, sotto la direzione di Alberto Zedda al Teatro Carlo Felice di Genova. Ha interpretato Il barbiere di Siviglia e Il flauto magico (Tamino) al Teatro Massimo di Palermo ed è stato protagonista del concerto Omaggio a Tito Schipa, tenutosi a Lecce e di cui è stato pubblicato un cd edito da Bongiovanni.
Recentemente ha ottenuto un grandissimo successo di pubblico e critica nei Capuleti e i Montecchi (Tebaldo), Il campanello (Spiridione) e Rita (Beppe) all'Opéra Royal de Wallonie a Liegi. Ha inoltre interpretato: Krönungsmesse di Mozart a Lecce, Il barbiere di Siviglia (Il Conte d'Almaviva) al Petruzzelli di Bari, con la regia di Michele Mirabella, Don Pasquale (Ernesto) a Savona, la Nona sinfonia di Beethoven a Lecce.
Tra i suoi prossimi impegni segnaliamo La traviata (Alfredo) all'Opéra Royal de Wallonie di Liegi.
Nel corso della sua attività  ha collaborato con direttori come Bruno Campanella, Zubin Mehta, Alberto Zedda, Franz Welser-Möst e con registi quali Pier Luigi Pizzi, Giuseppe Patroni Griffi, Marco Gandini.
Settembre 2011

martedì 3 settembre 2013

Corso per formazioni CORALI

WeekendArmonico #10, il master di formazione corale in cui riprenderemo il Requiem di Mozart in vista delle esecuzioni concertistiche del 27 settembre (Como, Duomo) e del 29 settembre (Morbegno, Auditorium S. Antonio). Le iscrizioni chiudono mercoledì 11 settembre. Cercate di fare pubblicità soprattutto fra le sezioni maschili!
Il weekend si terrà sabato 14 e domenica 15 settembre 2013_09_14 a Milano presso i locali della parrocchia del Sacro Volto (via Sebenico 31). Sarà l'occasione per un lavoro approfondito sull'opera, grazie alle preziose indicazioni del M° Antonio Eros Negri; nella quarta sessione avremo modo di dare una lettura globale sotto la guida del M° Lorenzo Passerini, che dirigerà le esecuzioni concertistiche. Trovate maggiori informazioni al seguente linkColoro che hanno partecipato ad almeno 3 sessioni del WeekendArmonico #7 (anch'esso su Requiem di Mozart) potranno partecipare con solo un piccolo contributo. Qui potete trovare l'evento su Facebook.
Riepilogando, il piano prove/concerti che ci attende è il seguente. Ricordo che per il concerto di Morbegno il numero di coristi che potrà partecipare è di massimo 40, 10 per sezione, che selezioneremo fra chi si propone con un'audizione a quartetti o modalità analoghe durante il Weekend o le prove successive, a insindacabile giudizio del M° Antonio Eros Negri. 
  • sabato 14/domenica 15 settembre, Chiesa del Sacro Volto (Via Sebenico 31, Milano): WeekendArmonico #10
  • giovedì 19 settembre, ore 21.00, Chiesa del Sacro Volto: Prove con l'organo con il M° Passerini
  • lunedì 23 settembre, ore 21.00, Chiesa del Sacro Volto: Prove con l'organo con il M° Passerini
  • venerdì 27 settembre, ore 18.30, Duomo di Como: assestamento 
  • venerdì 27 settembre, ore 21.00, Concerto Como, Duomo; ingresso ad offerta libera.
  • domenica 29 settembre, ore 18.00, Morbegno, Auditorium S. Antonio: assestamento 
  • domenica 29 settembre, ore 20.00, Concerto Morbegno (So), Auditorium S. Antonio; ingresso € 20.
Ecco infine a grande richiesta un po' di materiale disponibile su YouTube, così potete vedere e ascoltare le ultime esibizioni

  • A. E. Negri, Dark Sketch 2 per pianoforte a 4 mani, Preludio Music Concert; Duo Florestano (Alessandra Gelfini, Roberto Arosio pianoforti)
  • A. E. Negri, Elegia, 10 settembre 2012, Teatro dell'Arte di Milano; Orchestra Giovanile Antonio Vivaldi, Lorenzo Passerini direttore
  • A. E. Negri, Missa cum tympanis, 21 gennaio 2013, Chiesa di San Fedele, Milano; Ensemble Policorale Caecilia, Antonio Eros Negri, Alessio Raimondi Maestri del Coro; Orchestra Giovanile Antonio Vivaldi, Lorenzo Passerini direttore
  • A. E. Negri, Salmo 149, 21 gennaio 2013, Chiesa di San Fedele, Milano; Ensemble Policorale Caecilia, Antonio Eros Negri, Alessio Raimondi Maestri del Coro; Sarah Tisba, Carlotta Colombo soprani; Orchestra Giovanile Antonio Vivaldi, Lorenzo Passerini direttore
  • G. Fauré, Requiem op. 4810 settembre 2013, Teatro dell'Arte di Milano; Ensemble Policora Cæcilia, Alessio Raimondi, Antonio Eros Negri, Domenico Innominato, Adriano Maria Barbieri Torriani, Pilar Bravo, Riccardo Bianchi Maestri del CoroCoro di voci bianche Akses, Laura Lobetti-Bodoni preparatoreCoro di voci bianche Italo Calvino, Sonia Spirito direttoreNoah Sinigaglia, coro di voci bianche de LaVerdiNiccolò Scaccabarozzi baritonoStefano Borsatto organo; Orchestra Giovanile Antonio Vivaldi, Antonio Eros Negri direttore
  • Qui invece una finestra sullo splendido lavoro svolto nella VacanzArmonica #3 appena conclusa in quel di Vicoforte (Cn)!