sabato 29 giugno 2013

Arbre Musique

Il gruppo si chiama Arbre Musique e nasce dall’incontro di alcuni musicisti provenienti da diverse esperienze musicali come il jazz e la musica classica che decidono di dar vita ad un progetto artistico radicato nella tradizione e allo stesso tempo alla ricerca di un nuovo linguaggio con cui far dialogare mondi apparentemente molto lontani. Nascono così una serie di arrangiamenti commissionati ad alcuni tra i nomi più importanti del panorama musicale italiano tra cui Stefano Nanni arrangiatore di diverse edizioni del Pavarotti & Friends, Stefano Ricci arrangiatore del gruppo Quintorigo oltre a Paolo Ghetti, Gabriele Zanchini, Alessandro Fabbri, Giorgio Babbini e Michele Francesconi. Ogni brano è caratterizzato da uno stile del tutto particolare che va da quello più melodico e tradizionale ad arrangiamenti che si avvicinano al jazz tradizionale, al diexieland o addirittura al pop. I brani diventano vere e proprie sperimentazioni ritmiche e timbriche in cui gli strumenti vengono utilizzati anche in modo non del tutto convenzionale. È il caso del flauto impiegato oltre che nelle frasi cantabili anche in una serie di effetti ritmici e percussivi o del violoncello degno sostituto del contrabbasso nei diversi passaggi di walking bass o del violino che con le sue improvvisazioni farà ripensare a tutti al grande Stephane Grappelli. La voce sarà quella di Laura Avanzolini, giovane promessa del panorama jazzistico italiano e vincitrice di diversi concorsi canori unita al pianoforte di Michele Francesconi la cui attività jazzistica lo ha portato ad esibirsi recentemente con Paolo Damiani, Gabriele Mirabassi e Fabrizio Bosso.
Nel programma Musica dal Nuovo Mondo vengono eseguite alcune delle più belle melodie di tutti i tempi tratte da film e musical americani di grande successo come Un Americano a Parigi, Porgy & Bess, Tutti Insieme Appassionatamente, Colazione da Tiffany, West Side Story, Jesus Christ Superstar e tanti altri. Saranno eseguite le opere di alcuni tra più importanti compositori del Novecento tra cui George Gershwin, Leonard Bernstein, Rodgers & Hart, Andrew Lloyd Webber, Henry Mancini, Cole Porter ed Irving Berlin. Il concerto ci farà fare un tuffo nel mondo del cinema facendoci rivivere alcune tra le scene più emozionanti di tutti i tempi; sarà un’occasione per riascoltare As Time Goes By tratto dalla celebre scena di Casablanca in cui Ingrid Bergman chiede al pianista Sam di risuonarle il suo pezzo preferito, riascolteremo la romantica Cheek to Cheek che ci farà rivivere il ballo tra Fred Astaire e Ginger Rogers fino a risentire l’indimenticabile Cabaret interpretato dalla grande Lisa Minelli.
I Musicisti
Michele Francesconi, pianoforte
Laura Avanzolini, voce
Matteo Salerno, flauto
Mattia Martorano, violino
Fabio Gaddoni, violoncello
Info: 347.5839049
www.orchestracittadiravenna.webnode.it

giovedì 27 giugno 2013

Simona Severini, voce


Nata a Milano nel 1986. Vincitrice di alcuni premi dedicati ai giovani jazzisti emergenti, ha suonato con molti jazzisti italiani tra i quali Franco Cerri, Gianni Cazzola, Antonio Zambrini, Gabriele Mirabassi, Alessandro Galati, Enrico Pieranunzi. Si è esibita in alcuni noti teatri e auditorium italiani, tra i quali il Dal Verme (Milano), Teatro di Macerata, Blue Note (Milano), Auditorium Parco della musica (Roma). Ha partecipato a trasmissioni televisive (tra le altre, Cool tour Rai5) e radiofoniche. Ha inciso due dischi a suo nome, Forest flower, con la partecipazione del batterista Gianni Cazzola, e La belle vie ispirato alle chansons del compositore Gabriel Fauré e arrangiate dal pianista Antonio Zambrini. Ha presentato il suo ultimo lavoro discografico ad Umbria Jazz Festival 2011. Suona da un anno con Enrico Pieranunzi e hanno inciso in duo Futura di Lucio dalla per il disco Dalla in jazz pubblicato da Sony Music.

mercoledì 26 giugno 2013

Eugene Skovorodnikov, pianoforte

Eugene Skovorodnikov (Ucraina/Canada)è acclamato dal pubblico di tutta Europa, degli Stati Uniti, del Canada, dell’America Latina e dell’Asia per il suo stile interpretativo e per la tecnica brillante. Nato in Ucraina, ancora giovanissimo vince il Concorso Pianistico Nazionale “N. Lisenko”. Si laurea al Conservatorio di San Pietroburgo dove insegna fino al 1990, quando lascia il Paese. È invitato ad esibirsi in prestigiose sale da concerto come la Sala Filarmonica di San Pietroburgo, il Chan Centre for Performing Arts di Vancouver, il Teatro Bibiena a Mantova, il Grand Theatre a Shenzhen (Cina), il Teatro Ghione a Roma, lo Schwartz Centre for Performing Arts di Atlanta, la Sala Filarmonica di Kharkov. 
Ha suonato in veste di solista con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra Filarmonica di Vancouver, la Filarmonica di Kharkov e molte altre. Oltre che come solista, è conosciuto per aver collaborato con musicisti di fama internazionale come il violoncellista Mischa Maisky, i violinisti Alexandre Brussilovsky e Victor Kuleshov, il clarinettista Julian Milkis e il flautista Stefano Maffizzoni. 
Dal 1991 insegna pianoforte presso la University of British Columbia di Vancouver; inoltre, tiene regolarmente master class per prestigiose istituzioni come l’Accademia Liszt di Weimar, il Conservatorio di San Pietroburgo e il Summit Music Festival di New York. Molti dei suoi allievi si sono aggiudicati concorsi nazionali ed internazionali. È spesso invitato come membro di giuria in importanti Concorsi Pianistici Internazionali tra cui il “Rina Sala Gallo” di Monza, il Premio Roma, il “Franz Liszt” di Weimar, il “Sigismund Thalberg”, il “Premio Fausta Zadra”. 
La critica internazionale ha scritto di lui: “Skovorodnikov cattura l’ attenzione del pubblico con il suo perfetto controllo e con un raffinato senso dello stile, pieno di vita e romanticismo… ha suonato con la potenza e i colori di un’orchestra sinfonica, con un virtuosismo sciolto ed impeccabile” (Nevsky Times, Russia); “Esecuzione straordinaria che ha ben rappresentato tutte le impressionanti caratteristiche della Grande Scuola… un’eleganza incomparabile e un’energia incantevole” (Il Ponte, Italia). Eugene Skovorodnikov è un Artista Steinway.

Victor Kuleshov, violino

Nato a Leningrado (Russia), l’attuale San Pietroburgo, e ha iniziato a studiare violino all’età di 6 anni. Nel 1979 si è diplomato al Music College del Conservatorio di San Pietroburgo nella classe del noto prof. Anatoly Reznikovsky; successivamente completa i suoi studi superiori con il prof. Michael Beliakov presso il medesimo Istituto. 
Dal 1988 inizia a suonare in duo con il violista Alexander Berlin e nel 1990 è scelto come primo violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica di Stato di San Pietroburgo, ruolo che mantiene per cinque anni. Nel 1995 fonda il trio d’archi “Modern Trio” in seguito a una trasmissione radiofonica dedicata alla musica classica con la quale collabora per alcuni anni. 
In veste di solista ha effettuato tournées in Spagna, Italia, Slovenia, Croazia, Gremania, Finlandia, Francia e Canada. È spesso invitato a suonare come solista da prestigiose orchestre tra cui l’Orchestra Sinfonica dell’ Accademia di San Pietroburgo, la Camerata di San Pietroburgo, la Moscow Chamber Orchestra, I Musici di Parma, la Richmond Symphony Orchestra sotto la guida di importanti direttori. Ha suonato in famose sale da concerto come la Sala Grande della Filarmonica di S. Pietroburgo, la Sala Piccola del Conservatorio di Mosca, la Sala Filarmonica di Tbilisi e di Baku, ecc. Victor Kuleshov collabora con musicisti noti in tutto il mondo come il violoncellista Mischa Maisky, il pianista Eugene Skovorodnikov e il flautista Claudi Arimany. 
Ha inoltre collaborato con uno dei più importanti compositori del ‘900, Alfred Schnittke, al quale è stato legato da una lunga e profonda amicizia. 
Il suo repertorio spazia dai grandi autori del classicismo fino alla musica del nostro tempo. Victor Kuleshov è inoltre fondatore della OKM Publisher, una casa editrice di spartiti musicali fedeli ai manoscritti originali.

2013_07_05 Scade il termine per iscriversi a VacanzArmonica #3 argomento di studio il MESSIA di G.F.Haendel

Fino al 5 luglio è ancora possibile iscriversi alla VacanzArmonica #3, la proposta corale estiva della durata di una settimana, che avrà luogo dal 25 agosto al 1 settembre presso lo splendido complesso di Vicoforte, immerso tra le Langhe del cuneense. 
Avremo modo di studiare una selezione dei quadri corali del più grande capolavoro della letteratura barocca, il Messiah HWV56 di G. F. HändelQui potete trovare l'elenco dettagliato dei brani proposti e il relativo materiale di studio.
È anche possibile partecipare al solo WeekendArmonico #9, da giovedì 29 agosto al 1 settembre. 
È ben accetta la presenza di accompagnatori (mogli, mariti, amici).
A questo link potete trovare tutte le informazioni necessarie e le modalità di iscrizione, qui l'evento su Facebook.

Nicoletta Fabbri, voce

“Una voce unica, una vera Artista capace di regalare intense emozioni.Ha interpretato negli anni tanti testi e mille canzoni, ma ha reso “La Vita è Bella” ogni volta più carica di bellezza e significati”.
“Una persona che con una grande carica di umanità, simpatia, canta la vita e le mode, con innegabile talento, seguendo varie correnti musicali, come si può ascoltare e si evince nell’ultimo lavoro edito che porta appunto il titolo “La Vita è Bella” ”. [Pesaro 29 settembre 2007]
Queste le motivazioni con cui è stato assegnato a Nicoletta Fabbri il Premio Nazionale dedicato alla memoria della giornalista riminese “Maria Antonietta Urbani”, nel segmento “Musica” – Anno 2007, a seguito dell'uscita del suo CD dal titolo "La vita è bella" che contiene brani tratti dalle Colonne sonore dei Film che hanno fatto la storia del Cinema, rivisitate in chiave jazz (prodotto dalla Dabliu Sound).

Nicoletta Fabbri è nota al pubblico internazionale per la sua prestigiosa collaborazione con il Maestro Nicola Piovani (premio Oscar per le musiche del film “La vita è bella” di R. Benigni) con cui è stata in tournè nei più importanti Teatri Italiani (Teatro Quirino-Roma, Teatro dell’Argentina-Roma, Teatro Mercadante-Napoli, Teatro Greco-Taormina, Teatro Greco-Segesta, Teatro Novelli-Rimini, Arena del Sole-Bologna, Teatro Verdi-Firenze, Teatro Ebe Stignani-Imola, etc. …) e in prestigiosi Festivals Internazionali di Musica e Cinema (Cuba-La Habana, Spagna-Valencia, Parigi-Teatre Chaillot, Tunisi-Festival International de la Medina, Ankara-Itayan Kultur Merzeku, Svizzera- Festival di Locarno, Belgio-Festival du Cinema di Gent).
Durante la Tournè di “Concerto Fotogramma” si è esibita anche al fianco della cantante israeliana Noa e del suo chitarrista Gil Dor che hanno preso parte allo Spettacolo di Piovani (Aprile 2003 Arena del Sole-Bologna).
Sempre con il M° Piovani ha registrato un DVD dello spettacolo “Concerto Fotogramma” uscito nel 2005 produzione Studio Uno e Teatro Ambra Jovinelli edito dalla BUR.
Si esibisce con diverse formazioni ed importanti musicisti del panorama musicale italiano, prediligendo il jazz che rende particolarmente raffinate ed eleganti tutte le sue esibizioni tanto che nel 2008 le viene assegnato il Premio "Carlino d'argento" per il suo impegno artistico.
Ha lavorato per diverse trasmissioni televisive sia per la TV Americana (nello spettacolo di Alessandro Safina con l'Orchestra sinfonica di Messina diretta da Steve Mercurio) che Italiana Rai1 e Rai2 ( in "Stelle e Note di Natale" edizione 2008, in "Musica per la vita" 2009 accompagnata dall'Orchestra del M° Diego Basso) ed ha collaborato con il M° Vessicchio (“Ostia Festival 2002”) nello spettacolo "Dall'Operetta al Musicol".
Ha lavorato per le edizioni 2008, 2009, 2010, 2011 nella DIREZIONE ARTISTICA del "Festival di CastrocaroTerme Voci e Volti Nuovi" (Rai1) in qualità di Responsabile delle Selezioni e dei Corsi di Formazione ad esso annessi con Gianni Bella, Presidente di Giuria nel 2008, Lucio Dalla Presidente di Giuria nel 2009, Fabrizio Frizzi nel 2010/2011 collaborando con importanti personaggi quali Gianna Tani, Andrea Mingardi, Demo Morselli, etc.
Laureata in Scienze della Formazione con Tesi sulla Musicoterapia si occupa di progetti educativi legati al canto e alla musica ed insegna in diverse scuole Canto Jazz e Canto Moderno.

martedì 25 giugno 2013

Michel Bouvard, organo

Michel Bouvard è nato a Lione nel 1958. Il nonno, Jean Bouvard, organista e compositore allievo di Louis Vierne, Florent Schmitt e Vincent d'Indy, gli trasmette sin da giovanissimo la passione per la musica. Michel Bouvard intraprende lo studio dell’organo a Parigi con Suzanne Chaisemartin e successivamente entra nella classe di André Isoir a Orsay, studiando nel contempo Composizione presso il Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi; completa infine la sua formazione a fianco degli organisti della chiesa parigina di Saint-Séverin (Jean Boyer, Francis Chapelet e Michel Chapuis) prima di diventarne lui stesso organista titolare.
Il Primo Premio al Concorso Internazionale di Tolosa (1983) segna l'inizio della sua carriera internazionale. Chiamato da Xavier Darasse per succedergli alla Cattedra d'Organo del Conservatorio di Tolosa nel 1985, prosegue la sua opera di valorizzazione del patrimonio organario della città, organizzando con Jan Willem Jansen concerti, visite, accademie e concorsi internazionali. Questo lavoro porterà poi nel 1996 alla creazione del Festival Internazionale «Toulouse-les-orgues» di cui Michel Bouvard è tuttore Direttore Artistico.
Riconosciuto oggi sulla scena internazionale come uno degli interpreti francesi più importanti, la sua carriera di concertista lo conduce regolarmente in numerosi paesi d'Europa, dell'Asia e del continente americano. Michel Bouvard ha inciso numerosi CD contenenti opere di Bach, Couperin, Duruflé, Franck, Liszt, Vierne e Widor.
È titolare dell'organo storico Cavaillé-Coll della Basilica di Saint-Sernin a Tolosa. Michel Bouvard è dal 1995 Professore d'Organo al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi insieme a Olivier Latry. Qui entrambi hanno creato, mediante classi comuni con incontri a cadenza settimanale, un sostegno pedagogico originale che attira a Parigi studenti di tutto il mondo.
Nel marzo 2010 Michel Bouvard è diventato uno dei quattro organisti titolari della Cappella Reale del Palazzo di Versailles.

St. Andrews Renaissance Singers

Il coro St. Andrews Renaissance Singers è uno dei cori dell’Università di St. Andrews in Scozia: composto da studenti, personale e coristi provenienti anche da fuori l’università e ha come sede la bellissima St. Salvator Chapel all’interno dell’Ateneo. Il coro, noto precedentemente come Renaissance group, fu fondato da Douglas Gifford nel 1955, professore di Lingua spagnola, che ha costituito una formidabile biblioteca corale contente opere di Guerrero, Victoria e Lobo. Il coro ha tenuto diverse tournèe in Europa e ha eseguito spesso gli Evensong nelle cattedrali inglesi. Il gruppo musicale scozzese si dedica principalmente alla musica a cappella rinascimentale ma da alcuni anni sta collaborando con la St. Andrews Baroque Orchestra con la quale ha allestito nel dicembre 2012 un programma dedicato a Buxtehude e Bach: il prossimo anno il coro e l’orchestra terranno un concerto nella prestigiosa cattedrale di Perth. L’attuale tour è il primo sotto la direzione di Claire Luxford che guida il coro dal 2010. 

St. Andrews Renaissance Singers
Direttore Claire Luxford
Soprani: Ceridwen Ash, Sara Doel, Maria Giulia Franzoni, Hannah Holmes, Justine Nanson, Cara Mahoney,
Lucie Ware
Alti: Madeleine Allen, Jennifer Bernstein, Chera Cole, Emma Herman, Ingrid Ivarsen, Lizzy Wilson
Tenori: Robin Bell, David Gascoigne, Todd Shively
Bassi: Dave Evans, Felix Pinkert, Charles Warren, Tom Wilkinson
[luglio 2013]

The St Andrews Renaissance Singers are one of the choirs run by the University of St Andrews in Scotland. We are a mixture of people of different ages and backgrounds: students, staff and singers from outside the university. We rehearse each week in the university chapel, St Salvator’s Chapel, and sing evensongs in there several times a year, as well as putting on concerts in St Andrews and further afield. We were formerly known as the Renaissance Group and were founded in 1955 by Douglas Gifford, Professor of Spanish. He built up a magnificent choir library containing many works by Spanish composers in particular, such as Francisco Guerrero, Tomas Luis de Victoria and Alonso Lobo. He also took the choir on annual tours in Britain and Europe and had the choir sing for week-long residencies at English Cathedrals, doing evensong each evening. Nowadays we still sing mainly Renaissance music, without accompaniment, but we are also building up a relationship with the St Andrews Baroque Orchestra, with whom we performed a concert featuring Buxtehude and Bach in December 2012. Next year we will perform a concert in St Ninian’s Cathedral in Perth with the St Andrews Baroque Orchestra. We are delighted to be coming to Italy; this is our first tour under the directorship of Claire Luxford, who took over the choir in 2010.

2013_07_01 Scade il termine di iscrizione alla Master Class di Progetto Voce


La data ultima per le iscrizioni alla 
MASTER CLASS di Pogetto Voce

è il 1 luglio 2013_07_01, manca poco.
Il Master comincerà il giorno 13 luglio alle ore 10.30 presso il teatro della Rosa di Pontremoli, a dare il benvenuto ci saranno la Prof.ssa Baracchini sindaco di Pontremoli, L'Ing. Caldi presidente degli Amici del Campanone, il Prof. Benelli presidente del premio Bancarella e il Prof. Marco Angella che ci introdurrà alla storia dello storico teatro della Rosa, seguira un aperitivo e poi... si comincia!!
L'orchestra che accompagnerà il grande CONCERTO "NOTE DELL'AUTORE", chechiuderà il Master Class di Progetto VOCE a Pontremoli e inaugurerà la 61^esima edizione del grande premio internazionale letterario Bancarella sarà: l'Orchestra Ensembe Puccini, composta da tutti orchestrali del grande Festival
Puccini di Torre del Lago!! Diretta dal Maestro Massimiliano Piccioli (direttore musicale di palcoscenico del Festival Puccini di Torre del Lago)!!
E la prova generale con l'orchestra si svolgerà proprio nel teatro Puccini di Torre del Lago!!
Tutte le informazioni le potrete trovare sul nostro sito www.progettovoce.com

giovedì 20 giugno 2013

ENSEMBLE BAROCCO DI NAPOLI

ENSEMBLE BAROCCO DI NAPOLI

Raffaele Di Donna flauto dolce
Marco Vitali violoncello
Ugo Di Giovanni arciliuto
Patrizia Varone clavicembalo

L’ENSEMBLE BAROCCO DI NAPOLI è stato costituito su iniziativa di Tommaso Rossi, Raffaele Di Donna e Marco Vitali e ha esordito il 2 maggio del 2010 in occasione del 350° anniversario della nascita di “A.Scarlatti”. Il gruppo è costituito da musicisti da anni attivi nelle più importanti compagini musicali napoletane (Orchestra del Teatro San Carlo, I Turchini di Antonio Florio, Ensemble Dissonanzen), con una serie di collaborazioni di rilievo internazionale nel settore della musica antica (Concerto Italiano, Ensemble Aurora, Il Complesso Barocco Dolce & Tempesta). 

Valentina Varriale, soprano

Diplomatasi con il massimo dei voti al Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli, Valentina Varriale ha cominciato molto giovane la carriera solistica e nel 2001 ha partecipato a due produzioni dell’Autunno Musicale del teatro  San Carlo, eseguendo, come membro del Coro Mysterium Vocis, alcuni interventi solistici nell’opera Quarant’ore: Mottetti di Padre Erasmo de Bartoli.
Ha interpretato il ruolo del Messo nell’opera Statira, Principessa di Persia di F. Cavalli nel primo allestimento della Pietà de’ Turchini sotto la direzione di A.Florio (incisione Opus 111-Naive).
Ha collaborato inoltre con Rinaldo Alessandrini durante la rassegna concertistica ad Ambronay.
Nel 2004 ha vinto la prima edizione del Concorso Internazionale di musica barocca “Francesco Provenzale” e nello stesso anno ha cantato il ruolo di Armindo nella Partenope di Haendel sotto la direzione di A. Florio presentata al Festival di Beaune e a La Cité de la Musique a Parigi.
Nell’agosto del 2005 ha collaborato con i Sonatori della Gioiosa Marca eseguendo lo Stabat Mater di Pergolesi, riproposto, sotto la direzione del M° O. Dantone, per il Pergolesi-Spontini Festival nel settembre 2006. 
Ha eseguito La Betulia liberata di Mozart con la Cappella Pietà de Turchini presentata ai festival di Beaune e di Santiago de Compostela e ha inciso il Requiem di F. Provenzale per la casa discografica Eloquentia.
E’ stata Barbarina ne Le nozze di Figaro di Mozart rapppresentata al teatro degli Champs-Elysées; Rosilda nella Ottavia restituita al trono di Scarlatti; Zeza nello Alidoro di Leonardo Leo rappresentato al Teatro Valli di Reggio Emilia e al Mercadante di Napoli; Albina nella Salustia di Pergolesi presentata al festival di Montpellier in coproduzione con il Pergolesi-Spontini Festival riscuotendo successo di pubblico e critica.
Ha lavorato inoltre con Jordi Savall, con cui ha realizzato l’Orfeo e il Vespro della Beata Vergine di C. Monteverdi e con Peter Kopp, esibendosi in numerosi festival europei (Edimburgo, Salisburgo, Dresda etc…). Collabora stabilmente con La Cappella della Pietà dè Turchini diretta dal M° A. Florio.
Particolarmente interessata al repertorio vocale del Sei-Settecento ha seguito  master-classe
in canto barocco del soprano Roberta Invernizzi e studia attualmente sotto la guida del soprano Maria Ercolano.

Tommaso Rossi, flauto

Laureato con lode in storia della musica presso l'Università "Federico II" di Napoli, si è diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio di Napoli, perfezionandosi in seguito con Mario Ancillotti presso la Scuola di musica di Fiesole, dove ha conseguito il diploma finale con il massimo dei voti. Ha conseguito il diploma di flauto dolce con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Paolo Capirci presso il Conservatorio di Latina. Partecipa stabilmente all’attività concertistica e discografica de I Turchini di Antonio Florio con cui ha inciso per Opus 111, Naïve, Eloquentia e Dynamic e ha suonato in qualità di solista in numerosi Festival Internazionali (Utrecht, Barcellona, Schleswig-Holstein, Siviglia, Brema, Ambronnay, Lisbona, Halle, Bruxelles, Città del Messico, Parigi, Il Cairo, Rabat, Madrid, Bergen, Vienna, Bruxelles, Settembre Musica di Torino, Accademia di Santa Cecilia, Amici della Musica di Palermo, Teatro S. Carlo, Associazione A. Scarlatti, GOG, Amici della Musica di Perugia, Festival di Zagabria, Accademia Filarmonica di Verona). È uno dei soci fondatori e presidente dell’Associazione Dissonanzen di Napoli. Con L’Ensemble Dissonanzen ha suonato presso importanti istituzioni musicali italiane ed internazionali quali Ravello Festival, Festival Time Zones, Traiettorie di Parma, Ravenna Festival, Amici della Musica di Modena, Associazione Scarlatti di Napoli, GOG di Genova, Guggenheim Museum di New York, Festival del Cinema italiano di Annecy, Festival di Salisburgo. Con l'Ensemble Dissonanzen ha inciso per Niccolò e con la Mode Records di New York. È docente di flauto dolce presso il Conservatorio di Musica di Cosenza. Suoi contributi sono apparsi sulle riviste SuonoSud, Meridione e l’Acropoli. 

GIARDINO DELLE MUSE

L'ensemble IL GIARDINO DELLE MUSE è specializzato nel repertorio vocale e strumentale del Rinascimento e del Barocco.  Il Giardino delle Muse, di formazione variabile, riunisce rinomati ed affermati musicisti nell'ambito della musica antica le cui esecuzioni avvengono su “strumenti originali”.
L'attività dell'ensemble si caratterizza per la particolarità delle proposte. Da una parte alcuni programmi nascono da suggestioni pittoriche come per esempio La musica al tempo di Caravaggio dove le “invenzioni” pittoriche dell'artista lombardo vengono ritrovate in musica in quel fecondo periodo di transizione che è stato la fine del Rinascimento e il primo Barocco. Altrettanto dicasi del programma La musica a soggetto nei quadri di Leonardo da Vinci dove la musica sonorizza la situazione rappresentata nei dipinti. Dall'altra Il Giardino delle Muse, fatto raro per un ensemble italiano, dedica particolare attenzione alla musica francese del XVII secolo scoprendo autentici capolavori strumentali particolarmente apprezzati dal pubblico.
L'ensemble Il Giardino delle Muse, o parte dei suoi componenti, partecipa regolarmente ad importanti manifestazioni concertistiche e festival dedicati alla musica antica in Italia e all'estero. 

IL GIARDINO DELLE MUSE
Angela Alesci soprano 
Anna Rita Pili soprano 
Paolo Graziano basso
Gianluca Barbaro flauto diritto 
Tiziana Armonia A. Azzone tiorba, chitarra barocca
Ugo Nastrucci tiorba, chitarra barocca
Gioele Guberti violoncello

Angelica Selmo, clavicembalo

Nata a Verona, ha conseguito il diploma accademico di II livello in pianoforte, con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del Maestro R.Zadra.
Ha partecipato a corsi e masterclasses di perfezionamento con L.Georgeskaja, E.Solè, R. Fortuna, C.Grante, M.Raschietti, A.Ciccolini e F.Gamba. 
E’ stata premiata in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ottenendo il I premio ai concorsi Nuovi Orizzonti (Arezzo), Rami musicali (Fucecchio), Città di Bardolino, Città di Piove di Sacco. 
Si è perfezionata nell’interpretazione del repertorio cameristico con S.Redaelli. H
a inoltre frequentato masterclasses tenute da L.Simoncini e R.Filippini.
Nel 2012 ha frequentato un corso di fortepiano con S. Neonato e B.V.Oort.
Dal 2011 si dedica esclusivamente allo studio del clavicembalo presso il Conservatorio di Vicenza, sotto l’attenta guida della Maestra P.Marisaldi, e nel 2012 vince il Premio delle Arti, come solista, nella categoria “Musica con strumenti antichi e voci”. 
Ha tenuto recital clavicembalistici per le stagioni Antonio il Verso di Palermo, Pavia barocca e Settimane barocche di Brescia. Si è esibita nella Biblioteca Marciana di Venezia e, sempre come cembalista, ha suonato con l’Orchestra da Camera Italiana diretta dal Maestro S.Accardo.

RING AROUND CONSORT

Fin dal suo esordio nel 1993 la formazione vocale genovese formata da Vera Marenco (soprano), Manuela Litro (contralto), Umberto Bartolini (tenore) Alberto Longhi (baritono), si è imposta per la particolare fusione delle voci e per la grande capacità comunicativa nell’esibizione. Il quartetto, che ha perfezionato la propria vocalità con Rachid Safir (Les Jeunes Solistes) e con The Hilliard Ensemble, si distingue principalmente per come propone il repertorio della polifonia antica profana in una dimensione teatrale (chanson, villanelle e madrigali, di autori italiani, franco-fiamminghi, spagnoli), realizzando concerti-spettacolo dove la componente visiva viene curata come quella musicale. 
Il Quartetto affronta in modo esteso anche la polifonia sacra  medioevale e rinascimentale e dal 1997 si dedica allo studio del linguaggio musicale contemporaneo, spesso a diretto contatto con gli autori. In quell’anno incide il CD Musiche per Van Dyck, una raccolta di composizioni ispirate a criteri compositivi fiamminghi. Da allora ha ricevuto ed eseguito in prima assoluta lavori di Ennio Morricone, Matteo D’Amico, di Claudio Ambrosini, Andrea Basevi Gambarana, Mauro Castellano, Pieralberto Cattaneo, Piero Caraba, Gian Enrico Cortese, Riccardo Dapelo, Raoul De Smet, Federico Ermirio, Paolo Paolini, Raymond Schroyens, Mauro Zuccante. Con questo repertorio ha ottenuto al 42° Concorso Internazionale Seghizzi (2003) il riconoscimento di miglior gruppo solistico e miglior complesso italiano.
Nel 2003 a Spoleto lo spettacolo Gioco di voci viene definito la rivelazione del Festival dei Due Mondi, da quel momento il quartetto, molto amato da Gian Carlo Menotti, è stato più volte incaricato di inaugurare la preview romana alla conferenza stampa internazionale di presentazione del Festival.  Successivamente è stato chiamato a cantare al funerale del Maestro, onorando la sua memoria con il Miserere di Ockeghem. 
Il Ring Around è stato scelto dal CIDIM per la stagione 2006/07 come proposta giovani solisti sul tema «La voce del quartetto».
L’intensa attività concertistica ha portato l’ensemble a esibirsi nelle stagioni di importanti istituzioni musicali quali gli Amici della Musica di Palermo (Teatro Politeama) di Firenze (Teatro la Pergola), di Padova, Trapani e Perugia;  la  Fenice di Venezia, Associazione Musicale Etnea di Catania, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Centro di Musica Antica Pietà De’ Turchini di Napoli, al Bologna Festival, alla Saison Musical dell’Abbazia di Royaumont (Parigi), Accademia Filarmonica di Messina, alla Filarmonica di Bologna,  Società Filarmonica di Trento, Incontri Europei con la Musica (Bergamo), Algeri e Marsiglia per il festival Chants Sacrés en Méditerranée, presso l’Associazione De Sono (Torino), Associazione Musica e Filosofia Maratea, Famiglia Artistica Reggiana, Teatro Nuovo Giovanni da Udine, ai Concerti del Quirinale di Radiotre .
Tra le attività più recenti si segnala il debutto del programma “Tutte frottole!” ai Concerti del Quirinale di Radiotre e la partecipazione al Festival “Lo spirito della musica di Venezia” per la Fondazione Teatro La Fenice. www.ringaround.it

Simone Erre, flauto

Dopo essersi diplomato in flauto dolce con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Vicenza, insegna presso l'Istituto Pareggiato Superiore di Studi Musicali "F. Vittadini" di Pavia. Suona regolarmente in formazioni cameristiche e orchestrali presso importanti organizzazioni concertistiche (MITO, Società del Quartetto, Segni barocchi, Notte nei Giardi d'Europa, I Tesori di Orfeo...). La ricerca musicologica lo ha portato a tenere conferenze a Vicenza, Cremona, Pavia e Ravenna.Oltre all'ins
egnamento svolge attività di ricerca musicologica pubblicando articoli e facendo conferenze. La Revista Catalana de Musicologia nel 2006 ha pubblicato un suo articolo sui flauti rinascimentali. 

RED PRIEST

RED PRIEST
David Wright, clavicembalo

RED PRIEST  È l’unico gruppo di musica antica al mondo ad essere stato paragonato dalla stampa mondiale ai Rolling Stones, Jackson Pollock, ai Marx Brothers, Spike Jones e al Cirque du Soleil. Questo straordinario quartetto è stato descritto dalla critica musicale come «visionario ed eretico», «oltraggioso eppure compulsivo», «totalmente irreverente e altamente intelligente», «completamente selvaggio e intensamente geniale, con un ‘rovente e malizioso senso dell’umorismo» ed un «approccio alla musica antica che rompe le regole, un concerto da camera rock».Red Priest è uno dei casi di più incredibile successo nella musica antica inglese degli ultimi anni.
Fondato nel 1997, l’ensemble deve il suo nome alla rossa chioma del prete Antonio Vivaldi e a tutt’oggi ha tenuto centinaia di concerti in molti dei più prestigiosi festival al mondo, quali l’Hong Kong Arts Festival,Moscow December Night Festival, Schwetzingen Festival, Prague Spring Festival, Bermuda Festival ed in molti paesi europei, Giappone, Australia, Nord e Centro America. Al gruppo sono stati dedicati lunghi special dalla tv giapponese (NHK) e dall’inglese ITV – l’ultimo effettuato nell’ambito del prestigioso South Bank Show, nel 2005, in occasione della presentazione del “Red Hot Baroque Show”, elettrizzante connubio fra la musica antica e la moderna tecnologia video e luci.
Nel 2009  Red Priest ha fondato una propria casa discografica, la Red Priest Recordings, universalmente distribuita dalla Nimbus. Lo scorso anno, l’ultimo CD del gruppo, “Johann I’m only dancing”, è andato ad aggiungersi agli acclamatissimi CD precedentemente editi: “Priests on the run”, “Nightmare in Venice”, “Vivaldi’s Four Seasons” e “Pirates of the Baroque”. Diversi interessanti progetti sono in fieri per i prossimi mesi ed includono registrazioni solistiche, un DVD delle “Four Seasons” e spartiti on-line scaricabili. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.redpriests.com

Piers Adam, flauto

È stato recentemente definito dal Washington Post: «il virtuoso di flauto  dritto che attualmente regna su tutto il mondo». Si esibito in numerosi festivals e in prestigiose sale da concerto in tutto il mondo, incluso il London’s Royal Festival, Wigmore Hall e Queen Elisabeth Hall e come solista con la Philharmonia, la English Sinfonia, la Irish Chamber Orchestra, la Academy of Ancient Music, la Singapore Symphony a la BBC Symphony. Piers ha inciso molti CD in qualità di solista, manifestando un gusto
eclettico, che spazia dal Vivaldi del suo premiato disco d’esordio (Cala) al Concerto per flauto dolce di David Bedford (NMC) – uno dei maggiori brani per lui scritti ed da lui interpretati. Si è inoltre dedicato a ricercare, arrangiare ed incidere molti brani classici, romantici, impressionisti e popolari, che costituiscono l’ossatura dei suoi recital.

Angela East, violoncello

È riconosciuta come una dei più brillanti e dinamici esecutori  su strumento d’epoca al mondo, elogiata dal londinese The Times per l’ “elemental power” con cui suona il violoncello. Ha tenuto numerosi concerti presso le Queen Elisabeth e Wigmore Halls e si è esibita in qualità di solista e continui sta con molte delle principali orchestre barocche d’Europa. Dall’impressionante lista dei luoghi ove ha tenuto  concerti citiamo La Scala di Milano, la Sidney Opera House, Versailles e Glyndebourne. Nel 1991 Angela ha creato “The Revolutionary Drawing Room”, collana dedicata all’esecuzione di brani musicali del periodo rivoluzionario in Europa, su strumenti originali, i cui primi  otto CDs hanno ricevuto entusiastiche recensioni in tutto il mondo. Il tanto a lungo atteso CD comprendente le Suites per violoncello di Bach è stato recentemente edito dalla Red Priest Recordings. Il suo CD di musica popolare barocca per violoncello, “Baroque Cello Illuminations”, ha ricevuto eccellenti recensioni ed è stato scelto quale “CD of the Fortnight” da Classical Music Magazine.

Julia Bishop, violino

Nell’ambito della sua generazione è  una dei migliori specialisti del repertorio barocco, con uno stile virtuosistico descritto dal BBC Music Magazine come “psichedelico”. Si è esibita in tournées in tutto il mondo con le principali orchestre della Gran Bretagna, compreso l’English Concert, del quale ha fatto parte per sei anni. Julia ha lavorato a lungo come direttore di ensemble e come solista, in particolare con il famoso Gabrieli Consort, con il quale si è esibita all’estero ed ha partecipato a numerose incisioni per Deutsche Grammophon. Inoltre ha anche collaborato come solista con gli ensembles Florilegium, Brandemburg Consort e Hanover Band.

David Wright, clavicembalo

David Wright, clavicembalo Viene considerato una figura preminente nel mondo della musica antica, ma è stato praticamente quasi un autodidatta prima di vincere una borsa di studio del Royal College of Music, istituzione presso la quale ha conquistato numerosi premi, incluso l’International Broadwood Competition, e dove si è diplomato con il massimo dei voti. Ha collaborato con alcuni dei più importanti musicisti al mondo, quali Emma Kirby, James Bowman e Steven Varcoe, e si è esibito, come solista, con molti gruppi di fama internazionale. Ha diretto diversi concerti dal cembalo, incluso la prima ripresa moderna dell’opera di Arne “The blind Beggar of Bethnel Green” ed è direttore ospite in numerose orchestre europee. Negli ultimi anni si è dedicato particolarmente all’esecuzione delle Variazioni Goldberg, che ha inciso nel 2007 e che da allora ha diverse volte eseguito. Con al suo attivo un vasto bagaglio di registrazioni televisive e radiofoniche, David continua a portare avanti una intensa e varia carriera come clavicembalista ed è entrato a far parte stabilmente dei Red Priest nel Gennaio del 2011.

DULCEDO

DULCEDO 

Barbara Zanichelli, soprano

Nata a Parma e diplomata in Violino sotto la guida del M° L. Fanfoni nel Conservatorio della stessa città, si è in seguito dedicata al Canto diplomandosi al Conservatorio di Lugano con Luisa Castellani, e perfezionandosi nella prassi esecutiva di diversi repertori con: C. Miatello, C. Ansermet e R. Gini, A. Goussev e L. Serra. Il suo grande interesse per il repertorio medievale, dal Canto Gregoriano all’Ars Nova, la porta da diversi anni a collaborare come membro stabile con l’ensemble Mala Punica diretto da Pedro Memelsdorff, attivo a livello internazionale ed importante interprete dell’Ars Nova; ad approfondirne lo studio seguendo dal 2005 i corsi di Semiologia e Canto Gregoriano tenuti a Cremona da N. Albarosa e J.B. Göschl, e il Corso di Perfezionamento “L’Ars Nova in Europa” presso l’Uni
versità Tor Vergata di Roma, diplomandosi con lode nel settembre 2008; a fondare il gruppo vocale femminile Studium ensembe. Svolge intensa attività concertistica sia come solista che in ensemble, come interprete del repertorio antico e contemporaneo in importanti sale e festival italiani ed esteri. Ha collaborato con musicisti quali K.Stockhausen (di cui ha realizzato due Prime Mondiali), T.Fisher, M.W.Chung, Ensemble Contrechamps, Ensemble Vortex, P.Nemeth, R.H.Platz, B.Kuiken, P.Memelsdorff, E.Gatti, S.Bagliano A.De Marchi, C.Cavina, P.da Col, F.M.Bressan, C.Smith, M.Mencoboni, interpretando anche partiture in prima esecuzione assoluta di compositori come K.Stockhausen, G.Bryars, F.Hoch, S.Gervasoni, L.Kupper, M.Stedron, Nicolas Bolens, Mario Pagliarani, approfondendole con gli autori stessi. Dal 2007 è docente di Canto e Pedagogia del Canto oltre che assistente di Luisa Castellani presso il Conservatorio della Svizzera Italiana. Ha partecipato a dirette radiofoniche italiane ed europee e ha registrato per varie case discografiche tra cui Erato, Arcana, Chandos, Virgin, Glossa, Naive, Tactus.

Pamela Lucciarini, soprano

Studia canto col tenore Robleto Merolla e si diploma in Canto Barocco a Vicenza con Patrizia Vaccari e Gloria Banditelli. Nel 2004 vince il Premio Corelli col suo Ensemble: Recitarcantando col quale tuttora si dedica al repertorio da camera del Seicento, inoltre collabora come solista con diverse realtà musicali italiane e con importanti direttori d’orchestra grazie ai quali affronta il grande repertorio italiano Sacro-Oratoriale e da camera. In teatro debutta con Elvira nel Don Giovanni e prosegue con La Didone di Cavalli al Carignano di Torino (Europa Galante), L’Incoronazione di Poppea  (La Venexiana) a La Citee de la Musique di Parigi, Demofoonte di Jommelli (Riccardo Muti) a L’Opera Garnier di Parigi e a Ravenna Festival, Ascanio in Alba di Mozart con Biondi a Stavanger (Norvegia), Antigono di Mazzoni con E. Onofri a Lisboa. Collabora stabilmente con Europa Galante, L’Arte dell’Arco, Accademia del Santo Spirito, Cantar Lontano, Divino Sospiro, Orchestra Barocca di Bologna; esibendosi per importanti istituzioni musicali tra le quali citiamo: Parco della Musica, Unione Musicale; Opera Garnier,  CCB Lisboa; Fondazione Pergolesi-Spontini, Toulouse Les Orgues, MITO; Festival Misteria Paschalia di Krakovia, Settimana di musica religiosa di Cuenca (Spagna), Festival di Regensburg, Teatro Rossini di Pesaro, Ravenna Festival.
Incide per Tactus, Clavis, Glossa. 

Sara Mancuso, arpa

Diplomata in pianoforte al Conservatorio B. Marcello di Venezia, vince in seguito una borsa di studio per la “Scuola di Alto Perfezionamento musicale” di Saluzzo, dove studia con il pianista Alexander Lonquich. Terminata quest’esperienza, la pianista austriaca Christine Mayr la introduce alla musica barocca; comincia dunque a praticare la prassi del basso continuo, suonando per alcuni anni in qualità di cembalista, in Italia e all’estero, con l’orchestra da camera di Venezia “L’Offerta musicale”. Da quel momento si dedica allo studio della musica antica, studiando clavicembalo, clavicordo e fortepiano con Giorgio Cerasoli e Bernard Brauchli. Contemporaneamente approfondisce il suo interesse per il teatro di figura, lavorando per quattro anni con il Gran Teatrino di marionette “La Fede delle Femmine”, diretto da Margot Galante Garrone, con cui partecipa a numerosi Festival di teatro, in particolare in Italia, sviluppando una caratteristica forma di teatro di marionette, rivolta ad un pubblico adulto, che, abbandonato l’uso della parola, si incentra sulla perfetta adesione del movimento al tempo/ritmo musicale e si fonda su scelte musicali estremamente pregnanti e raffinate.
Un percorso a ritroso verso la musica medioevale, la induce a frequentare numerosi corsi tenuti dall’ensemble di musica medioevale La Reverdie e in particolare nella persona della liutista e cantante Claudia Caffagni. In questi anni coltiva la passione per l’arpa gotica studiando a Bruxelles con Hanneloere Devaere e presso il Conservatorio di Vicenza con Marina Bonetti. Contemporaneamente apprende e pratica sempre più spesso l’uso di diversi strumenti a tastiera medioevali, come l’organo portativo, il clavicymablum e il claviciterio.
È membro dell’ensemble spagnolo di musica medievale Puy de sons d’autre fois, con il quale ha suonato in molte città spagnole, dell’ensemble internazionale di musica medioevale Pentagonale, formatosi all’interno del Festival di musica antica Trigonale (Carinzia) e dell’ensemble veneziano La Frottola, con cui da 7 anni cura a Venezia una rassegna sulla tradizione musicale in Veneto durante il medioevo e rinascimento, cominciata in occasione di una collaborazione con una illustre mostra su Paolo Veronese.
Da circa due anni collabora con l’ensemble La Reverdie, partecipando a numerosi Festival in Italia e all’estero, e partecipando ad una registrazione discografica “I dodici giardini”, di prossima uscita, sulla lauda polifonica attorno alla figura di S. Caterina da Bologna (Caterina de’ Vigri) per la casa discografica  ARCANA, con la collaborazione della Radio Svizzera Italiana.

Marco Muzzati, percussioni

È laureato presso il corso di laurea in Discipline dell'Arte Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna. Dal 1985 si occupa di musica antica approfondendo, oltre allo studio musicologico, la prassi esecutiva degli strumenti a percussione medievali, rinascimentali, barocchi ed arabi.
Ha seguito corsi di percussioni al Conservatorio Musicale “Tomadini” di Udine, e corsi di perfezionamento sulla pratica musicale antica sotto la guida di alcuni maestri tra cui René Clemencic.Nel 2006 fonda, come direttore artistico, Sensus, un ensemble che riunisce artisti provenienti da esperienze in vari settori di musica, teatro e danza, con il quale ha prodotto alcuni spettacoli multidisciplinari (“Naar e
Bellafonte”, “Fauvel et Fauvain”, “Fuggi Fuggi Fuggi”, “Il Lamento delli Artigiani”, “Aman Sepharad”, “La Barca di Venezia per Padova”).
Ha all'attivo numerosi concerti in Italia ed all'estero, collaborando stabilmente dal 1988 con l'Ensemble Cantilena Antiqua (dir. S. Albarello), e dal 2002 con l’Accademia degli Imperfetti (dir. M. Less). Ha collaborato inoltre, tra le varie formazioni, con l’Orchestra Barocca di Bologna (dir. P. Faldi), l’Accademia degli Astrusi (dir. F. Ferri), l'Accademia Strumentale Italiana (dir. A. Rasi), con lo Janas Ensemble (dir. P. Erdas), con la Cappella Musicale di S. Petronio (dir. M. Vannelli), con Gli Affetti Musicali (dir. C. Chiavazza), Laus Concentus (dir. M. Piantelli) e con Scintille di Musica (dir. Francesca Torelli e Angelo Branduardi).
Nel campo della musica etnica ha perfezionato la tecnica sugli strumenti arabi, affiancato dal maestro Abdelghani Madkour, come percussionista del trio Ifrikia, impegnato nella restituzione di repertori di musica classica araba; inoltre si dedica alla musica greca con il Takis Kunelis Ensemble, alla musica klezmer con Vladah Klezmer Band, e a un progetto sulla musica dei paesi del mediterraneo e dei balcani con Otyyot.
Ha partecipato a numerose incisioni discografiche per RCA, Passacaille, Symphonia, Stradivarius, Tactus e Bongiovanni, ed inoltre a trasmissioni radiofoniche e televisive per RAI, BRTN (Belgio), WDR (Germania), RSI (Svizzera), HRT (Croazia). 
Ha collaborato alla realizzazione della colonna sonora (nomination al Premio Donatello) per il film “I Picari”, regia di Mario Monicelli. Inoltre ha partecipato ad alcune scene del film “Io Don Giovanni” di Carlos Saura.
La sua esperienza teatrale, in qualità di attore, si espleta per lo più nella messa in scena di spettacoli su testi e musiche del medioevo, del rinascimento italiano e del periodo barocco, di cui spesso cura anche la drammaturgia, la regia e l’allestimento scenico.
Ha inoltre all'attivo esperienze con alcuni danzatori e compagnie di teatro danza e di danza storica, tra cui L'Ensemble di Micha Van Hoecke, Deda Cristina Colonna, Gloria Giordano, La Follia di Flavia Sparapani e Incontradanza di Federica Calvino Prina.

Stefano Albarello, voce, chitarra barocca, chitarra battente e chitarra romantica

Stefano Albarello dal 1985 si occupa di musica antica approfondendo oltre il campo musicologico, la prassi del canto e degli strumenti a pizzico medioevali, rinascimentali, barocchi, romantici, arabi ed ottomani. 
Opera da anni nel concertismo come solista e direttore di insiemi; ha all'attivo concerti in tutto il mondo.
Ha partecipato come solista ad oratori ed opere barocche  Ha eseguito incisioni discografiche per RCA, Opus 111, Symphonia, Tactus, Dynamic e Bongiovanni, Passacaille.Dal 1988 è direttore dell'Ensemble Cantilena Antiqua con il quale svolge attività di ricerca, incisioni discografiche e concerti su repertori medievali in prima esecuzione.È stato invitato ad importanti rassegne e manifestazioni internazionali.
Ha collaborato con l'Orchestra Andalusa di Tangeri.Primo docente italiano di musica medievale presso il Conservatorio di Vicenza è docente a Lucca di Canto Sacro medievale e Musica d'insieme per voci e strumenti antichi. Tiene corsi e stages di interpretazione vocale e strumentale medievale con particolare riguardo al canto liturgico e paraliturgico monodico e polifonico.Dal 2001 è fondatore e direttore scientifico del Laboratorio sul Teatro Musicale Medievale che si tiene ogni anno a Lucca.Ha pubblicato articoli saggistici sulla musica medievale e rinascimentale.Vincitore vai premi per le interpretazioni discografiche e concertistiche. Ha collaborato alla realizzazione di colonne sonore per il teatro e il cinema tra queste: il film I Picari diretto da Mario Monicelli e Io Don Giovanni di Carlos Saura. Attivo nel teatro collabora da anni con Moni Ovadia e più recentemente Corrado Augias.

Alessandro Marangoni, pianoforte

Alessandro Marangoni, vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è affermato sulla scena internazionale grazie ad una significativa attività concertistica come solista nei principali centri italiani ed europei e un’altrettanto intensa attività cameristica con artisti quali Mario Ancillotti, Marco Berrini, Vittorio Ceccanti, Maddalena Crippa, Enrico Dindo, Francesco Manara, Daria Masiero, Stefano Parrino, Giulio Prandi, Quirino Principe, Milena Vukotic, Carlo Zardo, il Quartetto di Fiesole e il Nuovo Quartetto Italiano.
Nato nel 1979, si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti, lode e menzione con Marco Vincenzi presso il Conservatorio di Alessandria. In seguito si è perfezionato con Maria Tipo e Pietro De Maria alla Scuola di Musica di Fiesole. Contemporaneamente si è laureato in Filosofia presso l’Università di Pavia (con una tesi sulla filosofia della musica di Fernando Liuzzi), alunno di merito dell’Almo Collegio Borromeo. 
Ha debuttato nel dicembre 2007 con un recital al Teatro alla Scala di Milano, in un omaggio a Victor de Sabata nel 40° anniversario della morte, insieme a Daniel Barenboim. Di recente ha suonato all’Accademia di Santa Cecilia a Roma (Parco della Musica), all’Accademia della Crusca di Firenze, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Verdi di Trieste, alla Cappella Paolina del Quirinale in Roma, per il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Festival MITO, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Associazione Musicale Lucchese, la Fondazione Walton di Ischia, l’Engadiner Internationale Kammermusik-Festspiele, la Sagra Musicale Umbra, l’Estate Musicale a Portogruaro, il Centro Studi Musicali “F. Busoni” di Empoli, il Teatro Dal Verme di Milano, l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma, il St.John’s College di Cambridge e in Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Austria, Francia, Svezia, Finlandia, Argentina, Cile, Colombia con notevole successo di pubblico e di critica. Ha inoltre eseguito alcuni concerti di Mozart in tournèe con la Amadeus Kammerorchester del Mozarteum di Salisburgo e l’Orchestra I Filarmonici Europei. 
Ha debuttato con successo in Spagna con l’Orchestra Filarmonica di Malaga e a Bratislava con l’Orchestra Filarmonica Slovacca, sotto la grande bacchetta di Aldo Ceccato; ha inoltre debuttato come direttore e solista con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” al Teatro Dal Verme di Milano, registrando per importanti emittenti come RAI, BBC e Radio Nacional de Espana. Ha istaurato un sodalizio artistico con l’attrice Valentina Cortese con la quale ha tenuto recentemente a Milano uno spettacolo con la regia di Filippo Crivelli. 
Stanno ottenendo molto successo isuoi recital monografici su Rossini e su Chopin, in duo con Quirino Principe come voce recitante. E’ il primo musicista italiano ad esibirsi anche nel mondo virtuale di Second Life, eseguendo più di cento concerti con grande successo di pubblico. Nel 2010 ha debuttato a Toronto, in Canada, con grande successo di pubblico e di critica. Con l’Ensemble Nuovo Contrappunto ha eseguito in prima italiana il Concerto n. 4 di Beethoven nella versione cameristica dello stesso autore. E’ il pianista del Trio Albatros Ensemble, con cui ha registrato un cd dedicato a Nino Rota per Stradivarius e ha suonato in diretta al Tg2 e RAI Mizar. 
Ha inoltre instaurato una collaborazione con il jazzista e compositore Sandro Cerino, col quale ha registrato il disco (s)Confini per Egea. E’ inoltre impegnato nella registrazione integrale dei Peccati di vecchiaia di Rossini, del Gradus ad parnassum di Clementi, dei Concerti per pianoforte e orchestra di Castelnuovo-Tedesco con la Malmö Symphony Orchestra (col quale ha ottenuto la nomination agli ICMA) e della Via Crucis di Liszt (con Ars Cantica Choir, dir. Marco Berrini), tutti per la Naxos. 
Recentemente Alessandro Marangoni ha riscoperto la produzione pianistica di Victor de Sabata, che ha registrato per La Bottega Discantica. Ha vinto il prestigioso Premio Internazionale “Amici di Milano” per la Musica. Ha tenuto concerti e masterclasses in Europa e Sud America. Insieme al regista Pierpaolo Venier è ideatore del Chromoconcerto®. (Sostituisce versione de 11/02/2010) 
Nel 2007 ha ricevuto il prestigioso Premio Internazionale "Amici di Milano" per la Musica.
Al link indicato potrete vedere una video intervista di Marco Traferri ad Alessandro Marangoni e esecuzione dal vivo al pianoforte su www.dacapoalfine.it

ALESSANDRO MARANGONI Sito ufficiale www.alessandromarangoni.com

TEATRI POSSIBILI Scegli il corso che fa per te per la prossima stagione di studio.

TEATRI POSSIBILI Scegli il corso che fa per te...
ultimi giorni per lo sconto del 25% per chi si iscrive entro il 25 Giugno 2013!

Porta avanti la tua passione e il tuo sogno: scegli il corso giusto per te!
Se ti iscriverai entro il 25 giugno avrai diritto al 25% di sconto... passa parola...
Sono aperte le iscrizioni ai corsi per il nuovo anno accademico 2013/2014 Teatri Possibili!
Scegli il tuo corso e non farti scappare lo sconto su tutte le iscrizioni:
Se ti iscriverai entro il 25 giugno avrai diritto al 25% di sconto... passa parola...
e inoltre:
- seminario we gratuito per chi si iscrive in rata unica 
- sessione di training gratuita per chi si iscrivein rata unica
e per i nuovi iscritti...2 settimane di prova gratuita...
La Scuola Teatri Possibili compie 20 anni!!!!! Da sempre al servizio della creatività e dei nuovi talenti, la scuola ha come obiettivo principale quello di fornire ai propri allievi gli elementi necessari per affrontare la professione di attore; un approfondito percorso formativo per i futuri professionisti dello spettacolo, ma anche una qualificata opportunità per chi desidera accostarsi al teatro per passione, nel tempo libero.
Un' ampia possibilità di proposte per avvicinarsi al Teatro e  intraprendere un percorso completo di formazione. Costruisci con noi il tuo percorso didattico più giusto per te.
Da una parte il  TRIENNIO DI RECITAZIONE che ti permetterà di avvicinarti alle tecniche teatrali e attoriali dai rudimenti di base fino alla costruzione del personaggio e all'analisi del testo. 
Accanto a questo percosrso trovera i corsi tecnici che permettono di approfondire il percorso di recitazione: TEATRO DANZA, DIZIONE, VOCE E LETTURA INTERPRETATA, CANTO, CLOWNERIA.
E poi corsi professionali che ti possono avvicinare al lavore del dietro le quinte: ORGANIZZAZIONE TEATRALE, CORSO PROFESSIONALE PER TECNICI LUCI E AUDIO 
E infine percorsi ad ho per tutte le fasce d'età che accompagnino i giovani alla scoperta di questo mraviglioso mondo:  RECITAZIONE PER BAMBINI, RECITAZIONE PER PREADOLESCENTI, RECITAZIONE PER ADOLESCENTI
E per chi non potesse seguire un intera annualità aattraverso le LEZIONI INDIVIDUALI si può strutturare un percorso ad hoc sulla base di esigenze di tempo e desideri specifici!
Da quest'anno un importante novità: un CORSO DI PERFEZIONAMENTO a cui si accede dopo il triennio e SU SELEZIONE

Consigliamo a tutti di chiedere un COLLOQUIO CON LA DIREZIONE che oltre a ricevere volentieri un feedback sull'andamento dell'anno in corso, sarà felice di aiutarvi nella scelta del percorso didattico che vorrete intraprendere con particolare attenzione alle specifiche necessità di ognuno.

INFOTEL: TEATRI POSSIBILI MILANO 02/8323182
MAIL: milano@teatripossibili.org
Ti aspettiamo!!!Scuola Teatri Possibili
Via Savona, 10 - 20144 Milano tel. 02.8323182

mercoledì 12 giugno 2013

Sanae Kachi, soprano

Sanae’ Kachi e’ nata in Giappone. Si laurea in canto all’università di Nagoya a pieni voti sotto la guida di Motoharu Nakajima. In seguito si trasferisce in Italia.  Ha studiato con K.Ricciarelli, M.Olivero, L. Vasta, M. Devia, B.M.Casoni,.
Risulta, sempre in Italia, vincitrice di numerosi concorsi quali:  “P. Mascagni”, “Mario Braggio”,“Vigliano viva”, “Enrico Caruso”, “Fondazione W. Wolton”grazie a quest’ultimo debutta il ruolo di Sicle nel “L’Ormindo” di Francesco Cavalli diretta da S. Lord con la regia di Colin Graham.
Inoltre e’ vincitrice di una borsa di studio, che le permette di frequentare l’Accademia di Torre del Lago dove ha l’opportunità di seguire i corsi della gia’ citata sig.ra Olivero, di R. Kabaiwanska e di partecipare con il ruolo alla stagione 2002 nel Festival Pucciniano.Dopo ha debuttata nel ruolo di prima Ancella nella stagione, il ruolo di Liu al mese Pucciniano di torre del lago nel 2002.
In Giappone, a Tokio, risulta finalista del XXVII concorso “ Lirica Italiana” e nella stessa citta’ vince il premio speciale per cantanti lirici solisti. Svolge un’intensa attivita’ concertistica sia in Italia che all’estero.
Ha cantato da prestigiose associazioni, enti lirici e teatri come il Ponchielli di Cremona,Teatro Regio di Torino la sala Puccini, Filarmonica di Lecce,Teatro Pedrotti a Pesaro con B.Pratico, Festival Torre del Lago con C.Simone, Festival Internazionale del Garganico,Festival di Strasburgo e Rossini Opera Festival di Bad Widbad in Germania con M゜A. Zedda, ecc.
Ha interpretato nel 2003 per Lauretta nel “Gianni Schicchi” con M゜ A.Guaragna alla Kunstherhaus di Monaco di Baviera e teatro Modena di Genova. Numerose sono le sue esibizioni,infatti grazie alla duttilita’ della voce viene chiamata per interpretare ruoli come Gilda ne “Il Rigoletto”, Liu da “Turandot” e Amelia da “Simon Boccanegra”e Micaela da “Carmen”.
E’ stata chiamata da S. Ozawa per partecipare ad una tournèe in Cina e in Giappone nel “Barbiere di Siviglia” nel ruolo di Berta, sempre con il M° Ozawa ha tenuto numerosi concerti in Cina e Giappone. ed altre. Grazie al M゜Ozawa che ha vinto importante Borsa di studio di Rohm Music Foundation in Giappone.
Nell’ambito della musica sacra si e’ esibita ne, La Messa Grande in DO minore, Exlutate Jubilate, Vesperae solemnes, Requiem di Mozart, la Messa in DO maggiore di Beethoven, Stabat Mater di Pergolesi  e  nell’Oratorio  Samson e Dalila di Handel.
Nel 2011  si e’ esibita al Concerto di solidarieta’ del Giappone al Teatro Fenice di Venezia e a Novara il Requiem di Mozart con Maestro Yoshida con l’orchestra sinfonica Carlo Coccia.
Il concerto d’onore Toyota con l’orchestra sinfonica di Nagoya in Giappone.
Nel 2012  il Recital a Nagoya.
Nel 2013  il concerto dedicato al Verdi al teatro Pagano(MN). Il Recital con il pianista Giulio Zappa al Teatro Olimpico a Sabbioneta. Si e’ esibitera’ la Nona di Beethoben e in vari concerti di Verdi in autunno e inverno in Giappone. Nel 2014 la Messa Grande in Do minore di Mozart in Giappone.

martedì 11 giugno 2013

Festival di Ravello propone un SUMMER SCHOOL IN CULTURAL EVENT MANAGEMENT

FONDAZIONE RAVELLO E UNISOB INSIEME PER LA FORMAZIONE APERTE LE ISCRIZIONI PER LA SUMMER SCHOOL IN CULTURAL EVENT MANAGEMENT

L’esperienza pluriennale di uno dei Festival musicali di più lunga tradizione e di maggiore notorietà internazionale come quello di Ravello e l’eccellenza formativa nel settore del turismo culturale dell’Università Suor Orsola Benincasa si fondono insieme per un nuovo percorso di Alta Formazione universitaria post laurea. Nasce così, grazie a questa nuova alleanza, il Corso di Perfezionamento in “Cultural Event Management” organizzato dal Centro di Lifelong Learning dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli in collaborazione con la Fondazione Ravello.
Il corso sarà strutturato come Summer School: una full immersion di due mesi (1° Luglio - 30 Agosto 2013) nella suggestiva cornice operativa del Ravello Festival, a stretto contatto con la macchina organizzava e il management dell’evento. L’obiettivo della Summer School è quello di formare un professionista in grado di progettare, promuovere e gestire eventi culturali o sportivi, con particolare riferimento agli eventi legati alle Performing Arts. Un esperto in grado di gestire i progetti in tutte le fasi: progettazione, elaborazione di budget, fundraising, organizzazione, logistica, promozione, marketing e web marketing, comunicazione e ufficio stampa, pubbliche relazioni. La sede della Summer School sarà la stessa location che ospita gli eventi: Villa Rufolo. Le lezioni frontali saranno affiancate da attività laboratoriali e training on the job, con la partecipazione attiva dei corsisti al Ravello Festival.
Le aree tematiche del Corso comprendono: meeting and event architecture, project management, business management, organizzazione dei processi di produzione artistica, organizzazione e gestione delle risorse umane, marketing territoriale e web marketing, legislazione dei beni e degli eventi culturali, comunicazione e ufficio stampa.
Il corso è a numero chiuso (50 i posti disponibili) ed è rivolto a coloro che hanno conseguito la laurea triennale o specialistica/magistrale o la laurea quadriennale del vecchio ordinamento. Il corso è aperto però, anche ai diplomati quinquennali ed in questo caso non sarà rilasciato il titolo di Perfezionamento ed Alta Formazione ma il titolo di Perfezionamento ed aggiornamento professionale.
Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione (da inviare anche per posta elettronica a iscrizioni.dopolaurea@unisob.na.it ) scade il 24 Giugno 2013.
Per tutte le info, il bando e la modulistica: www.unisob.na.it

Gabriella Morigi, soprano

Nasce e completa i suoi studi a Torino (diploma in canto e di media superiore) debuttando giovanissima ne La Gazzetta di ROSSINI, dopo il debutto di ROSSINI ha cantato autore ne Il Barbiere di Siviglia, Elisabetta Regina d'Inghilterra e la cantata profana Argene e Melania.
Nei primi dieci anni della sua carriera, dimostrando subito di avere una innata predisposizione vocale e stilistica per il repertorio  belcantistico, si dedica al repertorio Barocco, partecipando a varie incisione discografiche e arrivando fino al repertorio del primo ottocento ed esibendosi in molti dei più prestigiosi teatri e festivals italiani e stranieri. Di VIVALDI ha cantato il Farnace , La Griselda e vari mottetti. Poi ancora La Cecchina di PICCINNI, Ifiginie in Aulide di GLUCK, Una Cosa Rara di MARTIN Y SOLER, Il Fanatico Burlato di CIMAROSA, l'Isola Disabitata di HAYDN, Dido and Aeneas di PURCELL.
Di DONIZETTI ha cantato la Lucia di Lammermoor, il Don Pasquale, l'Elisir d'amore, il Gianni di Parigi, Fille du Regiment. Di BELLINI Puritani, Capuleti e Montecchi e quasi tutte le più grandi pagine del repertorio sacro; di VERDI Traviata e Rigoletto.
Tutto questo in teatri come La Scala di Milano, San Carlo di Napoli, Petruzzelli di Bari, Verdi di Trieste, Regio di Torino, Settembre musica di Torino, Maggio Musicale Fiorentino, Verdi di Sassari, Festival Donizetti di Bergamo, Grande di Brescia, Ponchielli di Cremona, Pomeriggi musicali di Milano, Rai di Napoli, Rossini Opera Festival, Festival della Valle d'Itria, Festival di Tourcoing, Liceu di Barcelona, Opera Bastille di Parigi, Champs Elysées di Parigi, Opera di Lyon, Opera di Lille, ecc.
Per quanto riguarda il repertorio contemporaneo ha partecipato alla prima assoluta come protagonista di Hanjo su Musiche di MARCELLO PANNI, con la regia di Bob Wilson al Maggio Musicale Fiorentino e all'Opera di Lille.
In questi anni vediamo la Morigi maturare un grande bagaglio tecnico e stilistico. Dopo la pausa di due anni che si è concessa per la nascita di suo figlio, ha capito che era arrivato il momento di dedicarsi al repertorio del soprano drammatico d'agilità che frequenta con grandissimo successo ed entusiasmo da sei anni.
Ha iniziato con I Lombardi alla Prima Crociata di VERDI a S.Gallen e alla Tonhalle di Zurigo, passando poi per il Roberto Devereux di DONIZETTI nello stupendo ruolo di Elisabetta I. Fortunato anche il debutto del ruolo di Odabella nell'Attila di Verdi che l'ha portata a Karlsruhe e al Maggio Musicale Fiorentino.
Del primo Verdi ha interpretato l' Ernani a Karlsruhe e il Nabucco a Rotterdam, Gelsenkirchen, Spalato, Cipro (Nicosia e Limasol), la Giovanna d'Arco a Biel-Solothurn, I Masnadieri a Gelsenkirchen. A Helsinki ha debuttato il Trovatore di VERDI , a Rostock  l'Aida e l'Otello al Classic Openair di Solothurn.
Ma il suo ruolo principe che l'ha portata quasi in tutta Europa è quello di Normacon 74 recite nelle quali  ha raccolto grandissimi consensi allo Staatsoper di Berlino, alla Royal Opera House di Stoccolma,al Teatro di Basilea, al Bellini di Catania in tournèe a San Pietroburgo, in quello di Karlsruhe, di Koblenz, di Oporto, di Savona , Klagenfurt, Kiel, a Helsinki con la regia di Renata Scotto, 50°Split Summer Festival a Spalato
Recente il debutto dell'Anna Bolena a Kiel e Maria de Rudenz a Copenaghen di DONIZETTI e di Un Ballo in Maschera all'Arts Center di Seoul in South Korea.
In Luglio 2005 ha cantato: Norma  a Spalato e Otello(Desdemona) a Solothurn, in  Settembre ha cantato in Otello  al teatro Colon di Bogotà, in Dicembre Nabucco a Cipro (Nicosia e Limasol); Gennaio 2006 Traviata (Violetta) a Wroclaw-Breslavia  Polonia; Marzo Attila Slovacchia Banka Bystrica,  Nabucco Bielefeld Germania,  Maggio Il Trovatore Gelsenkirchen, Giugno Norma Copenhagen,  Luglio Nabucco Slipt Summer Festival Spalato,  Settembre Il Trovatore Festival "Maria Biesu" Chisinau Moldavia,  Ottobre Aida Sud Korea Daejeon,  Novembre Il Trovatore Portogallo "Circolo Portoghese di Opera" Porto,  Dicembre Ernani St. Gallen Svizzera 
Nell'anno 2007: Aprile Concerto Lirico "Lugo Opera Festival 2007"   Luglio-Agosto Nabucco "Abigaille" "10 Anni Opernfestspiele" St. Margarethen  Cava Romana  Austria. Novembre Nabucco Vercelli e Torino-Nichelino,  Regione Emilia-Romagna:   Concerti offerti dalla Consulta Emiliani-Romagnoli nel Mondo: Omaggio a Toscanini in  Brasile; Porto Allegre, Rio de Janeiro, San Paolo. 
Nell'anno 2008 Maggio: Nabucco (Abigaille) Teatro Nazionale Croato Zagabria;  Giugno: Recital Eroine Verdiane Gemellaggio con Land Assia-Essen e "Regione Emilia Romagna":Concerto in House Land Assia-Hessen  Berlino; Luglio Recite Nabucco "Classic Open Air" Solothurn Svizzzera; Debutto Lady Macbeth "Classic Open Air" Solothurn; "Gran Concerto Gala" Solothurn; Nabucco (Abigaille) Teatro Dannunzio Pescara; Nabucco(Abigaille) Teatro Alle Fonti Ripatransone Ascoli Piceno. In Agosto  Nabucco (Abigaille) Fastival "Lirica in Piazza" Massa Marittima;  Settembre Norma Festival "Maria Biesu Invita" Teatro Nazionale Moldavo Chisinau
Nabucco(Abigaille) Companions Opera Stade de Frace Parigi;  Novenbre: Cavalleria Rusticana debutto Santuzza Teatro  Magnani  Fidenza   Teatro Comulale Carpi; Dicembre W.A. Mozart Exultate Jubilate Concerto di Natale Basilica S. Pietro e S. Maria Maggiore  Roma
Nell'anno 2009 in Febbraio, Marzo: Concerti "Italiani nel mondo" Regione  Emilia-Romagna: Argentina;  Buenos Aires, Mar del Plata, Baia Blanca, Cordoba, Rosario, Mendoza;  Marzo: Concerti Lirici: Italia; Lecco, Grosseto; Germania: Faierabendhaus Ludwinsafen: Zu Gast bai BASF; Aprile: Italia  Concerto  Lirico "le musiche di Renato Serra" Cesena Teatro "Bonci";  Maggio: Castelfiorentino,  Torino-Nichelino: Norma;  Giugno:  Concerto  Lirco Desenzano sul Garda  Commemorazione  Battaglia  Solferino, S.Martino;   Agosto: Il Trovatore; "Lirica in Piazza" Massa   Marittima;  Cesena:  Gran Galà Lirico Biblioteca Malatestiana;  Ottobre, Novembre;Nabucco  " Theater OPER Bremen" Brema Germania.
Nell'qnno 2010 in Febbraio: Concerto; Alma Mater Università Bologna "le musiche di Renato Serra"; Giugno Luglio: "Nabucco" Abigaille  Germania Staatsoper  Norimberga: Luglio: Master  Class  Canto "Umbria  Estate  Assisi"; Ottobre  Novembre  Dicembre: "Nabucco" Staatsoper  Norimberga  Germania
Nell'anno 2011 in Aprile  "Concerto  Belcanto  Italiano"  Lisbona;  Maggio  "Nabucco"Abigaille  Darmstadt  Germania; Luglio "Master Canto Lirico" Longiano  Italia; Novembre  "Nabucco" Abigaille  Osijek  Croazia
Nell'anno 2012 Agosto "Master Canto Lirico" Longiano  Italia; Concerti Lirici  Festival "il Serchio delle Muse" reg. Garfagnana  Lucca.
E' molto attenta anche alle interpretazioni sceniche dei suoi ruoli che la vedono sempre protagonista palpitante e passionale.
Esistono di tutto questo percorso artistico varie testimonianze discografiche: La Gazzetta di ROSSINI, Il Fanatico Burlato di CIMAROSA, La Griselda e il Farnace di VIVALDI, Il Trionfo della Fede di FUX, La Cecchina di PICCINNI, una collana per la RCA Red Seal di Arie da Camera Italiane, Il Prigionier Superbo di PERGOLESI e il Nabucco di VERDI.

Paolo Bartolucci, tenore

Perfezionatosi con illustri cantanti quali Gianni Raimondi, Nazzareno Antinori e Romano Emili, Bartolucci è finalista di concorsi internazionali tra i quali il «Mario del Monaco» di Marsala ed il «Mario Lanza» di Filignano. Vince il Concorso internazionale «Città di Pisa – Titta Ruffo», con il ruolo di Canio in Pagliacci di Leoncavallo. 
Tra gli impegni recenti, il debutto nel ruolo di Pollione in Norma di Bellini al Teatro Avenida di Buenos Aires e all'Anfiteatro Romano di Augusta Bagiennorum a Cuneo, e l’interpretazione di Alfredo ne La traviata nei Teatri delle Terre Verdiane (Salsomaggiore e Langhirano).  
E’ Don Josè in Carmen al Teatro Reale de L'Aja, negli Stadtschouwburg di Eindhoven, Utrecht, Anversa, a seguito del debutto nel ruolo al Glinka Opera Theatre di Magnitogorsk in Russia. Nell' ambito delle Celebrazioni del 150° dell' Unità d'Italia, è protagonista della rassegna di concerti operistici «150 anni all'Opera» per la Fondazione Ico Tito Schipa del Teatro Politeama Greco di Lecce. Rappresenta inoltre l'Italia nel Concerto di Gala del XXIII Classic Music Festival di Brest (Bielorussia). 
Esegue in prima assoluta mondiale moderna l’opera Mameli di Leoncavallo, sostenendo il ruolo del titolo a Craiova (Romania) e in Italia, a Cuneo e Enna. Assiduo interprete del repertorio italiano, dopo il debutto nel ruolo di Alfredo ne La traviata al Festival di Roma, partecipa alla tourneè di Tosca, con la regia di Reto Nickler e la direzione di Luciano di Martino, nei maggiori Teatri d’Opera di Belgio e Olanda, dove ottiene un lusinghiero successo di pubblico e di critica grazie al ruolo di Cavaradossi. Artista versatile, si è inoltre cimentato in riprese di opere rare ed estranee al repertorio più consueto, quali I Normanni a Salerno di Temistocle Marzano e Le ultime sette parole di Gesù sulla Croce di Filippo Marchetti. Intensa anche la sua attività concertistica. Partecipa alla tourneè in italia dell’Orchestra Filarmonica di Kiev e a numerosi concerti lirici sia all’estero - in particolare a Seesen e Hannover - sia in Italia, in collaborazione con Fondazione Arena di Verona.  

Elena Lo Forte, soprano

Ha studiato violino al Conservatorio Pier Luigi da Palestrina di Cagliari per poi dedicarsi allo studio della recitazione e del canto con Eugenio Lo Forte.
Come attrice ha lavorato con famosi nomi del panorama internazionale come Al Pacino, Francis Ford Coppola, Diane Keaton e John Savage. Ha recitato e cantato nel film Il Padrino parte terza, diretta da Francis Ford Coppola, e ha preso parte al film Rossini Rossini nel ruolo di Maria Colbran diretto da Mario Monicelli.
Non appena si dedica al canto vince numerosi premi in importanti concorsi internazionali quali il “Mattia Battistini”, il “Mario Del Monaco” e l’”Umberto Giordano”.
Debutta quindi come Santuzza in Cavalleria rusticana di Mascagni in vari teatri italiani e viene subito notata per il colore della voce, l’espressività, il timbro caldo e la dizione impeccabile, caratteristiche che le consentono di affrontare un repertorio vasto che spazia da Verdi al Verismo.
Numerosi i ruoli del suo repertorio: ricordiamo Nedda in Pagliacci di Leoncavallo, Tosca di Puccini, Giorgetta nel Tabarro pucciniano, e ancora di Puccini Edgar al fianco di Josè Cura; Francesca da Rimini di Zandonai, I Lombardi alla prima Crociata di Verdi per tornare a Puccini con Turandot. Ha inoltre cantato la prima mondiale di un’opera di Roberto de Simone al Teatro alla Scala di Milano con grande successo di critica e pubblico. Ha poi iniziato la sua carriera internazionale, specialmente negli Stati Uniti dove ha riscosso notevole successo come Desdemona in Otello. La duttilità della voce e una tecnica molto salda le hanno permesso anche di cantare il repertorio tedesco, tra cui Die walkure e Tannahuser di Wagner.
La sua discografia include Prinzessin Brambilla di Walter Braunfels, regoistrata per il Wexford Festival Opera.
Ha anche preso parte a numerosi programmi televisivi dedicati alla divulgazione dell’opera lirica per Rai Uno e insegna con il baritono Alberto Gazale all’Accademia Lina Aimaro di Verona.

Erika Fonzar, mezzosoprano

A 16 anni intraprende gli studi di canto al Conservatorio G. B. Martini di Bologna entrando nel contempo a far parte della Corale Rossini di Modena. Nel 2006 si esibisce nella celebrazione dell’Anno Mozartiano per la Società Bolognese della Musica Antica e vince la Borsa di Studio Nicolai Ghiaurov che le permette di studiare tecnica vocale e interpretazione con la soprano Mirella Freni, al Centro Universale del Belcanto di Vignola (MO). Nello stesso anno si laurea a Bologna in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo. E' stata la Nutrice nell’opera contemporanea Medeè di Darius Milhaud al Teatro Greco di Siracusa. Interprete sensibile e raffinata, si esibisce anche in una serie di concerti di musica cameristica, fra i quali si può annoverare nel febbraio 2009 l'esecuzione del celebre ciclo di Schuman Frauenlibe untleben e Mignon di Wolf al Teatro Comunale di Ferrara – istituzione con la quale inizia una proficua e continuativa collaborazione -  all'interno della rassegna concertistica promossa in relazione alla mostra di Turner Il suono nell’Arte. Nel settembre 2011 è Angelina in Cenerentola a seguito di un’Opera Studio tenuta dalla Sig.ra Carmen Gonzales nelle Marche. E’ entrata a far parte dell’Accademia di alto perfezionamento della Fondazione Aimaro Bertasi (direttore artistico il baritono Alberto Gazale). Nell'aprile 2012 è stata protagonista di un concerto al Teatro Filarmonico di Verona con Alberto Gazale e il soprano Elena Lo Forte. A maggio 2012 ha debuttato in Madama Butterfly per le celebrazioni del tenore Giacinto Prandelli. Recentemente ha collaborato con l’Orchestra Gino Neri e le è stato assegnato il Premio Maria Zamboni d’Oro 2012. Attualmente si sta perfezionando sotto la guida di Roberto Aronica e Alberto Gazale, e nel 2013 sarà Carmen e Amneris in Aida al Festival “Opera en poche” ad Alésia in Francia.

Alberto Gazale, baritono

E’ oggi considerato uno dei maggiori artisti della sua generazione. Baritono eclettico, dalla voce morbida e potente, nel corso della sua folgorante carriera ha interpretato oltre settanta ruoli da protagonista nei maggiori teatri del mondo. Il suo vastissimo repertorio, che spazia da Monteverdi sino a Dalla Piccola, pone particolare attenzione al periodo tardo ottocentesco.
Oltre agli studi universitari letterari, ha conseguito un brillante diploma al conservatorio di Verona. In seguito ha avuto modo di perfezionare lo stile e la tecnica verdiana con uno dei suoi massimi esponenti, Carlo Bergonzi. Il suo debutto internazionale si può far coincidere con l’acclamata interpretazione di Renato nel Ballo in Maschera che ha inaugurato la stagione all’Arena di Verona nel 1988. Ha calcato molteplici volte il palcoscenico del Teatro alla Scala; sotto la direzione di Riccardo Muti ha interpretato diversi ruoli, fra i quali Macbeth, Rigoletto, Conte di Luna (inaugurazione anno verdiano) e Otello. Sempre sul palco scaligero ha interpretato tre edizioni di Rigoletto, Madama Butterfly, Ulisse di Dalla Piccola, Andrea Chénier e Otello, ed in tournée a Tokyo le produzioni scaligere di Rigoletto, Macbeth e Otello.
Ospite regolare della Wiener Staatsoper ha preso parte a numerose produzioni, fra le quali La traviata (due edizioni), Nabucco (tre edizioni), La forza del destino (due edizioni) e Tosca.
Nel giugno 2012 ha chiuso la XX stagione de laVerdi, interpretando Gérard in Andrea Chénier di Giordano con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe verdi, diretta da Jader Bignamini.
Fra i suoi prossimi impegni annovera le interpretazioni de Andrea Chénier (Gérard) alla Royal Swedish Opera di Stoccolma, Otello (Jago) al Teatro Grande di Brescia e Pagliacci (Tonio) al Teatro Petruzzelli di Bari. (foto CONCERTODAUTUNNO)

lunedì 10 giugno 2013

Patti Smith, cantante

Dopo “My Festival”, l'evento musicale e culturale curato dalla sacerdotessa del rock all’Auditorium di Roma, Patti Smith torna in Italia per una serie di nuovi ed imperdibili concerti estivi in splendide e suggestive venues. Patti Smith and Her Band si esibiranno infatti allla preview del nespoli festival 2013, al Carroponte di Sesto San Giovanni (Milano) – unica occasione Italiana per vedere la “sacerdotessa” alle prese con il capolavoro “Horses” riproposto nella sua interezza, a Prato in Piazza Duomo, a Venezia al Teatro Verde (sull’Isola di San Giorgio Maggiore), allo straordinario Sferisterio di Macerata e in Sicilia dopo molti anni di assenza nello strepitoso Teatro Greco di Taormina (ME), per chiudere al Teatro di Verdura di Palermo. 
Erano gli anni '60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferì nella vibrante New York pertrovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe il cui racconto in “Just Kids” le ha guadagnato il prestigiosissimo National Book Award, alle primissime esibizioni nello storico CBGB's, fino al contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album rock della storia.
Patti Smith si è conquistata di diritto un posto nell'olimpo delle leggende del rock. 
Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enorme talento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, da Michael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri. 
Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell'immaginario collettivo. Questi nuovi ed imperdibili concerti daranno la possibilità al pubblico italiano di ammirare ancora una volta lo spessore di un'artista che dopo oltre quarant'anni di carriera riesce ad esibirsi con la stessa grinta e spirito punk degli esordi. 

sabato 8 giugno 2013

Roberto Ardigò, maestro del coro

Si diploma in pianoforte sotto la guida del m° Paolo Bordoni a Milano nel 1994 col massimo dei voti. Svolge intensa attività concertistica come solista e come accompagnatore di numerosi cantanti e gruppi corali, sia come pianista che come organista.

Ha collaborato con AS.LI.CO per l'allestimento del "Flauto magico" di Mozart e di "Boheme" di Puccini come maestro di palcoscenico.

Fondatore e dire
ttore di diversi gruppi corali di voci bianche e polifonici, ha anche inciso per la casa editrice ITACA.
Ha diretto diverse formazioni orchestrali e corali tenendo numerosi concerti nella provincia di Milano (Stabat Mater di G. Rossini, Messa in Sol maggiore di F. Schubert, Salve Regina di J. Haydn, Gloria di A. Vivaldi, Requiem di G. Faurè) ed è stato responsabile di un gemellaggio artistico con il Conservatorio di Bratislava.
Dal 2002 dirige la Corale Lirica Ambrosiana, con la quale svolge attività lirico - concertistica nella provincia di Milano. In collaborazione con Teatro dell'Opera di Milano allestisce la stagione operistica nei principali teatri della Lombardia, del Piemonte, della Liguria e in Svizzera. Con la Corale Lirica Ambrosiana partecipa anche dal 2006 alla stagione estiva dell'opera presso il Castello Sforzesco di Milano.
Dirige il coro Musica Laudantes dal 2008 subentrando al M° Riccardo Doni, svolgendo intensa attività concertistica con repertorio polifonico sacro.
E' docente di musica presso l'Istituto Sacro Cuore di Milano.