venerdì 27 agosto 2010

Corpo Musicale Concordia S. Cecilia - Caronno Pertusella (VA)

Accademia e Corpo Musicale Concordia S. Cecilia – Caronno Pertusella (VA)
 
La banda, presieduta da Ivano Cattaneo e diretta da Francesco Catanese, è formata da 60 elementi e vanta un'esperienza decennale in molte manifestazioni internazionali: ha rappresentato la cultura italiana in Germania, Austria, Danimarca, Polonia e Ungheria sfilando in parata ed eseguendo concerti.
Il repertorio è composto prevalentemente da brani moderni, pezzi originali per concert-band, colonne sonore, musica pop e leggera. In sfilata bandiere, tamburi imperiali, snare drum e mascotte accompagnano il mazziere e la parade band, creando una attrazione di grande effetto.

Zoltan Szolt Szabò, violoncello

Inizia gli studi musicali a sette anni, le prime apparizioni in pubblico ad undici, il primo con la Filarmonica di Tirgu Mures a quattordici anni. Vince numerosi premi nazionali ed internazionali per giovani interpreti, nonché premi e riconoscimenti a concorsi internazionali quali "Casals" di Budapest, Markneukirchen (Germania) e nel 1990 il primo premio al concorso "S.Mercadante" d'Altamura (Italia). Laureatosi col massimo dei voti all'Accademia "C.Porumbescu" di Bucarest continua l'attività concertistica in Romania e all'estero. Dal 1977-1979 fa parte della Filarmonica di Tirgu Mures, dal 1979-1983 come primo violoncello della Filarmonica "G.Dima" di Brasov, quindi dal 1984 è primo violoncello dell'orchestra della Fondazione "Arena di Verona". Dal 1986 è membro del "Quartetto Amati" e del Trio di Verona. Ha inciso per le case discografiche Rivo Alto, Tactus, Naxos, Arts. Ha registrato per la Radiotelevisione Romena, Italiana, Svizzera. Ha effettuato concerti in Europa, Giappone, Messico.
Ha effettuato concerti in gruppi cameristici (con Bruno Canino, Mario Rossi, Enrico Dindo, Alirio Diaz, Alessandro Carbonare, Andrea Dindo, Olaf Laneri, Corrado Ruzza, ecc…) e come solista nei maggiori teatri di Europa, Giappone e Messico.
E' membro del gruppo da camera Athesis e collabora stabilmente con Accademia delle Muse di Verona.
 

Saskia Giorgini, pianoforte

Nata nel 1985, si è avvicinata allo studio del pianoforte all'età di quattro anni con Lorena Sancin e in seguito con il M° Paolo Prever, a Torino.
Dal 2000 al 2005 ha frequentato l'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola: suoi maestri sono stati Riccardo Risaliti, Franco Scala, Anna Kravchenko, Louis Lortie. Grazie a una borsa di studio dell'associazione "De Sono" di Torino e una borsa di studio del Lion's Club di Torino, dal 2005 al 2008 ha frequentato il corso triennale di perfezionamento presso l'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola con i maestri Leonid Margarius e Michel Dalberto.
Attualmente studia presso l'Accademia di Pinerolo con il Maestro Enrico Pace.
Nel Giugno 2003 si è diplomata, privatista, con il massimo dei voti al conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano e, finalista al concorso internazionale Concerti in Villa 2003 di Vicenza, ha eseguito il Concerto op. 21 di Chopin con orchestra. Ottenuta nel 2004 la maturità scientifica con il massimo dei voti, ha frequentato il biennio di post-diploma presso il conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino, con il M° Claudio Voghera, laureandosi con la votazione 110 e lode e ricevendo una menzione speciale "per particolari capacità strumentali e straordinarie doti artistiche".
Nel Novembre 2005 ha debuttato a Torino con un recital solistico nella "Sala 500" del Lingotto e con il Concerto n. 2 di Franz Liszt presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino.
E' stata ospite di importanti festivals, tra i quali Unione Musicale (Festival Schumann, 2006), Mito Settembre Musica (Settembre 2007 e 2008), Polincontri (2005, 2006, 2007), Amici della Musica di Padova. Ha inoltre partecipato alla trasmissione "Il Pianista" di Radio Classica.
Nell'Agosto 2006 è stata invitata a eseguire il Concerto in Do di Nino Rota con la CBC Radio Orchestra, diretta da M. Bernardi al Festival di Vancouver, ottenendo un grande successo di pubblico e critica. Il concerto è stato diffuso dalla CBC Radio, e in seguito riproposto più volte. Recentemente ha eseguito il primo concerto di Dmitri Sostakovic, per pianoforte tromba e orchestra con l'orchestra "Archi" della De Sono suscitando nel pubblico grande interesse ed entusiasmo.
E' attiva dal 2009 anche nell'ambito della musica da camera con il Trio Maurice.
Suona e si esibisce in duo con la violinista Dora Schwarzberg e con il violinista Adrian Pinzaru. Ha collaborato con musicisti quali Alessandro Milani, Massimo Macrì, Natalino Ricciardo.. E' stata collaboratrice pianistica di master classes tenute dai violinisti Dora Schwarzberg, Thomas Füri, Shlomo Mintz, Ithzak Rashkovsky e dalla violoncellista Marianne Chen.
Nel 2009 è stata invitata a partecipare all'Accademia del Kammermusikfest Lockenhaus. Tra i prossimi impegni è previsto un recital per Holland International Music Sessions, alcuni concerti con il violinista Gilles Apap, una tournée in Italia con il violoncellista Thomas Demenga , un recital solistico per la Società dei Concerti di Milano e per MITO SettembreMusica e alcuni concerti per il 200esimo anniversario della nascita di Chopin e Schumann (2010). 
 

Albertina Dalla Chiara, pianoforte

La personalità artistica di Albertina Dalla Chiara si è formata grazie all'incontro delle insigni scuole pianistiche russa e austriaca. Nel 1978 conosce a Vienna il noto pianista e didatta russo Stanislav Neuhaus, che la invita a frequentare in Italia i suoi corsi di perfezionamento. In seguito  Neuhaus scrive al Ministero degli Affari Esteri Italiano, definendola 'pianista di grande talento, capace di ottenere grandi successi', e la invita a studiare al Conservatorio "Cajkovskij" di Mosca. Ottiene dal Ministero Italiano la borsa di studio nel 1982 e frequenta per due anni fino al 1984 il corso superiore di perfezionamento del Conservatorio di Mosca con Lev Nikolaevic Naumov, erede e continuatore della scuola di Heinrich e Stanislav Neuhaus.
Rientrata in Italia segue, nell'estate del 1985, i corsi di perfezionamento del pianista austriaco Rudolf Buchbinder all'Accademia Chigiana di Siena e, dal 1985 al 1989, frequenta la classe di Buchbinder all'Accademia Superiore di Musica di Basilea.
Contemporaneamente ai suoi studi musicali, Albertina Dalla Chiara intraprende giovanissima una carriera concertistica che la porta ad esibirsi in Italia e all'estero. Ha effettuato tournées in Germania (a Berlino, Amburgo e altre città) e come solista con le orchestre dei Teatri dell'Opera di Saarbruecken, di Halle, di Jena ed altri; ha suonato in Austria per gli Schlosskonzerte di Salisburgo, per l'Ost-West Musikfest, in Spagna a Madrid ed altre città, in Francia a Parigi, in Jugoslavia come solista con la Beograd Strings Orchestra, in Inghilterra per l'Università di Oxford, in Belgio a Bruxelles e per diversi festivals musicali, a Malta come solista del Teatro dell'Opera e in Cile, a Santiago, per la Fondazione Beethoven. In Italia è stata invitata dalla Fondazione "Arena di Verona" al Teatro Filarmonico come solista con l'orchestra, dall'Accademia Filarmonica di Verona e di Bologna, dalla Sagra Malatestiana di Rimini, dal Festival Internazionale di Musica da Camera di Ravello, dalla Gioventù Musicale Italiana, dalla Rai al Foro Italico di Roma e da altre istituzioni musicali.
Albertina Dalla Chiara si dedica inoltre alla musica da camera – ha suonato con i violinisti Carlo Chiarappa, Luz Leskowitz, Gernot Winischhofer, Peter Szanto, con il violoncellista Zoltan Szolt-Szabo, con la cantante Cristina Miatello, con i Solisti della Scala e con i Solisti di Salisburgo. Con Luz Leskowitz e Barbara Lubke ha fondato il Trio di Salisburgo, che si è esibito con successo ai concerti del Politecnico di Torino, per l'Associazione Concertante di Torino, per il Circolo Filarmonico Astigiano, per l'Accademia Filarmonica di Verona e nella stessa città di Salisburgo. Fa parte inoltre del Trio di Verona con il violinista Peter Szanto e il violoncellista Zoltan Szolt-Szabo e collabora con il noto musicologo italiano Quirino Principe in spettacoli dedicati a Satie, a Wagner e al periodo impressionista.
Albertina Dalla Chiara ha tenuto numerose conferenze-concerto dedicate ai compositori Fryderyc Chopin, Robert Schumann, Alexander Skrjabin, Claude Debussy, nonché seminari e conferenze dedicati alla didattica e alla tradizione musicale russa di Heinrich e Stanislav Neuhaus.
 

lunedì 23 agosto 2010

Kammerklavier Duo, organo e cembalo

Kammerklavier Duo

Nicola Bisotti, organo e cembalo

Andrea Gottardello,  organo e cembalo
facendo riferimento alle numerose elaborazioni e riadattamenti compiuti da Johann Sebastian Bach e da compositori coevi sulle proprie ed altrui opere, i Kammer Klavier desiderano riproporre, oltre al normale repertorio per uno strumento a tastiera solista, soprattutto alcune trascrizioni e riadattamenti di brani originariamente concepiti per un nutrito organico strumentale. Questo modo di pensare la musica da tasto come un "versatile parallelismo" offre al pubblico un'insolita e affascinante occasione per poter riascoltare un modo di fare musica che dal tardo rinascimento all'epoca barocca ha rappresentato una consolidata prassi comune presso musicisti di ogni generazione.


L’idea di un duo stabile di tastieristi, specializzati nell’esecuzione di brani originali o trascrizioni destinati a strumenti quali l’organo e il clavicembalo, nasce dalla passione per la musica antica che accomuna i fondatori del Kammer Klavier duo, Andrea Gottardello e Nicola Bisotti.
In particolare, facendo riferimento alle numerose elaborazioni e riadattamenti compiuti da Johann Sebastian Bach e da compositori coevi sulle proprie ed altrui opere, i Kammer Klavier desiderano riproporre, oltre al normale repertorio per uno strumento a tastiera solista, soprattutto alcune trascrizioni e riadattamenti di brani originariamente concepiti per un nutrito organico strumentale. Questo modo di pensare la musica da tasto come un “versatile parallelismo” che consente di presentare opere che altrimenti senza un’orchestra sarebbero impossibili a eseguirsi, offre al pubblico un’insolita e affascinante occasione per poter riascoltare un modo di fare musica che dal tardo rinascimento all’epoca barocca ha rappresentato una consolidata prassi comune presso musicisti di ogni generazione. Dal debutto ai 2 organi del duomo di Monza si sono esibiti in prestigiosi contesti riscuotendo costanti apprezzamenti da parte di critica e pubblico, di particolare interesse nel 2007 l'integrale dei 30 voluntaries per organo di J.Stanley in una monografica di tre concerti.
I Kammer Klavier suonano su un clavicembalo Colzani, copia di strumento tedesco del 1738 e su un clavicembalo Bizzi, copia di strumento italiano del primo ‘700

Andrea Gottardello, organo e cembalo

Varesino, ha intrapreso lo studio della musica con il padre, prof. Gino. Si e' brillantemente diplomato in Pianoforte sotto la guida di F.Albertini e R.Villa al Conservatorio di Genova. Ha ottenuto buoni piazzamenti a concorsi di esecuzione perfezionandosi con eminenti concertisti tra cui Halina Czerny Stefanska (Premio Chopin 1949) e ha in seguito beneficiato dei preziosi consigli di R.Cappello (Premio Busoni 1976). Si e' successivamente diplomato in Clavicembalo con L.Bertani e in Organo e Composizione Organistica con P.Vescovi al Conservatorio di Piacenza, riportando sempre alte valutazioni e distinguendosi nelle prove di composizione, evidenziando notevole predisposizione per il contrappunto, la fuga e l'improvvisazione in stile, eseguendo tra le altre, le proprie composizioni ai concerti degli studenti. In seguito a questi risultati e' stato chiamato a rappresentare la classe d'Organo al concerto dei migliori diplomati ottenendo il Diploma di Distinzione del Conservatorio ed e' stato insignito del “Premio Zanaboni” quale miglior organista tra coloro che hanno conseguito il magistero nell'anno accademico 2002-2003. Gli e' stato conferito nel 2004 il terzo premio, medaglia d'argento del Presidente della Camera dei Deputati, alla VI edizione del prestigioso concorso organistico “Goffredo Giarda” di Roma sotto l'alto patrocinato del Presidente della Repubblica, riservato ai migliori organisti diplomati nei Conservatori italiani. La forte passione per le opere di J. S. Bach e di C. Franck lo ha portato ad approfondire con impegno e costanza lo studio della prassi esecutiva barocca, del contrappunto e della fuga, del basso continuo e del repertorio tardo-romantico francese. Ha frequentato come esecutore il corso di perfezionamento sul romanticismo francese tenuto da M.C.Alain e R.Antonello a Salgareda (Tv) e il Corso di perfezionamento in improvvisazione e composizione organistica nella chiesa di S. Eustorgio ad Arcore (Mi) tenuto da Guy Bovet, dal quale ha ricevuto lusinghieri apprezzamenti per la padronanza del contrappunto in stile bachiano. Numerose le sue apparizioni in concerto soprattutto in veste di solista all'organo anche in importanti rassegne (Organi storici della Provincia di Varese, Organi Storici della Provincia di Piacenza) eseguendo spesso opere proprie riscuotendo vivi consensi.La pubblicazione delle sue opere in stile per organo, edite per i tipi di Armelin (PD) ha suscitato entusiastici consensi da parte di insigni musicisti. E' stato invitato ad eseguire composizioni inedite per clavicembalo della compositrice Maria Teresa Agnesi in un concerto conferenza presso il museo del Teatro Alla Scala di Milano. Collabora stabilmente come organista e cembalista con importanti formazioni orchestrali e cameristiche con le quali sono state di particolare rilievo, recentemente, le esecuzioni del V° concerto brandeburghese di Bach e del concerto per organo e orchestra di F. Poulenc; Nel 2009 ha eseguito in concerto l’integrale delle sei Triosonate per organo di Bach. Ha avuto l'onore di essere chiamato da Roberto Plano a tenere la cattedra di Armonia e Analisi all'Accademia Pianistica Internazionale di Travedona (VA). E' titolare dell'organo meccanico Mascioni presso la chiesa S. Massimiliano Kolbe in Varese dove collabora con il Coro Giovani e la Cappella Musicale.

Nicola Bisotti, organo e cembalo

Varesino, dopo il diploma di pianoforte, brillantemente conseguito presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, ha proseguito gli studi di clavicembalo e di organo e composizione organistica presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dedicandosi prevalentemente alla musica del sei/settecento, che ha approfondito con Andrea Marcon, Stefano Molardi, Christophe Rousset, Emilia Fadini; ha inoltre partecipato come cembalista accompagnatore a Masterclass di Barthold Kuijken (flauto traversiere) e Wieland Kuijken (viola da gamba). Nel 2008 ha vinto il primo premio al concorso pianistico “Fondazione Gianni Pozzato” di Varese. Svolge una poliedrica attività concertistica come organista e clavicembalista, esibendosi in Italia e all’estero (Sacrestia Monumentale presso la Basilica di S. Marco a Milano, Auditorium della R.T.S.I. a Lugano, Teatro di Locarno, Basilica di Notre-Dame di Nizza, Eglise de Cleebourg, Eglise de Wissembourg, Palazzo dei congressi di Stresa, etc.). Suona regolarmente in rassegne organistiche e di musica antica, tra cui “Eine orgel für S. Anna di Stazzema” (Lucca), “Vespri d’organo al Duomo di Monza”, “Antichi organi della Provincia di Varese”, “Musica a Domo”, “Le voci della città -  Antichi organi, patrimonio di Milano”, “Incontri musicali di Morcote”, “Festival Lodoviciano di Viadana”, “Festival internazionale di musica antica Monza e Brianza”, etc. Parallelamente all’attività solistica collabora come continuista con svariate formazioni, dal duo alle compagini orchestrali, tra cui l’”Orchestra di fiati della Svizzera italiana”, “I virtuosi di Cremona”, l’ensemble “Stellario”, l’”Orchestra da camera di Lugano”. Ha fondato con Andrea Gottardello il “Kammer Klavier” duo, formazione che si occupa del repertorio cembalo/organistico solista e a due strumenti; nel 2007 il duo ha eseguito in prima assoluta in Italia l’integrale delle opere per organo del compositore inglese John Stanley, in un ciclo di tre concerti.Nel 2008 ha vinto il primo premio al concorso pianistico Fondazione "G. Pozzato" di Varese. Nel 2009 ha inoltre fondato con Elisabeth Gillming (soprano), Giaele Widmer (violino barocco) e Viola Mattioni (violoncello barocco) l’ensemble “Les Arabesques”.  Collabora come clavicembalista con il Conservatorio di Lugano.

Nicola Marchesini, controtenore


Nativo di Valdagno (VI) nel 1971, ha studiato canto sotto la direzione del M° Sherman Lowe.
Nel  2001 nel mese d'Aprile vince il Primo  Premio nella categoria "Controtenori" al primo Concorso Internazionale di Musica Sacra Beato Pio IX.
Nel corso del 2001 debutta nelle seguenti opere: Saul nell'Oratorio "Davidis Pugna et Victoria"  di D. Scarlatti per il Festival Scarlatti di Palermo, organizzato dalla Fondazione Teatro Massimo, sotto la direzione del M° Emanuela Marcante e il Complesso strumentale "Il Ruggero".
Nel 2002  debutta nelle seguenti opere: Nireno nell'opera "Giulio Cesare" di  G.F. Händel all'Opera di Montecarlo con la direzione del M° Alain Curtis con la regia di Mario Pontiggia; Orfeo nell'"Orfeo" di C.W. Gluck al Teatro Verdi di Padova sotto la direzione del M° Filippo Maria Bressan; "Gloria" di A. Vivaldi e il "Te Deum" di M. A. Charpentier al Teatro Grande di Brescia e al Teatro Donizetti di Bergamo con l'orchestra del Festival di Brescia e Bergamo sotto la direzione del M° A. Orizio; Proteo nel "Barcheggio" di A. Stradella con il Complesso strumentale "La Terza Prattica" diretto dal M° Massimiliano Toni; prima mondiale della "Messa per San Marco" di B. Galuppi alla Scuola Vecchia di S. Rocco in Venezia diretto dal M° Filippo Maria Bressan per le Feste Musicali 2002, di cui è seguita l'incisione su etichetta Chadors.
Nel mese di ottobre 2002 vince il Primo Premio Assoluto nel  Concorso internazionale di Musica Sacra e XVII Concorso Internazionale Iris Adami Corradetti di Padova.
Nel 2003 debutta nelle seguenti opere: Ruolo di Goffredo nel "Rinaldo" di G.F. Händel presso il Teatro Politeama Greco Di Lecce sotto la direzione del M° Fabio Pirona per la regia di Pier Luigi Pizzi; "Stabat Mater" di A. Vivaldi e il "Salve Regina" di Pergolesi presso il Ministero Dei Beni Culturali in Roma per la settimana della Cultura organizzata dal Comune di Roma sotto l'alto patrocinio del Presidente della Repubblica. Principe Orlowski nell'operetta "Il Pipistrello" di R. Strauss presso il Teatro G. Verdi di Trieste sotto la direzione del M° Guerrino Gruber per la regia di Gino Landi; ruolo di Sesto nella prima rappresentazione mondiale dell'opera "La Clemenza di Tito" di Galuppi presso il Teatro Antonianum di Padova sotto la direzione del M° Giuliano Medeossi; Cigno nei "Carmina Burana" di Carl Orff presso il Teatro Regio di Parma (diretta Rai 1) e del Giglio di Lucca sotto la direzione del M° Massimo De Bernard.
Nel mese d'Agosto 2003 si classifica al Secondo posto nel Primo Concorso Internazionale Martinelli Pertile svoltosi a Montagnana (PD).
Nel 2004 debutta nelle seguenti opere: Terzo Pastore de "Orfeo" di  C. Monteverdi presso il Teatro Fraschini di Pavia con la direzione del M°Ottavio Dantone con l'Ensamble Accademia Bizzantina e la regia di Massimo Gasparon; Giasone nell'opera "Il Giasone" di F. Cavalli presso il Teatro dell'Opera di Klagenfurt sotto la direzione del M° Nikolas Kok; opera/balletto "Caravaggio"  di G. Sollima al Teatro Team di Bari per il Teatro Petruzzelli.



Nel 2005 debutta nelle seguenti opere: Condulmiero de "Maometto Secondo" di G.Rossini presso il Teatro La Fenice di Venezia (diretta Rai 3) sotto la direzione del M° C. Scimone 
e la regia di P.L. Pizzi; Goffredo nel "Rinaldo" di  G. F. Händel in De Vlaamse Opera di Anversa e l'Opera di Gant sotto la direzione del M° Andreas Spering."Recital d'arie d'Opera"nel Castello di Valle Duchesse a Bruxelles (in onore e con la presenza dei Reali del Belgio) Roggero nel "Tancredi" di G. Rossini al Teatro del Maggio Musicale di Firenze (diretta Radio 3) sotto la direzione del M°Riccardo Frizza e la regia di P.L. Pizzi ripresa da Massimo Gasparon "Messiah" di G.F. Händel nella Chiesa di San Carlo Borromeo ad Anversa sotto la direzione del M° Bart Van Reyn; Athamas nell'opera  "Semele" di G.F. Händel alla Vlaamse Opera Di Gant e Anversa sotto la direzione del M° Michael Haustetter e la regia di Robert Carsen.
Nel 2006 canta: "Messiah" di G. F. Händel alla Rassegna Internazionale "La Folle Journè de la Musique" de Nantes e al Festival di Musica Barocca all'Abbazia di Ambronay con l'Ensamble Musica Antiqua Köln sotto la direzione del M° Pierre Cao; Spirito in "Dido and Eneas" di H.Purcell al Teatro alla Scala di Milano con la direzione del M° Cristopher Hogwood e la regia di Whyne Mc Gregor; Farnace nell'opera "Mitridate Re di Ponto" di W.A.Mozart presso il Festival Mozart di Rovereto(TN) sotto la direzione del M°Massimiliano Carraro per la regia di Massimo Gasparon.
Nel mese di Dicembre 2006 vince il Primo Premio Assoluto con Menzione speciale nella sezione di Canto barocco della dodicesima edizione del Concorso Lirico Internazionale Città di Ercolano.
Nel Gennaio 2007 ha interpretato il ruolo di Giasone nell'opera "Il Giasone" di F.Cavalli presso l'Oper Theater di Francoforte sotto la direzione del M° Andrea Marcon e la regia d'Annouk Nicklish.
Nel mese di Marzo 2007 vince il Terzo Premio Assoluto e i Premi come migliore controtenore e la Menzione Speciale da parte del Presidente di Giuria nel Primo Premio Internazionale Ciudad De Zamora Spagna.
Nel mese di Ottobre 2007 ha cantato il ruolo di Armidoro nella Prima Esecuzione Mondiale in tempi moderni nell'opera di Galuppi "La calamita de li Cori" al Teatro Goldoni di Venezia sotto la direzione del M° F. Pirona. per il Festival Galuppi di Venezia.
Nel Novembre 2007 vince il Primo Premio Assoluto nella XII Edizione del Concorso Internazionale di Canto Lirico Tito Schipa di Lecce.
Nel mese di Marzo 2008 vince il Secondo Premio nella prima edizione del Concorso Internazionale Del Mediterraneo con menzione speciale da parte della critica svoltosi a Bari.
Nel mese di Maggio 2008 ha eseguito un Recital di arie d'Opera presso il Teatro Principal di Zamora (Spagna) con il pianista Sergio Kuhlmann.
Sempre in Maggio ha interpretato il ruolo del contralto nel Salve Regina e Stabat Mater di Pergolesi nella Chiesa della Catena in Palermo per l'Associazione "Antonio Il Verso" sotto la direzione del M° I. Schifani.
Nel mese di Settembre 2008 vince il Terzo Premio al IV°Concorso Internazionale di Canto Lirico Città di Ravello.
Nel mese di Settembre 2008 ha cantato il ruolo del contralto nel Magnificat di Bach al Teatro Dal Verme in Milano, nella Cattedrale di Cremona e a Torino per la Rassegna Settembre Musica con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano sotto la direzione del M°Antonello Manacorda.
Nel mese di Novembre 2008 ha cantato il ruolo del Cigno nei Carmina Burana di Carl Orff con il Coro e i Solisti dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione del M° Piero Monti.
Nell'Aprile 2009 ha cantato un Recital di Arie Barocche "L'âge D'Or des Castrats" presso il Castello di Trie (Parigi) e al Museo Carnavalet di Parigi.
Nei mesi di Maggio, Giugno e Luglio 2009 ha cantato il ruolo di Matusio nella prima rappresentazione in tempi moderni dell'opera di Niccolò Jommelli "Demofoonte" nei Teatri Opera National de Paris (Garnier), Ravenna Festival e Salzburger Festspiele sotto la direzione del M°Riccardo Muti con la regia di Cesare Lievi.
In Settembre canta nell'ambito della Sagra Musicale Umbra (Foligno),  il ruolo di Almachio nell'oratorio di A. Scarlatti, "Il Martirio di S. Cecilia" diretto dal M°Diego Fasolis con l'ensamble musicale I Barocchisti.
Nel mese di Novembre 2009 ha eseguito un Recital di Arie d'Opera del repertorio del "Farinelli" per la riapertura della Reggia di Caserta nella Cappella Palatina; Per la "Rassegna 52° settimana di Musica Sacra di Monreale" nella Cattedrale, ha interpretato nel ruolo del contralto, il "Salve Regina" e lo "Stabat Mater" di Alessandro Scarlatti diretto dal M° Ignazio Schifani.
Nel mese di Dicembre 2009 vince il Primo Premio Assoluto nella IV Edizione del Concorso Lirico Internazionale Tommaso Traetta di Bitonto (Bari ).

Ha al suo attivo una notevole produzione discografica tra cui ricordiamo:
Messa per San Marco ( in CD )      di B. Galluppi per Chandos 
Maometto Secondo  dal Gran Teatro La Fenice di Venezia ( in DVD )      di G. Rossini per Dynamic 
Tancredi di G. Rossini per Naxos dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (in DVD )
Stabat Mater e Salve Regina di Vivaldi e Pergolesi (CD) Ed.Discografica STP.MUS.E.D.M
Nel mese di Novembre 2009 è stato insignito del premio MARCELLA POBBE 2009.

2010_09_03 Masterclass con William Matteuzzi sino all'11 presso il Teatro "Malatesta" di Montefiore Conca (RN)

E' fissata al 30 Agosto la scadenza delle iscrizioni alla Masterclass di Canto Lirico tenuta dal M° William Matteuzzi, giunta alla terza edizione,
che si terrà presso il Teatro "Malatesta" di Montefiore Conca (RN) nell'ambito dell'omonimo Festival.
Chiuderà la manifestazione il concerto lirico dei vincitori Sabato 11 Settembre alle ore 21.00
Tutte le informazioni, il regolamento e la domanda d'iscrizione sono sul sito dell'Associazione Praeludium, organizzatrice, insieme al Comune di Montefiore Conca, dell'importante manifestazione, oppure rivolgendosi direttamente alla segreteria.
Sito web: http://www.praeludium.org/didattica.htm
Telefono: (+39) 335 6871770
E-mail:     info@praeludium.org
 

William Matteuzzi, tenore

Nato a Bologna e qui ha iniziato a studiare canto con il suo concittadino Paride Venturi. Dopo alcuni anni incontra il famoso musicologo Rodolfo Celletti che gli sarà da guida preziosa nella scelta del repertorio che lo porterà a diventare uno dei massimi interpreti Rossiniani e del bel canto (Donizetti, Bellini ecc.).
La non comune estensione della sua voce gli consentirà di riportare alla luce in modo integrale ruoli di puri "contraltini".
Il suo repertorio spazia oltre cento ruoli del "recitar cantando" attraverso il classico, il belcanto, il romantico fino a Strauss e Nino Rota.
Ha cantato in tutti i Teatri Italiani dalla Scala di Milano al Bellini di Catania, al Festival di Spoleto oltre che in altre Sedi prestigiose quali l'Accademia di Santa Cecilia in Roma.
Ha collaborato con famosissimi direttori quali Abbado, Muti, Chailly, Pappano Jacobs ecc. e con famosi registi quali Strehler, Ronconi, Pizzi, Olmi, Salvatores, Hampe.
Ha cantato in quasi tutti i teatri europei e un po' ovunque nel mondo.
Ha avuto anche bellissime esperienze in qualità di regista nel Barbiere di Siviglia e nella messa in scena di uno spettacolo dedicato a Monteverdi evidenziando l'interconnessione tra prosa e lirica. La sua discografia è piuttosto ampia.
Negli ultimi anni lo vediamo docente in numerose Master Class sia in Italia che all'estero.

Paolo Wolfango Cremonte. pianoforte


Nato a Vigevano nel 1969, ha conseguito la maturità classica nel 1988. Nel 1990 si è diplomato col massimo dei voti, lode e menzione speciale al Conservatorio "G. Verdi" di Milano, sotto la guida del M° Riccardo Risaliti. Nel luglio del 1996 ha conseguito il Diploma "Master" presso l'Accademia Pianistica di linola dove si è perfezionato con il M° Lazar Berman. Si è inoltre perfezionato alla Scuola Superiore del Trio di Trieste di Duino sotto la guida del M° Dario De Rosa. Ha suonato presso importanti teatri, istituzioni italiane ed estere: la Fenice di Venezia, la Società dei Concerti di Milano, Palazzo Litta, i teatri Manzoni e Nazionale di Milano, Roma Cinecittà Due, Aterforum Festival di Ferrara, Università Bocconi di Milano, Teatro Sociale di Lecco, Festival Internazionale di Bratislava, BùrgerMeisterHaus di Essen, Krefeld. Con l'Orchestra Rai di Milano ha suonato (diffusione radiofonica sul Terzo Programma) il Terzo Concerto di Prokofiev, sotto la direzione del M° Vladimir Delman e, inoltre, con l'Orchestra dell'Angelicum, il Quarto Concerto di Beethoven. Nel febbraio 1995 alcune sue esecuzioni sono state trasmesse alla Radio Irlandese e nel maggio 1997 alla Radio di Colonia. Ha vinto il Primo Premio ai Concorsi Pianistici di Stresa (1982), La Spezia (1983), Gallarate (1990). Nel 1991 si è aggiudicato il "Premio Venezia", concorso riservato ai migliori diplomati nei Conservatori italiani. Nel giugno 1996 ha vinto il secondo premio e un premio speciale istituito dal Ministero Slovacco per la Cultura al Concorso Pianistico Internazionale "J.N. Hummel" di Bratislava e nel settembre 1997 è risultato miglior classificato nella Ventesima edizione del Concorso Pianistico Internazionale "E.Pozzoli" di Seregno. 
Nel novembre 1998 si è aggiudicato il secondo premio (primo non assegnato) e premio del pubblico nella 49a edizione del Concorso "Viotti" di Vercelli. In settembre 2001 ha effettuato la registrazione di un ed per la casa discografica Frame, dedicato a musiche del 1950, ottenendo lusinghiere critiche presso la stampa italiana ed estera. Insegna pianoforte presso il Civico Istituto Musicale "L.Costa" di Vigevano e, dal dicembre 2002, e docente di ruolo di pianoforte principale presso l'Istituto Musicale pareggiato "Lettimi" di Rimini.

domenica 22 agosto 2010

Paolo Giordano, chitarra

Nato a Pescara nel 1962, Paolo inizia a suonare la chitarra a quattordici anni. Nel '95-'96 oltre a svolgere un'intensa attività didattica e concertistica, Paolo ha collaborato al disco di Biagio Antonacci "Il Mucchio", accompagnandolo anche nelle principali trasmissioni televisive. L'anno 2000 vede l'uscita del secondo lavoro discografico " Kid in a toy shop " sempre per la Step Musique e con la presenza di musicisti straordinari come Michael Manring al basso, Jacqueline Perkins alla voce, Alex Acuna alle percussioni. Nel gennaio 2001 Paolo si esibisce nello spettacolo "All Star Guitar Night" durante l'esposizione NAMM a Los Angeles. Nella primavera riscuote positivi commenti per lo show tenuto in occasione dell'Acoustic Guitar International Meeting a Sarzana.  Nel 2002 Paolo è di nuovo in America in Gennaio ed in Luglio.  Alla fine del 2004 Paolo ha suonato a Marsiglia e all'Acoustic Music Festival di Pescara. La musica di Paolo, nutrita anche da studi classici, va oltre le sue fonti di ispirazione anche se esse sono rintracciabili nelle linee melodiche e nelle immagini evocate. La sua tecnica straordinaria, che ha suscitato l'ammirazione del gotha della critica musicale internazionale, non è mai fine a se stessa, ma è messa al servizio dei sentimenti e delle emozioni che Paolo vuole comunicare.

Bob Bonastre, chitarra

Musicista eclettico di origine Franco Spagnola, vive a Parigi. Per molti anni suona Jazz ricercando un propria identità musicale che trova sfogo nelle sonorità della chitarra classica. Da questa fusione nascono i suoi due album "Existence" e "Nature Arts" entrambi prodotti dall'etichetta tedesca "Acoustic Music Records". La sua musica suscita una visione del "viaggio" fuori e dentro se stessi per visitare quei territori ancora inesplorati che risiedono nell'immaginazione di noi tutti. Grandi chitarristi come Claus Boesser-Ferrari, Tim Sparks gli hanno riconosciuto questa qualità di suono. Oggi suona le sue composizioni in concerti solisti, introducendo un linguaggio molto esteso, fatto di complesse armonie, tecniche differenti, come suonare con le bacchette cinesi o pezzi di carta, e una strabiliante voce di tre ottave. La sua musica parla di viaggi, viaggi interiori o attorno al mondo, e porta il pubblico da un continente all'altro, legando sempre emozione e spiritualità.

Acoustic Square, ensemble celtica, folk e country internazionale

Emanuele Cadario (violino, flauti e fisarmonica)
Vittorio Cadario (ghironda, bouzouki, chitarre e voce)
Lorenzo Arco (chitarre, mandola e bouzouki)
Marino Bonino (contrabbasso)
Stefania Forte (batteria e percussioni)
Cinque musicisti provenienti dall'area classica, jazz e folk danno vita ad un concerto suggestivo nel quale si ripercorre musicalmente la tradizione nostrana ed internazionale. Alle gighe e curente italiane si susseguono brani del Nord Europa e del country e blue-grass americano. Gli interpreti vantano apparizioni prestigiose tra cui Maurizio Costanzo Show (Canale 5), Zelig Circus (Canale 5), Notte Mediterranea (Rai 2), Colorado Cafè 2005 (Italia 1), Lucignolo (Italia 1), Premio Rino Gaetano (Rai 2), Sipario (Rete 4), Studio Aperto (Italia 1) e diverse registrazioni discografiche.

L'idea ed il repertorio. Musica acustica al quadrato, valorizzazione degli strumenti e dei suoni tradizionali del vecchio e del nuovo continente. Alla ruota della ghironda ed al mantice della fisarmonica, protagoniste assolute del folk nostrano, si aggiungono il violino ed i flauti diritti in stile irlandese per arrivare all'ukulele e alle chitarre del country americano.
Il viaggio musicale parte dal Nord Italia, attraversa la Provenza e la Francia per arrivare in Bretagna. Poi attraversa la Manica e approda in Irlanda. Da qui con un grande balzo la band naviga sull'Oceano per raggiungere l'America.
Il repertorio degli Acoustic Square! alterna musiche da ballo ad improvvisazioni, ballate dialettali e brani bretoni e provenzali come:

Cardinal's Hornpipe (Arco, hornpipe di stile irlandese)
Gigo (folk nostrano)
Balot (Cadario, folk d'autore)
Reveillez vous belle endormie (tradizionale bretone)
Irish tea (Arco, saltarello di stile irlandese)
Sheriff Bow (Arco, danza di stile nordamericano)
Ai Vist le Lup (tradizionale provenzale)
Square dance (tradizionale anglosassone)
Windy and warm (brano in finger picking di Doc Watson)
Iron Mike (una cover di Bob Dylan in dialetto!)
Flowers of red hill (tradizionale irlandese)
Canadian Tune (traditional canadese)
Marcia Pifferi (Cadario, tradizionale nostrano)
Pretty maid reel (Arco, reel di stile irlandese)
President Garfield hornpipe (tradizionale nordamericano)
Vargnata (Cadario, folk d'autore)
Linda (Cadario, folk nostrano)
Joli mois de mais (tradizionale francese)
Drowsy Maggie (tradizionale irlandese)
Danza di primavera (folk nostrano)
Official site: www.sornette.it
Associazione Culturale La Sornette
Via Argenti 19a
28100 Novara
p.iva 01667950032
Management c/o EtnoAcustica
tel/fax 0321 230214
cell 333 9896903
www.etnoacustica.com

Lorenzo Arco, chitarre, mandola e bouzouki

Attuale e storico chitarrista di Flavio Oreglio. Si esibisce in tutti i più noti teatri e festival italiani, ha studiato chitarra classica con il maestro Amelotti presso il civico istituto musicale Brera di Novara. Appassionato di musica folk ed etnica è chitarrista nei Two Guitar Players e nei Tribiutt. Come musicista ha partecipato alle trasmissioni televisive Maurizio Costanzo Show (Canale 5), Zelig Circus (Canale 5), Notte Mediterranea (Rai 2), Colorado Cafè 2005 (Italia 1), Lucignolo (Italia 1), Premio Rino Gaetano (Rai 2), Sipario (Rete 4), Studio Aperto (Italia 1). Ha suonato in tournè al fianco di personaggi quali Ale e Franz, Leonardo Manera, Sergio Sgrilli, Eugenio Finardi, Alberto Fortis, Mauro Pagani, Fabio Treves, Ricky Gianco. Ha realizzato basi musicali per lo spettacolo teatrale di Gabriele Cirilli e ha partecipato come strumentista e arrangiatore a tutti i dischi di Flavio Oreglio. Suona ne "La Sornette". Negli Acoustic Square! è chitarra acustica, bouzouki e ukulele.
 

Marino Bonino, contrabbasso

Si è diplomato in contrabbasso presso il Conservatorio G. Cantelli di Novara sotto la guida di Giorgio Giacomelli, Pietro Giacobbe, Davide Ghio. Ha collaborato con l'orchestra Novaria di Novara. Fa parte dei gruppi Two Guitars Players e Sornette ed è voce solista e basso nei Tribiutt. Ha suonato come contrabbassista con il comico Flavio Oreglio con il quale si è esibito nei più prestigiosi teatri della penisola. Ha partecipato a diversi spettacoli presso lo Zelig di Milano a fianco di artisti quali Ale e Franz, Gabrielle Cirilli, Enrico Bertolino, Luca e Paolo, Sergio Sgrilli, Eugenio Finardi. Ha partecipato alla trasmissione radiofonica Senza Video di Radio Rai 3 e a quelle televisive Rido (Rai 2), Premio Rino Gaetano (Rai 1), Maurizio Costanzo Show (Canale 5), Lucignolo (Italia 1), Sipario (Rete 4). Ha suonato nei dischi A long vacation (TGP), Burlando Furioso, Ho un sacco di compiti per lunedì e  ...E ci chiamano poeti (Oreglio). Negli Acoustic Square! è contrabbasso elettrico.

Stefania Forte, batteria e percussioni

Ha studiato sotto la guida di Nicola stranieri. Negli Acoustic Square! Suona
batteria e percussioni.

Vittorio Cadario, ghironda, bouzouki, chitarre e voce

Ha effettuato le ricerche etnomusicologiche e socioantropologiche il cui materiale canoro e sonoro costituisce la parte originaria del repertorio del gruppo. Ha pubblicato un'ampia rassegna di commenti e studi relativi all'attività di ricerca etnomusicologica. E' il fondatore del gruppo "La Sornette", con cui ha vinto il primo premio Tidone Folk 2006 e vinto gli International Music Events etno-jazz 2000 e inciso per Red Ediz., Dejavu retro (Ducale), EtnoAcustica, Re Nudo Ediz. Negli Acoustic Square! suona ghironda, bouzuki, chitarra, dulcimer ed è voce corale.

Emanuele Cadario, violino, flauti e fisarmonica

Si è diplomato in violino presso il Conservatorio A.Vivaldi di Alessandria. Ha studiato con i professori Glauco Bertagnin (Solisti veneti), Anna Daffunchio e Maurizio Cadossi (Edel Trio). Ha collaborato con diverse orchestre nell'ambito della musica classica diretto dal Mst. Marcello Rota, etnica e folk-rock, partecipando a manifestazioni e spettacoli di rilievo internazionale. Ha suonato in Musica Festival (Asti), in Scatola Sonora (Festival Internazionale di Opera e Teatro Musicale di piccole dimensioni); ha cantato nel primo allestimento italiano dell'opera Filemone e Bauci. Si è classificato primo nel Talent Contest Music Section degli University Games of Dublin. Collabora in qualità di violinista con Flavio Oreglio (Zelig), Sablon (Matia Bazar, Litfiba), Chiaraluna (Atlantic/Warner/RTI) e i Two Guitars Players. E' arrangiatore e compositore ne "La Sornette", con cui ha vinto il primo premio Tidone Folk 2006 e gli International Music Events etno-jazz 2000. Ha inciso per Red Ediz., Dejavu retro, EtnoAcustica, con cui ha partecipato agli Independent Music Awards 2008. Negli Acoustic Square! oltre al violino, suona vari tipi di flauto, il chanter, la fisarmonica, l'organetto, le percussioni ed è voce corale.

venerdì 20 agosto 2010

2010_08_22 Inizia domani il corso pluridisciplinare con la partecipazione di CLAUDINE ANSERMET

Domenica 22 agosto 2010   09:00
Parzanica, Bergamo, Italy
VI Corso estivo di Musica antica e canto barocco
VI Early Music Summer Course
- CLAUDINE ANSERMET
Canto barocco/Baroque singing
- LUCA OBERTI
Basso continuo/Figured bass
- EMILIA FADINI (assist. Gabriele Pinamonti)
Clavicembalo/Harpsichord
Clavicordo/Clavichord
Pianoforte storico/Historical piano
- CINZIA BARBAGELATA
Violino Barocco/Baroque violine
- FRANCESA ODLING (assist. Gianluigi Gamba)
Flauto traversiere barocco e classico/Baroque flute
Consort di flauti dolci/Recorder ensamble
- SABINA COLONNA PRETI
Viola da Gamba
- PAOLO CHERICI
Liuto/Lute
- NICOLA RENIERO (assist. Gianluca Petagna)
Musica da Camera/Chamber music
- UMBERTO MOSCA
l corpo e la musica/The body and the music. Corso esperienzale per migliorare il legame funzionale tra corpo e strumento/Course for the improvement of the functional link between body and instrument
- LUIGI PANZERI
Conferenza/Conference "Vaghezze e leggiadrie all'usanza italiana"
 
Info: +39 035 917080 / +39 348 4118399
E-mail: corsoparzanica@libero.it

Claudine Ansermet, soprano

Nata a Ginevra da madre italiana e padre svizzero, ha intrapreso gli studi musicali in giovane età col pianoforte. Si è in seguito dedicata al canto, diplomandosi presso il Conservatorio di Ginevra. Contemporaneamente ha svolto attività teatrale soprattutto nell'ambito di produzioni d'avanguardia. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento di canto e ha studiato presso il "Centre de Musique Ancienne" di Ginevra. Ha poi conseguito Le Prix de Virtuosité presso L'Ecole Supérieure de Musique di Losanna.
Ha collaborato con rinomati ensembles di musica antica fra cui Hesperion XX, Elyma, Mala Punica, Accademia Bizantina, Cappella della Pietà dei Turchini, I Barocchisti di Lugano ecc. con i quali ha partecipato alle più importanti rassegne e festival di musica antica internazionali : Saintes, Ambronay, Caen, Fontevraud, Versailles, Montpellier, Bruges, Innsbruck, Graz, Basilea, Berlino, Bergen, Copenhagen,Madrid, Barcellona,Erice,Urbino,Napoli, Automne Musical de Nîmes, Feste Musicali Bolognesi, San Maurizio (Milano), Festival Praga Europa, Autunno Musicale di Como, Konzerthaus di Vienna, Festivals delle Fiandre e di Wallonie, Gotham Early Music (New York), Seul, Vilnius, Messico ecc. e registrato per le principali reti radiofoniche europee.
Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche con i gruppi sopra elencati per le case Emi, Erato, Arcana, Symphonia, Stradivarius ecc. con un repertorio che spazia dal Medioevo al Barocco. Le incisioni discografiche realizzate in duo con il liutista Paolo Cherici (Soupirs Meslés d'Amour, airs de cour au luth di Pierre Guédron - J'ay pris Amours, chansons au luth du XVIème siècle - Airs et psaumes mesurés à l'Antique di Claude Le Jeune – Salve, o Regina, musica sacra del Seicento italiano – L'Art de bien chanter, airs di Bénigne de Bacilly)) hanno ricevuto i massimi riconoscimenti dalla critica internazionale. In particolare con il disco Soupirs Meslés d'Amour ha ottenuto il prestigioso Diapason d'Or du Siècle.
E' invitata da enti lirici (Teatro Comunale di Bologna, Teatro Vittorio Emanuele di Messina,Teatro Massimo di Palermo ) come interprete di opere del Barocco.
Tiene numerosi corsi e seminari sulla vocalità e sull'interpretazione della musica barocca (Erice, Sicilia - Fondazione Cini, Venezia – Corsi internazionali di Urbino – Centre de Musique Baroque de Versailles, ecc.). Dal 1996 insegna canto barocco presso la Scuola Musicale di Milano.

martedì 17 agosto 2010

Savino Acquaviva, direttore, clarinettista e saxofonista


Si è diplomato in clarinetto sotto la guida del M° Giuseppe Tassis.
Successivamente ha partecipato ai corsi internazionali di perfezionamento di Lanciano e Siena e ai corsi di direzione orchestrale di Trossingen (D), mediante selezione, in rappresentanza dell'Italia.
Collabora con svariate orchestre e gruppi cameristici in qualità di primo clarinetto o come solista (anche in duo saxofono-pianoforte).
Ha vinto, nel 1981, il concorso internazionale di Stresa con il gruppo fiati "Musica Aperta" di Bergamo.
Dirige varie formazioni orchestrali, cameristiche e orchestre fiati.
E' sovente invitato come direttore ospite (Trieste, Milano, varie realtà dell'Umbria, Orchestra Fiati Svizzera Italiana,Como...) oltre che come membro di giuria ed è direttore di alcune orchestre di fiati (tra cui la Filarmonica Mousiké, fra le maggiori in campo nazionale). In questa veste ha vinto numerosi concorsi:
  1992 - primo premio assoluto al concorso "Banda dell'anno" di Pesaro;
  1993 - primo premio al "Concorso internazionale di Valencia" (Spagna);
  1993 - primo premio al concorso "Flicorno d'oro" di Riva del Garda (TN);
  1994 - primo premio seconda categoria al concorso nazionale di Pesaro;
  1997 - primo premio al concorso mondiale di Kerkrade (Olanda);
  1999 - miglior punteggio al "Concorso di classificazione Bande Bergamasche";
  2001 - primo premio assoluto al concorso internazionale "Flicorno d'oro" di Riva del Garda (TN);
2001 - primo premio al concorso mondiale di Kerkrade (Olanda).
Specializzato nella direzione di orchestre di fiati, negli ultimi anni ha rivolto la sua attenzione più al mondo orchestrale tradizionale, nella fattispecie al repertorio lirico, non disdegnando i programmi sinfonici e il repertorio cameristico. Apprezzato per la sua musicalità ed energia, impegnato sempre in repertori ricercati e inediti, è uno dei direttori più stimati dell’ambiente anche dagli stessi colleghi.

Filarmonica Mousikè

La Filarmonica Mousikè è attualmente composta da una sessantina di strumentisti della Media Val Seriana, presenta spesso nella sua attività concertistica partiture originali e in prima esecuzione a lei dedicate dagli autori.
L’ensemble ha acquisito una propria maturità interpretativa, arricchendo sempre più il repertorio ed
effettuando tournée in Italia e all’estero e imponendosi in concorsi nazionali e internazionali. La
Filarmonica ha inciso per varie case discografiche tra cui Ecm, Eufonia, Tirreno, Vidale, Wicky.
Il direttore della Filarmonica, Savino Acquaviva, clarinettista e saxofonista, si è diplomato in clarinetto sotto la guida del Maestro Giuseppe Tassis. Successivamente ha partecipato ai corsi in-
ternazionali di perfezionamento di Lanciano e Siena e ai corsi di direzione orchestrale di Trossingen, mediante selezione, in rappresentanza dell’Italia. Collabora con svariate orchestre e gruppi cameristici in qualità di primo clarinetto o come solista. È sovente invitato come direttore ospite oltre che come membro di giuria ed è direttore di alcune orchestre di fiati (tra cui la Filarmonica Mousiké, fra le maggiori in campo nazionale). In questa veste ha vinto numerosi concorsi.

Miquel Gonzàlez, organo

Nato a Badalona (Barcelona, Catalogna) nell’anno 1967. Inizia i suoi studi musicali fin da molto giovane, diplomandosi come professore superiore d’organo, clavicembalo e linguaggio musicale. Studia organo con il cattedratico Josep Maria Mas Bonet, ottenendo il massimo dei voti con Lode e Premio di Onore al Grado Superiore (1988); ed inoltre compie i corsi superiori di Clavicembalo con M.Lluïsa Cortada. Amplia le sue conoscenze sull’organo con Montserrat Torrent, durante il periodo 1990-1997, ai corsi di specializzazione al “Conservatori Superior Municipal de Música de Barcelona” e al “Consejo Superior de Investigaciones Científicas” (nella sua sede di Barcelona), perfezionando la sua formazione con numerosi corsi d’organo e clavicembalo in tutta Europa. Nell’anno 1988 ottiene il Primo Premio d’Organo al Concorso Nazionale della Gioventù Musicale Spagnola all’organo della Cattedrale di Girona. E l’anno 1991 è premiato con il premio Ruiz-Morales per una delle migliori interpretazioni del corso universitario “Música en Compostela”.
È selezionato per partecipare al concorso di Norimberga-Germania (1995) e Chartres-Francia (1996). Ha collaborato, dal 1997 fino al 2001, come organista-accompagnatore dei concerti dell’Escolania e della Capella Musicale del Monastero di Montserrat. Ha registrato per la casa discografica dell’Abazzia di Montserrat (per organo solista e con il coro di Montserrat), in collaborazione con l’Institución Fernando el Catolico del governo provinciale di Saragozza per la diffusione della musica d’organo catalana e spagnola. Spicca in particolare il CD dedicato alla presentazione del nuovo organo di recente costruzione del Monastero di Montserrat. E’ autore de l'inventario degli organi della provincia di Lleida/Lérida e il Principato di Andorra (Ed. Pagès Editors) sul patrimonio organico attuale e storico di Lleida/Lérida e Andorra. Attualmente è professore d’organo al conservatorio Musicale e Professionale di Musica di Lleida e organista delle Chiesa Maggiore di Santa Anna di Barcelona e di Santa Maria di Badalona, con un’agenda concertistica estesa a tutta l’Europa, America del Sud e Filippine.

Duo Pontino, organo e tromba

Il duo è formato da Daniele Cherubino (tromba) e Gabriele Pezone (organo)
Programma: musiche di Handel, Martini, Bach e Zipoli.

Daniele Cherubino, tromba

Gabriele Pezone, organo

info su M° Gabriele Pezone
via della Selce, 5
04022 - Fondi (LT)
www.gabrielepezone.it
www.settimanaculturalefondana.it

Gabriele Pezone, organo

Giovanissimo vince i primi concorsi in ambito compositivo. Ha studiato pianoforte sotto la guida del M° Antonio Luciani (della scuola di Vincenzo Vitale); in questo strumento si è brillantemente diplomato presso il Conservatorio “O. Respighi” di Latina con il M° Salvatorella Coggi e si è perfezionato successivamente con i Maestri Alessandra Ammara e Roberto Prosseda (con cui ha avuto il privilegio di esibirsi a 4 mani nel Festival Pontino 2009). Sempre presso il Conservatorio di Latina studia Organo e composizione organistica con il M° Luigi Sacco (allievo di Fernando Germani). Contemporaneamente studia composizione, contrappunto e fuga con il M° Alberto Meoli e musica corale e direzione di coro con il M° Mauro Bacherini. Ha frequentato il triennio dei corsi di animazione liturgica della Diocesi di Roma tenuti dal M° Marco Frisina. Ha studiato direzione d’orchestra con i Maestri Narciso Sofia, Manlio Benzi, Nicola Samale e Deian Pavlov; in questo ambito ha diretto la Corelli Chamber Orchestra in opere di G. Rossini (“La Cenerentola”), G. Donizetti (“Don Pasquale”) e W.A. Mozart (“Le nozze di Figaro” ed il “Don Giovanni”) e la Vidin State Philharmonic Orchestra (Bulgaria) nella Prima, Quarta, Quinta, Sesta e Settima Sinfonia di L.v. Beethoven e nella Sinfonia n. 3 “Scozzese” di F. Mendelssohn. E' fondatore e direttore del SoundTrack Ensemble, gruppo strumentale composto da giovani musicisti pontini, nato da un progetto dell'Associazione cinematografica "Giuseppe De Santis". E’ membro della Commissione per la Musica ed il Canto sacro dell’Arcidiocesi di Gaeta, nell’ambito della quale è stato eletto segretario. E’ presidente delle associazioni musicali intitolate a "Ferruccio Busoni" e “Sergej Rachmaninov”, con cui ha organizzato decine di iniziative culturali. Nel 2006 è risultato essere il vincitore (sezione musica) con il brano inedito per pianoforte “Mozarteum” della V edizione del Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca”, prestigioso riconoscimento consegnatogli presso la Camera dei Deputati. E’ il direttore artistico della Settimana Culturale Fondana (40 eventi culturali in 8 giorni); è socio del Campus Internazionale di Musica di Latina. È il direttore musicale dell’opera “12 – Wojtyla generation love rock musical” (musiche e testi di Raffaele Avallone), che è stata presentata in Polonia con esiti entusiasmanti. Collabora con emittenti televisive come consulente musicale; è l’organista titolare dell’Arcidiocesi di Gaeta; sue esecuzioni sono state trasmesse in diretta, tra gli altri, da SAT2000, da RadioMaria e da TVP (Polonia). Insieme al pianista Leone Keith Tuccinardi forma il Duo Pianistico Italiano; in questa formazione si sono recentemente esibiti, tra i numerosissimi concerti, a Pescara, a Roma ed a Milano, con grande riscontro da parte del pubblico. Alla intensa attività concertistica affianca l’insegnamento del pianoforte presso il Centro Studi Musicali ARS di Fondi (LT). E’ laureando in Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Daniele Cherubino, tromba

Si diploma con lode in tromba presso il Conservatorio “O. Respighi” di Latina, sotto la guida del M° Benedetto Biondo. Subito dopo vince il concorso per l’ammissione all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, dove si perfeziona con i M° Giuseppe Bodanza e Luciano Cadoppi, ambedue prime trombe del teatro, e partecipa ai vari concerti tenuti dall’Orchestra dell’Accademia del Teatro Alla Scala sotto la direzione di importanti direttori, come Wayne Marshall, Giuseppe Grazioli, Alessandro Ferrari, Roberto Rizzi Brignoli, Daniele CallegariI, Stefano Ranzani, Corrado Roavris. Vince successivamente l’ammissione al corso di formazione Lirico-Sinfonico del Teatro del Maggio Fiorentino, perfezionandosi con i M° Andrea Dell’Ira e Marco Pierobon, anch’essi prime trombe del teatro. Partecipa a vari seminari e master class di tromba, studiando con Vincenzo Camaglia (Prima Tromba dell’Accademia di S. Cecilia di Roma), Mauro Maur (Prima Tromba del Teatro dell’Opera di Roma, Ermanno Ottaviani, Massimo Bartoletti, Marco Venturi, Maurizio Persia, Augusto Mentuccia.
Partecipa al Master Class di Andy Crowley (Prima Tromba Solista nella English Chamber Orchestra, London Sinfonietta , London Brass) nell’ambito del “ Progetto Ottoni” presso l’ Accademia di S. Cecilia di Roma.
Si è classificato idoneo alle selezioni per L’Orchestra Giovanile Italiana nelle edizioni 2000/2001 2001/2002, 1° al concorso di 1^ tromba dell’Orchestra A. Catalani, 2° al concorso di 1^ tromba presso l’Orchestra Sinfonica Giovanile di Roma, 2° idoneo all’audizione per Tromba di Fila presso il Teatro San Carlo di Napoli, segnalato al concorso per Terza Tromba con obbligo della Prima al Teatro dell’Opera di Roma, Idoneo al concorso per 2^ Tromba con l’obbligo della 1^ Tromba e della 1^ e 2^ Cornetta presso l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.
Ha collaborato come tromba di fila con il Teatro Alla Scala sotto la direzione di Roberto Rizzi Brignoli; con il Teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Gabriele Ferro, Marco Guidarini, Renato Palombo, Eliahu Inbal, Jefrey Tate, Julian Kovatchev, Nello Santi, Fabio Maestri, Andrea Quinn, Gary Bertini; con il Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione dei maestri Gianluigi Gelmetti, Nello Santi, Silvano Corsi, Marco Balderi, Antonio Pirolli, Zoltan Pesco, Bruno Campanella, Roberto Tolomelli, Alain Lombard, Riccardo Muti, David Coleman, Daniel Oren; con il Teatro regio di Parma sotto la direzione di Bruno Bartoletti, Donato Renzetti; con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai come Prima Tromba e Tromba di Fila sotto la direzione di Rafael Frubeck de Burgos, Gianandrea Noseda, Yutaka Sado, Rudolf Barshai. Collabora con l’Orchestra Symphonica d’Italia sotto la direzione del M° Lorin Mazel.
Ha collaborato come Prima Tromba con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, con l’Orchestra I Solisti del San Carlo di Napoli, con l’Orchestra di Roma e del Lazio come Prima e Seconda Tromba, sotto la direzione dei Maestri: Lu Jia, Federico Mondelci, Richard Bradshaw.

Alberto Casadei, violoncello

Nasce a Rimini nel 1987,in  una famiglia di musicisti, sin dalla tenera età dimostra  uno straordinario talento musicale,  avviato allo studio del violoncello dal padre M° Claudio Casadei, a soli cinque anni vince il primo premio assoluto al Concorso Nazionale “città di Montescudo” (RN).
Prosegue gli studi presso il Conservatorio “G:Rossini” di Pesaro e all’età di 18 anni ne consegue il diploma con il massimo dei voti ,la lode e menzione speciale, ricevendo in seguito una borsa di studio dalla Fondazione G.Rossini di Pesaro.
Parallelamente agli studi musicali,si avvia ad una brillante carriera artistica.
E’ vincitore di numerosi Concorsi Nazionali e Internazionali quali: 
1° premio assoluto al Concorso Internazionale “Città di Stresa”,
1° premio e borsa di studio alla Rassegna Regionale di Fusignano,
1° premio speciale al Concorso Internazionale “Città di Tortona”,1° premio e borsa di studio al Concorso Nazionale “Perosi di Biella”, borsa di studio e menzione speciale al Concorso Nazionale di Vittorio Veneto,
1° premio e borsa di studio al Concorso Internazionale “Rovere d’Oro” di San Bartolomeo (IM) come migliore esecutore ad arco italiano,
1° premio assoluto e borsa di studio alla “XII Rassegna Nazionale” di S.Pietro in Vincoli (RA),
1° premio assoluto e borsa di studio  al Concorso Nazionale di Saludecio (RN), e
1° premio assoluto per” giovani talenti” alla 9° edizione del Concorso Internazionale di “Riva del Conero” di Ancona.
Nell’ottobre 2002 vince il 2° premio e premio speciale della giuria alla 4° edizione del Concorso Internazionale “Antonio Janigro”in Istria.
Nel 2004 risulta vincitore della borsa di studio della 15° edizione del concorso  per strumentisti ad arco,  messa in palio dalla Yamaha Music Foundation of Europe .
Nel 2005 a soli 17 anni vince l’audizione,  per costituire” l’Orchestra Mozart” diretta dal M°Claudio Abbado, il quale dichiara: “desidero segnalare il valore del Musicista Alberto Casadei,con il quale lavoro da qualche anno. L’ho conosciuto all’Orchestra Mozart, Casadei ha saputo dimostrare come musicista in tutte le occasioni le sue capacità di alto livello.”
Nel 2008 ha vinto la selezione di “Nuove Carriere” organizzata dal CIDIM.
Prosegue la sua formazione artistica seguendo  corsi di perfezionamento e masterclass tenuti dai maggiori  violoncellisti internazionale: A.Meunier, F.Maggio Ormenzosky, C.Oczay, B.Baraz,  D.Geringas,David Gary Hoffman e attualmente si sta perfezionando  con il M°  N. Gutmann presso la scuola di Musica di Fiesole  .
Ha frequentato nel 2008 l’accademia Chigiana di Siena sotto la guida del M° D.Geringas ottenendo una borsa di studio per merito.
L’attività concertistica , l’ha visto partecipe in prestigiosi enti e festival musicali in Italia e all’estero tra cui: Emilia Romagna Festival, Festival Internazionale di Bilbao , Festival di Lubiana, festival di Kiev,Ente concerti di Pesaro, Società Musicale “Primo Riccitelli” Teramo, Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, Asociazione “B.Marcello” Teramo festival, Kammerfestival di Recanati,  Associazione culturale “Orfeo “ di Spoleto, Festival di Messina, Festival di Siracusa, Stagione concertistica di Bologna, Stagione concertistica di Roma, Festival Millennium di Rimini, Stagione concertistica Pro Aism di Perugia, Stagione musicale “Girolamo Frescobaldi” di Ferrara, Stagione concertistica di Trapani, Stagione concertistica dell’accademia di Imola, Fondazione Rossini in occasione del 216° compleanno di G.Rossini,Festival Aosta Classica,Festival Alfredo Piatti.
Ha suonato  in qualità di solista con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Pro Arte Marche, Orchestra da Camera  di Kiev, Orchestra di Stato di Kiev
e Orchestra Sinfonica Siciliana.
Ha collaborato come primo violoncello nell’orchestra”Il Suono Italiano per l’Europa”Cemat con sede a Roma.
Ha suonato sotto la direzione di :Claudio Abbado ,Alberto Zedda,Trevor Pinnok,Marco Zuccarini,John Eliot Gardiner, Michele Mariotti, Nicola Paszkowski e Jury Tkachenko.
Ha tenuto recital con: Hector Ulises Passarella, Sandro De Palma, Vladimir Zubistky, P.Biondi, C.Casadei, Silvia Cappellini Sinopoli..
Nella primavera 2008 ha intrapreso una tournèe in Siberia e Russia come solista ed inoltre è risultato vincitore del concorso Astor Piazzolla “Libertango”città di Barnaul (Russia).
Già da alcuni anni,si dedica a sperimentazioni nella musica leggera e jazz,dimostrando di essere un artista poliedrico,con lo sguardo sempre rivolto a nuovi orizzonti musicali.Nell’ultima tournèe in Russia dell’autunno 2008, si è, infatti esibito, in qualità di solista, affrontando un repertorio di concerti jazzistico oltre che classico,cimentandosi,in particolare, in un travolgente concerto jazz per violoncello e orchestra.

Grande Orchestra Sinfonica degli Urali (orchestra sinfonica russa di Ihjevsk )


Questo variabile gruppo artistico è oggi costituito da una orchestra sinfonica formata da 70 musicisti, da una orchestra da camera che comprende i migliori elementi del gruppo , un coro di 60 elementi e vari gruppi da camera. Il repertorio comprende capolavori della grande musica sinfonica, opere, oratori, Messe da Requiem classiche  e moderne, gioielli musicali del jazz classico, spaziando quindi dal barocco sino ai giorni nostri.
Permanentemente impegnata nella ricerca dell'accuratezza timbrica e della massima interpretazione, l'Orchestra Sinfonica è sempre apprezzata dal pubblico e dalla critica internazionale. L'orchestra ha realizzato circa 600 concerti partecipando a tantissimi festival nazionali e internazionali a fianco di solisti e star mondiali  quali Katia Ricciarelli, Cecila Gasdia, Chiara Taigi,  Boris Petrushansky, Aldo Ciccolini , 
Michele Campanella, Bruno Canino, Chiara Taigi, Aldo Piccioni , Gianluca Terranova, Peppino Principe.
Questo variabile gruppo artistico è oggi costituito da una orchestra sinfonica formata da 70 musicisti, da una orchestra da camera che comprende i migliori elementi del gruppo , un coro di 60 elementi e vari gruppi da camera. Il repertorio comprende capolavori della grande musica sinfonica, opere, oratori, Messe da Requiem classiche  e moderne, gioielli musicali del jazz classico, spaziando quindi dal barocco sino ai giorni nostri.
Permanentemente impegnata nella ricerca dell'accuratezza timbrica e della massima interpretazione, l'Orchestra Sinfonica è sempre apprezzata dal pubblico e dalla critica internazionale. L'orchestra ha realizzato circa 600 concerti partecipando a tantissimi festival nazionali e internazionali a fianco di solisti e star mondiali  quali Katia Ricciarelli, Cecila Gasdia, Chiara Taigi,  Boris Petrushansky, Aldo Ciccolini , 
Michele Campanella, Bruno Canino, Chiara Taigi, Aldo Piccioni , Gianluca Terranova, Peppino Principe.



Grande orchestra sinfonica russa di  Ihjevsk -- Udmurtia

La regione di Udmurtia è celebre per aver dato i natali  al grande compositore russo P.J.Chaikowschi nella città di Jhevsk.votkinsk e quindi territorio di grandi tradizioni e cultura.
Tutto ciò si riflette sulla grande Orchestra sinfonica di stato  che rappresenta la “summa” musicale della città: nata per iniziativa dell’Unione dei Compositori, sin dalle origini si è imposta all’attenzione europea per il grande livello degli archi –compattezza e
corposità- tipiche della tradizionale  “scuola russa”.
Questo variabile gruppo artistico è oggi costituito da una orchestra sinfonica formata da 70 musicisti, da una orchestra da camera che comprende i migliori elementi del gruppo , un coro di 60 elementi e vari gruppi da camera.
Il repertorio comprende capolavori della grande musica sinfonica, opere, oratori, Messe da Requiem classiche  e moderne, gioielli musicali del jazz classico, spaziando quindi dal barocco sino ai giorni nostri.
Permanentemente impegnata nella ricerca dell’accuratezza timbrica e della massima interpretazione, l’Orchestra Sinfonica è sempre apprezzata dal pubblico e dalla critica internazionale.
In novembre la filarmonica organizza il Concorso Internazionale per Cori Polifonici Professionisti e un celebre Festival  “Chaikowski”  manifestazioni notissime che si distinguono per l’alto livello artistico professionale degli ospiti stranieri e nazionali invitati e soprattutto per la grande qualità interpretativa delle difficili pagine sinfonico corali rappresentate. Direttore d’Orchestra stabile il maestro Nikolai Rogotnev, direttore ospite il maestro Leonardo Quadrini.


Molte le tournee in Germania, Cecoslovacchia, Finlandia, Bulgaria e Francia. 
L’abilità artistica e strumentale dei membri dell’orchestra li ha portati in breve tempo alla realizzazione di performances molto apprezzate per l’omogeneità timbrica, la comprensione stilistica e la speciale costruzione di forme armoniche che attualmente costituiscono le 
caratteristiche principali degli artisti. 
In Italia da 11 anni tutte le estati, l’orchestra ha realizzato circa 600 concerti partecipando a tantissimi festival nazionali e internazionali a fianco di solisti e star mondiali  (i concerti a Villa 
Adriana- Roma, Ultrapadum festival- Pavia, Notofestival in Sicilia, Mario Lanza festival, Ravello, Ischia, “Classico Pompeiano”  al teatro grande di Pompei, i Sentieri della Marca d’Ancona, Rassegna Internazionale delle orchestre di Mercogliano –Avellino- ecc con Katia Ricciarelli, 
Cecila Gasdia, Chiara Taigi,  Boris Petrushansky, Aldo Ciccolini , Michele Campanella, Bruno Canino, Chiara Taigi, Aldo Piccioni , Gianluca Terranova, Peppino Principe ecc.
Nellestate  2010  è stata prescelta come orchestra dalla Rai per il PREMIO  TROISI da Napoli - presentato da Pippo Baudo-  che sarà trasmesso su RAI  TRE il 16 agosto 2010 in prima serata accompagnando i cantanti  Enzo  Gragnaniello, Enzo De Caro, la Nuova Compagnia di canto popolare,  Fiorellino, Antonella Ruggiero ecc ecc .
Ha realizzato le produzioni di “Cavalleria Rusticana” a Chieti,  Benevento, Isernia.