lunedì 28 dicembre 2009

Jan Van der Roost, compositore

Nato a Duffel, Belgio, nel 1956. Ha studiato trombone, storia della musica ed educazione musicale presso la Lemmensinstituut a Leuven (Lovanio) e ha continuato i suoi studi alla Royal Conservatory di Gand e Anversa, dove si è qualificato come direttore d'orchestra e compositore.
Attualmente, insegna presso il Lemmensinstituut a Leuven (Belgio), è professore ospite speciale al "Shobi Institute of Music" di Tokyo, professore a contratto presso la "Nagoya University of Art" e visiting professor presso Senzoku Gakuen in Kawasaki (Giappone).
Oltre ad essere un prolifico compositore, è molto richiesta come docente e direttore ospite: la sua crescente attività musicale lo ha portato a più di 40 paesi diversi in 4 continenti, le sue composizioni sono state eseguite e registrate in tutto il mondo. All'inizio del 2001, un CD contenente quattro suoi lavori per orchestra da camera è stato pubblicato per la EMI Classics, mentre la Slovakian Radio Symphony Orchestra (Bratislava), ha registrato 3 dei sue composizioni nello stesso periodo, pubblicato all'inizio del 2003 dalla etichetta tedesca "Valve-Hearts".
All'inizio del 2004, "RECORDS Phaedra pubblica un altro CD "classico" esclusivamente con sue composizioni, che contengono soloconcertos per Tromba, Chitarra e Corno.
Il suo elenco di opere mostra una grande varietà di generi e stili, tra cui ad esempio 2 Oratori, una Sinfonia e alcune opere minori per Orchestra Sinfonica, un Concerto per chitarra (dedicato a Joaquin Rodrigo), un Concerto per tromba e orchestra d'archi (dedicato e commissionato dal virtuoso norvegese Ole Edvard Antonsen), un Concerto doppio per 2
Clarinetti e orchestra d'archi (dedicato a Walter e Anne Boeykens), un ciclo di "Lieder" per baritono e orchestra da camera, opere per archi o Orchestra da camera, Chamber Music, numerose composizioni per Brass o Wind Band e composizioni (tra cui una sinfonia in tre movimenti per grande orchestra a fiati), Musica Corale, per strumento Solo, ecc ...
Molti di queste composizioni sono stati trasmesse per radio e TV in diversi paesi e la maggior parte di essi sono stati registrati su CD da esecutori di fama di tutto il mondo.
Jan Van der Roost compone esclusivamente opere commissionate provenienti da paesi come Belgio, Olanda, Svizzera, Italia, USA, Giappone, Spagna, Francia, Singapore, Austria, Canada, Norvegia, Germania, Finlandia, Lussemburgo e Ungheria.

domenica 27 dicembre 2009

Antonello Manacorda, direttore

Nel 1997, insieme ad alcuni colleghi della Gustav Mahler Jugend Orchester e sotto la spinta di Claudio Abbado, Antonello Manacorda ha fondato la Mahler Chamber Orchestra, della quale è stato concert master e vice presidente per cinque anni finché non ha deciso di dedicarsi esclusivamente alla carriera di direttore d’orchestra. Grazie ad una borsa di studio messa a disposizione dalla De Sono di Torino, ha studiato per due anni con Jorma Panula a Helsinki.
Direttore Musicale dei Pomeriggi Musicali di Milano dalla stagione 2006-2007, Antonello Manacorda ha impostato la sua collaborazione con l’Orchestra proponendo un repertorio che spazia dagli Oratori di Mozart (Betulia Liberata e Davidde Penitente) agli autori contemporanei (Dialogues di Elliot Carter), riscuotendo fin dall’inizio un grande successo di critica. I più recenti impegni di Antonello Manacorda lo hanno visto collaborare con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, dirigere Il Barbiere di Siviglia di Paisiello all’Arcimboldi di Milano, Così fan tutte al Teatro Comunale di Treviso e Il Barbiere di Siviglia di Rossini al Teatro San Carlo di Napoli.
Il suo debutto nell’opera è stato con La Clemenza di Tito nel circuito dell’As.Li.Co. nella stagione 2005-06.
In ambito sinfonico è stato Direttore Ospite dell’Orchestra della Fenice di Venezia, Orchestra della Svizzera Italiana, Zürich Chamber Orchestra, Scottish Chamber Orchestra, Ensemble Orchestral de Paris, I Virtuosi di Kuhmo a Helsinki, Västerås Sinfonietta, Helsingborg Symfoniorkester, Gävle Symphony Orchestra e Gelders Orkest. Ha debuttato con successo al prestigioso Festival di Aldeburgh alla testa della Britten-Pears Orchestra dove il successo ottenuto gli ha guadagnatop un imediato reinvito, salutato dalla critica come uno dei concerti più belli degli ultimi anni.
La scorsa stagione ha diretto per la prima volta due concerti con la Mahler Chamber Orchestra per festeggiare il 10° anniversario dell’orchestra, che lo ha invitato di nuovo per il concerto di inaugurazione del Festival di Brema. Nel corso di questa stagione oltre al Falstaff presentato nel Nord Italia, ha collaborato con la Västerås Sinfonietta e l’Orchestra della Radio Svizzera, e ha debuttato con l’Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo e la Stavanger Symfoniorkester. Prossimamente sarà a Francoforte con la Hessische Rundfunk, a Sydney con la Sydney Symphony, a Verona e a Torino con l’Orchestra Nazionale della RAI. Nel maggio 2010 dirigerà Don Giovanni di Mozart al Teatro La Fenice di Venezia.
Antonello Manacorda è nato a Torino e ha studiato violino con Sergio Lamberto al Conservatorio G. Verdi, diplomandosi con lode. Ha vinto una borsa di studio della De Sono Associazione per la Musica, che gli ha permesso di studiare con Herman Krebbers ad Amsterdam, Eduard Schmider e Franco Gulli.
Da maggio 2009 è Direttore Stabile dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali.

Martin Loehr, violoncello


È nato in Germania, ad Amburgo, nel 1967.
Ha studiato con Wolfgang Mehlhorn al Conservatorio di Amburgo, con Zara Nelsova alla
Juilliard School of Music di New York e con Wolfgang Boettcher all’ Università dell’ Arte di Berlino.
Nel 1993 è stato il vincitore della German Music Competition di Bonn.
Nel 1995 ha vinto il primo premio al “Jeunesse musicales”, concorso internazionale di violoncello di Belgrado.
In qualità di membro del rinomato Trio Jean Paul, ha ottenuto il primo premio al Concorso Internazionale di musica da camera di Osaka nel 1993, mentre nel 1995 è stato premiato a Melbourne e al German Music Competition di Bonn.
La sua attività concertistica lo vede esibirsi come solista e musicista da camera in Europa, Stati Uniti, Russia, Giappone, Australia e Nuova Zelanda. È regolarmente ospite di noti Festival Internazionali tra cui:Salzburger Festspiele, Schleswig Holstein, Lucerne Festival, Edinburgh Festival, Kuhmo, Rheingau Festival, Bad Kissingen, Schubertiade Feldkirch,
Schwetzingen e altri.
Dal 1997 è primo violoncello de la Berlin Philharmonic Orchestra.
Dal 2003 tiene la cattedra di violoncello all’ Università dell’ Arte di Berlino e insegna presso la Herbert-von-Karajan-Academy della Berlin Philharmonic Orchestra.

Diemut Poppen, viola

Ha iniziato a studiare violino a 7 anni e ha dato il suo primo concerto pubblico a 9.
Innamorata della musica da camera, si è poi dedicata allo studio della viola con insegnanti quali Bruno Giuranna, Yuri Bashmet et Kim Kashkashian.
Oggi è fra i violisti più richiesti sia come solita che in formazioni cameristiche ha suonato in tutti i più importanti centri musicali del mondo. E’ stata solista con direttori fra cui Heinz Holliger, Claudio Abbado (debutto alla Carnegie Hall) e Frans Bruggen; ha partecipato ai festival di Lockenhaus (G. Kremer), Korsholm (F. Helmerson), Colonia (B. Pergamenschikov), Berlino (C. Abbado), Atene (L. Kavakos), d’Olanda (I. van Keulen) e Kreuth (N. Gutmann).
In Italia ha suonato per le più importanti istituzioni concertistiche collaborando con C. Abbado, B. Canino, A. Lonquicih, A. Schiff e altri.
Per 15 anni è stata la viola solista e cofondatrice della Chamber Orchestra of Europe e fra i molti premi ricevuti si annovera anche l’Eurpean Music Prize.
Eccellente pedagoga, a soli 29 anni è stata nominata docente di viola e musica da camera a Saarbrucken; dal 2004 è professore di viola presso la famosa Hochschule di Detmold. Dal 2006 è anche docente presso la Escuela di Musica Reina Sofia di Madrid. Inoltre tiene masterclasses in tutto il mondo, fra l’altro al Mozarteum di Salisburgo e alla Fondazione Gulbenkian di Lisbona, a Ferrara, Saluzzo, Londra.
E’ stata direttore artistico della Sommerakademia di Turingia, fondatore e direttore artistico dei Kammermusiktage di Osnabruck. Ha fatto parte delle giurie di molti importanti Concorsi internazionali. Oggi fa parte, una volta all’anno, della Lucerne Festival Orchestra di Claudio Abbado, conme viole principale. Ampio il repertorio che comprende anche molta musica contemporanea, talvolta composta per lei. Accanto a Bartok, Schnittke, Mozart Sinfonia Conertante, ha suonato il Concerto per viola di Pletnev, “Styxx” per viola, coro e orchestra di G. Kancheli.
Ha inciso per la DGG, EMI, Capriccio, Live classics, Tudor, Ondine, Edfiphon.

Elisabetta Amistà, soprano














Vedi aggiornamento:
http://concertodautunno-cur.blogspot.it/2010/06/elisabetta-amista-soprano.html

Angiolina Sensale, pianoforte

Nata a Voghera, Angiolina Sensale ha affiancato agli studi umanistici lo studio del pianoforte sotto la guida del M° Giuseppe Aneomanti, diplomandosi brillantemente presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano nel 1984. Si è quindi perfezionata con il M° Luciano Lanfranchi. Ha seguito corsi e seminari tenuti da Piero Rattalino, Jörg Demus, Naum Starkman. Premiata in concorsi nazionali e internazionali, svolge attività concertistica in varie formazioni da camera, con l'orchestra e come accompagnatrice, ruolo per il quale ha conseguito, nel 1992, l'idoneità nel Concorso a cattedre per i Conservatori di Stato. Nell'ambito dell'attività di accompagnatrice ha avuto modo di lavorare con Gianni Raimondi, Fiorenza Cossotto, Ivo Vinco, Carlo De Bortoli, Maria Parazzini, Wilma Vernocchi, Ottavio Garaventa, Mario Malagnini, Giuseppe Sabbatici, Daniela Dessì.Ha inoltre collaborato come accompagnatrice a numerose master class e corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri Paolo Barbacini, Sergio Segalini, Alain Billard, Gianni Tangucci.
Ha suonato in Italia per importanti associazioni e rassegne: Teatro Regio di Torino, Università di Pavia, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Politeama di Palermo,Università per Stranieri di Perugia, Circolo Culturale "Rosetum" e "Umanitaria" di Milano, Circolo Lirico e Reale Accademia Filarmonica di Bologna, Teatro "G. Rossini" di Lugo, Concerti a Villa Carlotta (Tremezzo), Teatro di Castrocaro Terme, Pomeriggi Musicali di Brescia, Associazione "Bach" di Roma, Teatro dell'Opera del Casinò Municipale di Sanremo, Terme di Montecatini, Istituzione Concertistica Salentina di Lecce, Piemonte in Musica, Rassegna Pianistica Internazionale di Macugnaga, Teatro Civico di Tortona, Conservatorio di Bolzano , Associazione Italo-Americana di Genova, Associazione Orfeo di Spoleto, Festival delle Alpi Marittime, Gioventù Musicale d'Italia, A.G.I.M.U.S… e, all'estero, in Francia (diretta televisiva RAI 2 dalla grotta di Lourdes), Inghilterra, Scozia, Svizzera, Germania, Romania, (5° Festival di Musica Contemporanea di Bacau), Croazia, Grecia, Spagna, Russia, (Sala Rachamaninoff del Conservatorio di Mosca) Stati Uniti (Georgia-Spoleto-Charleston: Festival dei Due Mondi, Illinois, North e South Carolina, Missouri, New Mexico, Texas..), Uruguay, Argentina, Brasile. In Brasile è stata per un triennio docente dei Corsi Internazionali Invernali dell'Università Federale di Santa Maria (Rio Grande do Sul) e di Londrina (Paranà). E' regolarmente ospite nelle giurie di Concorsi internazionali di Canto e Musica da Camera. All'attivo la registrazione di 5 CD di musica da camera e lirica.
Sue esecuzioni sono state trasmesse dalla Radio Rumena di Bucarest, da RAI 3 e Radio Vaticana, oltre che da emittenti televisive private e dal terzo canale della RAI (D.S.E.). Ha collaborato con le riviste "Musica" e "Piano-Time"con articoli di critica discografica e di ricerca musicologica. E' direttore artistico degli "Amici della Musica" di Voghera, del Festival Ultrapadum, dei premi "La cetra d'oro" e "La maschera d'argento. Nel 2004 ha ricevuto il Premio Internazionale “Foyer des artistes” e il premio “Alessandro Maragliano”. Nell’estate 2004 ha partecipato , come pianista accompagnatrice, alla trasmissione radiofonica di RAI 2 “Due di notte”.
Conduce la rubrica "Musincanto" in onda su Primarete Lombardia.
E' l’anima del Festival Ultrapadum che si svolge nella stagione estiva toccando le province di PV e di AL.

sabato 26 dicembre 2009

Anita Dordoni, soprano

Nata a Milano, si è diplomata in violino al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano sotto la guida del maestro Felice Cusano e per alcuni anni ha fatto parte dell’Orchestra del Teatro alla Scala. Contemporaneamente all’attività di violinista ha iniziato lo studio del canto con Adelaide
Saraceni, e in seguito con Edith Martelli.
Ha partecipato al “Progetto Mozart-Da Ponte” tenuto dal Maestro Claudio Desderi, vincendo i ruoli di Despina, Susanna e Zerlina. In tali ruoli ha debuttato a Modena, Ferrara, Pisa, Livorno,
Lucca, Olimpico di Vicenza, Mantova, RAI di Torino e Londra.
Ha tenuto inoltre vari concerti di Musica da Camera con “I Cameristi del Teatro alla Scala” aMilano e in altre città italiane.
Ha cantato il “Rinaldo” a Reggio Emilia, con la regia di Pierluigi Pizzi; “La Cenerentola” a Pisa; “Falstaff” a Milano, a fianco di Giuseppe Taddei, a Pisa e Mantova; “Il Barbiere di Siviglia” a Milano e a Lima, a fianco di Luigi Alva; “Carmen”, “Rigoletto”, “Il Matrimonio Segreto”,
“Le Nozze di Figaro”, “Elisir d’amore”, “La Serva Padrona”, “Stabat Mater” di Pergolesi, “Stabat Mater” di Rossini, “Jefte”, il “Requiem” di Mozart, “La Vedova Allegra” di F. Léhar.
Si è dedicata inoltre alla Liederistica e alla musica da camera tenendo concerti in varie città italiane (Milano - Teatro Nuovo) Vienna (Schubert Saal al Konzerthaus) e in Francia a Nancy e Metz.
Ha partecipato a Cremona a incontri per le scuole con programmi dedicati sia a bambini della scuola elementare sia a ragazzi della scuola media Dal 2005 fa parte del gruppo cameristico “New Deal Ensemble” con un repertorio di musica del novecento americana.
Ha partecipato ad alcune serata organizzate dalla “Casa della Poesia” di Milano alla Palazzina Liberty con programmi di musica e poesia.
Canta in trio con chitarra e clarinetto sia repertorio classico sia canti ebraici abbinati alla recitazione.
Dal 2004 tiene corsi di canto corale per adulti organizzati dal Comune di Milano.
Nel 2006 ha fondato e dirige a Milano il coro “Musincanto”.

Bando delle Libere Audizioni del Laboratorio Lirico Europeo di Milano

Il LABORATORIO LIRICO EUROPEO di MILANO, diretto da Daniele Rubboli,  indice le tradizionali biennali
LIBERE AUDIZIONI
per la Stagione 2010 e per le produzioni del 2010/2011


LUNEDI' 15 e MARTEDI' 16 febbraio 2010
dalle ore 9:30 alle ore 13:00 e dalle 14:30 alle 19:00
Le audizioni si svolgeranno nel Teatro San Protaso di Via Osoppo 2 ( Piazzale Brescia) a Milano.
Scelta dettata dalla momentanea indisponibilità del Teatro Rosetum tradizionale sede del Laoratorio stesso.

Alle audizioni saranno presenti:
Daniele Rubboli, direttore dedl Laboratorio Lirico Europeo
Giuseppe Oldani, agente teatrale
Lorenzo Fontana, agente teatrale
Luciano Pituello Presidente Associazione Museo Caruso,  giornalista e Organizzatore Musicale
Athos Tromboni  direttore "Gli amici della musica", Organizzatore Musicale
Angelo Cesana direttore Teatro Cenacolo di Lecco
Le audizioni saranno finalizzate sia alle prossime stagioni operistiche di Milano, Lecco, Forlì, Volterra, che alle produzioni di allestimenti operistici e spettacoli musicali del Laboratorio.
Le AUDIZIONI sono particolarmente mirate ai cast per questi titoli:
LA FANCIULLA DEL WEST
ANDREA CHENIER
MADAMA BUTTERFLY
OTELLO
LA BOHEME
CARMEN
IL TROVATORE
IL BARBIERE DI SIVIGLIA
L'ELISIR D'AMORE
DON CARLOS
SIMON BOCCANEGRA
ma ciascun artista potrà presentarsi nel repertorio che meglio mette in luce le sua attuali possibilità.
NON ci sono limiti di nazionalità
il LIMITE DI ETA' è di 43 anni.
L'organizzazione mette a disposizione per tutti gli artisti il M° Luis Baragiola come accompagnatore, ma chi preferisce presentarsi con un pianista di fiducia potrà farlo.
ISCRIZIONI:
preferibilmente via internet a rudan@tiscalinet.it
via posta normale: Daniele Rubboli via Venini 23 - 20127 Milano
informazioni (solo se strettamente necessario) 337.299585
gradite le iscrizioni entro l'11 febbraio.
SCHEDA DA COMPILARE E INVIARE
Nome .................................
Cognome...................................
Vocalità..................................
Luogo di Nascita ............
Data di  nascita......................
Attuale residenza ..................................................................................... 
Telefono.....................................
E.mail .................................................
Giornata scelta per l'Audizione........................................... 
Titoli presentati (scrivere minimo 3 titoli, massimo 5, di romanze d'opera del proprio personalissimo e piu' studiato repertorio):
...................................................................................
...................................................................................
...................................................................................
Importante: OGNI BRANO DOVRA' ESSERE ESEGUITO A MEMORIA E IN LINGUA ORIGINALE
I diritti di Segreteria di 50,00 Euro sono invariati come negli ultimi 15 anni, e dovranno essere regolati prima della prova.
Non avendo disponibilità in altre date e dopo le ore 19, si consiglia di presentarsi puntuali alle 9,30 di ogni giorno.
Il direttore artistico
Daniele Rubboli

mercoledì 16 dicembre 2009

Asya Fateyeva, sassofono

La giovane sassofonista Asya Fateyeva è nata a Kertsch, Crimea (Ucraina) nel 1990. Inizia con lo studio del pianoforte presso la Scuola di Musica di Kertsch ma nel 2000 prosegue con il sassofono prendendo lezioni da G. Laptev. Nei tre anni successivi studia alla Simferopol Music School nella classe di sassofono di L. Russanowa. Dal 2003 al 2004 prende lezioni dalla Prof.ssa M. Shaposhnikova alla Gnessin Special School of Music di Mosca. Dal 2005 al 2007 studia presso la Scuola Superiore di Musica di Colonia, allieva del Prof. Daniel Gauthier.
Dal 2001 è stata invitata a partecipare a vari festival in Ucraina, Russia, Francia, Svizzera e Germania. Asya ha suonato con molte orchestre da camera e sinfoniche come la Krim Philharmonic Orchestra, Kiev National Orchestra, Ankara Symphony Orchestra, Bochum Symphoniker, Staatstheater Kassel Symphony Orchestra, orchestre da camera quali "The Seasons" e "Moscow Virtuosi" (diretta da Vladimir Spivakov) e la BSO (Big Symphony Orchestra di Mosca, diretta da Vladimir Fedoseyev), Bergische Symphoniker, Istanbul Symphony Orchestra etc. Asya ha partecipato attivamente all'attività concertistica della International Charity Foundation intitolata a Vladimir Spivakov.
Ha vinto molti premi in Russia e Germania, tra cui l'ultimo, in ordine di tempo, il primo premio al Concorso Yamaha di Amburgo del 2007.

Evgeny Bushkov, direttore d'orchestra

Uno tra i più giovani e promettenti direttori russi, Evgeny Bushkov ha ricevuto dapprima importanti lodi come violinista, vincendo prestigiose competizioni internazionali fra le quali Wieniawski (1986), Queen Elizabeth (1989), Caikovskij (1990), e il Primo Premio Henryk Szeryng Foundation Award (1992). Successivamente, ha trasferito il suo grande talento e il raffinato gusto artistico dal violino alla direzione. Le sue indubbie capacità, come anche l'aspirazione all'integrità e la ricerca di un'autentica interpretazione, hanno attirato l'attenzione del Direttore Dmitry Kitajenko.
Ha collaborato con importanti orchestre sia sinfoniche sia da camera e si è esibito in importanti sale da concerto internazionali: Interlochen Arts Academy, University of North Texas, e Northwestern University (USA), l'Orchestra del Festival International de Luxeuil (Francia), Orchestra Sinfonica Internazionale Metro Philharmonic e Pan Asian Symphony Orchestra (Hong Kong), The Nizhny Novgorod State Philharmonic Society (Russia), come anche con le orchestre da camera Musica Viva e Amadeus di Mosca. Recentemente Evgeny Bushkov è diventato Direttore dell'Orchestra Sinfonica di Stato Novaya Rossiya a Mosca.
Al debutto con l'orchestra, nella Sala Grande del Conservatorio di Mosca nel febbraio 2004, sono seguiti più di ottanta concerti in Russia e all'estero.
Evgeny Bushkov ha collaborato con importanti solisti come Elisso Virsaladze, Natalia Gutman, Barry Douglas, Debora Voygt, Vladimir Tchernov, Denis Matsuev, Alexey Liubimov per menzionarne solo alcuni. Yury Bashmet lo invita regolarmente a dirigere composizioni di Kancheli, Bruch, Ledenev, Felzer. Insieme hanno tenuto la prima mondiale delle opere per viola di Karmanov e Gorelova.
Tra i momenti salienti dell'ultima stagione ricordiamo le acclamate esibizioni tenute presso il Musikverein di Vienna, la Prima del Requiem di Alemdar Karamanov nella Cajkovskij Concert Hall di Mosca, il tour in Italia con l'Orchestra Sinfonica del Venezuela, la performance del Requiem di Verdi a Mosca con la partecipazione della mezzosoprano italiana Daniela Barcellona, l'invito alla Novosibirsk Symphony Orchestra per il concerto In Memoriam di Arnold Katz.
Oltre all'attività concertistica, Evgeny Bushkov ha creato una rassegna concertistica per sensibilizzare i bambini all'ascolto musicale, iniziativa che ha riscosso enorme successo e che ha incontrato il favore di pubblico e critica.

Calicanto, gruppo vocale e strumentale

Claudia Ferronato voce, percussioni
Roberto Tombesi organetto, mandole, salterio, ludro, voce
Francesco Ganassin clarinetti, ocarine, oboi popolari, voce
Giancarlo Tombesi contrabbasso, voce

Calicanto vanta innumerevoli partecipazioni ad importanti festival internazionali (Vancouver, Seattle, Lisbona, Santiago de Compostela, Lubiana, Lorient, Dranouter, Berna, …) e su tutti il XXXVI Smithsonian Folklife Festival di Washington, dedicato al Silk Road Project diretto dal violoncellista Yo-Yo Ma.
Fondamentali inoltre le prestigiose collaborazioni teatrali (Piccionaia, Pantakin, Tam, …) e cinematografiche (E. L. Bacalov, Juliette Binoche Les enfants du siecle; Patrice Leconte, Vanessa Paradis La ragazza sul ponte).
Ultima in ordine di tempo (settembre 2009) la recentissima collaborazione in Turchia con l' Orchestra Multietnica Hattusa diretta da Ertug Korkmaz e formata da 35 musicisti di provenienza turca, ungherese, portoghese e italiana con la quale si sono esibiti ad Ankara, Corum ed Evora.

martedì 15 dicembre 2009

Quintetto Kandinsky, ensemble di fiati

Matteo Salerno, flauto
Simone Frondini, oboe
Simone Fornaciari, clarinetto
Eolo Pignattini, corno
Stefano Semprini, fagotto
 
Il Quintetto Kandinsky è formato da musicisti provenienti da diverse regioni italiane che nel corso degli anni hanno condiviso molteplici esperienze artistiche in ambito musicale. Legati da una forte amicizia decidono di costituire un ensemble che, oltre al repertorio tradizionale per quintetto di fiati, fosse capace di produrre spettacoli in cui coinvolgere diverse espressioni artistiche come la letteratura, la recitazione, la danza ed in alcuni casi le nuove tecnologie. Nasce così un gruppo dalle mille sfaccettature che in questi anni di attività ha realizzato spettacoli quali "Il Pifferaio Variopinto di Hamelin" su disegni e animazioni 3D di Daniele Panebarco con Giampiero Frondini come voce recitante oppure lo spettacolo teatrale "Laudes, grido a tutta la gente", prodotto dal Teatro Stabile dell'Umbria con la regia di Gigi Dall'Aglio e musiche di Alessandro Nidi o il progetto dottor Jekyll e Mr Hyde per il Batik Film Festival o il radiodramma musicale "Claire" di Bruno de Franceschi liberamente tratto da "La visita della vecchia signora" di F.Durrenmatt. Tra i vari riconoscimenti si menziona il premio "Abbiati" ottenuto per i progetti di divulgazione musicale presso le scuole dell'Umbria. Da ricordare la collaborazione con jazzisti del calibro di G.Trovesi, A.Dulbecco, E.Pietropaoli e G.Coscia con i quali hanno partecipato al progetto musicale "La Bottega" esibendosi ad "Umbria Jazz '98", concerto trasmesso da RAI Stereo 3, e per la stagione dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Villa Giulia. Di questo progetto musicale, con musiche originali scritte da G.Coscia, è uscito un disco per la Casa Discografica "EGEA". Nel corso della sua attività, che si protrae ormai dal 1994, il quintetto si è esibito in tutta Italia, per conto di prestigiose istituzioni e teatri tra cui Ravenna Festival, Fondazione Perugia Musica Classica, Famiglia Artistica Reggiana , Fondazione Ravenna Manifestazioni, Emilia Romagna Festival, Associazione Angelo Mariani di Ravenna, Amici della Musica di Foligno, Amici della Musica di Terni, Festival Risonanze Armoniche, Teatro Comunale di Casalpusterlengo, Teatro Petrella di Longiano, Teatro Pavarotti di Modena, Teatro Giuditta Pasta di Saronno ed il Teatro Morlacchi di Perugia e all'estero in Francia, Germania e Slovacchia. I componenti hanno completato i loro studi con importanti solisti tra cui A.Persichilli, H.Schellenberger, A. Carbonare, H.Baumann, S.Azzolini e M.Postinghel. Sono tutti vincitori di borse di studio e concorsi e collaborano con orchestre e complessi di musica da camera sia a livello nazionale che internazionale come l'Orchestra del Teatro alla Scala, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia o l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Tra gli impegni futuri ricordiamo la collaborazione con Elio Pandolfi per la realizzazione di Pierino e il Lupo per gli Amici della Musica di Foligno. 
http://salernomatteo.webnode.com/gruppi-musicali/quintetto-kandinsky

lunedì 14 dicembre 2009

Schola Regina Pacis



Si è costituita nel Santuario Madonna del Perpetuo Soccorso di Scorzoletta (Frazione di Pietra de' Giorgi) nel novembre del 2006. Formata da cantori provenienti prevalentemente da zone limitrofe, accumunati dalla passione e dalla convinzione circa il valore della musica liturgica (quella vera), si pone come obbiettivo il servizio liturgico nella parrocchia, unito alla organizzazione di concerti spirituali atti alla sottolineatura ed alla riflessione religiosa nei momenti forti dell'anno liturgico. Scopo peculiare della Schola è la presentazione di brani inediti, poco eseguiti o di nuova composizione, conseguenza dell'opera di ricerca e di analisi sui repertori corali.
Dall'autunno 2008 collabora stabilmente con alcuni musicisti che formano il gruppo strumentale che accompagna la Schola in particolari eventi. Nel corso di questi primi anni di attività la Schola è stata chiamata a solennizzare alcune liturgie anche al di fuori del Santuario, in particolare presso la Parrocchia di Gesù Buon Pastore e San Matteo (Milano), San Francesco (Pavia) e nel Duomo di Crema. Infine, con il concerto del 20 giugno 2009, eseguito a Canneto Pavese unitamente al "Peninsula Girls Chorus" di Burlingame (California, USA) e diretto da Enrico Vercesi e Catherine D. Wesolek, la Schola ha inaugurato la sua partecipazione e collaborazione stabile nell'ambito del Festival Ultrapadum in merito all'organizzazione ed elaborazione dei programmi musicali.

Simone Quaroni, organo

Vedere http://concertodautunno-cur.blogspot.it/2011/05/simone-quaroni-organo.html

Stefania Ferrari, mezzosoprano

Nata a Piacenza, ha conseguito la maturità classica nel 1998 e si è laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza nel 2004. Ha conseguito il diploma di Viola nell'Anno Accademico 1999 – 2000 sotto la guida del M° C.

Pavolini presso il Conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza e ha poi svolto attività di strumentista in diverse orchestre tra cui "A. Zanella" di Piacenza e "G. Verdi" di Milano.
Quasi contemporaneamente a questi studi ha intrapreso anche una nuova strada di cui è da sempre appassionata: la scuola di canto sotto la guida della Prof.ssa Maria Laura Groppi presso il Conservatorio di Piacenza, dove si è diplomata con il massimo dei voti e in cui ha avuto modo di svolgere attività artistica e di seguire alcuni corsi di perfezionamento, tra cui quello di liederistica tedesca tenuto dall'illustre M° Konrad Richter.
Recentemente ha inoltre partecipato a varie master class, tra cui una tenuta dal soprano Renata Scotto e una realizzata dal mezzo-soprano Brigitte Fassbaender.
Nel 2002 ha vinto la borsa di studio dedicata al tenore Gianni Poggi. È vincitrice della prima edizione del Concorso Alfano di Sanremo, concorso che le ha permesso, nel Gennaio 2006, di sostenere in "Il Barbiere di Siviglia" il ruolo di Rosina.
Si esibisce regolarmente in concerti e spettacoli in qualità di solista. Tra le varie esperienze musicali si segnalano la partecipazione a varie opere quali Cenerentola di Rossini come Angelina, Cavalleria Rusticana come Lola e Suor Angelica come Suora Badessa, Messa da Requiem di W. A. Mozart, West Side Story di L. Bernstein come Anita, Gianni Schicchi di G. Puccini come Zita, Il Pipistrello di J. Strauss come Principe Orlovsky, Adriana Lecouvreur di F. Cilea come M.lle Dangeville, L'Impresario delle Canarie di D. Sarro come Dorina, le Nozze di Figaro di W.A. Mozart come Cherubino, I Capuleti e i Montecchi di V. Bellini come Romeo, Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini come Rosina.

Enrico Vercesi, maestro del coro


Nasce a Broni (PV) l'8 Ottobre 1972. Dopo i primi studi musicali, nel 1987 inizia a dirigere il coro S. Giorgio di Barbianello (PV) fino al 1994; nello stesso anno si iscrive all'Istituto Pontificio Ambrosiano di Musica Sacra di Milano dove, nel Giugno del 2000, si laurea in Canto Gregoriano, Composizione e Musica Sacra discutendo la tesi su Lorenzo Perosi. Sempre nel 1994 assume la direzione del coro "S. Maria Assunta" di Portalbera (PV) che mantiene fino al dicembre del 1999.
Nel 1997 viene nominato Maestro della Cappella Musicale dei SS. Nabore e Felice di Stradella, con la quale ha svolto una intensa attività liturgica e concertistica sia in Italia (Milano, Fiuggi) sia all'estero (Città del Vaticano, Salisburgo); inoltre, nell'anno 2000 ha insegnato Esercitazioni Corali presso l'Istituto "L. Perosi" di Biella.
Nel settembre 2001 viene nominato Music Minister and Director of Worship nella Chiesa Cattolica "Holy Trinity" di Norfolk (Virginia, USA). Tornato in Italia, dall'aprile 2003, ricopre la carica di Direttore del Coro e Organista nella Chiesa di "Gesù Buon Pastore e S. Matteo" in Milano.
In seno alla Associazione Italiana S. Cecilia di Roma ricopre la carica di membro del Consiglio Direttivo Nazionale dal Marzo del 1999; dal 2004 è membro del Comitato di redazione del Bollettino Ceciliano, organo ufficiale di stampa dell'AISC e Delegato Regionale per la Lombardia. Dal 1999, inoltre, insegna Elementi di Canto Gregoriano e Musicologia Liturgica durante il Seminario Nazionale di Studio per Cantori e Direttori di Coro organizzato annualmente dall'AISC di Roma la terza settimana di luglio.
Nel settembre 2009 è stato nominato Direttore dei Segretariati Religiosi, Religiose e Seminari dell'AISC di Roma.
Come compositore collabora con le Case Editrici Musicali Carrara di Bergamo, AISC di Roma e ARES di Verona e pubblica stabilmente su Choral Public Domain Library. Ha composto, tra le altre, la Messa per Avvento e Quaresima, la Holy Trinity Mass (in inglese), la Missa Simplex, la cantata "In cordis iubilo" in occasione dell'anno giubilare (per soprano, violoncello, orchestra d'archi, coro e organo), la Suite di Natale, presentata in prima esecuzione assoluta a Norfolk (Virginia, USA) nel Dicembre 2002 (per soli, flauto, orchestra d'archi, coro e organo), l'oratorio "La visitazione di Maria" per soprano, flauto, oboe, orchestra d'archi, coro e organo), insieme a numerosi mottetti e brani per la liturgia (in inglese, latino e italiano, a cappella e per varie formazioni corali); tra questi, il mottetto eucaristico "Ego sum panis vivus" è stato recentemente eseguito dal coro della Trinity Wall Street Church di Manhattan, New York City, USA.

Duo MORFEO, voce e live electronics, piano

MANUEL ATTANASIO, voce, live electronics, oggetti
MARTA RAVIGLIA voce, live electronics, piano
Il DUO nasce dall'incontro di due musicisti che hanno fatto della voce un canale espressivo privilegiato, esplorandone tutte le possibilità e annullando i confini tra i generi. Il viaggio attraverso il quale Manuel Attanasio e Marta Raviglia conducono l'ascoltatore è un viaggio nelle terre dell'inconscio e del sogno, ove emergono le contraddizioni delle dinamiche dialogiche, ove l'universo femminile e quello maschile si rivelano in tutta la loro diversità e complementarità, ove il suono e le sue infinite potenzialità timbriche creano terreno più che fertile per un confronto umano in continuo divenire. Pur provenendo da esperienze artistiche diversissime, Manuel Attanasio e Marta Raviglia si interessano da anni di sperimentazione vocale. Presentano in questa sede il loro primo lavoro discografico uscito per l'etichetta romana Monk Records.

Daniele Fortunato, cantautore

Nel novembre del 1999 partecipa all'accademia di Sanremo con un brano scritto a 15 anni:"L'altra metà del cielo". Nel 2008 crea con Roberto Casesi lo studio "Ricerche Sonore"(2008) per la composizione di musiche per l'audio visivo, collaborando con aziende e filmmaker, e parallelamente, grazie all'aiuto del musicista e produttore Paolo Pizzimenti, realizza l'ep "AD OCCHI CHIUSI". Attualmente si esibisce in locali ed eventi privati con il chitarrista blues Luciano Ancora. Alcuni lavori svolti da Daniele Fortunato nello studio Ricerche Sonore : Realizzazione della sigla capitan Novara, fumetto locale, per EMMETRE SERVICE s.r.l. Sonorizzazione spot radiofonico ICOS IMMOBILIARE. Collaborazione con il musicista PAOLO PIZZIMENTI (compositore di musiche per spot, cinema e teatro) nel cd "dire leggere e fare" edito dalla nicola milano editore. Sonorizzazione del video industriale "SIT-la precisa" realizzato da HOT SPOT s.r.l. Scorzè (VE). Realizzazione delle musiche per i cortometraggi "Guardare lontano" e "Il telecomando" del regista Marco Pellegrino. Attualmente ben 11 brani di Ricerche sonore sono editi dalla importante music library SOUNDIVA e utilizzati su supporti audiovisivi e multimediali diffusi in tutto il mondo. Altre nove sonorizzazioni sono edite dalla library Preludio Music Emotion di Milano.

The Ring Around Quartet, ensemble vocale

Vera Marenco, soprano
Maria Teresa Gay, contralto
Umberto Bartolini, tenore
Alberto Longhi, baritono

The Ring Around Quartet è nato a Genova nel 1993 e da allora è attivo nella produzione di concerti, incisioni, spettacoli, iniziative culturali di carattere musicale. Il lavoro del gruppo si basa su requisiti di abilità tecnica, ricerca interpretativa, fusione delle voci e attenzione per repertori. Così, nelle sue esibizioni il quartetto Ring Around ha affrontato i vari generi di musica vocale a cappella o con accompagnamento, senza limiti di stile e di repertorio, e ha proposto concerti nel senso classico del termine accanto a esibizioni di musica "leggera", dedicando ampio spazio alla realizzazione di spettacoli di teatro musicale, anche in collaborazione con altri artisti. 
In particolare, a fianco al repertorio mai abbandonato della musica anni Trenta, del jazz e dello swing, il quartetto ha trovato con tempo due suoi naturali punti di forza: la musica antica e quella contemporanea. Nel campo della musica antica il gruppo ha esplorato soprattutto il repertorio della polifonia antica profana: chansons, frottole e madrigali, specie di autori francesi come Josquin, Janequin, Lasso, Sermisy e altri. Nel presentare questo genere di composizioni, The Ring Around Quartet ha tenuto anche conto di una dimensione teatrale e spettacolare che si è tradotta nel Gioco di voci presentato all'edizione 2003 del Festival dei due Mondi a Spoleto. Da una ricerca analoga sul rapporto voce e movimento condotta in collaborazione con la compagnia di danza contemporanea Arbalete, il Ring Around ha realizzato lo spettacolo "Recercar a otto", una fusione tra danzatori e cantanti, che trae spunto dall'iconografia barocca e dal repertorio tardo rinascimentale.
Nell'ambito della produzione contemporanea, il quartetto ha eseguito brani di autori come Ennio Morricone, Matteo D'Amico, Claudio Ambrosini, Federico Ermirio, Andrea Basevi, Riccardo Dapelo, oltre a quelli di compositori belgi come Reymondt Schroyens e Raoul De Smet. Con questo repertorio il Ring Around è stato premiato da una giuria internazionale come miglior gruppo solistico e miglior gruppo italiano all'edizione 2003 del Concorso Internazionale di Musica Corale "C. A. Seghizzi" di Gorizia, nella categoria dei gruppi vocali.
Nella stagione 2012-13 il Ring Around festeggia i suoi primi 20 anni di attività.

domenica 13 dicembre 2009

Marco Paderni, pianoforte

Ha studiato al Conservatorio Luca Marenzio di Brescia dove si è diplomato in Pianoforte e in Organo. Ha partecipato a di-versi concorsi pianistici nazionali ed interna-zionali ottenendo numerosi Primi Premi. È stato finalista premiato al Premio Venezia 1993, concorso riservato ai neo-diplomati ita-liani con il massimo dei voti, svoltosi al Tea-tro La Fenice di Venezia. Si è esibito in nu-merosi recital in Italia e all'estero, sia come solista che in formazioni cameristiche ed in qualità di accompagnatore di cantanti lirici,
 riscuotendo calorosi consensi di pubblico e critica.
Si dedica volentieri anche all'operetta ed al musical, curando personalmen-te gli arrangiamenti musicali per formazioni orchestrali ridotte. È docente di Pianoforte, Lettura della Partitura e Teoria e Solfeggio presso la Scuola di musica Santa Cecilia di Brescia e in altre istituzioni musicali.

sabato 12 dicembre 2009

Silvia Colombini, violinista e soprano.

Svolge un'intensa attività operistica internazionale. Ha cantato nei Teatri: Teatro Regio Torino, Teatro V. Bellini Catania, Fondazione Petruzzelli Bari, Fondazione Arena Verona, Teatro Massimo Palermo.
Estero: Staatsoper Berlino, Semperoper Dresda, Festival Salisburgo, Opera Colonia, Francoforte, Bonn, Monnaie Bruxelles, Sao Carlos Lisbona, New Israeli Opera Tel Aviv, Festival Mozart La Coruña, Bayerische Rundfunk Monaco, Gewandhaus Lipsia, Mitteldeutscher Rundfunk Lipsia.
Tutti i più importanti Teatri giapponesi.
Ha collaborato con importanti Direttori e Registi: Milan Horvat, Friedemann Layer, Fabio Luisi, Zoltan Pesko, Stefano Ranzani, Donato Renzetti, Dennis Russell Davies, Stefan Soltesz, Marcello Viotti. Luca Ronconi, Mario Martone, Cesare Lievi, Davide Livermoore, Beppe de Tommasi, Johannes Schaaf.

Riccardo Cossi, organo

Nato nel 1978 a Trieste, si diploma a pieni voti in Pianoforte sotto la guida del m° Giuliana Gulli al conservatorio "G.Tartini" di Trieste. Successivamente consegue col massimo dei voti il diploma accademico di primo e la laurea specialistica di secondo livello in Organo e Composizione organistica seguito dal m° Marcello Girotto.
Studia clavicembalo con Giorgio Cerasoli e direzione corale e orchestrale con Adriano Martinolli.
Si perfeziona in organo frequentando corsi tenuti da importanti maestri di fama internazionale quali: Paolo Crivellaro, Andrea Macinanti, Ferruccio Bartoletti, Dietrich Oberdörfer, John Laukvik, Ludger Lohmann, Stephan Engen, Stephan von Kessel, Artigas Pinas, Andreas Jacob, Roberto Antonello, Ismo Hintsala, Matthias Schneider.
Si perfeziona, inoltre, in musica da camera con Mauro Rossi.
Ha partecipato ai corsi di formazione liturgico-musicale, tenuti dall'Associazione Italiana S.Cecilia
La sua intensa attività concertistica che svolge in qualità di organista, pianista e direttore, nonché in varie formazioni cameristiche, lo porta ad esibirsi all'interno di molte manifestazioni di rilievo in Italia e all'estero.
Ha eseguito in prima nazionale assoluta alcune opere del compositore Carl Piutti, incise su CD dal vivo nel duomo di Udine.
Recentemente ha eseguito nella basilica di S. Eufemia a Grado (Go), l'intergrale delle sonate per organo del compositore Luigi De Grassi.
Incide per l'etichetta Rainbow.
Si occupa, inoltre, di arte organaria attraverso lo studio dei trattati storici.
E' organista titolare della chiesa della Beata Vergine del Soccorso in Trieste, dov'è responsabile del prestigioso strumento di Vincenzo Mascioni  op. 388 del 1927 e dove, da alcuni anni si adopera per proporre, attraverso la costante attività concertistica e le messe "cum organo", il repertorio organistico, spaziando dall'antico al moderno.
Dal 1996 è direttore della corale della chiesa di S. Teresa del Bambin Gesù in Trieste dove presta servizio anche come organista.
Dirige il coro virile Alabarda del Banco di Roma e, dopo aver diretto il coro Montasio della CRSJulia, nel 2007 fonda il coro polifonico e orchestra "Diapason" che attualmente dirige.
Ha, inoltre, appena assunto l'incarico di direttore del coro dell'Università degli studi di Trieste.
E' docente di pianoforte ed organo presso il "Centro di Formazione Liturgica" della diocesi di Trieste.

Duo Maclè, duo pianistico



Sabrina Dente, pianoforte
Annamaria Garibaldi, pianoforte
Sostituiscono il duo Maclé nel 2004. Sotto la guida del M° M.Crudeli il duo si perfeziona presso L'Accademia Angelica Costantiniana di Roma, ottenendo prestigiosi riconoscimenti. Nel Concorso Internazionale "Roma 2004" il Maclé vince il Secondo Premio nella sezione a quattro mani e il Premio Carisch per la migliore interpretazione di un brano di Sergio Calligaris, il quale commenta così l'esecuzione: "Bella, drammatica, scultorea e sentita interpretazione, attraverso una profonda ricerca del particolare, un possente senso ritmico ed un suono denso ed espressivo, che rende chiaramente lo spirito della composizione". Il Duo ottiene altri premi: Concorso Nazionale "Città di Cento" (2° premio); 14° Concorso Nazionale "Dino Caravita" di Fusignano (1° premio assoluto e premio speciale); 6° Concorso Nazionale "Riviera Etrusca" di Piombino (1° premio); Concorso Nazionale "Città del Vasto" (1° premio e premio "Mozart"); Concorso "Roma 2005" (Premio Carisch e 2° premio); Concorso "Roma 2006" (1° premio). Il Maclé si esibisce in numerosi récital: Forum di Cultura Austriaco, Auditorium "Tito Bradsma" e Auditorium "S. Chiara" (Roma); Festival Musicale (Asolo); Estate Musicale "F. Fenaroli" e "Fondazione Negri Sud" (Lanciano); Suoneria (Settimo Torinese); Matinée Musicali (Bari); Festival Estivo (Malcesine); Festival Internazionale Medio Olona (Varese); "Notturni alle conserve" (Cesenatico); Rassegna concertistica internazionale (Valle dell'Orfento); tiene concerti a Milano, Padova, Vicenza, Torino, Novara, Bologna, Foggia, Gorizia, Trieste, Sorrento. Nel 2007 presenta a Madrid il cd live "Maclé Interpretazioni" e mette in scena, con l'attore Rasia dal Polo, lo spettacolo "Ti prego, seducimi!" (Teatro della Gioventù di Genova, Salone Estense di Varese, Teatro delle Erbe di Milano). Attualmente il Maclé lavora a nuovi e diversificati progetti: allestimento di spettacoli per ragazzi; collaborazioni con orchestre e formazioni jazz; studio di autori legati al mondo del blues e dell'improvvisazione; approfondimento del Tango.
Nel 2009 è la volta del cd "Maclé interpretazioni 2", dopo la partecipazione del duo al Festival Internazionale "Tango y mas" di San Ginesio (MC), sotto la direzione artistica del M° Passarella.
Promotrici di eventi culturali e di stagioni artistiche, Sabrina e Annamaria sono inoltre attive nel campo della didattica e della ricerca, collaborando con i conservatori e le università dei rispettivi territori.

Corrado Giuffredi, clarinetto


Diplomato al Conservatorio di Parma con il massimo dei voti e la lode, dal 2003 è primo clarinetto solista dell'Orchestra della Svizzera Italiana. È regolarmente invitato come primo clarinetto dall'Orchestra Filarmonica della Scala con la quale ha partecipato a numerosi concerti nei festival internazionali più prestigiosi sotto la direzione di Riccardo Muti e  Daniel Baremboim. 
Ha eseguito in prima esecuzione italiana il concerto per clarinetto e orchestra di Krzistof Penderecki.
Nel repertorio cameristico vanta importanti collaborazioni con musicisti quali Martha Argerich, Boris Belkin, Larry Combs, Michel Dalberto, Eddie Daniels, Enrico Dindo, Johannes Erkes, Danilo Grassi, 
Andrea Griminelli, Alexander Janiczek, Alexander Lonquich, Danilo Marchello, Giuseppe Fausto Modugno, Federico Mondelci, Danilo Rossi, Hansjorg Shellenberger, Eva Stegeman, Rino Vernizzi, Quartetto Savinio, Quintetto Bislacco, Solisti del Teatro Regio di Parma e l'Ensemble Strumentale Scaligero. 
Ha registrato numerose composizioni del repertorio clarinettistico per Emi, Decca, Brilliant, Arts, Aura, Tactus, Foné e RaiTrade. 
Insieme a Giampaolo Bandini, Cesare Chiacchiaretta ed Enrico Fagone è membro dei Filarmonici di Busseto: un ensemble eclettico che riceve ovunque unanimi consensi per l'originalità delle interpretazioni e per la raffinatezza delle sonorità.
E' docente di clarinetto all'Istituto Musicale Superiore di Modena e ai corsi di perfezionamento di Città di Castello. Suona un clarinetto Leblanc "Legacy" progettato da Morrie Backun.

venerdì 11 dicembre 2009

Paolo Chiarandini, pianoforte

Ha brillantemente compiuto gli studi di pianoforte presso il Conservatorio "Jacopo Tomadini" di Udine sotto la guida di Maria Felicita Russo-Perez, studiando poi con Nino Gardi e perfezionandosi in seguito ai corsi estivi di Zumaia (Spagna) con Norberto Cappelli e Hector Moreno. Presso il Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia si è inoltre diplomato con il massimo dei voti in Strumenti a Percussione con Aldo Buonomo ed in Strumenti Antichi con Pietro Verardo. Dal 1983 al 1987 ha vinto sette primi premi assoluti e due secondi premi (primo non assegnato) in concorsi pianistici e di musica da camera sia nazionali che internazionali ("Camillo Milano" - Savona, "Sergio Lorenzi" - Trieste, Albenga, Stresa, Caltanissetta, etc.). Ha svolto attività concertistica in qualità di solista ed in formazioni cameristiche per importanti associazioni in tutta Italia e all'estero ("Teatro la Fenice" - Venezia, "Teatro Chiabrera" - Savona, "Salle des Fetes de la Marie" - Parigi, "Sale Apolline" - Venezia, etc.) partecipando anche a numerosi programmi radiofonici e televisivi (RAI 3, Radio 1, Radio 3) e registrando per la casa discografica Edipan. Ha partecipato come solista alla prima esecuzione assoluta dell'opera "Prometeo" di Luigi Nono con la "Chamber Orchestra of Europe" sotto la direzione di Claudio Abbado. Dal 1989 fa parte del"Contempo Ensemble", gruppo da camera specializzato in musica contemporanea, con il quale ha partecipato ai più importanti festival internazionali ("Musica del Nostro Tempo" - Milano, "La Biennale di Venezia", "Rotte Mediterranee" - Algeri, "XIII Festival Forie Saint Germain" - Parigi, etc.). È docente presso il Conservatorio "Agostino Steffani" di Castelfranco Veneto.

Giovanni Cesare Guerini, basso comico

Si è diplomato in canto con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso l'Istituto Musicale «Donizetti» di Bergamo. Parallelamente al canto ha svolto studi musicologici e di percussioni, perfezionandosi con importanti nomi del panorama musicale internazionale fra cui Anthony Rooley, direttore del Consort of Musike, ensemble dedito alla musica antica, e Paolo Vaglieri, assistente del maestro Carlo Maria Giulini, apprezzato interprete di opere del periodo barocco. Ha debuttato nel 1988 al teatro Donizetti di Bergamo cantando nell'opera Lucrezia Borgia di Gaetano Donizetti con i complessi RAI di Milano sotto la direzione di Roberto Abbado.  Nei suoi vent'anni di carriera ha vinto numerosi concorsi di canto e si è esibito nei più importanti Enti e Teatri di tutto il mondo, con almeno un migliaio di apparizioni collaborando con i più prestigiosi nomi del mondo della lirica e sotto la direzione dei più celebri direttori d'orchestra. Parallelamente svolge intensa attività concertistica come solista esibendosi quale interprete di musica antica (repertorio madrigalistico e sacro) e di musica operistica (basso comico). Ha registrato per le più prestigiose emittenti radiofoniche europee e per svariate etichette discografiche: è risultato anche vincitore del prestigioso premio discografico francese «Grand Prix du disque» per le sue performances nella musica antica.

I MUSETTA, ensemble di musica popolare


Claudio Rolandi - fisarmonica
Ettore Losini "Bani" - piffero e voce
Marion Reinhard - fagotto e secondo piffero
Piercarlo Cardinali - müsa (cornamusa appenninica), chitarra e voce
Repertorio : canti e musiche a ballo dell'area delle 4 province (Al, Ge, Pc, e PV)
I Müsetta sono un gruppo di musica tradizionale italiano originario della provincia di Piacenza. La formazione nasce all'inizio degli anni settanta dall'incontro di Ettore Losini detto "Bani", suonatore di piffero di Degara di Bobbio, con Attilio Rocca, detto "Tilion", fisarmonicista di Ozzola di Corte Brugnatella.
La nuova formazione  de "I Musetta" è composta da Ettore Losini detto "Bani " al piffero (un oboe popolare tipico dell`Appennino nord italiano), Piercarlo Cardinali alla müsa (cornamusa appenninica) ed alla chitarra, Marion Reinhard (componente, tra l'altro, della Berliner Philharmoniker) al fagotto  ed al secondo piffero e  Claudio Rolandi  alla fisarmonica.
L'ingresso nel gruppo nel 1988 di Piercarlo Cardinali di Piacenza reintroduce l'uso della müsa, cornamusa appenninica, da tempo scomparsa perché soppiantata dall'accompagnamento della fisarmonica. Fondamentale per questa reintroduzione l'abilità di costruttore di strumenti a fiato di Ettore Losini "Bani" unico in grado di continuare la tradizione con la produzione di pifferi e müse.
Portatori della tradizione musicale delle quattro province (Al, Ge, PC, e PV) insieme raccolgono un vastissimo repertorio di musiche da piffero in Val Trebbia. Questo repertorio comprende oltre le antiche melodie da ballo come "alessandrina", "monferrina" "giga", "bisagna" e "perigordino", quelle più recenti, "polca", "mazurca", "valzer" e i brani che scandivano i momenti della vita contadina: questue come il cantamaggio, la leva con leva levon; il matrimonio con la sposina (brano per accompagnare la sposa dalla sua casa alla chiesa) e altri brani "da strada" come la sestina, per accompagnare cortei nelle varie occasioni.
Nelle canzoni o nelle parti cantate dei balli si alternano alla voce Piercarlo e Bani. Tra le loro canzoni più conosciute: "La ballata del Draghin", brano che descrive il viaggio del Draghin (mitico pifferaio) da Cicagna a Bobbio dove viene imprigionato, "Bala Ghidon o giga di Bobbio", e "La vulp la vâ 'ntla vigna", che è una monferrina.
Data la loro abilità tecnica nel usare gli strumenti e la grande conoscenza del repertorio vengono chiamati ad esibirsi in concerti in Italia e all'estero: Spagna, Irlanda, Francia, Olanda.
Claudio Rolandi - Fisarmonicista di Menconico (valle Staffora), attivo dai primi anni Ottanta. Formatosi come fisarmonicista da liscio, si è poi avvicinato alla musica tradizionale grazie a Roberto Ferrari, con il quale ha animato numerose feste, anche nel gruppo "Suonatori e ballerini di Menconico"; fa inoltre parte dei gruppi folk "la Rionda" e "Per le vie dell'Oltregiogo".
Marion Reinhard - Pifferaia di Norimberga residente a Berlino (Germania) che dal 2003 frequenta regolarmente Bettola (val Nure). Professionista al fagotto nella prestigiosa "Berliner Philharmoniker", ha appreso da Ettore Losini "Bani" la tecnica del piffero, che suona occasionalmente sul territorio. Dal 2009 ha inserito l'uso di un secondo piffero o del fagotto in accompagnamento a piffero e fisarmonica nei "Müsetta".

Giampiero Innocente,organista e maestro del coro


Nato nel 1966 a Milano ha coltivato fin da piccolo la passione per la musica, in particolare quella corale e per organo.
Nel 1994 ha fondato il Collegium Vocale di Crema di cui è direttore.
Ha studiato Canto gregoriano a Cremona e direzione corale presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Milano.
Nel 1991 si è laureato in Teologia presso la Facoltà Teologica di Milano e nel 2003 in Filosofia presso l'Università Cattolica di Milano.
Svolge attività di lavoro e di studio presso l'Università Cattolica di Milano
E' l'organista titolare dell'organo "Serassi 1766" di Monte Cremasco e partecipa come cantore solista a concerti di musica antica.
Nel febbraio 2003 ha collaborato come solista di canto gregoriano all'incisione di un disco di musiche di Bartolomeo Franzosini (1786-1853), pubblicato e messo in vendita nel luglio dello stesso anno.

Teatro Libero è alla ricerca di un attore per il ruolo di Ragueneau in Cirano de Bergerac

In occasione della ripresa dello spettacolo Cirano di Bergerac, regia di Corrado d'Elia, la Compagnia Teatri Possibili ricerca attore dai 35 anni in su per ruolo Ragueneau (il pasticcere).
Disponibilità richiesta per gennaio, febbraio e marzo 2010.
Sono ormai dieci anni che rappresentiamo questo spettacolo in giro per l'Italia. Cambiano le sale ma non il nostro entusiasmo, supportati dalla presenza formidabile del pubblico che ha decretato il successo di questo spettacolo, trasformandolo in un ritratto generazionale e in un vero e proprio cult del teatro giovane.
Con momenti di intensa fisicità e nella maniera asciutta, veloce, visionaria che ci contraddistingue, raccontiamo la magnifica storia di Cirano, uomo eroico e virtuoso, insuperabile nella spada e nella parola, la cui diversità e il rifiuto di farsi imprigionare dalle convenzioni sociali, dall'asservimento politico e culturale, dal conformismo ideologico e dal potere viene pagata con la morte.

Inviare cv aggiornato e foto in formato jpg a provini@teatripossibili.org entro e non oltre il giorno 18 dicembre.
ATTENZIONE: non saranno presi in considerazione i cv inviati senza foto o pervenuti dopo questa data.
Teatro Libero
via Savona 10, Milano
tel.02-45497296  biglietteria@teatrolibero.it
www.teatrolibero.it

Rossella Biagioni, flauto


Nata ad Asolo, in provincia di Treviso. Dopo essersi diplomata in flauto traverso al conservatorio di Piacenza, ha proseguito gli studi con la prof.ssa Annamaria Morini. Ha seguito corsi di perfezionamento con i maestri Onorio Zaralli, presso l'Accademia flautistica veneta, e William Bennett, già primo flauto della London Symphony Orchestra e docente alla Royal Accademy di Londra. Attualmente, ancora sotto la guida della prof.ssa Morini, sta conseguendo la laurea di secondo livello abilitante all'insegnamento di flauto traverso, e continua lo studio personale dello strumento con Mathias Allin, docente alla Musikhochschule Karlsruhe.
Vive e lavora principalmente in Veneto, dove svolge attività di insegnamento di Strumento, Propedeutica musicale, Teoria e Solfeggio. È titolare della cattedra di flauto traverso presso l'Istituto G. F. Malipiero, l'Accademia Arteviva e l'Accademia "Chitarra in Arte".
Ha collaborato con numerose orchestre del Veneto. Al momento è primo flauto stabile nell'Orchestra Filarmonica Godigese, con la quale si esibisce anche come di solista. È occupata in una intensa attività concertistica in formazioni cameristiche di vario genere. I suoi interessi vanno dalla musica rinascimentale e barocca fino ad arrivare alla musica contemporanea. In particolare la passione per quest'ultima l'ha portata a eseguire prime assolute di opere di giovani compositori.

Stefano Sanzogni, chitarra


Nato a Iseo (BS) nel 1986 e ha iniziato lo studio della chitarra con i maestri Renato Samuelli e Dario Bisso. Ha continuato gli studi con il maestro Bruno Giuffredi sotto la cui guida si è diplomato nel 2008 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di musica "Luca Marenzio" di Darfo Boario Terme (Brescia).
È risultato vincitore dei seguenti concorsi:
- II premio (I premio non assegnato) nel 2004 al Concorso Internazionale "Rovere d'Oro" di San Bartolomeo a Mare (Imperia);
- II premio nel 2006 e 2008 al XII e XIV Concorso Nazionale "Giulio Rospigliosi" di Lamporecchio (Pistoia);
- II premio (I premio non assegnato) nel 2009 al I Concorso di esecuzione "Claxica 2009" presso Castel D' Aiano (Bologna).
Per la casa editrice Sinfonica ha in programma una registrazione di studi per chitarra scritti dal Compositore M. Girolamo Giacomo Cocchi.
Laureato in Lingue e letterature straniere presso l' Università degli Studi di Bergamo, sta frequentando il II anno del biennio abilitante presso l'Istituto musicale pareggiato "C. Monteverdi" di Cremona.
Accanto a un'intensa attività concertistica sia come solista che in ensembles di musica da camera, sta frequentando il II anno di tirocinio presso il conservatorio "L. Marenzio di Darfo Boario Terme" nella classe del M. Bruno Giuffredi. Suona con una chitarra costruita dal maestro liutaio Enrico Bottelli.

giovedì 10 dicembre 2009

Elena Franceschi,soprano


Nata nel ...  il curriculum aggiornato lo trovate direttamente sul sito dell'artista


VAI AL SITO ..

venerdì 4 dicembre 2009

Soweto Gospel Choir


Fondato nel 2002 sotto la direzione di David Mulovhedzi e Beverly Bryer, ha tra le sue fila i migliori talenti vocali formatisi nelle molte chiese di Soweto, il grande sobborgo di Johannesburg - Sud Africa, ed è riconosciuto come uno dei più importanti gruppi del panorama musicale gospel degli ultimi anni.
Il Coro nasce per celebrare l'eccezionale energia e la forza ispiratrice della musica Gospel sudafricana ed ha come missione la condivisione della gioia e della fede attraverso di essa.
Inoltre è ambasciatore internazionale, insieme a Bono degli U2 e Brad Pitt, della 46664 Foundation di Mandela, Fondazione per la lotta all'HIV intitolata dall'ex presidente sudafricano in memoria dei suoi giorni di reclusione a Robben Island, sotto il regime di apartheid (Nelson Mandela prigioniero n°466, imprigionato nel '64). Attraverso raccolte benefiche si occupa anche di sostenere gli enti di Nkosi's Haven e Nkosi's Haven Vukani, fondati entrambi nel 2003 e intitolati a Nkosi, bambino nato sieropositivo, che ha impegnato la sua breve vita per la lotta all'HIV in Africa.
Il Soweto Gospel Choir ha ottenuto in questi anni numerosi riconoscimenti tra cui ben tre Grammy Awards per il miglior album di musica tradizionale dal mondo nel 2006, 2007 e 2008 e una nomination all’81 edizione dei premi Oscar - Annual Academy Awards 2009.
Il Coro è stato infatti segnalato nella categoria Miglior Canzone Originale per la canzone Down To Earth, presente nella pellicola animata Wall-E di Andrew Stanton, realizzata a seguito della preziosa collaborazione del Coro con il compositore e musicista Peter Gabriel assieme a Thomas Newman. In questa sede il Soweto Gospel Choir è stato riconosciuto come il primo artista proveniente dal Sud Africa e si è esibito sul palco degli Oscar insieme a John Legend.
La tournée italiana del 2008 ha visto il Coro impegnato a Milano, Genova, Bologna, Firenze e Roma con lo spettacolo African Spirit, raggiungendo un totale di 10.000 spettatori per sole 7 repliche, un successo che fece il tutto esaurito già ad agosto 2007 al Festival di Edimburgo e altrettanto durante il 51esimo Festival dei Due Mondi di Spoleto nell’estate del 2008.

mercoledì 2 dicembre 2009

Ivano Dell'Acqua, direttore d'orchestra


Un giovane talento che si è formato con il Maestro Castano Cesare nel Corpo Musicale San Giorgio di Casorezzo continuando poi gli studi sotto la guida del M° Prof. Franco Titani conseguendo brillantemente il diploma di tromba presso il Conservatorio di Novara nell'anno 1989 all'età di soli 17 anni.
Successivamente ha seguito vari corsi master e di perfezionamento, partecipando a numerosi concorsi su tutto il territorio nazionale attestandosi sempre nelle prime posizioni: Terzo al Concorso Nazionale di Faenza; Secondo al Concorso Nazionale Orchestra Giovanile di Torino; Primo e Secondo premio assoluto al Concorso Citt? di Sesto San Giovanni...
Ha svolto attività concertistica sia come solista che in duo con la pianista Rossella Grieco.
A partire dall'anno 1991 ha frequentato i corsi di Paleografia e Filologia Musicale presso l'Università di Musicologia di Pavia. Compositore, trascrittore e arrangiatore ha al suo attivo numerosi brani per complessi musicali.
Dal 1992 è Direttore Artistico Musicale del Corpo Musicale di Caltignaga (NO) e dall'anno 1993 riveste la stessa carica per il Corpo Musicale San Giorgio di Casorezzo. Dal settembre 2005 è il Direttore del Corpo Musicale S. Cecilia di Bresso.
Ha sempre svolto, e svolge tuttora, attività concertistica non solo come componente di diverse formazioni da camera ma anche in veste di solista. Dall'anno 1991 collabora con l'associazione "Libera Musica" effettuando numerosi concerti in gruppi da camera originali presso lo splendido complesso architettonico di origine medievale della Badia di Dulzago; il salone degli incontri "La Serra" di Govone; la Parrocchia di Ghevio di Meina in occasione dell'inaugurazione dei restauri dell'edificio religioso antico "Chiesa Parrocchiale dell'Assunta"; la "Parrocchiale di Soriso" nel Druogno; "Concerti del Parco - Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte d'Orta" presso la Chiesa Parrochiale "Orta San Giulio" nel Cusio; "concerto ricordo in onore di Don Giuseppe Ottina e Dr. Aldo Fortina" presso la Chiesa Parrocchiale di Cavaglio d'Agogna; "concerto Meditazioni Musicali Mariane su musiche di J. S. Bach" presso la Chiesa S. Maria delle Grazie in San Martino (NO); "concerto Meditazioni Musicali Mariane su musiche di J. S. Bach" presso la Chiesa Parrocchiale di Renco a Verbania; "concerto Magificat echi e risonanze tra rinascimento e barocco" presso la Chiesa Parrocchiale di Colazza; "concerto Manificat echi, letture e risonanze tra rinascimento e barocco" presso la Parrocchia di San Clemente nel Comune di Bellinzago Novarese; "concerto di Natale" presso la Chiesa Parrocchiale di S. Andrea di Novara; "concerto Pensieri in Musica" presso il Convento S. Francesco Monte Mesma Ameno. Ha collaborato con "L'Associazione Nazionale Carabinieri S. D'Acquisto" di Corbetta in esibizioni solistiche e continua a collaborare con L'Associazione Nazionale Alpini di Novara e L'Associazione Nazionale Bersaglieri in Congedo di vari comuni della Provincia di Milano.
Dal 1998 al 2006 è docente presso le Scuole Medie Rapizzi della città di Parabiago (MI) e effettua lezioni e corsi musicali presso altre scuole elementari e medie del circondario per diffondere tra i giovani la cultura musicale e divulgarne il piacere dell'arte del suonare uno strumento.
Dall'anno 2006 è docente presso l'Istituto Comprensivo di Villa Cortese presso la Scuola Media Statale "GIOVANNI XXIII" di Villa Cortese (MI). Dall'anno 2003 ricopre la carica di Direttore artistico e musicale del "Corpo Musicale G. Verdi" di Vittuone e dei Corsi Musicali della Scuola Allievi e nello stesso anno anche della "Corale S. Giorgio" di Casorezzo. Nel corso dell'anno 2005 decide di dimettersi dall'incarico di Direttore della Corale per assumere quello di Direttore Artistico Musicale del "Corpo Musicale Santa Cecilia" della Città di Bresso (MI).
Da Direttore dei suddetti Complessi musicali ha ormai al suo attivo più di 300 concerti svolti sul territorio nazionale e internazionale (Praga, Carinzia, Svizzera...) riscuotendo ovunque numerosi riconoscimenti e pareri favorevoli da pubblico e critica rivoluzionando per intero i repertori musicali ed esibendo tutti i generi di musica che tali complessi possono affrontare dal "classico" al "moderno" con interpretazione e dinamismo. Effettua anche concerti di beneficenza sia a carattere personale come solista che come direttore di complessi musicali

martedì 1 dicembre 2009

Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali

Nasce nel 2007 e si esibisce nello spettacolo di Francesco Micheli "I Musicanti di Brema", che si è tenuto presso il Teatro Dal Verme di Milano nel marzo 2007.

Il grande successo dello spettacolo ha spinto la Fondazione "I Pomeriggi Musicali" in collaborazione con l'Associazione culturale Sconfinarte ad istituire l'Accademia di Formazione Professionale Orchestrale "I Piccoli Pomeriggi Musicali".
Essa nasce per promuovere la cultura orchestrale tra i bambini avviati allo studio della musica preparandoli all'esecuzione dei concerti della Stagione di Musica per i Bambini, ma si pone anche lo scopo di appassionare le nuovissime generazioni al mondo della musica classica.
L'esperienza degli ultimi anni ha infatti dimostrato che il pubblico di bambini si riconosce nei giovani esecutori sul palcoscenico e impara a sentire la musica come una esperienza alla sua portata e non riservata al mondo degli adulti.
Dell'Orchestra, che ha sede stabile presso il Teatro Dal Verme, fanno parte bambini e ragazzi in età compresa tra i 7 e i 17 anni provenienti dal Conservatorio di Milano e da varie Scuole ed Accademie Musicali milanesi.
L'Orchestra è stata impegnata fino a febbraio 2008 nella Prima Stagione Musicale che si è svolta presso il Teatro Dal Verme; si è inoltre esibita presso il Teatro Sociale di Como e il Teatro degli Arcimboldi di Milano e presso l'Auditorium città di Maccagno.
Nei mesi di marzo e aprile 2008 la piccola orchestra mette in scena la favola musicale "La Sirenetta" di Andersen, sempre con la regia di Francesco Micheli.
Il 2008 vede l'orchestra impegnata nella Seconda Stagione Musicale presso il Teatro Dal Verme e nella prestigiosa esibizione nel concerto tradizionale di Inaugurazione della stagione ufficiale dell'Orchestra de "I Pomeriggi Musicali" (ottobre 2008) diretti dal M° Antonello Manacorda.
Nel 2009 l'orchestra è stata inoltre ospite della stagione "Maccagno in Musica 2009".
A maggio 2009 ha partecipato alle 3 serate dello spettacolo benefico "Quando ridere fa bene" presso il Teatro Allianz di Assago, spettacolo bissato il 4 luglio 2009 a Menfi (AG) presso il Teatro del Mare.
Il 31 ottobre 2009 prenderà il via la Terza Stagione Musicale presso il Teatro Dal Verme, sempre di 8 appuntamenti, che finirà il 16 maggio 2010.
Direttore della formazione è, dalla sua fondazione, il M° Daniele Parziani.


Organico dell’Orchestra I Piccoli Pomeriggi (2009)
VIOLINI
Paola Cardarelli
Francesco Dal Zotto
Hildegard De Stefano
Sofia Gimelli
Cosimo Moretti De Angelis
Viola Muneratto
Giacomo Orlandi
Francesco Porzio

VIOLA
Barbara Massaro
Nicolò Suppa

VIOLONCELLO
Gabriele Battaglia
Michele Cardarelli
Luca Cossu
Martina Perego
Marcello Pojaghi

FLAUTO Carlotta Petri
OBOE Luca Ragona
CLARINETTO Lorenzo Bollani
TROMBA Flavia Pedretti
PIANOFORTE Stefano Borsatto
SAX Riccardo Savioli
TROMBONE Davide Pogliani
http://www.ipiccolipomeriggi.it

Mauro Pagano, tenore

Nato a Genova, ha affiancato agli studi universitari (Laurea in Medicina e Chirurgia) lo studio del canto con la guida preziosa del grande baritono genovese Giuseppe Taddei.
Ha debuttato i ruoli più significativi della sua corda: Ismaele, Alfredo, Manrico,Turiddu, Chenier, Maurizio di Sassonia, Calaf, Don Jose’, Cavaradossi, Pinkerton, Radames, Des Grieux.
Sempre in ruoli protagonistici ha cantato nella stagione estiva del Teatro Municipale di Piacenza (Carmen – 2002), al Teatro del Vittoriale degli Italiani, nelle stagioni estive di Lario Lirica, Abano Terme e Orbetello, nei teatri Regio, Superga e Nuovo di Torino, Verdi di Mantova(Buscoldo), Manzoni di Monza (Trovatore – 2002), Bonci di Cesena e Musikhalle di Amburgo.
Vincitore del Premio Jussi Björling 1999 e vincitore assoluto del Concorso Beniamino Gigli – (Roma 2000), nell'estate 2004 è stato protagonista dell'opera "Salvator Rosa" di Carlos Gomes al Festival della Valle d'Itria a Martina Franca. E' stato inoltre l'unico italiano ospite della produzione di Aida al Teatro Nazionale di Praga, nel ruolo di Radames(agosto 2004).Nel 2006 è stato protagonista in Cavalleria Rusticana ,Pagliacci e Tosca al Teatro dell’Opera del Cairo e in Carmen all’Anfiteatro Lirico di Terni. Sempre al Cairo ha interpretato Radames e nello stesso ruolo è stato ospite del Teatro Ciaikovsky di Perm. Nel 2008 ha registrato Adriana Lecouvreur per la Radio Televisione di Bucarest. Nel 2009 ha interpretato il ruolo di Eisenstein nel Pipistrello al Teatro di Reggio Calabria. In estate è stato ospite del Teatro di Minsk per Madama Butterfly e protagonista nel circuito estivo del Teatro di Ivrea ( Canio e Turiddu).

Fabrizio Callai, organo

Nato a Rapallo nel 1980, si diploma nel 2005 con il massimo dei voti in Organo e Composizione Organistica presso il Conservatorio di Genova "N.Paganini" nella classe del M° F. Dellepiane e nel 2009 consegue brillantemente anche il diploma in Didattica della musica presso il medesimo Conservatorio.
Organista e M° di Cappella nelle Insigni Basiliche Collegiate di N.S. delle Vigne e S.M. Assunta in Carignano nel capoluogo ligure, è attivo come Compositore, Solista, Pianista accompagnatore, Direttore d'Orchestra e di Coro.
Fra le sue opere più importanti possiamo ricordare gli Oratori per Soli, Coro e grande Orchestra "L'Annunciazione" (2001), "In coena Domini" (2005), "Simon Petrus" (2006), più volte eseguiti con successo ed anche alla presenza dei Cardinali T. Bertone ed A. Bagnasco.
Si perfeziona come direttore con i Maestri A. Tappero Merlo, M. Salvi, F. Macelloni e presso i corsi internazionali di Orvieto.
Dal 2008 è docente di Educazione musicale e direttore di coro presso la Deutsche Schule di Genova.
Ha collaborato o collabora tuttora come pianista preparatore con Maria Grazia Gabanizza, Gabriella Ravazzi, Luisa Maragliano, Gianfranco Pastine.
Ha ultimamente pubblicato presso l'editore De Ferrari di Genova, il volume "Il poeta della musica", biografia e censimento delle opere del M° Mons. G.B. Campodonico (1892-1958), figura di spicco nel panorama musicale ligure.
È stato più volte Organista incaricato presso gli organi delle Basiliche Romane di S. Pietro in Vaticano e S. Paolo fuori le mura al seguito della delegazione della Conferenza Episcopale Ligure.
È inoltre docente di Teoria e Solfeggio e Armonia presso l'Accademia Musicale di Palazzo Ducale di Genova.